Archivio e fototeca Sergio Bettini

archivio-fototeca-Sergio-Bettini

L'archivio di Sergio Bettini, maestro di numerosi docenti di storia dell'arte che hanno insegnato a Ca' Foscari, è stato acquistato nel 1987 insieme alla Biblioteca (conservato presso al Biblioteca di Area Umanistica - BAUM).

L'archivio è stato oggetto di una ricerca dipartimentale condotta da Wladimiro Dorigo allo scopo di approfondire la conoscenza dell'attività dello studioso anche attraverso il riordino e l'esame di quanto conservato nel suo archivio personale.

I lavori, compresa la raccolta, schedatura, indicizzazione dei titoli pubblicati da Bettini e l'inventariazione dell'archivio, sono stati condotti a conclusione da Michela Agazzi con la pubblicazione di due volumi nel 2011 con il sostegno della Regione Veneto.

Consultazione e accesso presso il Dipartimento: è consentito su appuntamento con la responsabile, Barbara Lunazzi e previa autorizzazione del Direttore.

Delegato agli Archivi e fondi dipartimentali: prof. Giulio Zavatta

Responsabile: Barbara Lunazzi

Archivio scientifico e documentario

  • 112 unità contenenti corrispondenza, documentazione biografica e relativa alla carriera, manoscritti editi e inediti, bozze e materiali preparatori delle lezioni;
  • 20 unità contenenti 44 dispense in ciclostile delle lezioni.

Fototeca 

  • 152 unità contenenti circa 15.000 foto, ordinate rispettando i criteri adottati da Bettini: argomento (architettura, pittura, scultura), periodizzazione, area geografica o culturale. Le foto riguardano soprattutto l'arte tardoantica, medievale e bizantina e sono provenienti da gabinetti fotografici museali e da studi professionali, ma anche da campagne fotografiche dello stesso Bettini.
Inventari

In occasione dei lavori preparatori della mostra realizzata nel 2012 è stata effettuata la catalogazione di circa 350 fotografie relative alla Grecia nella banca dati regionale del Catalogo dei Beni Culturali del Veneto, con la finalità di rendere accessibile anche on-line il patrimonio fotografico di Bettini.

Per ulteriori notizie si veda M. Agazzi e C. Romanelli (a cura di), L’opera di Sergio Bettini, Marsilio 2011, dove sono pubblicati gli inventari dei manoscritti inediti e della Fototeca, l’elenco dei corrispondenti, l’elenco delle dispense delle lezioni presenti in archivio.

Per la sezione “corrispondenza” è disponibile una schedatura informatizzata.
All’archivio è stato aggregato il Corpus completo degli scritti di Sergio Bettini realizzato nell’ambito della ricerca e consistente in 12 volumi.
Nel 2013 la Regione Veneto ha riconosciuto l’interesse locale dell’Archivio e Fototeca di Sergio Bettini dedicandogli una scheda tecnica.
E' in corso il riconoscimento di interesse culturale del Ministero dei Beni Culturali, Soprintendenza ai Beni Archivistici del Veneto e l'immissione dell'inventario in SIAR (Sistema Informativo Regionale del Veneto).

Attività

  • 1987 - 1997  lavoro del gruppo di ricerca diretto da Wladimiro Dorigo
  • 2005 convegno per il centenario della nascita
  • 2011 pubblicazione degli atti del convegno, dei principali prodotti della ricerca e degli inediti
  • 2012 allestimento della Mostra permanente "Sergio Bettini, l'inquieta navigazione della critica. I viaggi in Grecia":

catalogazione delle fotografie relative alla Grecia (Scheda F Beni Fotografici) realizzata contestualmente alla mostra: sono ora accessibili on-line sul Catalogo dei Beni Culturali della Regione Veneto 327 foto e avviamento delle pratiche per il riconoscimento di interesse culturale da parte del Ministero dei Beni Culturali (in corso) 

  • 2013 riconoscimento dell'interesse locale da parte della Regione Veneto 
  • 2015 allestimento della mostra "Sergio Bettini 1935: un viaggio a Istanbul"
  • 2016 avviamento dei lavori per l'immissione dell'inventario nel SIAR (Sistema Informativo Archivistico Regionale del Veneto)

