Laboratorio di Didattica dell'InterComprensione romanza (DICRom)

l Laboratorio di Didattica dell’Intercomprensione Romanza (DICRom), concepito all’interno del Centro di Didattica delle Lingue, fa parte della rete europea Redinter, finalizzata alla promozione del bilinguismo attraverso l’intercomprensione tra parlanti di lingue vicine, come appunto le lingue neolatine.

Obiettivo del laboratorio DICRom è di sensibilizzare i discenti al multilinguismo, avviando un processo naturale di integrazione spendibile anche verso altre culture e famiglie di lingue. 
In particolare, a partire dai risultati dei diversi progetti fino ad oggi realizzati nell’ambito dei programmi europei,  l’attività di ricerca, formazione e creazione di materiali didattici del Labopratorio DICRom ha lo scopo di studiare e sperimentare nuove metodologie a supporto della didattica dell’intercomprensione nei vari ambiti di utilizzo: scuola e lavoro, discenti giovani e adulti, ecc.

Direttore: Marie-Christine Jamet 
Coordinatore: Marcella Menegale

Collaborazioni e soggetti aderenti

Al laboratorio collaborano i docenti: Paolo Balboni, Fabio Caon, Vanessa Castagna, Eugenia Sainz, Iulia Zegrean, Alberto Morales, Marcela Calabia, Barbara d'Annunzio
Al laboratorio aderiscono: Laboratorio di didattica dell'intercomprensione romanza - DICRom, Laboratorio Italiano come lingua straniera - Itals


Intercomprensione

“L’intercomprensione è una forma di comunicazione in cui ciascuno usa la propria lingua materna e capisce quella dell’altro”

Doyé, P., Intercomprehension, Coucil of Europe, 2005.

Documenti allegati

L’Intercomprensione tra lingue vicine è una nuova metodologia per apprendere le lingue, che consente di imparare a capire velocemente più lingue straniere della stessa famiglia linguistica. In pratica, si tratta di sviluppare delle strategie cognitive e metacognitive che permettono di sfruttare il bagaglio linguistico che già si possiede, potenziandolo in modo naturale e soprattutto rapido, creando continui ponti tra le lingue e portando ad una comprensione ricettiva delle lingue vicine. L’intercomprensione si presenta come una delle chiavi possibili in risposta all’imperativo dettato dall’Europa di preservare la ricchezza data dalla diversità linguistica e culturale dei suoi popoli e di promuovere il multilinguismo introducendo delle metodologie didattiche innovative. 


Formazione

Corso di didattica dell'intercomprensione

Dove: Presso le scuole che lo richiedono
Destinatari: gruppi (ridotti o estesi) di docenti di una singola scuola o di reti 
Obiettivi: introdurre i docenti alla metodologia dell’intercomprensione; considerare gli aspetti di inserimento dell’intercomprensione nel curricolo, le attività didattiche e i materiali esistenti per le diverse fasce d’età; considerare gli aspetti di collaborazione tra docenti per la promozione dell’educazione linguistica.
Durata: in base alle esigenze formative e alle richieste dell’istituto.
Per informazioni: Marcella Menegale

Slides corsi conclusi

icoMondolatino: lezione-concerto multi linguistica
6/3/2012
6.2 M