Studenti: soggiorno, assicurazioni, trasporti

Vaporetto a Venezia

In questa pagina gli studenti internazionali possono trovare tutte le informazioni per vivere in Italia e a Venezia in particolare: come ottenere i documenti necessari alla permanenza in Italia (codice fiscale e permesso di soggiorno), come godere di assicurazione sanitaria, come trovare un alloggio e muoversi con i mezzi di trasporto pubblico a Venezia.

Consulta anche la pagina sulla Carta Multiservizi, il documento di riconoscimento personale in ambito universitario che consente l'accesso alle biblioteche, la possibilità di effettuare fotocopie e di ottenere una comoda carta di pagamento prepagata e ricaricabile.

Cos'è

Il Codice Fiscale in Italia è lo strumento di identificazione del cittadino nei rapporti con gli enti e le amministrazioni pubbliche. È un insieme di 16 caratteri alfanumerici (lettere e numeri che riproducono i tuoi dati anagrafici: cognome, nome, sesso, luogo e data di nascita).

Il Codice Fiscale viene rilasciato dall’Agenzia delle Entrate. Ai cittadini che hanno diritto anche all’assistenza sanitaria del Servizio Sanitario Nazionale viene rilasciata la tessera sanitaria (che contiene anche il Codice Fiscale).

Come richiederlo

A partire dal 26 agosto 2013 potrai richiedere il Codice Fiscale direttamente presso l’Ufficio Relazioni Internazionali - Settore Welcome, grazie alla collaborazione con l’Agenzia delle Entrate, l’ente preposto al rilascio del documento. Qualora desiderassi ricevere il Certificato di Attribuzione di Codice Fiscale attraverso il nostro ufficio, puoi scrivere un’email a  immigrationteam@unive.it.

In alternativa, prima del tuo arrivo a Venezia, puoi Richiedere il Certificato di Attribuzione di Codice Fiscale all’autorità diplomatica italiana più vicina nel tuo paese di residenza (in questo caso ti chiederemmo gentilmente di inviarci copia del codice fiscale a   immigrationteam@unive.it).

Contatti e prenotazioni

Cittadini UE

Se sei cittadino UE puoi soggiornare in Italia fino a 3 mesi con un semplice documento d'identità valido per l'espatrio rilasciato dal tuo Paese. Trascorsi 3 mesi dall'ingresso, ti dovrai iscrivere all'Anagrafe del comune di residenza, presentando i seguenti documenti: autocertificazione di iscrizione, copertura sanitaria e documentazione attestante la disponibilità economica.

Cittadini extra-UE

Se sei cittadino extra UE e intendi soggiornare in Italia per più di 3 mesi dovrai richiedere il permesso di soggiorno entro 8 giorni dal tuo ingresso in Italia.
Grazie alla collaborazione con Poste italiane e con la Questura di Venezia - Ufficio Immigrazione, l'Ufficio Relazioni Internazionali - Settore Welcome offre assistenza nella richiesta del permesso di soggiorno.
La procedura richiede i seguenti passaggi:

  1. Per prima cosa, recati in un qualunque ufficio postale (Poste Italiane) e chiedi il kit per  il permesso di soggiorno. Ti verrà consegnata una busta bianca e gialla, con all’interno  i moduli da compilare.
  2. Il Settore Welcome è a tua disposizione per la consulenza necessaria alla preparazione dei documenti e alla compilazione dei moduli relativi (Kit). Se hai bisogno di un aiuto nella compilazione dei moduli prenota un appuntamento sia online che in presenza presso il nostro ufficio.
  3. Consegna di una copia dei documenti e pagamento della tassa presso un ufficio postale. Al termine l'operatore di Poste ti consegnerà la ricevuta della raccomandata. Conservala e potrai utilizzarla per iscriverti all'anagrafe e al Servizio Sanitario.
    Sulla ricevuta sono stampati due codici identificativi personali (user id e password), tramite i quali potrai conoscere lo stato della tua pratica dal sito www.portaleimmigrazione.it, oppure verificare sul sito della Questura se il permesso di soggiorno è pronto per essere ritirato.
    Oltre alla ricevuta ti verrà comunicata la data in cui presentarti in Questura per il primo appuntamento.
  4. Appuntamento in Questura per la verifica dei documenti consegnati in Posta. In Questura dovrai consegnare: quattro fotografie in formato tessera con sfondo bianco, gli originali dei documenti inviati con il kit, il passaporto in originale e la ricevuta della raccomandata del kit.
    Durante l'appuntamento ti prenderanno le impronte digitali.
  5. Se hai scritto un numero di telefono italiano nel form inviato via Posta, riceverai un SMS quando il tuo permesso è pronto. Vai a ritirare il tesserino nell’ora e data indicata nell’SMS. Se ti recherai a ritirare il tesserino in altri momenti, potresti non essere ricevuto. Nel caso tu non sia potuto andare nell’ora e data indicata, ti consigliamo di consultare il sito della Questura alla pagina questure.poliziadistato.it/servizio/orari/5730dc9d27b27587077239 alla voce “Ritiro permessi pronti” per sapere gli orari di ritiro dei tesserini.
  6. Invia una copia del tuo Permesso di Soggiorno fronte e retro a  immigrationteam@unive.it

