CULEDDU Sara

Qualifica Ricercatrice
E-mail sara.culeddu@unive.it
Sito web www.unive.it/persone/sara.culeddu (scheda personale)
Struttura Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati
Sito web struttura: https://www.unive.it/dslcc
Sede: Ca' Bembo
Research Institute Research Institute for International Studies


Nata a Civitavecchia (RM) il 29/11/1979, si laurea presso l’Università di Firenze nel 2005 con una tesi in Letterature Comparate dal titolo «Appunti di ornitologia letteraria. La beccaccia di Vesaas e l’airone di Bassani» (Relatore: Ernestina Pellegrini). 

Dopo alcuni soggiorni di studio in Scandinavia e una borsa di 10 mesi del Ministero degli Esteri norvegese presso l’Università di Oslo, comincia la Scuola di Dottorato in Letterature Comparate e Studi Linguistici presso l’Università di Trento e nel 2011 consegue il titolo di dottore di ricerca con il lavoro «Uomo e Animale: identità in divenire. Incontri metamorfici in Fuglane di Tarjei Vesaas e in Gepardene di Finn Carling» (Relatore: Fulvio Ferrari). 

Tra il 2008 e il 2014 lavora continuativamente come Professore a contratto in Letterature Scandinave (LT), Letterature Scandinave Contemporanee (LM) e Teoria e Tecnica della traduzione scandinava (LT+LM) presso l’Università degli Studi di Milano. 

Per tre anni è assegnista di ricerca: il primo presso l’Università di Trento (2012-2013) e i secondi due presso l’Università di Firenze e l’Istituto Italiano di Studi Germanici di Roma (2015-2017, in cofinanziamento). Nel corso di questo secondo biennio lavora prevalentemente al progetto dal titolo «Le letterature scandinave in Italia. Traduzione, editoria, ricezione», partecipa a due gruppi di ricerca, uno presso l’IISG e l’altro presso l’Università di Firenze, dove collabora come correlatrice per le tesi degli studenti di Scandinavistica. 

Oltre a partecipare a convegni nazionali e internazionali e a produrre letteratura scientifica nell’ambito degli studi scandinavi, dal 2008 lavora come traduttrice letteraria dal danese, norvegese e svedese. Partecipa infine alla divulgazione delle letterature scandinave collaborando con festival (I Boreali 2016-2017-2018), premi letterari (Premio Malaparte 2015; Premio Acerbi 2018) e trasmissioni radio (Fahrenheit, Radio Tre, 12/10/2015).

Dal maggio 2018 è ricercatore lettera b) presso il Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati dell’Università Ca’Foscari di Venezia.

 

Attività di ricerca:

 

Il suo lavoro di ricerca si articola prevalentemente intorno a due linee: la prima indaga la relazione tra uomo e animale nelle letterature scandinave moderne e contemporanee, con un approccio filosofico e antropologico; la seconda, a partire dagli studi teorici sulla traduzione e sulla ricezione, si propone di mappare e ricostruire alcune storie di importazione di letteratura scandinava in Italia e dei suoi mediatori.

 

Convegni, seminari e gruppi di ricerca:


2018 Università degli Studi di Firenze. Relatrice al Convegno Forme e modi dell'autorialità nella cultura europea dalla prima età moderna alla contemporaneità. Titolo dell'intervento: Interferenze e molteplicità autoscale nel testo tradotto: la prima traduzione italiana di Fame di Knut Hamsun.

2018 Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti. Relatrice al Workshop internazionale Moving books: trade and media transformation. Titolo dell'intervento: Hamsun and Scandinavian Literature in Italy.

2018 – Castel Goffredo (Mantova), "Premio Acerbi" alla letteratura norvegese. Titolo dell'intervento: Una panoramica sulla letteratura norvegese e una presentazione dei tre scrittori selezionati dalla giuria: Levi Henriksen, Monica Kristensen, Gabriel Michael Vosgraff Moro.

2017 – Università degli Studi di Genova. Relatrice al 10° Convegno di Studi Scandinavi Il diverso, il nemico, l’altro. Figure dell’alterità nelle letterature scandinave. Titolo dell’intervento: L’altro, lo stesso e il racconto: gli animali nella poetica di Per Olov Enquist.

