CafoscariNEWS

Premio Tarra a VEASYT e 'Pinocchio in LIS'

Lo spin-off VEASYT e il ‘Pinocchio in LIS’ sono tra i vincitori del premio “Don Giulio Tarra: ricerche e studi per la sordità”, promosso dal 2015 dalla Fondazione “Pio Istituto dei Sordi” in collaborazione con il Centro di Ricerca sulle Relazioni Interculturali dell’Università Cattolica. La Fondazione ha deciso di intitolare il Premio a don Giulio Tarra, direttore dell’Istituto dei Sordomuti di Milano dal 1855 al 1889 e figura di spicco per l’attenzione e cura dei bambini poveri delle campagne e dei sordi.

VEASYT ha vinto presentando i suoi due servizi digitali per l’accessibilità: VEASYT Live!, servizio di video-interpretariato online su smartphone, tablet e computer grazie al quale è possibile avere un interprete professionista collegato in videochiamata per ambiti di “trattativa”, in lingua dei segni italiana (LIS) e in più di 25 lingue vocali; e VEASYT Tour, guida multimediale turistico-culturale accessibile, grazie alla quale tutti i visitatori anche in presenza di deficit sensoriali (sordità, cecità, ipovisione) o con disturbi del linguaggio (dislessia, afasia) possono accedere ai medesimi contenuti in maniera autonoma e inclusiva.

Inoltre, sempre nella categoria ‘Strumenti’, è stato premiato Pinocchio in LIS (Cafoscarina, 2013) lavoro realizzato da ricercatori sordi e udenti (Carmela Bertone, Mirko Santoro, Gabriele Caia) del Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati dell’Università Ca’ Foscari Venezia con gli studenti del Corso di Formazione Superiore di Interpretazione e Traduzione in Lingua dei Segni Italiana (LIS) 2011/2012, edito da Editrice Cafoscarina con il contributo della Fondazione Rana Onlus. 

 

Il premio alla carriera è stato consegnato a Virginia Volterra, neuropsicologa e dirigente di ricerca del CNR dal 1998, dove ha diretto l'Istituto di Psicologia, ora denominato Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione, per la sua opera rilevante nell'avanzamento delle conoscenze scientifiche sulla sordità.

I vincitori della categoria “Monografie” per l’edizione 2016:

P. Rinaldi, T. Di Mascio, H. Knoors, M.Marschark, Insegnare agli studenti sordi, il Mulino, Bologna, 2015

  • Ersilia Bosco, Psicoterapia con le persone sorde, Carocci Faber, 2015
  • Elisa Franchi, Debora Musola, Percorsi di Logogenia/2, Ed. Cafoscarina, Venezia, 2015

I vincitori della categoria “Articoli” per l’edizione 2016:

  • R. Bovo, P. Trevisi, S.Ghiselli, A. Benatti, A. Martini, Is very early hearing assessment always reliable in selecting patients for cochlear implants? A case series study, in International Journal of Pediatric Otorhinolaryngology, 79 (2015), pp 725-731
  • D.Onofrio, P.Rinaldi, M.C. Caselli, V. Volterra, Il bilinguismo bimodale dei bambini sordi: aspetti teorici ed esperienze di ricerca, in Rivista di Psicolinguistica applicata, XIV, 1 2014, Fabrizio Serra editore, Pisa-Roma.