Documenti allegati

Per maggiori informazioni

Ufficio Relazioni Internazionali - Settore Welcome
Tel. 041 234 7575
  immigrationteam@unive.it

Contatti e prenotazioni

Procedure per gli studenti internazionali per ottenere un Green Pass 

Le seguenti linee guida hanno lo scopo di definire le 5 (cinque) categorie principali di studenti internazionali che hanno bisogno di ottenere un Green Pass per avere accesso a lezioni in presenza, edifici e strutture universitarie. 

Un Green Pass rilasciato da uno degli Stati membri dell'UE è automaticamente riconosciuto in Italia.

Inoltre, i certificati di avvenuta vaccinazione e quelli che attestano la completa guarigione dal virus SARS-CoV-2, rilasciati dalle autorità competenti di Canada, Israele, Giappone, Regno Unito o Stati Uniti sono riconosciuti come equivalenti al Green Pass europeo.

Qualsiasi certificato di avvenuta guarigione non deve risalire a prima di 6 mesi e il corrispondente Green Pass sarà valido fino a 6 mesi dopo la data di guarigione indicata.

Attenzione: questo caso si riferisce solo agli studenti che hanno ottenuto i suddetti certificati in paesi diversi da quelli elencati nel Caso A (vedasi sopra).

Se siete già in possesso di un certificato vaccinale rilasciato da un Paese non europeo, è possibile richiedere il riconoscimento da parte delle autorità italiane per ottenere un Green Pass, inviando una mail a  commissario.vaccini@aulss3.veneto.it.

L’e-mail deve includere tutti i seguenti allegati:

  • il vostro codice fiscale italiano (fornitovi dalla Ca’ Foscari)
  • copia di un documento d’identità o passaporto in formato PDF
  • il certificato vaccinale rilasciato da un’autorità sanitaria straniera, che DEVE riportare esplicitamente i seguenti dati:

    • informazioni personali (nome e cognome; data di nascita)
    • dettagli sulla vaccinazione: nome del vaccino; lotto vaccinale; data/e della somministrazione (della singola dose o di prima e seconda dose)
    • dettagli sull'autorità che ha rilasciato il certificato (nazione; nome dell'autorità sanitaria)

Attenzione: il Green Pass può essere rilasciato solo per i vaccini attualmente approvati dall'Agenzia europea per i medicinali (EMA) e dall'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA): Comirnaty (Pfizer BioNTech); Spikevax (Moderna); Vaxzevria (AstraZeneca); Covid-19 Vaccine Janssen (Janssen-Johnson & Johnson); Covishield (Serum Institute of India); R-CoVI (R-Pharm); Covid-19 vaccine-recombinant (Fiocruz).

Il vostro certificato di vaccinazione, in formato cartaceo o digitale, deve fornire tutte le informazioni pertinenti in italiano o in inglese. Se il documento è stato redatto in una lingua diversa, deve essere accompagnato da una traduzione certificata in inglese o in italiano.

Se avete ricevuto la prima dose di un vaccino approvato dal Governo italiano, dopo la guarigione da SARS-CoV-2, potete richiedere il Green Pass ma dovrete fornire entrambi i certificati: di vaccinazione e di guarigione (vedasi Caso D di seguito).

Se non siete iscritti al Servizio Sanitario Nazionale italiano, e non siete quindi in possesso della tessera sanitaria nazionale, potete prenotare un appuntamento per la vaccinazione inviando una mail a  commissario.vaccini@aulss3.veneto.it.

