Studenti extra UE 
Tasse e contributi lauree e lauree magistrali a.a. 2022/2023

Se sei uno studente con cittadinanza extra UE, iscritto per l'anno accademico 2022/2023 ad un corso di Laurea o Laurea magistrale, sei assoggettato alla tassa flat.

Fanno eccezione i corsi in Digital Management, in Hospitality Innovation and e-Tourism e in Integrazione e investimenti fra le due rive del Mediterraneo (MIM) per i quali non sarai assoggettato alla tassa flat ma sarai tenuto alla contribuzione prevista dal corso di studio frequentato.

Ricorda: i pagamenti vanno effettuati tramite i metodi elencati alla pagina Come pagare.

Verifica la tassa flat dovuta sulla base della tua cittadinanza:

Se sei studente con cittadinanza di uno dei seguenti Paesi OCSE (ad esclusione dei Paesi appartenenti all'Unione Europea): Australia, Canada, Cile, Colombia, Corea del Sud, Costa Rica, Giappone, Islanda, Israele, Messico, Nuova Zelanda, Regno Unito, Stati Uniti e Turchia, vieni assoggettato per l’anno accademico 2022/2023 ad una tassa flat di:

  • 1.900,00 Euro se sei iscritto ad un corso di Laurea;
  • 2.100,00 Euro se sei iscritto ad un corso di Laurea magistrale.

Se sei uno studente con cittadinanza dei seguenti Paesi OCSE: Norvegia, San Marino, Svizzera vieni assoggettato per l'anno accademico 2022/2023 alla contribuzione prevista per gli studenti con cittadinanza italiana o comunitaria.

Se sei studente, iscritto ad un corso di Laurea o Laurea magistrale, con cittadinanza di uno dei Paesi a Basso Sviluppo Umano, la cui lista è annualmente approvata dal Ministero dell'Università e della Ricerca, vieni assoggettato per l’anno accademico 2022/2023 ad una tassa flat di 700,00 Euro.

Se sei studente, iscritto ad un corso di Laurea o Laurea magistrale, con cittadinanza di uno dei Paesi extra UE non appartenenti alle prime due categorie, vieni assoggettato per l’anno accademico 2022/2023 ad una tassa flat di 1.200,00 Euro

Tutti gli importi sopra indicati includono la tassa regionale per il diritto allo studio di 176,00 Euro. L' imposta di bollo di 16,00 Euro è dovuta solo per gli immatricolati per il primo anno e per gli immatricolati a seguito di ritiro/decadenza/trasferimento da altro ateneo se ti sei immatricolato nell'anno 2022/2023.

Se sei iscritto con lo status di part-time verserai il 65% della tassa flat dovuta.

Se sei uno studente con lo status di rifugiato o protezione sussidiaria hai diritto all'esonero totale dai contributi, ad eccezione della tassa regionale per il diritto allo studio e dell'eventuale imposta di bollo.

Se sei uno studente con cittadinanza extra UE puoi comunque:

  • richiedere la borsa di studio regionale nella modalità ed entro le scadenze previste dal bando di concorso per l’anno accademico 2022/2023;
  • beneficiare delle riduzioni per merito previste per la generalità degli iscritti. La riduzione sarà applicata in fase di ricalcolo della terza rata, se dovuta.

L'immatricolazione di studenti non comunitari richiedenti il visto nell'a.a. 2022/2023 prevede scadenze diverse per il pagamento delle rate.
Attenzione: se intendi richiedere la borsa di studio regionale, dovrai comunque trasmettere la Richiesta agevolazioni entro il 3 ottobre 2022 e pagare la prima rata necessariamente entro il 3 ottobre 2022 se ti immatricoli ad un corso di laurea, entro il 19 dicembre 2022 se ti immatricoli ad un corso di laurea magistrale. 

