L'esame

Il neoregista Nasser Refâ'i ci racconta in tempo reale gli 80 minuti che precedono l'esame di ammissione all'università di un gruppo di giovani donne, di diverse età e di ogni condizione sociale: all'interno di un cortile la mdp registra ansie e aspettative delle candidate, in un film dove la parola e il dialogo sono gli elementi fondamentali della significazione filmica.

 

Mohsen Makhmalbaf - Un profilo d'autore.

Breve presentazione critica del percorso poetico di Mohsen Makhmalbâf e della sua famiglia, dagli esordi fino agli ultimi film ambientati e girati in Afghanistan. Un viaggio in quattro tappe, più la filmografia completa.

Makhmalbaf e L'elefante

Un profilo di Mohsen Makhmalbâf in occasione di una retrospettiva che il Torino Film Festival ha dedicato al regista nel 1996. Dall'apprendistato alla maturità, Tullio Masoni descrive le principali caratteristiche della sua poetica attraverso il commento dei suoi film chiave.

Pane e fiore

Film sul film, film sulla lavorazione di un film, film per riscrivere, con un film, il passato di un regista (e di un poliziotto accoltellato), film per raccontare il presente e le differenze generazionali, film per mostrare la lungimiranza degli errori. Pane e fiore rappresenta il manifesto del lavoro del regista sul Tempo e sullo statuto della narrazione.

Giusto un'immagine, ma giusta - Viaggio a Kandahar

Il viaggio a Kandahar di una donna afghana emigrata in Canada offre allo spettatore una serie di paradigmi sulla condizione afghana, dall'assenza dei mezzi di trasporto alla condanna all'invisibilità a cui sono destinate le donne, attraverso immagini dalla straordinaria intensità poetica e simbolica.

Il giorno in cui sono diventata donna

Tre generazioni di donne, tre episodi solo apparentemente slegati tra loro per una condanna forte e chiara della condizione in cui vivono le donne in Iran. In un finale surreale le tre protagoniste si incontrano su una spiaggia: la strada per l'emancipazione sembra essersi aperta, ma il viaggio rimane ancora lungo e difficile.

 

Il palloncino bianco

Il palloncino bianco è un film che non solo si interroga sul concetto di realismo, ma come molti altri film iraniani lavora sulla dimensione del desiderio e sui meccanismi della delusione e delle attese tradite, per trasmettere allo spettatore una sottile sensazione di solitudine.

Dâyere (Il cerchio) - Speriamo che non sia femmina

Una lettura di Dâyere (Il cerchio) anti-kiarostamiana. Per sottolineare come il rigido e didascalico impianto allegorico della pellicola sia necessario per trasmettere senza tentennamenti, come diceva Truffaut, un'idea di cinema e un'idea di mondo.