Eutopia Week a Lubiana: Tiziana Lippiello nuova Presidente dell’alleanza

La Rettrice di Ca’ Foscari Tiziana Lippiello è la nuova Presidente di Eutopia per i prossimi due anni; a partire da dicembre 2022 succederà a Eva Wiberg, Vice-Chancellor dell’Università di Göteborg, che ha guidato l’alleanza fino a oggi.

L’annuncio è stato dato lunedì 21 novembre nel corso della cerimonia di apertura della Eutopia Week, l’evento ospitato dall’Università di Lubiana in programma fino al 25 novembre.

"Sono molto onorata e commossa di avere il privilegio di presiedere Eutopia - ha affermato la Rettrice nel suo intervento - ed entusiasta all'idea di lavorare con voi a Eutopia More e fiduciosa del successo del nostro progetto. Condividiamo gli stessi obiettivi, puntiamo ad attuare i nostri valori europei.  Innanzitutto grazie mille a Eva e a tutti i presidenti e rettori di Eutopia, spero di meritare la vostra fiducia".

La Rettrice ha quindi voluto ricordare i valori e le sfide di Eutopia per i prossimi anni che al centro devono avere le giovani e i giovani europei: "Eutopia è la nostra grande casa europea nella quale vogliamo vi sia spazio per tutte quelle persone che desiderano associarsi per far progredire la ricerca, arricchire la didattica, coltivare il talento delle giovani generazioni, applicare buone pratiche nei processi e nell’organizzazione delle nostre università. Per questo, credo, è importante continuare a lavorare per accrescere il coinvolgimento e il senso di appartenenza delle nostre comunità. A cominciare dalle studentesse e dagli studenti, figli dell’Europa unita e per questo aperti da sempre a conoscere le altre culture e fare esperienze al di fuori del proprio Paese. EUTOPIA è un progetto che un giorno consegneremo nelle loro mani, e perciò ha bisogno del loro coinvolgimento e del loro interessamento. Sono certa che ci sono molte ragazze e ragazzi che saprebbero apprezzarlo e impegnarsi per svilupparlo. Dobbiamo adoperarci perché ciò sia possibile".

Nel corso dell’evento inaugurale i Rettori e le Rettrici di Eutopia hanno siglato il Manifesto dell’inclusione tradotto in tutte le lingue dei dieci atenei dell’alleanza e firmato l’Eutopia International Partnership Chart con i partner extra Europa provenienti da Australia, Corea del Sud, Sudafrica e Marocco.

La Rettrice ha quindi ricordato che "nel nostro progetto crescono e maturano i valori distintivi dell’Europa: la libertà, l’inclusione, l’apertura, la cooperazione così come la consapevolezza delle grandi sfide che la stessa Europa ha davanti ed è chiamata ad affrontare quotidianamente: l’ambiente, l’equità, la digitalizzazione. A questi valori e a queste tematiche fondamentali del nostro tempo si ispira EUTOPIA e l’azione di tutti noi. Dobbiamo essere fieri di condividere questa esperienza insieme e allo stesso tempo sentire la responsabilità di fare buon uso di questa bellissima, grande opportunità".

La delegazione cafoscarina sta partecipando in questi giorni a Lubiana ai lavori conclusivi del progetto Eutopia 2050 e alla definizione delle azioni da intraprendere per la prossima fase Eutopia More.

EUTOPIA (European Universities Transforming into an Open Inclusive Academy for 2050), è una rete che include 10 università europee con una visione comune, impegnate nel costruire l’università del futuro. Le università del network mettono al centro i propri studenti e lavorano per rafforzare la coesione sociale, concentrandosi su eccellenza e inclusione. EUTOPIA supporta la ricerca e la didattica “challenge-driven”, favorisce la consapevolezza e la realizzazione di laureate e laureati europei, incoraggia la mobilità di persone e idee, stimolando il confronto e la partecipazione. Nelle scorse settimane, la Commissione Europea ha rifinanziato l’alleanza che, grazie ad un fondo di 14 milioni di euro, potrà realizzare nuove attività per studentesse e studenti e iniziative a supporto del dottorato di ricerca durante i prossimi 4 anni. 

Il discorso integrale della Rettrice e il Manifesto dell’Inclusione sono disponibili in allegato.

Paola Vescovi