Proprietà industriale

Un valore da sfruttare

La proprietà industriale tutela l’innovazione aziendale attraverso brevetti, disegni e modelli, marchi o segreto industriale (know-how, processi di business, dati e informazioni riservate su fornitori e clienti,…).

Un portafoglio di risorse di cui non si è sempre consapevoli, ma che può portare opportunità di crescita e sviluppo alle aziende che riescono a riconoscerlo, trasformandolo in vantaggio competitivo.

Un patrimonio che, una volta riconosciuto, va tutelato, per non esporsi al rischio di imitazione e sfruttamento da parte di concorrenti o soggetti terzi: la tutela e valorizzazione del patrimonio di PI può portare al 32% di entrate maggiori, e il 21% di probabile crescita rispetto alle aziende non tutelate (report EUIPO 2018). Una sola PMI su 10 possiede però un diritto di proprietà industriale (brevetto o marchio registrato) e solo lo 0,7% un design registrato (fonte: EASME).

Opportunità per le PMI

Per supportare le piccole e medie imprese italiane nei loro percorsi di innovazione, il Ministero dello Sviluppo Economico, in collaborazione con gli Uffici di trasferimento tecnologico delle Università italiane, fornisce alle imprese un servizio sperimentale, completamente gratuito, di valutazione diagnostica personalizzata del portafoglio di titoli di proprietà industriale e suggerimenti per la loro valorizzazione.

Il progetto, di cui il servizio di diagnosi fa parte, ho lo scopo di mappare le conoscenze che le PMI hanno in materia di proprietà industriale e al contempo promuoverne la valorizzazione, anche attraverso forme di incentivazione messe a disposizione del ministero.

Il servizio

L’ufficio PInK - Promozione dell’Innovazione e del Know-How dell’Università Ca’ Foscari Venezia fornisce questo servizio che prevede nello specifico:

  • Visita in azienda: durante l’incontro vengono discussi i temi della conoscenza, tutela e gestione della proprietà industriale e vengono raccolti i dati per il servizio di diagnostica del portafoglio di titoli.
  • Report: a partire dai dati raccolti* viene redatto un report nel quale si evidenziano suggerimenti utili per valorizzare al meglio i titoli di proprietà industriale.

* Trattamento dei dati: i dati raccolti durante il processo di diagnosi saranno trattati nel rispetto delle norme in tema di riservatezza e non saranno in alcun caso divulgate informazioni sulle singole imprese. I dati verranno analizzati esclusivamente sotto forma di statistiche aggregate per fini interni all’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi e per eventuali finalità di ricerca

Last update: 29/11/2019