BURINI Silvia

Qualifica
Professoressa Associata
Telefono
C.S.A.R.: 041 234 6223 / 041 234 6227
E-mail
siburini@unive.it
csar@unive.it - Centro Studi sulle Arti della Russia
Fax
041 234 6210
SSD
STORIA DELL'ARTE CONTEMPORANEA [L-ART/03]
Sito web
www.unive.it/persone/siburini (scheda personale)
Struttura
Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali
Sito web struttura: https://www.unive.it/dip.fbc
Sede: Malcanton Marcorà
Struttura
Centro Studi sulle Arti della Russia (CSAR)
Sito web struttura: https://www.unive.it/csar
Sede: Malcanton Marcorà
Research Institute
Research Institute for Digital and Cultural Heritage

Ricevimento

a.a 2021-2022   Il ricevimento al momento si svolgerà da remoto, potete scrivermi via email per accordarci.

Avvisi

Pubblicato il 16/05/2022

ART TALKS

All'interno del Public programma del Padiglione Italia alla 59. Esposizione Internazionale d’Arte La Biennale di Venezia in collaborazione con il DFBC, Ca’ Foscari, Venezia

L’artista Giulia Piscitelli conversa  con Silvia Burini, docente di Storia dell’Arte Contemporanea a Ca’ Foscari Adriana Rispoli, coordinatrice del Public Program del Padiglione Italia

Venerdì 20 maggio 2022, alle ore 17.00, presso gli spazi dell’Università Ca’ Foscari, Venezia alle Zattere prende il via un nuovo ciclo di conversazioni aperte al pubblico dal titolo “ART TALKS”, parte del Public Program  in occasione del Padiglione Italia alla 59. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura.

Il primo appuntamento in calendario vede l’artista Giulia Piscitelli (Napoli, 1965) in dialogo con Silvia Burini, docente di Storia dell’Arte presso il Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali dell’Università Ca’ Foscari, e Adriana Rispoli, critica d’arte e coordinatrice del Public Program della mostra Storia della Notte e Destino delle Comete., un’opera di Gian Maria Tosatti, a cura di Eugenio Viola.

Giulia Piscitelli è un’artista multimediale la cui poetica è legata al quotidiano, allo scarto, a quello che solitamente l’occhio distratto e frettoloso sottovaluta e sorpassa con indifferenza. L’artista trasforma oggetti, immagini, o anche attimi di memoria personale all’interno di una poetica intima e carica di una dirompente umanità. La sua ricerca è spesso ispirata dalla geografia sociale, economica e culturale della sua città natale, Napoli, come il lavoro Italsider/Collant (1994) una serie di fotografie che

“ritraggono” la ex l’acciaieria di Bagnoli, un “malato terminale” che l’artista ha osservato e osserva ancora dal suo primo piano.

Nato dalla collaborazione tra l’Università Ca Foscari di Venezia e il Padiglione Italia alla Biennale Arte 2022, il programma di incontri mira a diffondere le linee guida alla base del concepimento dell’opera, coinvolgendo artisti italiani come Giulia Piscitelli, Andrea Mastrovito, Eugenio Tibaldi e Stefania Galegati, le cui poetiche, in vari campi, sposano le contemporanee urgenze di una rilettura della storia e di una necessaria ricerca di un nuovo equilibrio, ambientale quanto sociale.

Prossimo appuntamento: martedì 14 giugno 2022, ore 17.00

L’artista Andrea Mastrovito in conversazione con Matteo Bertelè, professore associato in Storia dell’Arte Contemporanea presso Ca’ Foscari, Venezia

 

 

 

segui il feed