Ca’ Foscari per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, Ca’ Foscari aderisce alla campagna di sensibilizzazione “Posto occupato”. L’iniziativa prevede l’occupazione simbolica di un posto a sedere nell’androne di Ca’ Foscari per ricordare tutte le donne vittime di violenza, con un paio di scarpe rosse e un cappello.


Come rilevato da UN Women nel 2021, dall'inizio della pandemia il 45% delle donne ha dichiarato di aver subito una forma di violenza, o di conoscere donne che l'hanno subita. 7 donne su 10 ritengono che l'abuso verbale o fisico da parte del partner sia diventato più comune. 6 donne su 10 ritengono che le molestie sessuali negli spazi pubblici siano aumentate. La situazione non è meno critica in Europa, dove la necessità di combattere la violenza sulle donne è stata tra le priorità dell'agenda Von der Leyen. 

L’Italia non fa eccezione. Dal rapporto Istat sugli effetti della pandemia durante il 2020/2021, risulta che oltre 15 mila donne nel 2020 si sono rivolte ai Centri antiviolenza, e più del 90% di queste, circa 13.700, l’hanno fatto per la prima volta proprio nel 2020.

Nel 2020 le richieste di aiuto al numero antiviolenza nazionale sono state 15.708, e nei primi nove mesi del 2021 sono state 12.305. Un grande balzo rispetto alle 8.647 chiamate del 2019. 

Anche quest’anno, Ca’ Foscari si mobilita per tenere alta l’attenzione su questo tema e organizza due eventi in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne proclamata dall’ONU, il 25 novembre. Gli eventi si collocano nella serie di iniziative del nostro Ateneo, che saranno proposte periodicamente per tenere alta l’attenzione e sensibilizzare sul tema nella comunità cafoscarina tutta.

Il primo, dal titolo Il tempo delle donne. Un tempo per tutte e per tutti?, si terrà venerdì 25 novembre dalle ore 9.00 in Aula Baratto a Ca' Foscari. È promosso dall' Archivio Scritture Scrittrici Migranti, assieme al Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati, al Dipartimento di Economia e in collaborazione con il Comitato Unico di Garanzia, Europe Direct, l'Associazione Femminismi Contemporanei e il progetto LEI.

Il filo conduttore dell’incontro sarà il racconto di esperienze di donne di ogni età che dimostrano come sia possibile seguire i propri interessi e le proprie passioni in diversi ambiti professionali, superando ostacoli e discriminazioni sociali. Lo scopo dell’appuntamento è quello di ispirare e incoraggiare tutte le studentesse, gli studenti e le giovani donne e uomini ad inseguire le proprie aspirazioni con competenza, coraggio e determinazione. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Il secondo evento, che si svolgerà lunedì 28 novembre dalle ore 9.00 presso l'Aula Magna di Ca' Dolfin e online, è il convegno di studi La Convenzione di Istanbul del COE e la proposta di direttiva UE sul contrasto alla violenza di genere: verso una maggiore tutela delle donne in Europa? , promosso dal Dipartimento di Economia dell'Ateneo, Cestudir e CUG, in collaborazione con Consiglio d'Europa, Europe Direct del Comune di Venezia, Gruppo di interesse della Società Italiana di Diritto internazionale, Diritto internazionale e diritti umani, Osservatorio nazionale sul diritto di famiglia - sezione territoriale di Venezia. L'obiettivo del convegno, che vede la partecipazione di esperti ed esperte a livello europeo e nazionale, è di discutere la proposta di direttiva presentata dalla Commissione europea l'8 marzo 2022 sul contrasto alla violenza di genere e alla violenza domestica, alla luce di un altro strumento europeo, la Convenzione di Istanbul del Consiglio d'Europa. L'analisi offrirà anche uno sguardo sul nostro territorio, in particolare sul ruolo dei centri antiviolenza nel proteggere le vittime di violenza di genere e i loro figli. L'evento è inoltre il primo in collaborazione con l'osservatorio violenza sulle donne dell'Università degli Studi di Milano, con cui Ca' Foscari ha firmato una convenzione.

Nel pomeriggio del 28 novembre, alle 15 sempre in Aula Magna a Ca' Dolfin, la Camera penale veneziana promuove, in collaborazione con Cestudir, Ordine Avvocati di Venezia e Fondazione Feliciano Benvenuti, un approfondimento sull'istituto della giustizia riparativa.

Le iniziative, inclusi alcuni appuntamenti della rassegna Destini incrociati, si collocano nell'ambito di attuazione del Piano sull'Uguaglianza di Genere dell'Università Ca' Foscari, adottato nel 2022.

Federica Scotellaro