Agenda

14 Ott 2021 10:30

Miroslav Krleža e Isaak Babel’: dal reportage di guerra alla nuova prosa artistica - Stefano Aloe

San Basilio, aula 1F

La descrizione dell'evento bellico fa parte dei generi più antichi della letteratura e per secoli è stata la prerogativa dell'epica. Attraverso il filtro narrativo, la guerra risulta eroica, maschia, esteticamente e moralmente bella, è forma di espressione identitaria di singoli, clan e nazioni. Le varianti eroicomiche della descrizione bellica sono complementari a questa impostazione. Una narrazione che pone in discussione le fondamenta stesse dell'atto bellico, la sua liceità e bellezza, prende avvio solo nel XIX sec. con Stendhal e, soprattutto, con Tolstoj, che offre spunti per un nuovo modo di guardare, e quindi raccontare, la guerra. Ma è la generazione di scrittori che partecipa alla I guerra mondiale quella che identifica l'evento bellico con orrore, caos e arbitrio, per i quali vengono messe a punto nuove tecniche di narrazione, capaci di confrontarsi con tale caos per imitazione. Il caso di due grandi scrittori come Miroslav Krleža e Isaak Babel' è esemplare, perché ci mostra il rapporto stretto che con la loro prosa modernista di tema bellico (e non solo) ha l'attività che svolsero come reporter dal fronte. Esiste infatti un nesso tra la narrazione in prima linea del giornalista di guerra e la rielaborazione artistica dell'atto bellico come trauma, che diverrà uno dei paradigmi narrativi del XX secolo.

Stefano Aloe è nato a Napoli nel 1972. Laureato in Lingua e letteraturarussanel 1996, ha poi conseguitoiltitolo di dottore di ricerca in Slavisticapressol'Università "La Sapienza" di Roma nel 2004. Dal 2001 al 2014 è statoRicercatore all’Università di Verona, dal 2014 è professoreassociato di Slavisticapresso la stessaUniversità. Dal 2013 è vice-presidentedell’International Dostoevsky Society e segretariodellaCommissione per la Storiadellaslavisticadell'MKS (ComitatoInternazionaledegliSlavisti). Nel 2020 è statonominato Managing editor dellarivista «Dostoevsky Studies». Autore di più di cento pubblicazioniscientifiche, tra cui ivolumi Angelo de Gubernatis e ilmondoslavo (Pisa 2000), Libertàinventivaoriginalità: V.K. Kjuchel’bekernelcontestoromanticorusso (Milano 2008), Su FëdorDostoevskij. Visionefilosofica e sguardo di scrittore (curatela, Napoli 2013) e altri. Ha inoltrecuratoillibro di Konstantin Baršt Disegni e calligrafia di FëdorDostoevskij. Dall’immagineallaparola (Bergamo 2016), che è statoinsignito del premio "AleksandrNevskij. Heritage" nel 2017. Poeta, ha scritto per la rivista «Zeta» ed è autore del volume di prose e poesie Diario di paternità (Bergamo 2017). 

Per informazioni scrivere a venezialeggeibalcani@gmail.com

Lingua

L'evento si terrà in italiano

Organizzatore

DSLCC, Marija Bradaš

Allegati

locandina 711 KB

Cerca in agenda

Rimuovi filtri