Nuovi materiali

Le grandi invenzioni nascono dai dettagli e a Ca’ Foscari l’innovazione dei materiali è in primo piano per lo sviluppo di prodotti sempre migliori in proprietà, efficienza, ecosostenibilità. Ogni materiale trova molte possibili applicazioni, sviluppate specificatamente per i bisogni dell’azienda e del consumatore, in diversi settori industriali.

Anticontraffazione

Abbiamo sviluppato nanoparticelle luminescenti che possono essere disperse in matrici polimeriche o resine, invisibili a occhio nudo ma rivelabili a seguito di irraggiamento con una sorgente IR, con caratteristiche di minore costo e tossicità abbinate a una maggiore flessibilità di utilizzo. Marker biologici invisibili, non copiabili, compatibili con ogni materiale possono invece dare un’identità legale ai materiali a cui sono applicati, certificando e rendendo univocamente tracciabili opere antiche e moderne.


Beni culturali

Abbiamo messo a punto prodotti e tecnologie per la conservazione di beni mobili e immobili, come coating idrorepellenti additivati con nanoparticelle per la protezione di supporti cellulosici (carte e tessuti), in aggiunta all’ottimizzazione della formulazione di intonaci per il contenimento di processi di risalita capillare e malte idrorepellenti per la protezione di murature storiche.


Chimica e materie plastiche

Il rifiuto solido domestico (FORSU) può essere riutilizzato e valorizzato ottenendone, tramite sintesi batterica, dei polimeri poliesteri termoplastici (PHAs), precursori del biogas e delle bioplastiche.
Materiali micro e nanostrutturati a base di tannini e di lignina estratta dai residui agricoli e forestali sono alla base di molti materiali compositi altamente innovativi, quali coating, vernici, resine che presentano elevate proprietà antimicrobiche, di resistenza alla luce e aumentate proprietà di barriera.


Cosmetica e Nutraceutica

Materiali inorganici e organici, micro e nanostrutturati (come lignine, tannini, silice) possono avere un efficace effetto di filtri UV. Non solo: da componenti di derivazione naturale o da scarti si può creare un’innovativa base cosmetica in grado di rilasciare in modo controllato gli ingredienti attivi presenti, garantendo un’ottimale penetrazione degli stessi sulla pelle e un’efficacia massimizzata.


Edilizia

Vernici depuranti: un termine riduttivo per molti materiali multifunzionali che agiscono come abbattitori di inquinanti e agenti pulenti, funzionando al tempo stesso come rivestimenti superficiali, con proprietà isolanti, decorative e protettive, di particolare utilità nel campo edile.


Fotovoltaico

Le risorse energetiche sostenibili sono un filone di ricerca di particolare interesse a Ca’ Foscari: in particolare il fotovoltaico, in cui si incontrano molte ricerche in corso inclusi processi di economia circolare oggetto di brevetto, e lo sviluppo dei materiali, quali  composti luminescenti in grado di ottimizzare l’efficienza di conversione fotovoltaica delle celle solari e materiali vetrosi compositi (nanostrutturati e non) preparati tramite sintesi fisiche e chimiche per un miglior rendimento energetico dei pannelli solari.


Medicina e farmaceutica

A Ca’ Foscari si preparano nanoparticelle inorganiche e organiche (micro e nanocapsule di tannini, lignina, carbon dots, di silice) da utilizzare come matrici per la somministrazione di farmaci e il rilascio controllato (drug delivery), oltre che come mezzi di contrasto in imaging medicale; si creano farmaci a base peptidica e proteica, come ormoni, citochine e anticorpi, sintetizzati tramite tecniche d’ingegneria genetica e cellulare; si definiscono nuovi composti organometallici per applicazioni chemioterapiche.


Ottica

Le lenti per occhiali da sole possono essere colorate in un’ampia gamma di tinte in modo semplice, sicuro e facilmente integrabile ai flussi produttivi esistenti, grazie a tecniche innovative di colorazione del vetro a base di bagni salini. Grazie a materiali applicati in strati sottili si possono indurire e proteggere superfici (materiale antigraffio) o valorizzarle con scopi decorativi.
Sapevate che, drogando le lenti con composti luminescenti, la luce ultravioletta può essere assorbita efficacemente e cambiare la percezione dei colori? Un metodo che trova applicazione nell’ottica commerciale, in particolare negli sport montani


Tessile

Tra i molti usi che si possono fare della lignina, derivata da scarti agricoli o forestali, c’è anche la creazione di micro e nanomateriali che, incorporati alla base tessile, ne migliorano o innovano le caratteristiche, quali filtri UV o proprietà antimicrobiche.

Last update: 28/09/2021