Sostenibilità

Ca' Foscari dal 2010 si è dotata di una politica di sostenibilità attraverso il programma Ca' Foscari sostenibile e da settembre 2014 è stato avviato il progetto Campus sostenibile, che mira a promuovere e sviluppare azioni di sostenibilità presso le varie sedi dell'ateneo.

In questa pagina sono raccolte le iniziative proposte dal Dipartimento di Scienze Molecolari e Nanosistemi in ambito di sostenibilità. Per tutti gli eventi di sostenibilità organizzati dall'ateneo è disponibile il calendario degli eventi sostenibili.

Contatti

Ca' Foscari sostenibile  sostenibile@unive.it

Dipartimento di Scienze Molecolari e Nanosistemi
Marco Bortoluzzi - delegato alla sostenibilità
Maria Teresa Bettin - referente amministrativa

Reti per la Sostenibilità delle Imprese nel Territorio Veneto

Dal 20/09/2021 al 24/09/2021
Villa Braida (Mogliano Veneto)

Economia circolare: nuovi modelli per lo sviluppo sostenibile

Su indicazione della dott.ssa Valentina Beghetto si segnala che dal 20/09/2021 fino al 24/09/2021 si terrà presso Villa Braida (Mogliano Veneto) l’incontro intitolato “Economia circolare: nuovi modelli per lo sviluppo sostenibile”.

L’evento rientra nell’ambito della Settimana della Sostenibilità, sviluppata da Regione Veneto, Università Ca’ Foscari Venezia e altre Università venete, enti pubblici locali e organizzazioni datoriali.

Festival dello sviluppo sostenibile

Segnaliamo che dal 28 settembre al 14 ottobre 2021 ASVIS (Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile) organizzerà la 5° edizione del Festival dello sviluppo sostenibile. Si tratta di una serie di iniziative online e diffuse su tutto il territorio nazionale per aumentare la conoscenza e la consapevolezza sui temi dello sviluppo sostenibile. Maggiori informazioni sono reperibili all'indirizzo:

https://festivalsvilupposostenibile.it/2021


PHD Day Venezia 2021

Il 29 e 30 aprile 2021 il Dipartimento di Scienze Molecolari e Nanosistemi avrà il piacere di ospitare in forma telematica il PhD Day 2021 del Consorzio Interuniversitario Reattività Chimica e Catalisi (CIRCC). Presenteranno i risultati delle loro ricerche studenti di dottorato afferenti a diciotto Atenei italiani. I contributi saranno focalizzati su chimica verde, recupero e riciclo della CO2, degradazione degli inquinanti, processi chimici sostenibili, polimeri biodegradabili, materiali avanzati. 

Aprirà i lavori il dott. Luigi Capuzzi, responsabile ricerca e sviluppo di Novamont, con un intervento intitolato: "Novamont: la bioeconomia come rigenerazione territoriale". Interverrà inoltre il prof. Michele Aresta, padre della chimica della CO2 e tra i più noti chimici inorganici italiani.

Gli interessati possono collegarsi all'evento previa registrazione al seguente link:

unive.zoom.us/meeting/register/tZIoc-mtrj4vGNMHo-tlzLnEdVSXDsETJJJf

Realizzazione di un impianto di trigenerazione presso il Campus Scientifico di Via Torino

In accordo con le politiche di sostenibilità promosse dall’Università Ca’ Foscari Venezia, è in fase di realizzazione un impianto di trigenerazione presso il Campus Scientifico di Via Torino. L’impianto di trigenerazione ha lo scopo di produrre energia elettrica, termica e frigorifera per alimentare gli edifici facenti parte del complesso e i due di futura realizzazione.

L’installazione di un impianto di cogenerazione per la produzione combinata di energia termica ed elettrica è un’opportunità di risparmio energetico considerevole presso le strutture caratterizzate da consumi termici ed elettrici rilevanti. Considerando inoltre l’ambiente universitario, caratterizzato da un funzionamento continuo degli impianti sia durante la stagione invernale che durante il periodo estivo, risulta particolarmente conveniente l’abbinamento al motore endotermico di un assorbitore per la produzione di energia frigorifera. Il calore recuperabile dal raffreddamento di un motore endotermico alternativo può essere destinato, oltre alla produzione di acqua calda per usi sanitari e riscaldamento, alla alimentazione di un gruppo frigorifero ad assorbimento, in grado di produrre acqua refrigerata per la climatizzazione estiva. La presenza dell’assorbitore in coda alle macchine di cogenerazione consente di sfruttare sempre e in modo sicuro l’energia termica prodotta dai motori e contestualmente permette di diminuire gli assorbimenti elettrici dell’utenza, dal momento che parte dell’energia frigorifera non sarà più generata dai compressori dei refrigeratori tradizionali installati.

Si ringrazia sentitamente l’ingegner Denis Bragagnolo per aver fornito le informazioni tecniche relative alla realizzazione dell’impianto.

Gli impianti di trigenerazione possono essere un argomento approfondibile dagli studenti interessati al corso Competenze di Sostenibilità.

