Teatro - Teatro Ca' Foscari, autunno 2020

CompensAzioni, la rassegna autunnale 2020 di Teatro Ca’ Foscari, propone alcuni laboratori in modalità online e due residenze artistiche finalizzate alla realizzazione di video degli allestimenti scenici. Continuando sulla linea delle passate stagioni, l’attenzione è rivolta alla drammaturgia nelle sue varie declinazioni attraverso le attività di laboratorio e di ricerca.

Contatti

 teatro.cafoscari@unive.it

Foto gallery "La città deserta"

In attesa della presentazione del video de "La città deserta", esito del progetto "Mosca-Parigi-Mosca" di Silvia Piovan, pubblichiamo alcuni scatti di Giovanni Tomassetti dall'allestimento a porte chiuse che si è tenuto al Teatro Ca' Foscari dal 9 all'11 dicembre 2020.
"Non essendoci le condizioni per realizzare lo spettacolo dal vivo, ci siamo concessi il tempo di sperimentare. Siamo voluti tornare alle fondamenta: il corpo, la parola, l'oggetto, il luogo. Abbiamo cercato una via per far dialogare la forma teatrale e la performance – che si fondano sul lavoro d'attore – con il linguaggio proprio della visual art e del cinema". [Silvia Piovan]  


La stanza  
Esperimenti di lavoro a distanza sulla recitazione

Nel nostro lavoro chiamiamo attema il nucleo più piccolo di un’azione. L’attema è poco più di un movimento, che sia ripetibile con precisione e di cui si possa indagare in modo approfondito la forma, nelle sue caratteristiche principali: il ritmo, il peso, il volume… Gli attemi sono germi di azioni, sono azioni potenziali, che non hanno ancora uno scopo. Messi uno dopo l’altro, più attemi creano una linea che il nostro corpo può memorizzare e approfondire, può ripetere e adattare a spazi diversi, a situazioni diverse. Queste linee possono raccontare momenti di vita quotidiana, cose che di solito facciamo senza pensare, come svuotare una borsa, aprire una finestra, toglierci una giacca. Nel tempo insolito del lockdown abbiamo scelto di partire da ciò che avevamo a disposizione: le nostre stanze, i nostri corpi, le nostre letture del momento. Le parole di altri tempi e di altri luoghi hanno aperto le nostre stanze ai fantasmi, hanno fatto entrare visioni lontane. Non siamo necessariamente arrivati da qualche parte, non ci siamo dati il compito di realizzare qualcosa di compiuto, ma abbiamo tentato, con i limiti invalicabili della distanza, di attivare dei processi. Il laboratorio ha avuto i suoi tempi e le sue modalità. È bene che i suoi esperimenti rimangano in gran parte custoditi nella memoria e nel corpo di chi ne ha fatto esperienza.

Quello che adesso vogliamo fare, però, è socchiudere la porta, presentandovi alcuni collage. Il primo ha una funzione introduttiva, nei successivi ci concentreremo su alcuni degli attemi su cui abbiamo lavorato, vedendo come possano incontrarsi attemi diversi, o come gli stessi attemi possano variare nella loro forma. [Luciano Colavero e Chiara Favero]

Il laboratorio online La stanza, organizzato dal Teatro Ca’ Foscari con l’intento di accompagnare in un percorso di formazione a distanza nel periodo del lockdown gli studenti e chiunque fosse interessato, è stato tenuto tra maggio e giugno 2020 da Luciano Colavero, drammaturgo e regista, e Chiara Favero, attrice.
Hanno partecipato al laboratorio, dalle loro stanze, realizzando autonomamente le proprie registrazioni audio e video:  Serena Ambrogi, Ilaria Bagarolo, Giulio Canestrelli, Lisa Celsi, Emma Francesca Savoldi, Martina Sosio, Antonella Succurro, Vincenzo Tosetto, Giorgia Velluti, Laura Venturini.


