Abc Africa

Ancora una volta per Kiârostami lo sguardo del cinema si fa strumento di conoscenza. ABC Africa, primo film in digitale del regista iraniano, è qualcosa di più di un documentario girato in Uganda in un centro dell'UWESO (Uganda Women's Effort to Save Orphans), ma un viaggio tra la morte e il dolore che non rinuncia a catturare i segni rivelatori della vita e della voglia di continuare a vivere.

Chinpira- Two Punks

Il secondo film di Aoyama Shinji basato su soggetto originale e sceneggiatura di Kaneko Shōji.

OH! SUJŎNG (Virgin Stripped Bare by Her Bachelors)

Oh! Sujŏng è un film che si consuma per attimi. Non soltanto perché esso è costruito come una serie di frammenti ad incastro che si ripetono identici (o quasi) ripercorrendo la stessa vicenda (un possibile amore) secondo due differenti punti di vista...

True story of Ah Q

Similmente a Midnight, questo film fa parte dei primi, timidi tentativi del cinema di ritornare alla "normalità" dopo la Rivoluzione Culturale.

La realtà dentro l'inquadratura

Intervista con Adoor Gopalakrishnan, figura di spicco del cinema del Kerala (India meridionale), realizzata in occasione della 33°Mostra Internazionale del Cinema di Pesaro, 1997, dedicato alla cinematografia di quello stato.

 

 

 

 

Killer Clans (Liu Xing Hu Die Jian)

Il regista Chu Yuan mescola i generi e le influenze: il film è un alto esempio della tarda epoca dei wuxiapian, ancora fastosi ma sulla via del declino. Uno sguardo critico.

Meili Shiguang

un film che poggia la sua forza sull'uso di un linguaggio figurato, dove il realismo dell'osservazione sociale e del dettaglio quotidiano si mescola e si contamina continuamente con la dimen-sione del sogno/desiderio dei personaggi.

 

 

 

 

Ten– Dieci sequenze per raccontare la donna iraniana

Kiârostami, in Ten, non si interessa più del rapporto tra l'uomo e la natura, come nei precedenti film, ma tra l'uomo e la cultura, in particolare tra l'uomo e la donna, raccontando di come la condizione femminile dipenda sempre e comunque dalle esigenze e dalle pretese maschili. Il tutto senza che la mdp mostri mai un uomo sulla scena