L’e-mail deve includere tutti i seguenti allegati:

  • il vostro codice fiscale italiano (fornitovi dalla Ca’ Foscari)
  • copia di un documento d’identità o passaporto in formato PDF 
  • un'autodichiarazione che attesti l'avvenuta iscrizione come studenti dell’università Ca' Foscari (potete scaricare il documento PDF "Autodichiarazione iscrizione a Ca' Foscari" da compilare e firmare, attualmente disponibile solo in italiano; qui una guida PDF in lingua inglese per aiutarvi a compilare il modulo)

Sarà fondamentale che, il giorno della vaccinazione, portiate con voi i seguenti documenti presso l’hub di vaccinazione:

  • il vostro codice fiscale italiano (fornitovi dalla Ca’ Foscari)
  • auto-dichiarazione che attesti l'avvenuta iscrizione come studenti dell’università Ca' Foscari 
  • Modulo di consenso informato (Si prega di scaricare il modulo di inglese e gli allegati con le informazioni generali sui possibili vaccini: Pfizer/BioNTech, Moderna, AstraZeneca, Johnson&Johnson). Il modulo di consenso dichiara la vostra decisione personale di voler ricevere il vaccino. Gli allegati comprendono: informazioni generali sui vaccini; possibili effetti collaterali; avvertenze e precauzioni, comprese tutte le condizioni mediche che potrebbero interferire con la vaccinazione. 

Nota bene: Ca' Foscari consiglia vivamente di inoltrare il modulo e gli allegati ad un medico di base nel vostro paese di origine, al fine di raccogliere tutte le informazioni relative alla vostra personale storia medica, così da discutere le eventuali condizioni mediche che potrebbero interferire con la vaccinazione e valutare i rischi connessi alla somministrazione del vaccino. Qualsiasi informazione rilevante a questo proposito deve essere riferita ai medici o agli operatori sanitari nel giorno della somministrazione.

Attenzione: questo caso si riferisce solo agli studenti che hanno ottenuto il certificato di guarigione da paesi diversi da quelli elencati nel Caso A (vedasi sopra).

Se siete già in possesso di un documento che dichiara la vostra guarigione da infezione SARS-CoV-2 rilasciato da un Paese non europeo, è possibile richiedere il riconoscimento da parte delle autorità italiane, per ottenere un Green Pass, inviando una mail a  commissario.vaccini@aulss3.veneto.it.

L’e-mail deve includere tutti i seguenti allegati:

  • il vostro codice fiscale italiano (fornitovi dalla Ca’ Foscari)
  • copia di un documento d’identità o passaporto in formato PDF
  • un documento che dichiara la vostra guarigione rilasciato da un’autorità sanitaria straniera, che deve riportare esplicitamente i seguenti dati: 

    • informazioni personali (nome e cognome; data di nascita)
    • informazioni sul vostro contagio da SARS-CoV-2 a partire dal primo tampone con risultato positivo (è necessario indicare la data esatta del primo tampone molecolare con esito positivo)
    • dettagli sull'autorità che ha rilasciato il certificato (nazione; nome dell'autorità sanitaria)
    • una data di rilascio entro i sei 6 mesi dalla richiesta di riconoscimento (il relativo Green Pass sarà valido fino a 6 mesi dopo la data di guarigione)

Il documento comprovante la vostra guarigione, in formato cartaceo o digitale, deve fornire tutte le informazioni pertinenti in italiano O in inglese. Se il documento è stato redatto in una lingua diversa, deve essere accompagnato da una traduzione certificata in inglese o in italiano.

Se avete ricevuto la prima dose di un vaccino approvato dal Governo italiano, dopo la guarigione da SARS-CoV-2, potete richiedere il Green Pass ma dovrete fornire entrambi i certificati: di vaccinazione e di guarigione (vedasi Caso B).

Nel caso in cui abbiate ricevuto la vaccinazione completa con vaccino non riconosciuto da EMA da più di 28 giorni e da meno di 6 mesi, potete ottenere il Green pass ricevendo una dose aggiuntiva di vaccino di tipo m-RNA tra quelli riconosciuti da EMA (dose booster).

Nel caso in cui abbiate ricevuto la vaccinazione completa con vaccino non riconosciuto da EMA da più di 6 mesi, potete ottenere il Green pass ricevendo un nuovo ciclo vaccinale completo con un vaccino tra quelli riconosciuti da EMA.

