Cooperazione Transfrontaliera

La Cooperazione transfrontaliera mira a promuovere lo sviluppo regionale integrato fra regioni limitrofe e confinanti (con frontiere marittime o terrestri), che siano parte di due o più Stati membri, oppure di almeno uno Stato membro e un Paese Terzo. Esistono diversi programmi di cooperazione che hanno lo scopo di affrontare le sfide comuni individuate dalle regioni, per uno sviluppo armonioso dell'Unione Europea.

L’Università Ca' Foscari può partecipare a 3 dei programmi attivi:

Italia-Croazia 2021-2027

Il Programma Italia-Croazia mira a rafforzare la cooperazione tra le aree ammissibili promuovendo azioni di sviluppo territoriale integrato, nel quadro delle priorità della politica di coesione dell'Unione. Per il settennio 2021-2027, il programma ha confermato le stesse aree geografiche di Italia e Croazia della precedente programmazione:

Figura 1 - Area di Cooperazione del Programma Italia-Croazia

Italia: Abruzzo (Teramo, Pescara e Chieti), Molise (Campobasso), Puglia (Brindisi, Lecce, Foggia, Bari e Barletta-Andria-Trani), Veneto (Venezia, Padova, Rovigo), Friuli Venezia Giulia (Pordenone, Udine, Gorizia, Trieste), Emilia Romagna (Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini), Marche (Pesaro-Urbino, Ancona, Macerata, Ascoli Piceno, Fermo).

Croazia: Primorsko-goranska, Ličko-senjska, Zadarska, Šibensko-kninska, Splitsko-dalmatinska, Istarska, Dubrovačko-neretvanska e Karlovačka.

Il programma si articola nelle seguenti 5 aree tematiche:

  1. Economia blu: Ricerca e innovazione e competenze per le imprese
  2. Ambiente e resilienza: Adattamento ai cambiamenti climatici, biodiversità e inquinamento dei mari
  3. Trasporti marittimi: Multimodalità e collegamenti transfrontalieri
  4. Cultura e turismo: Sviluppo sostenibile grazie alle risorse turistiche e culturali delle aree costiere
  5. Cooperazione e governance: Miglioramento della collaborazione istituzionale e riduzione degli ostacoli amministrativi.

Per la programmazione 2021-2027 di Interreg Italia-Croazia, saranno messi a disposizione 216,23 milioni di euro. Per l’Università Ca’ Foscari la parte di co-finanziamento fornita dal FESR per il Programma ammonta a un massimo dell’80%, mentre la restante parte è corrisposta dal Fondo di Rotazione per gli organismi di natura pubblica.

Autorità di gestione: Regione Veneto,  interreg@regione.veneto.it

 

 


Italia-Slovenia 2021-2027

Il Programma Interreg Italia-Slovenia mira, anche per la programmazione 2021-2027, a rafforzare la cooperazione tra le aree ammissibili promuovendo azioni di sviluppo territoriale integrato, nel quadro delle priorità della politica di coesione dell’Unione. Il programma si svilupperà in un'ottica di continuità e capitalizzazione con quanto realizzato nel precedente periodo 2014-2020, che ha finanziato 63 progetti nei settori della competitività, ricerca e innovazione, tutela e valorizzazione delle risorse culturali e naturali e servizi transfrontalieri.

Le regioni e le provincie interessate da questi finanziamenti sono le seguenti:

Italia: Veneto (Venezia) e Friuli Venezia Giulia (Udine, Pordenone, Gorizia e Trieste).

Slovenia: Notranjsko-kraška, Osrednjeslovenska, Gorenjska, Obalno-kraška e Goriška.

Per la programmazione 2021-2027 di Interreg Italia-Slovenia saranno messi a disposizione 88,6 milioni di euro. Per l'Università Ca' Foscari la parte di co-finanziamento fornita dal FESR per il Programma ammonta a un massimo dell'80%, mentre la restante parte è corrisposta dal Fondo di Rotazione per gli organismi di natura pubblica.

Autorità di gestione. Regione autonoma Friuli Venezia Giulia,  adg.itaslo@regione.fvg.it

 

 


Italia-Austria 2021-2027

La strategia Interreg VI-A Italia-Austria 2021-2027 è stata progettata sulla base degli obiettivi e requisiti della Commissione europea e sulla base di consultazioni pubbliche e analisi di bisogni, opportunità, sfide, punti di forza e di debolezza nell'area del programma.

Regioni e province partecipanti:

Italia: Trentino Alto Adige (Bolzano), Veneto (Belluno, Vicenza, Treviso – provincia sotto la quale può partecipare Ca' Foscari), Friuli Venezia Giulia (Pordenone, Udine, Gorizia, Trieste).

Austria: Carinzia (Carinzia Bassa, Klagenfurt -Villach, Alta Carinzia), Salisburgo (Salisburgo, Pinzgau -Pongau, Lungau), Tirolo (Innsbruck, Tiroler Oberland, Bassa Tirolo, Außerfern e Osttirol).

 

 

Il Programma si articola nelle seguenti priorità:

  1. Innovazione e imprese (OS 1.1 Ricerca e innovazione)
  2. Cambiamento climatico e biodiversità (OS 2.4 Cambiamento climatico; OS 2.7 Biodiversità)
  3. Turismo sostenibile e culturale (OS 4.6 Cultura e turismo)
  4. Sviluppo locale (OS 5.2 Sviluppo locale, CLLD)
  5. Riduzione ostacoli transfrontalieri di tipo amministrativo (Interreg Amministrazione pubblica efficiente)

Per il settennato 2021-2027 il programma ha una dotazione di 91 milioni di euro di fondi FESR. Per l’Università Ca’ Foscari la parte di co-finanziamento fornita dal FESR per il Programma ammonta a un massimo dell’80%, mentre la restante parte è corrisposta dal Fondo di Rotazione per gli organismi di natura pubblica.

Autorità di gestione: Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige,  peter.gamper@provinz.bz.it

Last update: 18/01/2023