BUOSI Alessandro

Qualifica
Tecnico Amministrativo
Telefono
041 234 8621
E-mail
alessandro.buosi@unive.it
Fax
041 234 8925
Sito web
www.unive.it/persone/alessandro.buosi (scheda personale)
Struttura
Dipartimento di Scienze Ambientali, Informatica e Statistica
Sito web struttura: https://www.unive.it/dais
Sede: Campus scientifico via Torino (edificio Alfa)
Stanza: studio 004 (edificio Delta, piano terra)
Research Institute
Research Institute for Complexity
Sicurezza
Addetto Squadra Di Emergenza

ISTRUZIONE E FORMAZIONE

Il 27 marzo 2015 consegue il Dottorato di Ricerca in Scienza Ambientali, presso il Dipartimento di Scienze Ambientali, Informatica e Statistica dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. Tesi dal titolo “Ecologia e tassonomia delle macrofite degli ambienti marino-costieri e lagunari dell'Ecoregione Mediterranea”.

Il 29 marzo 2008 consegue la Laurea Specialistica in Biologia marina (classe di laurea 6/S) presso la ’Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università degli Studi di Trieste. Tesi dal titolo: “Le alghe come indicatori biologici - strumento polifunzionale, riviera del Conero (Ancona).

Il 16 dicembre 2015 consegue la Laurea Triennale in Scienza e Tecnologia per la Natura (Classe 2) Classe delle lauree in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e la Natura). presso la Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università degli studi di Padova. Tesi dal titolo: Struttura e innervazione del tentacolo nell’ascidia solitaria “Molgula socialis”.

 

ESPERIENZA LAVORATIVA

Dal 1 ottobre 2011 ad oggi ha svolto attività tecnico-scientifiche presso il Dipartimento di Scienze Ambientali, Informatica e Statistica dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, collaborando, anche attraverso il monitoraggio in campo, con diversi progetti internazionali:

  • Venezia 2021 - Programma di ricerca scientifica per una laguna “regolata (CUP D51BO2000050001);
  • Life Lagoon Refresh - Coastal lagoon habitat (1150*) ((LIFE16 NAT/IT/000663) (CUP H72F1700075004);
  • MOVECO III, monitoraggio per la valutazione dello Stato Ecologico per il D.Lgs 152/20006 nei diversi corpi idrici in laguna di Venezia, attraverso EQB Macrofite (CUP J19I17000360002);
  • Life SeResto (SEagrass RESTOration LIFE12 NAT/IT/000331) (CUP D74B13000820006).

Le attività di ricerca svolte sono focalizzate principalmente sullo studio del funzionamento degli ecosistemi lagunari e marino-costieri con un approccio interdisciplinare dedicato a:

  1. Studio delle comunità macroalgali negli ambienti marino-costieri e lagunari, con particolare attenzione alle relazioni ecologiche che intercorrono tra le associazioni vegetali e le condizioni ambientali in un ecosistema, in una visione di Stato Ecologico  e di cambiamento climatico. Applicazioni di indici di qualità ecologica attraverso Elemento di Qualità Biologica (EQB) Macrofite, come l’indice MaQi (Macrophyte Quality Index), secondo la Direttiva 2000/60 e il d.lgs. n. 152/2006 (T.U. ambiente);
  2. Studio della tassonomia delle specie macroalgali, focalizzando la ricerca sulle specie criptiche e/o alloctone (NIS non-indigenous species), attraverso l’analisi molecolare del DNA Barcoding;
  3. Studio ecologico e dei servizi ecosistemi delle fanerogame acquatiche;
  4. Studio delle caratteristiche trofiche negli ambienti lagunari e marino-costieri.

Dal 30 settembre 2008 al 13 settembre 2011 ha lavorato presso ARPAV - Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto, svolgendo diverse mansioni: Campagne di monitoraggio istituzionale per l’adempimento della Direttiva 2000/60/CE (Direttiva Quadro sulle Acque – DQA, recepita dall’Italia con d.lgs. n. 152/2006). Attività di monitoraggio (sonda multiparametrica C.T.D., correntometro, stazioni metereologiche) e campionamento delle matrici acqua, sedimento e biota in ambiente marino-costiero e lagunare. Preparazione di campioni sul campo (filtrazione di acqua attraverso rampa di filtrazione, sorting del sedimento per il recupero dello zoobenthos). Campionamento e riconoscimento tassonomico di macroalghe per il monitoraggio delle microalghe potenzialmente tossiche, nell’area marino-costiera del Veneto.  Supervisione nel piano di monitoraggio ambientale nelle fasi di pianificazione e realizzazione del Terminale offshore di Rigassificazione di Porto Levante (Rovigo). Analisi statistiche dei dati raccolti e realizzazione di report tecnico-scientifici

Da marzo 2006 a giugno 2008 attività di divulgazione e didattica ambientale e presso diversi aree naturalistiche di pregio, con particolare attenzione agli ambienti fluviali, lagunari, litoranei e marino-costieri del Veneto. Collaborazione con Limosa SOC. COOP e Riserva Naturale Marina di Miramare - WWF Miramare.