Master in Amministrazione e gestione della fauna selvatica 
Master universitario di I livello - a.a. 2019/2020

Il Master in Amministrazione e gestione della fauna selvatica è ideato per creare tecnici capaci di coniugare competenze in campo biologico e in campo giuridico, senza trascurare gli aspetti etici, economici e socio-culturali. Si tratta di una figura attualmente assente nell'ambito delle professionalità scientifiche e tecniche fornite dai tradizionali corsi universitari e dai master attualmente esistenti, ma è assolutamente necessaria in relazione all'amministrazione del patrimonio faunistico e più in generale dell’habitat.

Il Master opera in sinergia con il corso internazionale in Wildlife Management dell'Università degli studi di Sassari. I crediti acquisiti con il Master sono riconosciuti dai seguenti corsi di laurea magistrale:


Partner

Associazione Nazionale Libera Caccia Segreteria Regionale del Veneto
Coldiretti Veneto
Fondazione Edmund Mach
Gruppo Piemontese Studi Ornitologici “F.A. Bonelli” ONLUS
Parco Regionale dei Colli Euganei
Regione del Veneto
Consorzio Gestione Area Marina Protetta Torre del Cerrano

Contatti

Direttore

Prof. Marco Olivi
 olivi@unive.it

Segreteria didattica e organizzativa

Per informazioni relative alle procedure di iscrizione, alla didattica, agli stage e al calendario delle lezioni contattare:
 tutor.masterfauna@unive.it
cell. 347 310 3074 / 334 300 5011
Si riceve su appuntamento


Presentazione e obiettivi

Dalla Conferenza di Rio del '92 e in particolare dalla Convenzione sulla Diversità Biologica sono noti i termini dell’emergenza ambientale e gli obiettivi che i 196 stati che l’hanno ratificata, tra cui l’Italia, si impegnano a raggiungere. Ed è noto che la Convenzione costituisce un’importante tappa nell'evoluzione del concetto giuridico di ambiente, perché impone un nuovo approccio alla regolamentazione che deve integrare la conservazione con le politiche sociali ed economiche.
L’emergenza è più che mai attuale come confermano anche i più recenti studi, nei quali sono evidenziate da un lato la scomparsa di molte specie e dall'altro l’aumento delle popolazioni e dell’areale di altre specie, come per esempio gli ungulati e con essi l’aumento dei grandi predatori.

Si impongono scelte e decisioni a livello legislativo e a livello amministrativo, che devono essere fondate su competenze tecniche che siano allo stesso tempo espressione di scienza biologica e di scienza giuridica.

Il Master in Amministrazione e gestione della fauna selvatica è lo strumento ideale per formare un tecnico capace di operare una gestione sostenibile della fauna, dell’habitat, dei biotopi intervenendo nei confronti degli stessi, ma più in generale nei confronti della società e dell’ambiente attraverso scelte fondate sulla scienza biologica mediante strumenti giuridici.

Last update: 04/12/2019