Progressioni Economiche Orizzontali (del 4/2012)

Regolamento sui procedimenti per la disciplina delle Progressioni Economiche Orizzontali (PEO) nelle carriere del Personale Tecnico e Amministrativo dell'Università Ca' Foscari Venezia.

Emanato con D.R. n 182 del 16/04/2012

Art. 1 - Finalità

  1. Il presente regolamento disciplina lo sviluppo delle progressioni economiche orizzontali (PEO) delle carriere del personale tecnico-amministrativo dell’Università di cui all’art. 79 del CCNL del 16/10/2008 mediante il riconoscimento dell’arricchimento professionale derivante dall’esperienza e della qualità della prestazione individuale, sulla base di criteri definiti d'intesa con le Rappresentanze Sindacali, ai sensi dell’art. 82, co 1, del CCNL sottoscritto il 16/10/2008.

Art. 2 - Modalità

  1. Compatibilmente con le disponibilità finanziarie contrattate con le parti sindacali l’Amministrazione emana un bando, per la selezione ai fini della progressione economica orizzontale (PEO) rivolto al personale in servizio presso l'Università Ca' Foscari di Venezia.
  2. Possono presentare domanda di partecipazione alla selezione per la PEO i dipendenti in servizio alla data di scadenza del bando e che al 31/12 dell’anno precedente la decorrenza prevista dallo stesso:

    1. abbiano maturato almeno 2 anni di servizio nell’Ateneo nella posizione economica immediatamente inferiore a quella cui aspirano;
    2. non abbiano ottenuto una valutazione insufficiente della prestazione lavorativa svolta negli ultimi due anni di servizio prestati nella posizione economica immediatamente inferiore e che non siano incorsi nell’ultimo biennio in sanzioni disciplinari più gravi del rimprovero scritto. Si intende per valutazione insufficiente quella ottenuta sulla base della valutazione di ciascun anno secondo il vigente sistema di valutazione delle prestazioni. Per il conseguimento del requisito temporale dei due anni di servizio e limitatamente al passaggio nella posizione economica immediatamente superiore a quella iniziale (ovvero da B3 a B4, da C1 a C2, da D1 a D2, da EP1 a EP2), sono valutati anche i periodi di servizio a tempo determinato svolto presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, anche se non continuativi, purchè prestati nella categoria rivestita al momento della presentazione della richiesta di progressione orizzontale o in categorie superiori.

  3. Al fine della maturazione del biennio il rapporto di lavoro a tempo parziale è considerato equivalente al rapporto di lavoro a tempo pieno.
  4. Sono esclusi dal computo dell'anzianità di servizio i periodi di aspettativa e di congedo non retribuiti, salvo quelli riferiti ad assenze la cui valutazione sia prevista da specifiche disposizioni normative.

Art. 3 - Criteri di selezione

  1. Il numero di dipendenti aventi titolo al passaggio alla posizione economica immediatamente superiore è definito in relazione alla disponibilità delle risorse a tal fine dedicate su base annuale dall'accordo di contrattazione integrativa nell'ambito del fondo per le progressioni economiche e la produttività individuale di cui al vigente CCNL, previa costituzione di un’apposita graduatoria.
  2. Ai sensi di quanto previsto all’art. 6 comma 7 del CCI 21/04/2011 sarà costituita apposita graduatoria recependo i criteri di attribuzione dei punteggi di cui all’art. 82 comma 2 del CCNL 16/10/2008 così rivisti:
Criterio Categoria B Categoria C Categoria D Categoria EP
Formazione certificata e pertinente 5 5 5 5
Arricchimento professionale 5 10 10 10
Qualità delle prestazioni 20 20 20 25
Anzianità di servizio 20 15 10 5
Titoli culturali e professionali 5 5 5 5
Raggiungimento risultati 45 45 50 50
  1. La valutazione avverrà attraverso i criteri articolati nel modo previsto all’Allegato A.
  2. La graduatoria, unica o per categorie a seconda di quanto definito in sede di contrattazione collettiva integrativa relativamente all’attribuzione delle risorse destinate all’istituto, sarà costituita sulla base della somma dei punteggi attribuiti per ciascun criterio ad ogni persona avente i requisiti.
  3. In caso di parità tra due o più candidati sarà data precedenza a quello con maggiore anzianità nella posizione economica e, in caso di ulteriore parità, a quello con maggiore anzianità di servizio nella categoria, a quello in possesso del titolo di studio superiore o ulteriormente a quello di minore età anagrafica.

