Programmi di finanziamento

Ampolla con dentro un germoglio

Ca’ Foscari attrae importanti finanziamenti esterni da programmi regionali, nazionali e internazionali e investe nello sviluppo dei talenti, nell'innovazione, nel supporto ai ricercatori e nelle collaborazioni internazionali, con un impatto sulla competitività globale e la circolazione del sapere.

Scopri i programmi attivi e come fare ricerca con Ca' Foscari.

In evidenza: ricerca europea ed internazionale

Dal 2007 l’Ateneo ha ricevuto finanziamenti per realizzare oltre 160 progetti europei e internazionali, individuali e in partnership, 93 dei quali conseguiti nell'ambito di Horizon 2020, il principale programma europeo per il finanziamento alla ricerca.

Inoltre, l’Ateneo partecipa a progetti nell’ambito di diversi programmi, quali ad esempio Life+ , Cultura, programmi di Cooperazione Territoriale Europea, EuropeAid, Daphne e Rights and Citizens, e riceve ulteriori finanziamenti grazie a call promosse da fondazioni private, anche internazionali.


Marie Skłodowska-Curie: primi in Italia e top institution europea

Ca' Foscari supporta i ricercatori che partecipano a bandi europei individuali (Individual Fellowships). Dalla call 2014 l'Università ha confermato le sue performance attestandosi come primo ateneo in Italia per Marie Curie Individual Fellowship vinte e tra le top institution europee (top 10 nel 2017, top 6 dal 2018), guadagnando nella call 2019 la quarta posizione in in Europa.
Queste azioni prevedono il rafforzamento del capitale umano europeo in ambito scientifico e tecnologico attraverso percorsi di formazione e ricerca di eccellenza. Sono aperte a tutte le discipline scientifiche e promuovono la mobilità intersettoriale e internazionale.
L'Università Ca' Foscari ha finora ottenuto 105 Marie Skłodowska-Curie Individual Fellowships.


ERC: reclutiamo talenti

Uno dei principali obiettivi del piano di reclutamento del personale accademico di Ca' Foscari è il consolidamento e l'attrazione di eccellenze. Ca' Foscari offre pieno supporto alla presentazione di proposte progettuali European Research Council (ERC), incoraggiando i ricercatori promettenti a scegliere l'Ateneo come host institution.
ERC sostiene i migliori ricercatori di qualsiasi nazionalità ed età che vogliano realizzare un progetto di ricerca di frontiera anche attraverso la costruzione di un team interdisciplinare. Premia proposte che attraversano i confini disciplinari tradizionali, idee pionieristiche e approcci innovativi.

Reclutiamo inoltre profili di alto livello provenienti da altre Università, italiane o straniere, che vogliano avvalersi della grant portability offerta dall'ERC.

Per conoscere i nostri Principal investigator, visita la pagina Meet our ERC Grantees.


Successo nei finanziamenti nazionali e regionali

Finanziamenti Nazionali e Regionali

Ca’ Foscari partecipa con successo ai programmi di finanziamento nazionale, distinguendosi per la qualità della ricerca e le collaborazioni stabilite.  

Nell’ultimo bando l’Ateneo ha ottenuto il finanziamento di 15 Progetti di ricerca di Rilevante Interesse Nazionale (PRIN): un programma volto a rafforzare le basi scientifiche nazionali incentivando la cooperazione tra team di ricerca, anche a livello internazionale. I progetti PRIN finanziati negli scorsi anni sono circa 300, distribuiti nelle diverse aree scientifiche dell’Ateneo.
Il Programma per giovani ricercatori "Rita Levi Montalcini" si pone come obiettivo l'attarzione di studiosi ed esperti italiani e stranieri che stiano svolgendo all’estero, da almeno un triennio, attività di ricerca o didattica postdottorale, mettendo a disposizione posizioni di ricercatore a tempo determinato di tipo b per lo svolgimento di attività di ricerca autonomamente proposte.
L’Ateneo ha inoltre ottenuto finanziamenti ministeriali, tra gli altri, attraverso il Fondo per l’Incentivazione alla Ricerca di Base (FIRB), il Programma Nazionale di Ricerca in Antartide (PNRA) pubblicato annualmente, il Programma Operativo FEAMP attuato dal Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali e l'iniziativa FARE Ricerca in Italia intesa a favorire l'attrazione dei vincitori ERC in Italia garantendo un finanziamento aggiuntivo.

Ca' Foscari per il territorio

Dal 2001 Ca’ Foscari partecipa a bandi regionali che promuovono percorsi di ricerca post lauream per il rilancio e consolidamento competitivo dell’impresa, attraverso azioni di trasferimento di competenze di innovazione e ricerca tra l’Università e il sistema produttivo veneto. L' Ateneo partecipa attivamente anche alle Reti Regionali Innovative. Grazie a questi programmi, dal 2008 sono stati finanziati numerosi assegni di ricerca, borse triennali di dottorato e borse di ricerca che hanno supportato altrettanti laureati nel loro percorso di ricerca, fornendo al loro curriculum un elevato valore aggiunto in termini di competenze spendibili nel mondo accademico e non accademico.


Finanziamenti di Ateneo, Premi e incentivi alla ricerca

Ca' Foscari ha istituito fondi specifici, assegnati attraverso bandi competitivi, per promuovere attività di ricerca d'eccellenza o che richiedono pianificazione e continuità, come il finanziamento annuale di attività archeologiche, oltre che per attrarre ricercatori e professori dall’Italia e dall’estero, come il programma SPIN: Supporting Principal INvestigators.

Investire nell'eccellenza emergente e dare continuità alle linee di ricerca su cui sono attivi ogni giorno i nostri docenti e ricercatori significa anche valorizzare il loro lavoro attraverso premi e incentivi. Grazie al Fondo di primo insediamento, agli incentivi e premi alla ricerca, differenziati in base al grado di sviluppo di carriera, Ca' Foscari riconosce il merito dei ricercatori la cui carriera è già avviata e incoraggia le giovani eccellenze emergenti a proseguire nel loro percorso. L’assegnazione di incentivi alla presentazione di progetti di ricerca ha visto un aumento nella qualità delle proposte e nella partecipazione a bandi competitivi, anche internazionali.

Last update: 15/09/2020