Foto di Alex Gallegos

Verso Incroci, incontri in attesa di Incroci di civiltà

In vista della quattordicesima edizione di Incroci di civiltà, ritorna la proposta Verso Incroci, il tradizionale percorso di avvicinamento ai temi del festival, che si svolgerà dal 6 al 26 ottobre e comprenderà quattro appuntamenti.

Organizzato dall’Università Ca’ Foscari e dal Comune di Venezia, con il sostegno della Fondazione di Venezia, Incroci di civiltà, che si svolgerà dal 3 al 6 novembre, sarà inserito quest’anno nel calendario delle manifestazioni per i 1600 anni di Venezia. La conferenza stampa di presentazione del Festival Internazionale di letteratura a Venezia si terrà lunedì 11 ottobre alle ore 11.00 presso L’Aula Magna di Ca’ Dolfin.  

Il ciclo di incontri Verso Incroci partirà il 6 ottobre con Manuel Vilas, che converserà a Ca’ Bernardo con Alessandro Mistrorigo e Adrián J. Sáez (in collaborazione con il Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati). 

La rassegna si arricchisce in quest’edizione della collaborazione con Il Salone del Libro di Torino, altro importante nuovo partner culturale del Festival, che ospiterà il 16 ottobre l’incontro con Mathias Enard, scrittore francese, traduttore e vincitore del premio Goncourt.

In collaborazione con il Festival Pordenone Dedica, sarà invece l’incontro del 19 ottobre a Ca’ Foscari con Paolo Rumiz, giornalista, scrittore e viaggiatore triestino.

Il ciclo si chiuderà il 26 ottobre con Venezia, l'Europa, le sue lingue in cui Tiziano Scarpa e Lorenzo Tomasin dialogheranno attorno al volume di quest'ultimo Europa romanza. Sette storie linguistico.

Ecco il calendario di Verso Incroci 2021:

6 ottobre ore 17.00 incontro con Manuel Vilas - Spagna

a cura di Alessandro Mistrorigo e Adrián J. Sáez  

Ca' Bernardo - sala B, Dorsoduro 3199, Venezia

LOCANDINA

Incontro in lingua spagnola con traduzione consecutiva

Manuel Vilas è poeta e narratore, e collabora regolarmente con varie testate giornalistiche. Ha pubblicato raccolte di poesie e romanzi, tra cui España, indicato dalla rivista Quimera come uno dei dieci romanzi in lingua spagnola più importanti del primo decennio del secolo. La sua opera è presente nelle principali antologie spagnole di poesia e narrativa. Ordesa (2018, tr.it. In tutto c’è stata bellezza), romanzo-memoriale sui complicati rapporti padri e figli ha riscosso un ampio successo in Spagna, con dodici edizioni in un anno, e nel mondo, con più di quattordici traduzioni, ed è stato il suo primo libro pubblicato in Italia. El País e El Mundo lo hanno eletto miglior libro del 2018. Con il suo nuovo romanzo, Alegría (tr. it. La gioia, all’improvviso), Vilas è stato finalista al Premio Planeta 2019. Tra le sue raccolte di poesie si segnala Amor: Poesía reunida 1988-2010, tradotta in italiano nel 2021 dall'editore Guanda. Il suo ultimo romanzo, Los besos (tr. it. I baci, Guanda 2021), è una travolgente storia d’amore che si svolge nel periodo del lockdown nel 2020, a Madrid, complice anche la lettura del Don Chisciotte di Cervantes.

16 ottobre ore 10.30: incontro con Mathias Enard

a cura di Flavio Gregori e Alessandro Raveggi 

Salone Internazionale del Libro di Torino, sala azzurra, Lingotto Fiere, via Nizza 294, Torino 

Incontro in lingua francese con traduzione consecutiva

Mathias Enard - Francia

Mathias Enard è nato in Francia nel 1972. Dopo essersi formato in storia dell’arte all’École du Louvre, ha studiato arabo e persiano. Dopo lunghi soggiorni in Medio Oriente, soprattutto in Egitto e Iran, nel 2000 si stabilisce a Barcellona, dove collabora a diverse riviste culturali. All’attività di professore di arabo all’università autonoma di Barcellona affianca quella di traduttore. Il suo romanzo Boussole (2015) ha ricevuto il premio Goncourt e il premio Von Rezzori; inoltre è stato finalista al Man Booker International Prize e al Premio Strega Europeo.

19 ottobre ore 11:00 incontro con Paolo Rumiz 

a cura di Alessandro Cinquegrani 

in collaborazione con Festival Pordenone Dedica

Ca' Foscari, Ca' Dolfin, Aula Magna S. Trentin, 3825/D, Venezia 

Incontro in lingua italiana

Paolo Rumiz – Italia

Paolo Rumiz (1947) è un giornalista, scrittore e viaggiatore triestino. Ha lavorato per i quotidiani il Piccolo e La Repubblica. Sono importanti i suoi reportage dai Balcani durante le guerre nella ex Jugoslavia, e dall'Afghanistan e dal Medio Oriente all'inizio del nuovo millennio. Rumiz si è dedicato alla narrazione dei suoi viaggi attraverso l'Italia, l'Europa, in particolare l'Est europeo, e altri paesi, viaggi da cui ha tratto molte opere. Dal 2001 ha preso a viaggiare ogni mese di agosto per varie destinazioni, raccontando le sue peregrinazioni come inviato de La Repubblica. I suoi servizi e i suoi lavori letterari gli hanno fruttato numerosi premi, tra cui il Premio Hemingway per i suoi servizi dalla Bosnia nel 1993, il Premio Max David come miglior inviato italiano nel 1994, il Premio Marco Lucchetta nel 2006, il Premio Chatwin nel 2007, il premio ANA come giornalista dell'anno.

26 ottobre ore 11.00 incontro con Lorenzo Tomasin e Tiziano Scarpa: Venezia, l'Europa, le sue lingue 

Iniziativa realizzata in occasione delle celebrazioni per i 1600 anni di Venezia

Ca' Foscari, Marcorà-Malcanton, Sala G. Morelli, Dorsoduro 3484/D, Venezia 

Incontro in lingua italiana

Lorenzo Tomasin - Italia

Tiziano Scarpa - Italia

Tiziano Scarpa e Lorenzo Tomasin dialogano attorno al volume di quest'ultimo Europa romanza. Sette storie linguistico (Einaudi): un viaggio attraverso le lingue e le culture dell'Europa tra fine del Medioevo e inizio dell'età moderna, in cui il lettore è accompagnato da personaggi e da storie che arrivano direttamente dagli archivi. Sono vicende perlopiù sconosciute, eppure avventurose, di donne e di uomini, di ebrei e di cristiani, di mercanti e di cancellieri che vivono a contatto di più lingue: lingue romanze - come il francese o l'italiano antico, il catalano o il provenzale, ma anche lingue che con quelle neolatine entrano in rapporto, dal tedesco all'ebraico, dall'inglese al greco. La filologia romanza mostra, rivelando queste antiche carte, un volto insolito e aiuta a capire meglio che cosa sia l'Europa.

Per informazioni e prenotazioni consultare il sito incrocidicivilta.org 

Per l'incontro al Salone del libro di Torino: https://www.salonelibro.it

Federica Ferrarin