Caratteristiche e valutazione della prova finale

Libri e pc

Novità per la sessione estiva lauree magistrali a.a. 2016/2017 (giugno-luglio 2017)

Il Senato Accademico, nella seduta del 24 febbraio 2016, ha deliberato che, ai fini della determinazione del voto finale di laurea magistrale, varranno i seguenti criteri:

  •  per il calcolo della media di partenza il voto 30 e lode verrà pesato come 30/30;
  •  la tesi verrà valutata con un punteggio compreso tra 1 e 8;
  • saranno previsti il bonus per esami sostenuti all’estero (1 punto) e il bonus per tirocinio svolto all’estero (1 punto) - qualora non previsto obbligatoriamente all’interno del corso di studio.

I nuovi criteri troveranno applicazione a decorrere dalla sessione estiva di laurea dell'a.a. 2016/2017 (giugno-luglio 2017) e valgono per tutti gli studenti iscritti indipendentemente dall’anno di immatricolazione.

La prova finale consiste nella predisposizione di un elaborato scritto (un breve paper commisurato al peso in crediti) concordato con un docente (docente relatore) a cui si può eventualmente affiancare, nella fase di valutazione conclusiva e secondo le modalità definite per ciascun corso di studio, un altro docente (docente correlatore) designato dall'organo di coordinamento della didattica.

In relazione alla specificità dell'area disciplinare, per elaborato finale si può intendere anche la sintesi scritta dei risultati di una ricerca sperimentale condotta eventualmente con il concorso di attività di stage/tirocinio.

Il diploma di laurea viene consegnato in occasione del Giorno della Laurea

Determinazione del voto di laurea

Il voto di laurea è determinato sommando il voto della prova finale e gli eventuali bonus alla media ponderata curriculare in centodecimi. Il relatore può attribuire da 0 a 6 punti alla prova finale. La valutazione della prova finale potrà riferirsi non solo all’elaborato anche alla carriera dello studente. L'attribuzione di eventuali bonus viene calcolata d’ufficio secondo le regole specificate nella tabella allegata.

L'attribuzione della lode al voto finale è a discrezione del docente relatore.

La redazione della tesi deve essere condotta con approfondita conoscenza delle metodologie proprie del settore disciplinare di riferimento eventualmente anche con l'impiego di strumentazione e metodologie informatiche. Il prodotto finale dovrà quindi possedere caratteri di originalità, documentazione e approfondimento scientifico esauriente.

La discussione della tesi si svolge davanti ad una commissione composta da professori universitari ed esperti che valutano in seduta comune la qualità della tesi stessa proponendo il voto finale.

Il diploma di laurea viene consegnato in occasione della discussione della tesi di laurea (lauree magistrali, specialistiche e del vecchio ordinamento);

Determinazione del voto di laurea

Il voto di laurea è determinato sommando il voto della prova finale e gli eventuali bonus alla media ponderata curriculare in centodecimi. La commissione può attribuire da 1 a 8 punti nella valutazione della tesi finale. L'attribuzione di eventuali bonus viene calcolata d’ufficio secondo le regole specificate nella tabella allegata.

L'attribuzione della lode al voto finale è a discrezione della commissione.