Art. 4 - Decorrenza degli inquadramenti

  1. La decorrenza degli inquadramenti nelle nuove posizioni economiche dei vincitori della selezione avviene con effetto dalla data prevista dal bando.

Allegato A - Articolazione dei criteri

  1. Formazione certificata

  1. Saranno valutati i corsi di formazione certificati dal SOF e la formazione certificata da ente esterno qualificato, attinenti al ruolo e alle attività svolte dall’Ateneo.
  2. I punteggi da attribuire al singolo corso su base oraria sono così definiti:

    • da 0 a 6 ore: punti 0,1 senza valutazione finale / punti  0,15 con valutazione finale
    • da 7 a 23 ore: punti 0,2 senza valutazione finale / punti 0,25 con valutazione finale
    • oltre le 24 ore: punti 0,4 senza valutazione finale/ punti 0,5 con valutazione finale

  1. Arricchimento professionale

  1. Saranno valutati gli incarichi attribuiti dalla Direzione Generale per il periodo di riferimento (posizionati, “diffusi”, progetti), sulla base del periodo e per i progetti, anche sulla base del grado di raggiungimento degli obiettivi.
    Calcolo punteggio: V / 4 * n. anni (o frazione d’anno)
    In caso di doppio incarico (sovrapposto in termini temporali ad altro incarico) il secondo viene valutato con la seguente formula:
    Calcolo punteggio: V / 8 * n. anni (o frazione d’anno)

  1. Qualità delle prestazioni

Da effettuarsi attraverso la valutazione dei comportamenti rilevato dalle schede di valutazione, con un meccanismo di “correzione” sulla base della distanza  dalla media e dalla varianza della propria struttura da quella di ateneo secondo la seguente formula costruita:

Media di [Risultato Individuale anno x + (Media Ateneo anno x – Media struttura anno x) + (Dev. STD Strutt anno x. – Dev. STD Ateneo anno x)]

Calcolo punteggio:  V / 10 * Punteggio ai fini PEO (fino ad un massimo di 10 punti)

  1. Anzianità nella classe economica

L’anzianità valutabile è quella maturata nella attuale classe economica su base  mensile con l’arrotondamento standard (16 giorni) al netto del requisito per l’accesso.

Punteggio: V / 24 * n.mesi

  1. Titoli culturali e professionali

  1. Potrà essere valutato solo il titolo di studio superiore a quello richiesto dalla categoria con attribuzione del punteggio secondo la seguente tabella:
Titolo di studio B C D EP
Diploma 1 - - -
L3/DU 1 1 - -
LM/VO 1/2 1/2 1/1 1/1
Master 1 1 1 1
Dottorato 1 1 1 1
  1. corsi singoli a università: punti 0,1 per ogni corso fino ad un  max 0,5
  2. abilitazioni professionali: 0,5

  1. Raggiungimento dei risultati

Da effettuarsi attraverso la valutazione dei risultati rilevato dalle schede di valutazione, con meccanismo di “correzione” sulla base della distanza  dalla media e dalla varianza della propria struttura da quella di Ateneo secondo la seguente formula costruita sui valori medi per gli anni di anzianità: 

Media di [Risultato Individuale anno x + (Media Ateneo anno x – Media struttura anno x) + (Dev. STD Strutt anno x. – Dev. STD Ateneo anno x)]

Calcolo punteggio:  V / 10 * Punteggio ai fini PEO (fino ad un massimo di 10 punti)

Nel caso di dipendente trasferito da altro ente, saranno a cura della DOGRU, attraverso l’uso di idonei strumenti di equiparazione:

  • la valutazione dei risultati e della formazione conseguiti dal dipendente
  • la valutazione dell’anzianità nella posizione economica di inquadramento 

Legenda

V = valore previsto per ciascun criterio per ciascuna categoria così come definito dal Contrattazione Collettiva Integrativa

Last update: 05/07/2018