Fondo Europeo per gli Affari Marittimi, la Pesca e l'Acquacoltura (FEAMPA) 2021-2027

Unione Europea
Repubblica Italiana
Regione del Veneto
Fondo Europeo per gli Affari Marittimi, la Pesca e l'Acquacoltura (FEAMPA) 2021-2027

Il FEAMPA è il Fondo per la politica marittima, della pesca e dell’acquacoltura dell'Unione europea, che sostituisce per il nuovo settennio di programmazione 2021-2027 il precedente programma FEAMP.

Il Fondo utilizza risorse messe a disposizione dall'Unione europea, assegnate in base alle dimensioni del settore ittico di ognuno dei 27 Paesi membri, e cofinanziamenti nazionali e regionali. L'italia dispone di 518.216.830 euro di fondi europei e di 469.073.973 euro di cofinanziamento nazionale per il periodo 2021-2027.

Ogni Paese predispone un programma operativo (PO), specificando le modalità di utilizzo delle risorse assegnate in base alle 4 priorità strategiche che il Fondo promuove:

  • la pesca sostenibile, il ripristino e la conservazione delle risorse biologiche acquatiche (47% delle risorse)
  • attività di acquacoltura sostenibile, la trasformazione e commercializzazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura, contribuendo alla sicurezza alimentare dell’Ue (32% delle risorse)
  • la crescita di un’economia blu sostenibile nelle aree costiere, insulari e interne e lo sviluppo delle comunità di pesca e acquacoltura – FLAG (11% delle risorse)
  • la governance internazionale del complesso delle acque salate che circondano i continenti e le isole e oceani e mari sicuri, protetti, puliti e gestiti in modo sostenibile (1% delle risorse).

Oltre all'assistenza tecnica per l'implementazione degli interventi cui va il 6% delle risorse finanziarie.

Il Fondo, istituito dall'Unione europea, ha come base giuridica il Regolamento sulle disposizioni comuni (Reg. UE n. 1060/2021) di attuazione di sette diversi strumenti finanziari dell’UE e il Regolamento specifico per il Fondo Europeo per gli Affari Marittimi, la Pesca e l’Acquacoltura (Reg. UE n. 1139/2021)

Per l’Italia l’Autorità di Gestione del Programma è il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste - Direzione Generale della Pesca Marittima e dell’Acquacoltura, mentre la Regione del Veneto è organismo intermedio.

Grazie alle risorse messe a disposizione da questo Fondo con la precedente programmazione, i ricercatori di Ca’ Foscari hanno già potuto condurre attività quali il monitoraggio della biodiversità e della sostenibilità ambientale della pesca artigianale nella laguna di Venezia; la valutazione dell'importanza degli scambi mare-laguna per il mantenimento degli stock ittici soggetti a sfruttamento commerciale attraverso il monitoraggio bioacustico; l'analisi delle specie ittiche aliene che hanno invaso la laguna causando problemi per le popolazioni autoctone, grazie all’impiego di una tecnologia acustica attiva mai sperimentata prima nell’area di studio.

Last update: 14/02/2024