Progetti di cooperazione

L'iniziativa COST  è nata nel 1971 come quadro intergovernativo di cooperazione europea nella ricerca scientifica e tecnologica. Il finanziamento COST avviene tramite progetti, detti Azioni (Action), ciascuna delle quali  dura quattro anni.

An Integrated approach to conservation of threatened plants for the 21st Century

Benché gli organismi vegetali rappresentino una parte essenziale della nostra vita, offrendo beni e servizi di supporto e culturali, ad oggi sappiamo molto poco sulla biologia delle specie vegetali più rare e minacciate e ancor meno sul loro stato di conservazione. I rapidi cambiamenti ambientali e climatici, oggi più pronunciati che mai, influenzano morfologia e distribuzione degli organismi vegetali provocando spesso un rapido declino delle specie, a volte ancor prima che queste vengano scoperte e descritte. Nonostante gli alti obiettivi fissati da quanti si occupano di conservazione della natura per proteggere le specie vegetali autoctone dal rischio di estinzione, le iniziative per la conservazione delle specie minacciate in Europa sono frammentate e non hanno ancora prodotto i risultati sperati. L'obiettivo principale di questa COST Action è migliorare la conservazione delle specie vegetali in Europa, coordinando ricerche e iniziative mediante la creazione di una rete di esperti e altri portatori di interesse impegnati in diversi ambiti della conservazione delle specie vegetali: dalla tassonomia, all'ecologia, alla genetica della conservazione, alla fisiologia della conservazione, alla biologia riproduttiva, alla gestione delle aree protette, senza dimenticare quanti impegnati nella comunicazione, di cruciale importanza per trasmettere le conoscenze ad un pubblico ampio e non necessariamente esperto.

Acronimo/Sigla: An Integrated approach to conservation of threatened plants for the 21st Century - COST Action CA18201
Bando: COST Actions
Coordinatore: Ziva Fiser (Faculty of mathematics, natural sciences and information technologies of Koper, Slovenia); Giovanna Aronne (Università Federico II di Napoli, Italia)
Ruolo UNIVE: Edy Fantinato - Coordinatore di Working Group / Membro Management Comitee
Durata: 15/10/2019 - 14/10/2023
Gruppo di ricerca UNIVE: Edy Fantinato
Sito web: https://www.conserveplants.eu/en/working-groups/wg3

SHIINE - Multi Disciplinary Innovation for Social Change

La COST Action SHIINE si propone di dimostrare, attraverso l'adozione di metodi di innovazione multidisciplinare (MDI), come possiamo rispondere ai problemi sociali con un approccio design-led che ha un ethos orientato al problema, supportando il cambiamento sociale positivo e lo sviluppo del discorso sulle politiche pubbliche internazionali. Questo scopo sarà raggiunto attraverso l'istituzione di un laboratorio paneuropeo per l'innovazione del settore pubblico (ePSI). Il laboratorio formerà gli studenti sul piano occupazionale, integrando i programmi di istruzione nell’operatività del laboratorio e supporterà le agenzie che si occupano di gestire e sviluppare le politiche pubbliche.

Acronimo/Sigla: SHIINE - COST Action CA18236
Bando: COST Actions
Coordinatore: Chair of the Action: Dr Katri-Liis LEPIK; Vice Chair of the Action: Mr David PARKS; Administrative officer of the Action: Ms Carmencita MALIMBAN
Ruolo UNIVE: Agostino Cortesi - MC Substitute
Durata: 03/10/2019 - 02/10/2023
Gruppo di ricerca UNIVE: Agostino Cortesi
Sito web: https://socialchangelab.eu/

I “Progetti di Mobilità dei Ricercatori” sono progetti congiunti di ricerca inseriti in Protocolli Esecutivi Scientifici e Tecnologici, per i quali l’Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica della Direzione Generale per la promozione del Sistema Paese finanzia, insieme con la controparte straniera, la mobilità dei ricercatori.

I Progetti di Mobilità vengono selezionati sulla base di un Bando, pubblicato contemporaneamente in Italia e nel Paese straniero con cui si negozia il Protocollo Esecutivo, nel quale sono definite le aree di ricerca nelle quali si può presentare il progetto.

Farnesina - Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

BRIDGE - Costruire la resilienza della società ai disastri naturali: metodologie e soluzioni per l’Italia e gli Stati Uniti

BRIDGE è un progetto di cooperazione tra Italia e Stati Uniti finanziato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Ha l’obbiettivo di sviluppare strumenti per l’analisi della resilienza delle comunità costiere ai disastri naturali e di costituire una comunità di esperti di resilienza e educatori per sostenere gli sforzi nella valutazione e gestione dei disastri naturali in Italia e negli Stati Uniti. Il progetto si basa su un gruppo di ricerca multidisciplinare composto da esperti italiani e statunitensi di analisi di rischio e resilienza coordinato dal Prof. Andrea Critto (Coordinatore Scientifico, Università Ca’ Foscari Venezia) in collaborazione con l’Università della Virginia e con il supporto dell’Ambasciata Italiana a Washington. La validazione dell’approccio proposto si baserà su casi di studio in Italia (Laguna di Venezia) e Stati Uniti (Norfolk, Virginia).

Bando: Bando MAECI ITA-USA 2018
CUP: H74I18000120005
Coordinatore: (parte italiana) Prof. Andrea Critto, (parte americana) Prof. James H. Lambert - University of Virginia
Ruolo UNIVE: coordinatore
Responsabile scientifico UNIVE: Andrea Critto
Quota UNIVE: totale progetto € 199.739,00 di cui contributo MAECI € 101.770,91 e cofinanziamento € 88.139,25
Durata: 01/01/2019 - 31/12/2022
Gruppo di ricerca UNIVE: Andrea Critto, Antonio Marcomini, Silvia Torresan, Anna Sperotto, Elisa Furlan, Marta Bonat, Beatrice Sambo, Sinem Alslam, Fogarin Stefano, Allegri Elena, Zanetti Marco

Progetti conclusi

Last update: 29/11/2022