Attenzione: puoi beneficiare della riduzione ISEE (se in possesso dell'attestazione ISEE valevole per le provvidenze sul diritto allo studio universitario, di cui al D.P.C.M. 159/2013, pari o inferiore a 60.000 Euro presentata entro le scadenze amministrative decise per l’anno accademico 2022/2023 e di tutte le condizioni di merito) solo se hai i requisiti per l'equiparazione ai cittadini italiani/comunitari:

  • il tuo nucleo familiare ha il domicilio fiscale in Italia da almeno 2 anni (art. 58 del DPR 600/73) con riferimento alle dichiarazioni dei redditi degli anni 2020 e 2021;
  • ai sensi della direttiva 2004/38/CE, sei familiare di cittadini italiani o UE o se, ai sensi della direttiva 2003/109/CE, di soggiornanti di lungo periodo.

Per ottenere l'equiparazione devi presentare al Settore Diritto allo studio, Disabilità, Equità e Inclusione, entro e non oltre il 19 dicembre 2022 (solamente per gli studenti formalmente rinunciatari alla sessione straordinaria di laurea dell'a.a.2021/2022 la scadenza è posticipata al 31 marzo 2023), la dichiarazione di domicilio fiscale.

Rate contribuzione

La contribuzione per l'a.a. 2022/2023 è suddivisa in tre rate. L'iscrizione all'anno accademico si effettua con il pagamento della prima rata, da tutti dovuta. 
L'importo effettivo per l'intero anno accademico è calcolato sulla base della eventuale presentazione della Richiesta di agevolazioni, dell'attestazione ISEE e del rispetto dei requisiti di merito, entro le scadenze. 

La prima rata è di 500,00 Euro comprende la tassa regionale per il diritto allo studio di 176,00 Euro e il contributo onnicomprensivo.
In aggiunta all'importo della prima rata è dovuta l'imposta di bollo pari a 16,00 Euro solo per gli immatricolati per il primo anno e per gli immatricolati a seguito di ritiro/decadenza/trasferimento da altro ateneo.

Il pagamento dell'importo della prima rata e è previsto entro il 3 ottobre 2022.

L'immatricolazione ai corsi di Laurea ad accesso libero è anche consentita con il versamento della prima rata entro il 2 novembre 2022 e l'addebito della mora di 50,00 Euro.
L'immatricolazione ai corsi di Laurea magistrale ad accesso libero è anche consentita con il versamento della prima rata dal 15 novembre al 19 dicembre 2022 (con eventuale addebito della mora).
L'immatricolazione ai corsi ad accesso programmato di Laurea e Laurea magistrale è regolata secondo le scadenze previste dai rispettivi bandi di concorso.

Puoi versare al momento dell'iscrizione solo la tassa regionale per il diritto allo studio e l'eventuale imposta di bollo se sei uno studente:

  • beneficiario di borsa di studio regionale o risultato idoneo alla stessa nell'anno accademico 2021/2022 e non ti iscrivi ad un anno fuori corso; sei inoltre in possesso dei requisiti previsti dal bando e ripresenti la domanda di borsa di studio per l'anno accademico 2022/2023. Nel caso in cui manchi anche una sola di queste condizioni dovrai contattare anticipatamente il Settore Diritto allo studio, Disabilità, Equità e Inclusione;
  • beneficiario o figlio di beneficiari della pensione di inabilità, stabilita dall'art.12 della Legge 118/71, secondo quanto previsto dall'art.30 della stessa Legge;
  • straniero beneficiario di borsa di studio del Governo Italiano nell'ambito dei programmi di cooperazione allo sviluppo;
  • se sei uno studente con lo status di rifugiato o protezione sussidiaria.

Nel caso in cui l'importo versato sia superiore a quanto effettivamente dovuto, la differenza ti verrà rimborsata in ogni caso nel periodo estivo esclusivamente mediante accredito sulla CartaConto dell'Ateneo.