Bibliografia

  • W. Dorigo, L'acquisizione della biblioteca di lavoro di Sergio Bettini, in "Venezia Arti", 2, 1988, p. 224.
  • M. Agazzi, Le fototeche di Antonio Morassi e Sergio Bettini. Dipartimento di Storia e critica delle arti "Giuseppe Mazzariol" , in "Quaderni del Centro di Ricerche Informatiche per i beni Culturali", IX, 1999, Scuola Normale Superiore di Pisa pp. 99-104.
  • M. Agazzi e C. Romanelli, a cura di, L’opera di Sergio Bettini, Venezia, Marsilio 2011
  • M. Agazzi e C. Romanelli, a cura di, S.Bettini, L’inquieta navigazione della critica. Scritti inediti 1936 -1977, Venezia, Marsilio 2011
  • M.Agazzi, Morassi, Bettini, Dorigo. Archivi scientifici di ricerca legati al Dipartimento di storia delle arti:memoria di operatività e occasioni di ulteriori arricchimenti, in «Venezia Arti», 22/23, 2008/2009, pp. 51-53

Sergio Bettini (1905–1986) consegue la laurea nel 1929, a Firenze con una tesi su Jacopo Bassano (relatore Giuseppe Fiocco). Dopo i primi studi dedicati all'arte moderna si dedica allo studio dell'arte bizantina, con lunghi soggiorni e viaggi all'estero. Il frutto di questi anni di studio ed esplorazioni, unitamente ai primi incarichi di docenza e assistentato universitario, sono i manuali di storia dell'arte bizantina pubblicati dal 1937 al 1944 per NEMI (Firenze). Nel 1939 diventa direttore del Museo civico di Padova e nel 1942 vince la cattedra di Archeologia cristiana. Insegna a Padova, Catania e dal 1947 nuovamente a Padova. Presso quella Università insegna anche Estetica e - successivamente - Storia dell'arte medioevale e Storia della critica d'arte, fino al 1975. I suoi principali interessi spaziano dall'arte tardo antica alla contemporaneità, con una particolare attenzione alla metodologia critica e un esercizio costante di confronto con i principali problemi storici e di metodo. Fa riferimento costantemente alla Scuola di Vienna e al pensiero di Alois Riegl ma è anche studioso aggiornatissimo, attento alla fenomenologia e allo strutturalismo. Alla sua scuola si sono formati Giuseppe Mazzariol, Wladimiro Dorigo, Lionello Puppi e Massimo Cacciari. E' autore di monografie fondamentali (su tutte Venezia, nascita di una città, 1978, ma anche Architettura di San Marco 1946, e L’arte alla fine del mondo antico, 1948) e protagonista della scena culturale novecentesca partecipando attivamente a istituti importanti come La Biennale, La Fondazione Cini, il Centro Internazionale di Storia dell’architettura A. Palladio, il Centro di Antichità Ravennati e Bizantine.


Il Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali ha voluto valorizzare il patrimonio scientifico dello studioso con l'esposizione permanente visitabile in sede: 
"Sergio Bettini, L’inquieta navigazione della critica’. I viaggi in Grecia", curata da Michela Agazzi, Barbara Lunazzi, Chiara Romanelli.
Tra i vari materiali dell’archivio sono stati selezionati documenti, manoscritti e fotografie relativi ai suoi viaggi di studio in Grecia negli anni Trenta.
Contestualmente alla preparazione della mostra sono state catalogate e pubblicate nella banca dati regionale del Catalogo dei Beni Culturali del Veneto, 327 fotografie relative alla Grecia.
Nel 2015 è stata realizzata la mostra temporanea dedicata al viaggio a Instanbul utilizzando appunti, rilievi, fotografie e altri documenti dell'Archivio. 

file pdfSergio Bettini: Diario di Costantinopoli2.87 M
file pdfSergio Bettini: 1935 viaggio a Istanbul1.73 M
file pdfSergio Bettini: i viaggi in Grecia0.98 M

Last update: 11/06/2019