In entrambi i casi, al fine di prenotare le vaccinazioni integrative, si rimanda al punto C. Rispetto alla documentazione richiesta al suddetto punto C, si ricorda di allegare alla e-mail da inviare a  commissario.vaccini@aulss3.veneto.it (e di portare con sé il giorno della vaccinazione integrativa) anche il certificato vaccinale relativo alla prima vaccinazione effettuata con vaccino non riconosciuto da EMA.

Per qualsiasi dubbio di natura sanitaria vi consigliamo di rivolgervi ad un medico di base nel vostro paese d'origine.

Attenzione: Oltre ai cinque casi sopra descritti, potrebbero verificarsi altre situazioni, tra cui quella di studenti che prevedono di arrivare in Italia dopo aver ricevuto solo la prima dose di uno dei vaccini approvati in Italia che richiedono due dosi. In questo caso particolare, non abbiamo ancora informazioni specifiche disponibili sulla procedura da seguire, quindi invitiamo gli studenti di questa categoria ad evitare di raggiungere l'Italia fino a quando non avranno ricevuto la seconda dose.

Nei casi in cui la Certificazione Verde Covid-19 non sia stata generata e non sia stata rilasciata (es. per problemi tecnici), l'obbligo di possesso della stessa è comunque rispettato a seguito della presentazione da parte dell'interessato/a di un certificato rilasciato dalla struttura sanitaria competente comprovante l’inoculamento almeno della prima dose vaccinale Sars-CoV-2, la guarigione dall'infezione da Sars-CoV-2 oppure l'effettuazione del test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo.

Contatti:  immigrationteam@unive.it

Maggiori informazioni: Certificazione verde covid-19

Allegati

Assicurazione sanitaria

Gli studenti appartenenti agli Stati dell'Unione Europea che non trasferiscono la residenza in Italia possono godere dell'assistenza sanitaria grazie alla Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) rilasciata dall’istituzione sanitaria del Paese di provenienza.

Se sprovvisti, è necessario contattare, meglio se prima della partenza, l’istituzione sanitaria competente per il rilascio.

La tessera TEAM consente l’accesso diretto al Servizio Sanitario Nazionale (per esempio, la visita di un medico, l’accesso alle strutture ospedaliere o ai centri sanitari convenzionati). L’obiettivo generale è quello di garantirti un’assistenza tale da poter proseguire il tuo soggiorno. In ogni caso, considera che la tessera non copre eventuali costi di assistenza sanitaria privata che sono a pagamento e di cure programmate per le quali è necessario farsi rilasciare dall’istituzione competente del Paese di provenienza il modello S2.
Nel caso di trasferimento di residenza in Italia è necessario farsi rilasciare dall’istituzione sanitaria del proprio Paese il modello S1 che dà diritto all’assistenza sanitaria, a parità del cittadino italiano residente, mediante l’iscrizione obbligatoria al Servizio Sanitario Nazionale da effettuarsi presso il Distretto Socio Sanitario di appartenenza.

Contatti:

Gli studenti appartenenti agli Stati con cui vigono rapporti in convenzione godono di copertura sanitaria al Servizio Sanitario Nazionale grazie ai modelli per il temporaneo soggiorno rilasciati dalle competenti istituzioni sanitarie del Paese di provenienza.
Di seguito si elencano gli Stati in convenzione e il relativo modello da richiedere:

  • Australia - tessera Medicare (valida solo per sei mesi dall’ingresso in Italia)
  • Brasile - mod. I/B 2
  • Croazia - mod. 111
  • Bosnia Erzegovina, Macedonia, Serbia e Montenegro - mod. OBR 7
  • Principato di Monaco - mod. I/MC 8
  • Repubblica di San Marino - mod. I/SMAR 8

Questi modelli vanno presentati, prima di richiedere le prestazioni sanitarie, al Distretto Socio Sanitario territoriale il quale rilascerà un modulo che dovrà essere esibito ogni qualvolta si necessita di prestazioni sanitarie.

Questi modelli non coprono i costi di assistenza privata e consentono di ottenere solo prestazioni sanitarie urgenti, sopravvenute durante il tuo soggiorno in Italia, presso le strutture pubbliche o convenzionate.
Per ottenere cure programmate è necessario essere autorizzati dal proprio Paese che rilascerà l’apposito modello. In alternativa alla modulistica sopra citata è possibile effettuare l’iscrizione volontaria al Servizio Sanitario Regionale con le modalità riportate più sotto.