MOOC "L'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile"

Dal 15/03/2020 sono aperte le iscrizioni alla 6° edizione del MOOC  "L'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile" disponibile sulla piattaforma EduOpen.

L’obiettivo del corso è fornire una formazione trasversale sul tema dello sviluppo sostenibile attraverso l’approfondimento dei 17 Obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

Il percorso è articolato in 4 unità didattiche, in cui ogni obiettivo viene presentato da un docente di Ca' Foscari che illustra la tematica declinandola in accordo con le proprie specifiche attività di ricerca.

La nuova edizione ha gli stessi video di quelle precedenti ed è stata aggiornata con i dati 2020 rispetto al livello di realizzazione dell'Agenda 2030 e l'impatto dell'emergenza sanitaria sugli SDG. 

La partecipazione al MOOC può essere riconosciuta come attività per l'ottenimento delle Competenze di Sostenibilità. Il MOOC rilascia un attestato a ogni partecipante che supera i test dei quattro moduli. L'impegno complessivo per la partecipazione al MOOC è stato calcolato in 14 ore totali. Vengono inoltre forniti materiali e siti utili, attraverso cui è possibile approfondire le tematiche specifiche affrontate nelle diverse video-lezioni.

Per maggiori informazioni è possibile consultare la pagina di presentazione del Mooc.

M'illumino di meno 2021

il 26 marzo si terrà m'illumino di meno, iniziativa nazionale a cui l'Ateneo partecipa da anni con numerose iniziative: l'edizione di quest'anno è dedicata al "Salto di specie", l'evoluzione ecologica nel nostro modo di vivere che dobbiamo fare per uscire migliori dalla pandemia.

Su proposta del Proff. Riello e Rizzolio, un argomento di possibile approfondimento da parte degli studenti potrebbe riguardare il rapporto tra uomo e intelligenza artificiale. La progressiva cessione di funzioni a processi automatizzati potrebbe configurare in un prossimo futuro un nuovo "salto di specie", con sistemi di intelligenza artificiale dal comportamento assimilabile a quello di un virus.

Trasmissione di energia senza fili

L'efficiente trasmissione senza fili di energia potrebbe dare un contributo decisivo alla gestione delle risorse energetiche del pianeta. Purtroppo, ancora oggi non sono disponibili tecnologie facilmente implementabili su larga scala. L'evoluzione storica di questa affascinante idea, inizialmente sviluppata da Nikola Tesla, è stata descritta dallo studente Tommaso Michelutti nell'elaborato presentato per l'insegnamento Competenze di Sostenibilità.

Citazione di Nikola Tesla: "La trasmissione economica dell’energia senza fili è di importanza fondamentale per l’uomo. Gli permetterà infatti di dominare incontrastato sull’aria, sul mare e sui deserti. L’uomo sarà libero dalla necessità di estrarre minerali o petrolio, trasportare e bruciare combustibili, abolendo così molteplici cause di inquinamento."

Riciclaggio delle batterie al litio

Il riciclaggio delle batterie al litio è un argomento di crescente interesse nell'ottica dell'economia circolare. Lo sviluppo di processi sempre più efficienti e sostenibili richiede competenze chimico-tecnologiche avanzate.

La studentessa Chiara Giardino, corso di laurea triennale in Chimica e Tecnologie Sostenibili, ha superato l'insegnamento "Competenze di Sostenibilità" con un elaborato nel quale sono stati riassunti gli approcci tecnologici attualmente impiegati per il recupero degli elementi costituenti le batterie al litio.

Mobilità Sostenibilità

La crescita della società verso una realtà più sostenibile passa attraverso il ripensamento della mobilità urbana. Le nuove tecnologie permettono di avere mezzi di trasporto caratterizzati da emissioni scarse o nulle, con evidente riduzione dell'inquinamento cittadino. La produzione e lo smaltimento di motori e batterie dei mezzi di nuova generazione non sono però esenti da problematiche inerenti lo sviluppo sostenibile, come ad esempio l'approvvigionamento di materie prime e il potenziale inquinamento dei prodotti conferiti in discarica.

Rimane inoltre aperto il tema della produzione di energia necessaria per alimentare i mezzi di trasporto.

Gli studenti interessati al corso "Competenze di sostenibilità" sono invitati ad affrontare queste tematiche sfruttando le competenze acquisite durante i loro studi universitari presso il Campus Scientifico di Via Torino.

Competenze di Sostenibilità

Il corso Competenze di Sostenibilità offre la possibilità agli studenti di approfondire argomenti di loro interesse legati alle problematiche della sostenibilità. Francesco Pennisi, iscritto al corso di laurea triennale Tecnologie per la Conservazione e il Restauro, ha recentemente affrontato il problema delle tecniche di separazione dei diversi polimeri nei rifiuti, evidenziando come sia necessario un maggiore sforzo, sia tecnologico che economico, per poter attuare un efficace riciclo differenziato delle materie plastiche su vasta scala.

Per concordare una tematica da sviluppare attraverso un elaborato è sufficiente contattare il Delegato alla Sostenibilità del Dipartimento di Scienze Molecolari e Nanosistemi.

