Cooperazione Transfrontaliera

La Cooperazione transfrontaliera fra regioni limitrofe mira a promuovere lo sviluppo regionale integrato fra regioni confinanti con frontiere marittime o terrestri, che siano parte di due o più Stati membri, oppure di almeno uno Stato membro e un Paese Terzo. Esistono 12 programmi di cooperazione che hanno lo scopo di affrontare le sfide comuni individuate dalle regioni, per uno sviluppo armonioso dell’Unione. Ca' Foscari può partecipare a 3 di questi.


Italia-Croazia 2014-2020

Gli obiettivi strategici del programma per la Cooperazione Transfrontaliera Italia-Croazia 2014-2020 ripropongono gli obiettivi di crescita intelligente, sostenibile e inclusiva della Strategia Europa 2020.
Il Programma, con un budget di oltre 236 milioni (fondi FESR) mira a rafforzare la cooperazione tra le aree ammissibili promuovendo azioni di sviluppo territoriale integrato, nel quadro delle priorità della politica di coesione dell’Unione.

Documenti allegati

Italia: Abruzzo (Teramo, Pescara e Chieti), Molise (Campobasso), Puglia (Brindisi, Lecce, Foggia, Bari e Barletta-Andria-Trani), Veneto (Venezia , Padova e Rovigo), Friuli Venezia Giulia (Pordenone, Udine, Gorizia e Trieste), Emilia Romagna (Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini), Marche (Pesaro-Urbino, Ancona,  Macerata, Ascoli Piceno e Fermo).

Croazia: Primorsko-goranska, Ličko-senjska, Zadarska, Šibensko-kninska, Splitsko-dalmatinska, Istarska, Dubrovačko-neretvanska e Karlovačka. 

Il Programma si articola nelle seguenti priorità:

  1. miglioramento e promozione delle capacità innovative allo scopo di creare un’area più competitive nel settore della blue economy;
  2. cooperazione per l’attuazione di strategie e piani di azione in materia di sicurezza e resilienza attraverso il monitoraggio e la pianificazione di strumenti idonei a prevenire i disastri naturali;
  3. tutela e promozione efficiente delle risorse naturali culturali attraverso il mantenimento e il ripristino della biodiversità marina e il miglioramento delle condizioni ambientali;
  4. miglioramento della qualità, sicurezza e sostenibilità ambientale dei servizi di trasporto marini e costieri tramite la promozione di trasporti sostenibili.

Per l’Università Ca’ Foscari la parte di co-finanziamento fornita dal FESR per il Programma ammonta ad un massimo del 85%, mentre la restante parte è corrisposta dal Fondo di Rotazione per gli organismi di natura pubblica.
In data 15 dicembre 2015 è stato approvato il Programma Italia-Croazia;  i bandi Standard+ Projects e Stardard Projects della programmazione 2014-2020 apriranno rispettivamente il 27 marzo 2017 e il 21 aprile 2017.

Autorità di gestione
Regione Veneto
 interreg@regione.veneto.it


Italia-Slovenia 2014-2020

Gli obiettivi strategici del programma per la Cooperazione Transfrontaliera Italia-Slovenia 2014-2020 ripropongono gli obiettivi di crescita intelligente, sostenibile e inclusiva della Strategia Europa 2020.
Il Programma, con un budget di  oltre 91 milioni (fondi FESR) mira a rafforzare la cooperazione tra le aree ammissibili promuovendo azioni di sviluppo territoriale integrato, nel quadro delle priorità della politica di coesione dell’Unione.

Italia: Veneto (Venezia) e Friuli Venezia Giulia (Udine, Pordenone, Gorizia e Trieste).

Slovenia: Notranjsko-kraška, Osrednjeslovenska, Gorenjska, Obalno-kraška e Goriška.

Il Programma si articola nelle seguenti priorità:

  1. promozione della ricerca, dello sviluppo tecnologico e dell’innovazione allo scopo di creare un’area più competitiva;
  2. cooperazione per l’attuazione di strategie e piani di azione caratterizzate da basse emissioni di carbonio;
  3. tutela e promozione efficiente delle risorse naturali e culturali;
  4. miglioramento della capacity building e della governance transfrontaliera allo scopo di creare un’amministrazione pubblica più efficiente.;

Per l’Università Ca’ Foscari la parte di co-finanziamento fornita dal FESR per il Programma ammonta ad un massimo del 85%, mentre la restante parte è corrisposta dal Fondo di Rotazione per gli organismi di natura pubblica.

In data 15 dicembre 2015 è stato approvato  il Programma Italia-Slovenia; la Call Progetti Strategici aprirà in autunno 2017.

Autorità di gestione
Regione autonoma Friuli Venezia Giulia
 adg.itaslo@regione.fvg.it


Italia-Austria 2014-2020

Gli obiettivi strategici del programma per la Cooperazione Transfrontaliera Italia-Austria 2014-2020 ripropongono gli obiettivi di crescita intelligente, sostenibile e inclusiva della Strategia Europa 2020.
Il Programma, con un budget di  oltre 82 milioni (fondi FESR) mira a rafforzare la cooperazione tra le aree ammissibili promuovendo azioni di sviluppo territoriale integrato, nel quadro delle priorità della politica di coesione dell’Unione.

Documenti allegati

Italia: Trentino Alto Adige (Bolzano), Veneto (Belluno, Vicenza, Treviso), Friuli Venezia Giulia (Pordenone, Udine, Gorizia, Trieste).

Austria: Carinzia (Carinzia Bassa, Klagenfurt -Villach, Alta Carinzia), Salisburgo ( Salisburgo, Pinzgau -Pongau, Lungau ), Tirolo( Innsbruck, Tiroler Oberland, Bassa Tirolo, Außerfern e Osttirol).

Il Programma si articola nelle seguenti priorità:

  1. promozione della ricerca e dell’innovazione allo scopo di creare un’area più competitiva; 
  2. tutela dell’ambiente e della biodiversità, protezione del patrimonio culturale per mantenere e sviluppare gli habitat naturali e  culturali transfrontalieri;
  3. miglioramento dei sistemi e dei processi amministrativi e armonizzazione del quadro normativo a livello organizzativo, istituzionale e infrastrutturale per agevolare l’integrazione della popolazione nell’area transfrontaliera;
  4. creazione e sostegno a sistemi di governance transfrontalieri per l’attuazione del programma partecipativa e vicina al cittadino.

Per l’Università Ca’ Foscari la parte di co-finanziamento fornita dal FESR per il Programma ammonta ad un massimo del 85%, mentre la restante parte è corrisposta dal Fondo di Rotazione per gli organismi di natura pubblica.

Il programma definitivo è stato approvato in data 1 dicembre 2015; la seconda call è aperta dal 12 aprile al 30 giugno 2017.

Autorità di gestione
Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige
 peter.gamper@provinz.bz.it

Last update: 23/10/2018