Nucleo di valutazione

I Nuclei di Valutazione sono stati istituiti dalla legge di accompagnamento alla Finanziaria del 1994 (legge 537 del 24 dicembre 1993). I Nuclei hanno il compito di svolgere la valutazione della gestione amministrativa, delle attività didattiche e di ricerca, degli interventi di sostegno al diritto allo studio, verificando anche mediante analisi comparative dei costi e dei rendimenti, il corretto utilizzo delle risorse pubbliche, la produttività della ricerca e della didattica, nonché l'imparzialità e il buon andamento dell'azione amministrativa.
A Ca' Foscari il Nucleo di Valutazione è regolato dall'art. 17 dello Statuto di Ateneo. Al Nucleo di Valutazione è attribuita la funzione di verifica della qualità e dell’efficacia dell’offerta didattica, anche sulla base degli indicatori individuati dalle commissioni paritetiche docenti-studenti, nonché la funzione di verifica dell’attività di ricerca svolta dai Dipartimenti e della congruità del curriculum scientifico o professionale dei titolari dei contratti di insegnamento di cui all’Art. 23 comma 1 Legge 30 dicembre 2010, n. 240. Al Nucleo sono altresì attribuite, in raccordo con l’attività dell’A.N.V.U.R., le funzioni previste dall’Art. 14 D. Lgs. 27 ottobre 2009, n. 150, relative alle procedure di valutazione delle strutture e del personale, al fine di promuovere nelle università, in piena autonomia e con modalità organizzative proprie, il merito e il miglioramento della performance organizzativa e individuale.

Componenti

I componenti del Nucleo di valutazione durano in carica 3 anni e sono nominati dal Rettore su indicazione del Consiglio di amministrazione. I componenti devono essere in prevalenza esterni all’Ateneo.

prof. Matteo Turri - Curriculum [PDF] - Coordinatore

sig.ra Francesca Ballin

dott.ssa Marzia Foroni - Curriculum [PDF]

sig.ra Maria Schiavone - Curriculum [PDF]

prof. Domenico Sartore - Curriculum [PDF]

verbali delle sedute del Nucleo sono pubblicati nel sito intranet di Ateneo.

Il sistema AVA (Autovalutazione, Valutazione periodica, Accreditamento) costituisce l’insieme delle attività dell’ANVUR (Agenzia Nazionale per la Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca) in attuazione delle disposizioni della legge 20/12/2010, n. 240 e del decreto legislativo 27/01/2012 n. 19, che prevedono l’introduzione del sistema di accreditamento iniziale e periodico dei corsi di studio e delle sedi universitarie, della valutazione periodica della qualità, dell’efficienza e dei risultati conseguiti dagli atenei e il potenziamento del sistema di autovalutazione della qualità e dell’efficacia delle attività didattiche e di ricerca delle università.

Le Università hanno iniziato ad applicare progressivamente il sistema integrato AVA a partire dal 2013.

I Nuclei di valutazione di Ateneo svolgono per l’ANVUR una attività di analisi-revisione di una serie di informazioni da concludere entro il 30 aprile di ciascun anno, e inviano una relazione sull’opinione degli studenti frequentanti in merito alle attività didattiche, alle strutture e ai servizi.

Relazione annuale Nucleo di Valutazione 2017

icoRelazione annuale del Nucleo di Valutazione (ottobre 2017) 4.7 M
icoAllegato 1 - Allegato statistico (ottobre 2017)1.3 M
icoAllegato 2 - Relazione su rilevazione opinioni studenti e laureandi (aprile 2017)555 K
icoPresentazione Ateneo Relazione Nucleo AVA e Performance (novembre 2017)2.8 M

Relazioni anni precedenti

icoRelazione annuale Nucleo di Valutazione interna 30 aprile 20163.1 M
icoRelazione annuale Nucleo di Valutazione interna 30 aprile 20151.5 M
icoRelazione annuale Nucleo di Valutazione interna 30 aprile 20141.3 M
icoRelazione annuale Nucleo di Valutazione interna 30 aprile 20131.1 M