2017 – Università degli Studi di Firenze. Relatrice al Convegno Forme ed espressioni della biografia e dell’autobiografia tra cultura popolare e cultura d’élite. Titolo dell’intervento: La saga autobiografica di Karl Ove Knausgård: autorialità nell’autobiografia in traduzione e translation pace.

2017 – Sapienza Università di Roma. Relatrice al Seminario I mediatori della letteratura tedesca in Italia. Titolo dell’intervento: Giacomo Prampolini traduttore e mediatore.

2016 – Accademia di Danimarca e Istituto Italiano di Studi Germanici. Relatrice al Convegno Internazionale Translating Scandinavia. Scandinavian Literature in Italian and German Translation 1918-1945. Titolo dell’intervento: Giacomo Prampolini Translator of Scandinavian Literature and his Storia universale della letteratura.

2016 – Università di Oslo. Relatrice al Convegno Internazionale DHN-Digital Humanities in the Nordic countries/Digital Humaniora i Norden. Titolo dell’intervento: Digital Maps of Scandinavian Literature in Italy (Lt.it)

2016 Capri, Premio Malaparte, Presentazione di Min Kamp 1-6 alla presenza dell'autore Karl Ove Knausgård

2016-2018 – Università degli Studi di Firenze. Membro del gruppo di ricerca «Forme e modi dell'autorialità nella cultura europea dalla prima età moderna alla contemporaneità» coordinato dalla Prof.ssa Donatella Pallotti

2015 – Università di Oslo. Partecipazione al Seminario: Gender, Translation and Transnational Receptionorganizzato dal gruppo di ricerca «Traveling Texts: Translation and Transnational Reception»

2014-2015 – Università degli Studi di Firenze. Co-redattore del volume Forms of autobiographical narration in Scandinavian Literature, Florence University Press, in collaborazione con Massimo Ciaravolo, Andrea Meregalli e Camilla Storskog

2014-2018 – Istituto Italiano di Studi Germanici. Membro-ospite del gruppo di ricerca internazionale in FIRB 2012-2018, LT.it – Storia e Mappe digitali della letteratura tedesca in Italia nel Novecento, coordinato dal prof. Michele Sisto

2014 – Istituto Italiano di Studi Germanici. Partecipazione al 19°Convegno Internazionale di Studi Strindberghiani (Roma, 5-7 giugno)

2013 – Università degli Studi di Firenze. Relatrice al 9° Convegno Italiano di Studi Scandinavi (Firenze, 10-12 ottobre 2013). Titolo dell’intervento: Polyphony and strategies inTarjei Vesaas’s autobiographical discorse

2012 – Scuola Normale Superiore di Pisa. Relatrice al Convegno dell’Associazione per gli Studi di Teoria e Storia Comparata della Letteratura (Pisa, 13-15 dicembre). Titolo dell’intervento:Seguire l’animale. Desiderio di metamorfosi ne Gli uccelli di Tarjei Vesaas e ne I ghepardi di Finn Carling

2012 – Vinje. Partecipazione al Festival di letteratura “Litteraturdagane i Vinje” (NO)

2011 – Università degli Studi di Milano. Partecipazione al Seminario di Traduzione organizzato da NORLA (Norwegian Literature Abroad, Fiction & Non-fiction) 

2009 – Università degli Studi di Milano. Relatrice al 8° Convegno Italiano di Studi Scandinavi (Milano, 11-13 novembre). Titolo dell’intervento:Frobenius sulle tracce di Poe in Jeg skal vise dere frykten. Il romanzo biografico tra finzione e documento

2008 – Università di Agder (NO). Partecipazione al “Seminario Internazionale per Insegnanti di Norvegese all’estero”.

2006 – Casamicciola Terme. Relatrice al Convegno Nazionale di Studi Ibseniani (19-21 settembre) Titolo dell’intervento: Immagini ornitologiche nell’opera di Ibsen. Il destino della ragazza-uccello.