Cooperazione Interregionale

La cooperazione interregionale mira a potenziare lo sviluppo regionale dell’Unione europea attraverso il trasferimento di conoscenze e lo scambio di esperienze tra le regioni.

L'Università Ca' Foscari può partecipare a 2 programmi.

Interreg Europe 2021-2027

Il Programma Interreg Europe 2021-2027 rappresenta la continuazione del Programma Interreg Europe 2014-2020 e ha l’obiettivo di ridurre le disparità nei livelli di sviluppo, crescita e qualità della vita all'interno e all'esterno delle regioni europee.

Coinvolge i 27 Stati Membri dell'Unione Europea, più Svizzera e Norvegia.

Il programma è finalizzato a rafforzare l’efficacia della Politica di Coesione e all'apprendimento e implementazione di nuove politiche regionali e locali attraverso lo scambio di esperienze e buone pratiche.

Dispone di un budget di 379 milioni di euro, finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), al quale si aggiunge il cofinanziamento nazionale dei singoli Stati per l’attuazione dei progetti. Per l’Università Ca’ Foscari il contributo ammonta al 100% di cui l’80% è dato da fondi FESR, mentre la restante parte è corrisposta dal Fondo di Rotazione. Per gli organismi no-profit privati UE il contributo ammonta al 70% (fondi FESR).

Autorità di gestione: Lille, Regione Nord – Pas de Calais, Conseil Régional
NCP italiano: Regione Umbria


ESPON 2030

Il programma di cooperazione interregionale ESPON 2030 si propone, attraverso il finanziamento della ricerca (applied research e targeted analyses), di consolidare una rete europea di osservazione territoriale e favorire una dimensione territoriale europea nell’ambito dello sviluppo e della cooperazione. Obiettivo principale del Programma è la produzione di conoscenze e indicatori territoriali (territorial evidence) pan-europei comparabili, sistematici e affidabili, oltre allo sviluppo di strumenti online per l'analisi e la mappatura (monitoring and tools) dell'intero spazio geografico partecipante.

Collegamenti

Coinvolge i 27 Stati membri dell'UE nonché Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera.

Il nuovo Programma ESPON 2030 è iniziato 1° luglio 2022 sulla base di 4 documenti strategici, i Thematic Action Plans:

  1. Territori climaticamente neutri
  2. Governance di nuove geografie
  3. Prospettive per le persone e i luoghi
  4. Luoghi resilienti alle crisi

ESPON 2030 è cofinanziato dall'Unione europea con il Fondo europeo di sviluppo regionale-FESR che contribuisce con 48 milioni di euro. Attraverso il FESR è possibile coprire fino all’80% delle attività previste da ogni singolo progetto. Per l’Università Ca’ Foscari la restante parte è corrisposta dal Fondo di Rotazione.

Autorità di gestione: Ministero dell’Ambiente e pianificazione territoriale del Lussemburgo.
AN Italiana: Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti
NCP Italiano: Università Tor Vergata di Roma.

Last update: 18/01/2023