RiVe

RiVe 
Centro Studi Rinascimento Veneziano

Il Centro Studi RiVe, basandosi sui principi di libertà di ricerca, pensiero ed espressione, sviluppa e promuove ricerche nel campo della cultura figurativa del lungo Rinascimento veneziano.

Costituitosi presso il Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali dell’Università Ca’ Foscari, RiVe vanta un prestigioso network internazionale. Il Comitato scientifico del Centro è composto da studiosi provenienti, oltre che dall’Università degli Studi di Verona, dalla Columbia University di New York, dall’École Pratique des Hautes Études di Parigi, dall’Université François Rabelais di Tours (in particolare dal Centre d’Études Supérieures de la Renaissance) e dall’Université de Rouen-Normandie e l’Università di Warwick.

RiVe - Centro Studi Rinascimento Veneziano

Il Centro, attraverso il coinvolgimento di studiosi provenienti da molteplici ambiti disciplinari, mira a proporre un dialogo scientifico che a partire dalla cultura figurativa, si orienti verso un più ampio orizzonte di storia della cultura, storia delle idee e dei saperi umanistici, con l’obiettivo di mettere a frutto una positiva e virtuosa contaminazione di esperienze e metodi, indispensabile per l’analisi di qualsiasi fenomeno culturale complesso.

RiVe si impegna inoltre a fornire supporto scientifico alla didattica universitaria, alimentando il confronto e più in generale, integrando e valorizzando le competenze disponibili presso i vari Atenei coinvolti. Nel contempo, il Centro si propone di instaurare un dialogo virtuoso con il territorio e la cittadinanza, attraverso la collaborazione con le principali istituzioni presenti a Venezia, a partire da musei, biblioteche, archivi e luoghi di cultura.

Missione

  • Ricerca
    Sviluppo e promozione di ricerche nel campo della cultura figurativa del lungo Rinascimento veneziano (XIV-XVII sec.), con particolare attenzione alle più recenti aperture sul piano metodologico.
  • Interdisciplinarità
    Contaminazione di saperi, approcci e metodi che, muovendo dalla complessità dell’oggetto di ricerca, garantiscano un indispensabile e fruttuoso sconfinamento disciplinare.
  • Networking
    Creazione di una rete di collaborazione tra studiosi provenienti da vari orizzonti di ricerca, in un dialogo aperto verso istituzioni nazionali e internazionali.
  • Didattica
    Sviluppo e promozione di attività formative nel campo della storia dell’arte e della cultura figurativa veneziana del Rinascimento.
  • Comunità, cittadinanza e territorio
    Collaborazione con le istituzioni culturali della città di Venezia nell’ambito della ricerca scientifica e dell’alta divulgazione.

News

06/05 ore 16:30 - Nicoletta Giordani, L'isola di Lazzaretto Vecchio (Ve) nel XV-XVIII secolo: nuove testimonianze come luogo di Sanità pubblica della Serenissima

L’isola di Lazzaretto Vecchio, eremo di monaci agostiniani dal XIII secolo e primo presidio sanitario della Serenissima dal 1423, rappresenta un luogo quasi unico in Europa per l’assistenza a malati e bisognosi. La sua affascinante storia sarà presentata da Nicoletta Giordani (già Direttore del Museo Archeologico Nazionale della Laguna di Venezia) durante il seminario conclusivo del ciclo di incontri del Centro Studi RiVe. La nostra relatrice presenterà una recente scoperta effettuata nel corso degli ultimi restauri: alcune incisioni e pitture parietali che potranno fornire nuove testimonianze sul passato di questo singolare luogo. Ampio spazio sarà poi dedicato al  progetto di valorizzazione del Lazzaretto Vecchio, fortemente voluto dalla Direzione regionale Musei del Veneto, per promuovere il ricco patrimonio della laguna di Venezia.

Seminario online del 06/05/2021, ore 16.30. È necessaria la prenotazione rive@unive.it (istruzioni e link saranno forniti alla registrazione). Il programma seminariale «Venezia e l’altro. Immagini Saperi Contesti», a cura di Valentina Sapienza, beneficia del Label dell’Université Franco Italienne/Università Italo Francese.

Seminari 2020/2021 "Venezia e l’altro. Immagini, saperi, contesti"

Gli incontri indagheranno la questione dell’alterità attraverso la prospettiva specifica della rappresentazione dell’altro, sia essa costruita e filtrata da fonti documentarie, letterarie o ancora dalla cultura figurativa. Non v’è dubbio che le immagini - intese come entità tangibili, ma anche immateriali - abbiano partecipato non tanto a riflettere quanto a costruire un dialogo con il diverso da sé. I seminari vogliono anche essere l’occasione per definire processi di scambio tra proposte di ricerca solo a prima vista distanti per oggetto, obiettivi e metodologie. I nove incontri (da novembre 2020 a maggio 2021) accoglieranno un parterre di ospiti internazionali che presenteranno ricerche inedite o appena concluse. Il programma beneficia del Label dell’Université Franco-Italienne/Università Italo-Francese.

Ricerca sugli arredi pittorici della Scuola di S. Teodoro

La Scuola Grande di San Teodoro, in collaborazione con il Centro RiVe, promuove una ricerca dedicata agli arredi pittorici che un tempo decoravano la sede monumentale della confraternita, con particolare riferimento alla loro dispersione. La ricerca, sotto la supervisione della prof.ssa Valentina Sapienza, prevede una prima ricognizione della bibliografia e delle fonti antiche a stampa, ma si concentrerà successivamente sulle fonti primarie e in particolare sulla Mariegola del sodalizio, studiando nel fondo documentario presso l’Archivio di Stato di Venezia le buste più pertinenti per la ricerca. La Scuola si è dichiarata interessata a finanziare la pubblicazione di un articolo scientifico.

Network

Università Ca' Foscari Venezia, Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali
Centre d'Études Supérieures de la Renaissance
École Pratique des Hautes Études
GRHis - Groupe de Recherche d'Histoire, Université de Rouen
Saprat - Savoirs Et Pratiques Du Moyen Age Au Xixe Siècle
Università degli Studi di Verona
Villa Medici - Accademia di Francia a Roma
Warwick University