Gli studenti extra-europei devono dimostrare di avere una copertura sanitaria valida al momento della richiesta del permesso di soggiorno. La copertura sanitaria può essere ottenuta:

  1. tramite contratto di assicurazione privata. Il contratto di assicurazione privata può essere stipulato sia in Italia che all’estero con una qualsiasi compagnia di assicurazione purchè abbia i seguenti requisiti:

    • essere valido in Italia;
    • coprire tutti i rischi di malattia;
    • avere una durata pari al periodo di soggiorno in Italia con indicazione della decorrenza e della scadenza;
    • contenere indicazioni sulle modalità da seguire per la richiesta di rimborso;
    • essere legalmente tradotto in italiano se si tratta di polizza stipulata nel Paese di origine.

  2. tramite iscrizione volontaria al Servizio Sanitario Regionale. In tal caso lo studente dovrà recarsi al Distretto Socio Sanitario munito di:

    • copia del permesso di soggiorno o ricevuta della avvenuta presentazione della domanda di permesso di soggiorno spedita presso gli uffici postali abilitati (ricevuta postale);
    • codice fiscale;
    • ricevuta del versamento € 149,77 effettuato sul c/c n. 343301 intestato a “Poste italiane S.p.A. – C.S.S.N. Regione Veneto”.

L’iscrizione volontaria dà diritto all’assistenza sanitaria, a parità del cittadino italiano, ha validità per l’anno solare (1 gennaio - 31 dicembre), non è frazionabile e non ha decorrenza retroattiva.

Contatti:

Assistenza medica a Venezia

Se non ti senti bene e hai bisogno di vedere un dottore, puoi recarti da uno dei Medici di Medicina Generale di qualsiasi Distretto Socio Sanitario presenti nel territorio dell’Azienda Unità Sanitaria n° 12 Veneziana o a quello che ti è stato assegnato se ti sei iscritto volontariamente al Servizio Sanitario Regionale.
Solo in caso di urgenze gravi puoi recarti al Pronto Soccorso dell’Ospedale San Giovanni e Paolo di Venezia (Castello 6777, linea navigazione n° 41 o 51 o 52) oppure Ospedale dell’Angelo di Mestre (via Paccagnella n 11, linea autobus H1, H2).
Dovrai portare con te:

  • il tuo documento d’identità o il passaporto;
  • la tessera TEAM o il modulo che ti è stato rilasciato dal Distretto Socio Sanitario (per gli studenti appartenenti agli Stati in Convenzione), un’assicurazione sanitaria valida, o la tessera sanitaria se iscritto al SSR.
  • In caso di emergenza, digita il numero gratuito 118.

Farmacie e medicinali

Normalmente le farmacie seguono l’orario di apertura degli altri negozi; tuttavia, ci sono farmacie aperte 24 ore su 24 in caso di emergenza.
Se stai seguendo delle cure particolari, ricorda di controllare la disponibilità dei farmaci in Italia e porta con te la ricetta del tuo medico di fiducia, quando vai in farmacia.
Qui trovi una lista di tutte le farmacie aperte 24 ore a Venezia.

Sportelli Uffici Amministrativi - ULSS 12 Veneziana

Distretto Sociosanitario n° 1, Dorsoduro 1454, Venezia
tel. +39 041 529 4920
lunedì-venerdì 8.30-11.30

Distretto Sociosanitario n° 2, Piazzale Ravà 1, Lido Venezia
tel. +39 041 529 5126 / 5133
lunedì, martedì, venerdì 8.30-11.30; mercoledì 14.00-16.00

Distretto Sociosanitario n° 3, via Cappuccina 129, Venezia Mestre
tel. +39 041 260 8168 / 8169
lunedì-venerdì 8.30-11.30; martedì e giovedì 14.30-15.30

Distretto Sociosanitario n° 4, via Triestina, Mestre Favaro Veneto
tel. +39 041 635 463
lunedì-venerdì 9.00-12.00; martedì-giovedì 14.30-16.00

Di seguito troverai un elenco di spese generali da inserire nel tuo budget insieme ai relativi prezzi medi. I seguenti importi sono ovviamente approssimativi, è necessario considerare un budget mensile di 750 €.

Stima del costo della vita

Alloggio

  • Venezia (città storica):

    • Circa 450€ al mese per stanza singola, utenze escluse
    • