Addio a Ulderico Bernardi, il cordoglio del suo Ateneo

L’Università Ca’ Foscari Venezia si unisce al profondo cordoglio del mondo dell’università, delle istituzioni e della cultura per la scomparsa del professor Ulderico Bernardi, docente di sociologia dal 1979 al 2007. Aveva 84 anni e viveva a Treviso con la famiglia.

"Con la morte di Ulderico Bernardi - afferma Tiziana Lippiello – Rettrice dell’Università Ca’ Foscari Venezia - perdiamo un grande studioso della cultura e delle tradizioni popolari del Veneto: un sociologo originale, un divulgatore attento e coinvolgente, capace di raccontare attraverso chiavi di lettura mai banali il rapporto fra tradizione e mutamenti della società. Nativo di Oderzo, ha insegnato a lungo a Ca' Foscari, dove si era anche laureato, e ha ricoperto importanti incarichi pubblici, mostrando sempre grande attenzione per il territorio veneto e trevigiano in particolare, cui era profondamente legato. Alla sua famiglia rivolgo il più sentito cordoglio, mio e di tutto l'Ateneo".

Il ricordo del prof. Stefano Soriani, studente del prof. Bernardi e oggi Direttore del Centro Interdipartimentale "Scuola Interdipartimentale in Economia, Lingue e Imprenditorialità per gli Scambi Internazionali" di Ca' Foscari: "Ho conosciuto Ulderico come studente e ho avuto modo di scambiare con lui qualche idea sulla metropoli veneta, da posizioni molto diverse. Per me era una prospettiva importante, pur viziata dall'importazione di categorie culturali dal mondo anglosassone, poco adatte al Veneto. Per lui era un tema obsoleto e fuorviante, per tanti motivi.
Penso sia stato un importante interprete del Veneto, delle sue comunità, del ruolo della cultura e dell'identità, che da vernacolari diventano patrimonio sociale condiviso. Ha saputo legare identità e cultura locale allo sviluppo della forza economica del Veneto. "

Bernardi si laureò in Economia e commercio all'Università Ca' Foscari di Venezia e poi in Sociologia all'Università di Trento. A Ca’ Foscari è stato incaricato del corso di Sociologia nel corso di laurea in Economia e Commercio dal 1979. Nominato professore associato nel 1980, straordinario dal 2002 e ordinario dal 2005, sempre nella Facoltà di Economia. Ha tenuto per affidamento i corsi di Sociologia del Turismo e Storia delle tradizioni popolari (Cultura locale e turismo) presso la Scuola diretta a fini speciali per operatori economici dei servizi turistici (poi diventato corso di diploma in Economia e gestione dei servizi turistici).
Insegnò anche a Università di Bergamo, IULM sede di Feltre, Milano Statale, Trieste e nell'Università di Scienze Gastronomiche di Colorno.

Tra i numerosi incarichi, fu chiamato a far parte del Gabinetto della Presidenza del Consiglio dei Ministri come addetto all'Ufficio del Consigliere per la cultura e l'informazione a decorrere dal 21 dicembre 1982. Fu vicepresidente di Fondazione Cassamarca di Treviso dal 2005 al 2018

I suoi principali interessi di studio hanno riguardato il rapporto tra persistenza culturale e mutamento sociale nei processi di sviluppo; le relazioni tra locale e globale; l'educazione all'interculturalità. Ha applicato le sue analisi al passaggio dalla società rurale alla società industriale; alle minoranze etniche e agli insediamenti collettivi dell'emigrazione italiana, con soggiorni di studio, corsi di lezioni e campagne di ricerca in Australia, nelle Americhe e in Europa.

Il curriculum con l’elenco degli incarichi è disponibile alla pagina web personale http://www.uldericobernardi.it/curriculum.html 

Enrico Costa