In base all’art. 14 del D.Lgs. n. 150/2009, il Nucleo in qualità di organismo indipendente di valutazione della performance deve assolvere alle seguenti funzioni:

  1. monitora il funzionamento complessivo del sistema della valutazione, della trasparenza e integrità dei controlli interni ed elabora una relazione annuale sullo stato dello stesso;
  2. comunica tempestivamente le criticità riscontrate ai competenti organi interni di governo ed amministrazione, nonché alla Corte dei conti, all'Ispettorato per la funzione pubblica e alla Commissione di cui all'articolo 13;
  3. valida la Relazione sulla performance di cui all'articolo 10 e ne assicura la visibilità attraverso la pubblicazione sul sito istituzionale dell'amministrazione;
  4. garantisce la correttezza dei processi di misurazione e valutazione, nonché dell'utilizzo dei premi di cui al Titolo III, secondo quanto previsto dal presente decreto, dai contratti collettivi nazionali, dai contratti integrativi, dai regolamenti interni all'amministrazione, nel rispetto del principio di valorizzazione del merito e della professionalità;
  5. propone, sulla base del sistema di cui all'articolo 7, all'organo di indirizzo politico-amministrativo, la valutazione annuale dei dirigenti di vertice e l'attribuzione ad essi dei premi di cui al Titolo III;
  6. è responsabile della corretta applicazione delle linee guida, delle metodologie e degli strumenti predisposti dalla Commissione di cui all'articolo 13;
  7. promuove e attesta l'assolvimento degli obblighi relativi alla trasparenza e all'integrità di cui al presente Titolo;
  8. verifica i risultati e le buone pratiche di promozione delle pari opportunità.

L'Organismo indipendente di valutazione, sulla base di appositi modelli forniti dalla Commissione di cui all'articolo 13, cura annualmente la realizzazione di indagini sul personale dipendente volte a rilevare il livello di benessere organizzativo e il grado di condivisione del sistema di valutazione nonché la rilevazione della valutazione del proprio superiore gerarchico da parte del personale, e ne riferisce alla predetta Commissione. Inoltre con l'approvazione del decreto legge 21 giugno 2013 n. 69 recante disposizioni urgenti per il rilancio dell'economia (c.d. "decreto del fare"), in seguito convertito dalla legge n. 98/2013 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 20 agosto 2013, si è determinato il trasferimento dalla CiVIT all'ANVUR delle competenze relative al sistema di valutazione delle attività amministrative delle università.

Consulta i documenti di Ateneo nella sezione amministrazione trasparente.

Il Nucleo di valutazione produce un rapporto che descrive l’Ateneo attraverso il trend triennale di 40 indicatori nelle aree seguenti:

  • dimensione e organizzazione
  • formazione
  • ricerca
  • internazionalizzazione
  • servizi agli studenti

Per ogni indicatore viene offerta una sintesi iniziale che dà conto dell’ultimo valore osservato e rappresenta graficamente il trend degli ultimi anni.

icoCa' Foscari in 40 indicatori - Rapporto 2016716 K
icoCa' Foscari in 40 indicatori - Rapporto 2015725 K
icoCa' Foscari in 40 indicatori - Rapporto 20140.9 M

La Legge n. 537/1993 (art. 5 cc. 22 e 23) ha istituito i Nuclei di valutazione nelle università

con il compito di verificare, mediante analisi comparative dei costi e dei rendimenti, la corretta gestione delle risorse pubbliche, la produttività della ricerca e della didattica, nonché l'imparzialità ed il buon andamento dell'azione amministrativa. I nuclei determinano i parametri di riferimento del controllo anche su indicazione degli organi generali di direzione, cui riferiscono con apposita relazione almeno annualmente.

Inoltre in ottemperanza all’art.5 comma 21 della citata Legge, il Nucleo predispone una relazione al Bilancio Consuntivo annuale dell’Ateneo.

icoRelazione al consuntivo 2015790 K
icoRelazione al consuntivo 2014529 K
icoRelazione al consuntivo 2013773 K
icoRelazione al consuntivo 2012709 K