Piante in laboratorio di chimica: un esercizio per gli studenti

La crescita di una pianta può essere realizzata anche in un laboratorio di chimica mescolando gli opportuni ingredienti.  Molte piante possono crescere in assenza di suolo, se le radici sono immerse in una soluzione idroponica. Una tipica soluzione idroponica (soluzione di Hoagland) si ottiene a partire da acqua distillata a cui siano stati aggiunti i seguenti elementi (concentrazioni in parti per milione):   N 210 ppm; K 235 ppm; Ca 200 ppm; P 31 ppm; S 64 ppm; Cl 0.65 ppm; Na 1.2 ppm; Mg 48.6 ppm; B 0.5 ppm; Fe 2.9 ppm; Mn 0.5 ppm; Zn 0.05 ppm; Cu 0.02 ppm; Mo 0.05 ppm.

I reagenti utilizzabili sono comuni in tutti i laboratori di chimica ed utilizzabili senza particolari precauzioni. La preparazione di una soluzione idroponica può essere un interessante esercizio per gli studenti e contribuire all'aumento del verde in un luogo di lavoro particolare.

Ca' Foscari plastic free, nuove iniziative sostenibili da settembre

Borracce in metallo in dotazione agli studenti, caraffe e bicchieri in vetro al posto delle bottigliette di plastica in tutti i principali incontri e riunioni istituzionali, e un servizio di catering sostenibile che bandisce la plastica mono uso: ecco le iniziative ‘plastic free’ dell’Università Ca’ Foscari Venezia che verranno applicate a partire dal prossimo settembre, con l’inizio dell’anno accademico 2019-2020.

Si comincerà dotando gli studenti immatricolati dall’anno accademico 2019-2020 di borracce in metallo per ridurre l’utilizzo di bottigliette di plastica e la conseguente produzione di rifiuti. Non solo: verranno utilizzati acqua in caraffa e bicchieri non in plastica per gli appuntamenti istituzionali, iniziando da quelli ricorrenti e calendarizzati (es. Sedute di Senato, Consiglio di Amministrazione, Pre Senati e Pre CdA, riunioni di Nucleo di Valutazione e Presidio di Qualità).

Anche il servizio catering di Ca’ Foscari è all’insegna della sostenibilità: con i nuovi accordi con i fornitori, per tutti gli eventi di Ateneo è a disposizione un servizio di  catering “sostenibile” che vincola il prestatore del servizio a non utilizzare bottiglie, stoviglie o porzioni in plastica monouso, oltre a offrire la possibilità di attivare opzioni per le tipologie di alimento (Km0, biologico, equo-solidale, vegetariano).

L’Ateneo ha inoltre avviato un intervento per estendere  la diffusione delle colonnine dell’acqua presso le principali sedi nonché di sostituire in tutte le macchine del caffè i bicchieri e le palette di plastica con equivalenti compostabili, consentendo di selezionare l’opzione senza erogazione del bicchiere, per incentivare l’utilizzo di tazze personali.

Ca' Foscari plastic free, nuove iniziative sostenibili da settembre

Precious caps

Anche il Dipartimento di Scienze Molecolari e Nanosistemi ha aderito all'iniziativa Precius caps.

Bookcrossing

Il Dipartimento di Scienze Molecolari e Nanosistemi, in collaborazione con la Biblioteca di Area Scientifica, il Campus Scientifico e il Dipartimento di Scienze Ambientali, Informatica e Statistica, ha istituito un punto di BookCrossing permanente dove tutta l’utenza della sede può dare nuova vita ai libri che ha già letto o che pensa possano essere utili a qualcun altro e prenderne altri, senza alcun onere.
L’iniziativa è completamente gratuita e aperta a studenti, docenti, personale ma anche a persone di passaggio e ha lo scopo di favorire la diffusione e lo scambio culturale promuovendo nel contempo la sostenibilità di Ateneo mantenendo così un circolo virtuoso di riutilizzo delle risorse e condivisione della conoscenza.

Dove si trova?

Il punto BookCrossing si trova presso gli edifici ALFA e ZETA situati presso il Campus Scientifico di via Torino, Mestre ed è segnalato da un totem con l'icona internazionale dell'iniziativa: un libro giallo che corre.

  • presso l’edificio ALFA si trova a piano terra, accanto alla Biblioteca di Area Scientifica
  • presso l’edificio ZETA si trova all’ingresso, vicino alla Portineria

Come funziona?

I libri "liberati" sono a disposizione di tutti e possono essere presi e portati via liberamente. Gli utenti possono anche liberare i propri libri che non leggono più e che pensano possano interessare a qualcuno altro. E’ sufficiente portarli all’angolo BookCrossing e apporvi l’etichetta di libro "liberato", disponibile sul posto: in questo modo chi lo troverà saprà che è un libro in viaggio e non un libro abbandonato.

Per informazioni o per consegnare i libri è possibile contattare:

Per ulteriori informazioni sulle politiche di sostenibilità dell’ateneo www.unive.it/sostenibile o  sostenibile@unive.it.

Eventi conclusi

Altre immagini

Last update: 09/11/2021