Giulia, a Roma per il "Premio America Giovani" dopo la laurea in Lingue

Venerdì 22 luglio 2022, a tre giorni dalla consecuzione del titolo magistrale di ambito economico in "Sviluppo interculturale dei sistemi turistici" con la tesi "Generazione Z e turismo: il caso "vacanze studio Estate INPSieme Estero"" (110/110 e Lode), la cafoscarina Giulia Dalla Pria è stata chiamata alla Camera dei deputati, a Roma, per ricevere, insieme ad altri 300 giovani, il "Premio America Giovani" della Fondazione Italia USA, prestigioso e concreto riconoscimento a neolaureati italiani di eccellenza.

La cerimonia doveva tenersi nel 2020 ma è stata rinviata a causa della pandemia da Covid-19. In quell’occasione è stata offerta ai vincitori e alle vincitrici per l'anno 2022 una borsa studio a copertura totale per la frequenza del nuovo master online della Fondazione Italia Usa in "Leadership per le relazioni internazionali e made in Italy".

L’alumna Giulia Dalla Pria, classe 1997, di Borgo Veneto in provincia di Padova, racconta così la sua esperienza: “La premiazione riguardava la conclusione del mio percorso di laurea triennale in "Lingue, civiltà e scienze del linguaggio", curriculum politico internazionale, conseguita nel novembre 2019 presso l'Università Ca' Foscari. 

Per l'anno accademico 2020/2021, parallelamente alla mia frequenza ai corsi di laurea magistrale a Ca' Foscari, la Fondazione Italia Usa mi ha concesso la borsa studio per la frequenza gratuita del master online in "Global Marketing, Comunicazione e made in Italy" concluso a luglio 2021 con il massimo dei voti 30/30, elaborando per l'agenzia ICE un project work riguardante l'implementazione del piano di marketing del Grana Padano DOP. 

Dopo cinque anni di studi, mi sento di ringraziare infinitamente Ca' Foscari per aver contribuito al riconoscimento del mio percorso universitario fino a questo traguardo e per essere stata un tassello importante per la mia crescita personale e professionale. Un sentito e doveroso ringraziamento spetta al mio relatore Professor Stefano Campostrini. Tutto il mio percorso universitario, master e premiazione, hanno contribuito alla crescita del mio bagaglio culturale e curriculum professionale, da investire prontamente nel mondo lavorativo”.

Sui progetti per il futuro, Giulia ha le idee chiare: “Fin da piccola, mi è sempre piaciuto studiare con dedizione e sacrificio e per questo motivo non abbandonerò mai la formazione professionale. Credo che l'aggiornamento e la formazione continua (soprattutto quella legata all'attualità e al mondo lavorativo) siano indispensabili soprattutto per noi giovani che al giorno d'oggi viviamo con ritmi altamente frenetici. I miei interessi di studio si rispecchiano principalmente nelle lingue straniere, nel mondo del turismo internazionale, del Digital marketing, delle relazioni internazionali e geopolitica.

Il master "Leadership per le relazioni internazionali e il made in Italy" che frequenterò a partire da agosto 2022 per un anno, è innovativo nel suo genere. E’ diretto dalla prof.ssa Stefania Giannini, ex Ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca, e mi permetterà di affrontare e approfondire temi attuali come la leadership femminile, l'impatto del covid a livello internazionale, la geopolitica e le relazioni internazionali.

L'attestato di fine master sarà riconosciuto dal programma accademico delle Nazioni Unite UNAI. Il master sarà compatibile con altri impegni universitari e lavorativi e per questo motivo parallelamente mi avvicinerò al mondo lavorativo. 

Sicuramente, farò delle certificazioni e qualche corso di formazione (soprattutto legato all'ambito del Digital marketing), in modo da arricchire il mio curriculum con altre competenze trasversali. Da settembre comincerò ad inserirmi nel mondo lavorativo: anche se non ho ancora avuto modo di contattare qualche azienda, ho le idee ben chiare. Innanzitutto vorrei approfondire le lingue straniere (specialmente tedesco e spagnolo) attraverso qualche esperienza all'estero. Come lavoro online mi piacerebbe scrivere qualche articolo di turismo internazionale per qualche rivista italiana e straniera. Concretamente vorrei lavorare per delle aziende turistiche internazionali (che si occupino soprattutto di turismo giovanile internazionale) ricoprendo un ruolo manageriale nella gestione delle destinazioni, o per qualche ente pubblico nazionale o organismo internazionale (ad esempio Regione, OGD, Ministero del turismo, ENIT, Parlamento europeo, UNESCO, OMT) che si occupi di promozione turistica, territoriale e internazionalizzazione. Inoltre, vorrei trasferirmi e vivere in una città più grande, dove si respira un clima internazionale e una mentalità culturale e lavorativa aperta. Non so cosa mi riserverà il 2022/2023, ma grazie agli studi accademici e al mio bagaglio culturale mi sento pronta di affrontare il mondo lavorativo”.

Federica Scotellaro