Infodemia da Coronavirus, ne parliamo con Roberta Villa

Accanto all'epidemia di Covid-19 provocata dal nuovo coronavirus, è emersa in queste settimane una 'infodemia', cioé una parallela diffusione di disinformazione. "Non è la prima volta che accade, ma bisogna stare in guardia", avverte Roberta Villa, giornalista sanitaria e research fellow a Ca' Foscari per il progetto di ricerca QUEST sulla comunicazione della scienza

La disinformazione rappresenta un pericolo concreto. Un esempio viene dallo stigma nei confronti delle persone asiatiche: crea danni economici, incentiva a tacere informazioni importanti, fa abbassare la guardia in situazioni potenzialmente a rischio. Ma allora, come comunicare? Privilegiare le informazioni pratiche e riconoscere che esiste un livello di incertezza che la scienza dipana man mano che i dati sono a disposizione.

Ne abbiamo parlato con Roberta Villa il 17 febbraio in occasione del suo seminario a Ca' Bottacin sulla comunicazione dei vaccini. Ecco l'intervista per la serie #fattiperconoscere

Enrico Costa