Appunti di una separazione

A giugno 2020 si è concluso il progetto laboratoriale curato dall’attrice e autrice Aida Talliente, Appunti di una separazione, che ha dato voce a sentimenti e riflessioni legati al periodo del lockdown. Al laboratorio hanno partecipato alcune studentesse di Ca' Foscari, che, guidate da Aida Talliente, hanno elaborato una ricerca – a partire dalle loro impressioni e sensazioni e da quelle di altre persone intervistate –, su cinque temi: isolamento/separazione; dentro/fuori; l'attesa; la morte; l'unione/la comunità.
Dal lavoro sono nati cinque audio documentari, da trasmettere sulle frequenze di Radiocafoscari. Il 19 novembre è andata in onda la prima puntata, preceduta dall’intervista ad Aida Talliente, condotta da Nicolò Groja. Nell’appuntamento di giovedì 19 novembre, si sono ascoltate le voci del primo tema affrontato "isolamento/separazione".
Il programma prosegue con gli altri quattro appuntamenti, con cadenza settimanale, sempre di giovedì alle 12.30, fino al 17 dicembre 2020. Le puntate si possono anche ascoltare in podcast.

Maria Lai, Lenzuolo, 2007. Filo su tela. Foto Studio Vandrasch. Courtesy Nuova Galleria Morone.

Così Aida Talliente presenta brevemente il progetto
Voci di persone che confluiscono in 5 audio documentari creati durante un percorso laboratoriale con alcune studentesse universitarie; 5 temi comuni (isolamento/separazione, dentro/fuori, l’attesa, la morte, l’unione/la comunità), su cui le persone riflettono e s'interrogano, incontrandosi nell’esperienza che tutti stiamo vivendo. Tante voci dunque, che a seguito di incontri profondamente umani s'intrecciano e diventano un'unica voce delicata e commovente.
I materiali audio sono stati raccolti da Aida Talliente e le partecipanti al laboratorio: Elisabetta Moiraghi, Giulia Endrizzi, Susanna Latini, Valentina Ruzzenenti, Beatrice Silverii, Alice Vianello.


Dieci anni del Teatro Ca' Foscari

Sono trascorsi dieci anni dalla prima stagione del Teatro Ca’ Foscari inaugurata nel 2009/2010, dopo alcuni anni di inattività successivi a una gestione esterna. Dieci anni in cui intorno al piccolo spazio di Santa Marta si è raccolta un comunità di persone – artisti, studenti, spettatori – che hanno saputo dialogare tra loro e dare vita a un luogo che è prima di tutto dell’Università Ca’ Foscari, ma anche della città intera.
Aver riportato il teatro all’interno dell’Ateneo, dopo l’esperienza folgorante e irripetibile di Giovanni Poli fondatore nel 1953 del Teatro Ca’ Foscari a Palazzo Giustinian dei Vescovi, ha favorito lo sviluppo di un forte senso di appartenenza nella comunità cafoscarina e ha rigenerato uno spazio aperto alla città.
Da allora, con le attività e i progetti del Teatro Ca' Foscari, l'Ateneo continua a offrire a studenti, docenti, cittadini, appassionati e artefici dello spettacolo un luogo in cui è possibile recuperare il senso di un impegno comune e rinnovare lo spirito di creatività, il gusto per il dibattito artistico e la capacità di giudizio critico.

  • Spettacoli: 141
  • Residenze artistiche: 32
  • Laboratori/workshop: 38
  • Posti a sedere: 186
  • Presenze in sala: 33250 (le presenze sono riferite a tutte le attività)
  • Studenti collaboratori e stagisti: 73
file pdf2019/2020
La via maestra – ricomporre il presente; Altre strade – sezione giovani compagnie; Laboratori
0.97 M
file pdf2018/2019
Teatro Ca' Foscari per i 150 anni; Spettacoli 2019
733 K
file pdfFebbraio-maggio 2019
Laboratori
0.98 M
file pdf2017/2018
Alterazioni; Correnti alternate
768 K
file pdf2016/2017
Correlazioni – Stare al mondo; Altre destinazioni
700 K
file pdf2015/2016
Latitudini – Paesaggi teatrali
750 K
file pdfFebbraio-giugno 2015
LineaMenti – Profili del pensiero
812 K
file pdfOttobre-dicembre 2014
RiGenerAzioni – Ripensare la scena
360 K
file pdf2013/2014
GenerAzioni teatrali. A chi appartiene il mondo?; Molecole
835 K
file pdf2012/2013
Sussulti, ancora; Molecole: esperienze, laboratori, spettacoli e letture
388 K
file pdf2011/2012
Litanie del Caos; Molecole: esperienze, laboratori, spettacoli e letture
420 K
file pdf2010/2011
Atelier; Ri-scontri: laboratori e proposte
158 K