La determinazione dell'importo effettivamente dovuto avverrà:

  • nel mese di novembre 2022 se, entro il 3 ottobre 2022, effettuerai correttamente la procedura di richiesta della riduzione e sarai in possesso di tutte le condizioni necessarie per l'ottenimento del beneficio;
  • nel mese di aprile 2023 se effettuerai la procedura di richiesta della riduzione successivamente alla scadenza del 3 ottobre 2022; in questo caso ti sarà addebitata la mora di 50,00 Euro. In attesa del ricalcolo di aprile, dovrai in ogni caso versare l'importo della seconda rata.

Se paghi in ritardo

È possibile pagare oltre le scadenze, ma devi versare il diritto di mora di:

  • 50,00 Euro se paghi la prima rata dal 4 ottobre 2022 al 2 novembre 2022;
  • 100,00 Euro se paghi la prima rata dal 3 novembre 2022 in poi.

La seconda rata è pari a 700,00 Euro

Il pagamento dell'importo è previsto entro il 12 dicembre 2022 (ad eccezione degli studenti immatricolati al primo anno di laurea magistrale per i quali la scadenza è il 19 dicembre 2022).

Se paghi in ritardo

È possibile pagare oltre le scadenze, ma devi versare il diritto di mora di:

  • 50,00 Euro se paghi la seconda rata dal 13 dicembre 2022 al 22 dicembre 2022;
  • 100,00 Euro se paghi la seconda rata dal 23 dicembre 2022 in poi.

La terza rata, se dovuta, è data dalla differenza tra l'importo complessivo da pagare e l'importo versato con la prima e la seconda rata e sarà determinata nel mese di aprile 2023 a seguito del ricalcolo delle tasse effettivamente dovute per l'intero anno accademico.

Il pagamento dell'importo della terza rata è previsto entro il 15 maggio 2023.

Le riduzioni "solo merito", "incentivo alla velocità" e "incentivo famiglie" saranno applicate in fase di ricalcolo della terza rata.

Se paghi in ritardo

È possibile pagare oltre le scadenze, ma devi versare il diritto di mora:

  • 50,00 Euro se paghi la terza rata dal 16 maggio 2023 al 25 maggio 2023;
  • 100,00 Euro se paghi la terza rata dal 26 maggio 2023 in poi.

Approfondimenti

Accedendo all'Area riservata del sito www.unive.it (selezionando il menu Servizi Segreteria Studenti> Pagamenti), potrai verificare:

  • la regolarità dei pagamenti pregressi;
  • i dati relativi agli importi versare.

Se hai pagato la prima e la seconda rata per il nuovo anno accademico e ti laurei nella sessione autunnale (ottobre - dicembre) o nella sessione straordinaria (febbraio - aprile) del precedente, le stesse ti verranno rimborsate d'ufficio (al netto dell'importo della marca da bollo e della tassa regionale per il diritto allo studio) nel periodo estivo esclusivamente mediante accredito sulla CartaConto dell'Ateneo. Per maggiori informazioni puoi consultare la pagina modalità di ammissione, domanda di laurea e rinuncia.

Se sei laureando nella sessione straordinaria e sei risultato idoneo/vincitore di borsa per il diritto allo studio devi comunque contattare il Settore diritto allo studio e disabilità.

L'eventuale ritiro o decadenza dagli studi comporta il versamento delle tasse previste dalla contribuzione massima oppure calcolate sulla base della propria condizione di merito/reddito (qualora tu possa beneficiare delle agevolazioni) perdendo, comunque, il diritto ad un eventuale rimborso.
Verifica le scadenze e le modalità di presentazione della domanda alla pagina del ritiro/decadenza.
Se sei risultato idoneo/vincitore di borsa per il diritto allo studio devi comunque contattare il Settore Diritto allo Studio, Disabilità, Equità e Inclusione.

Le spese sostenute per l'iscrizione ai corsi di studi universitari possono essere detratte con la dichiarazione dei redditi. Sono ammesse in detrazione le spese di iscrizione (tasse e contributi) al corso di Laurea / Laurea magistrale.

Last update: 22/06/2022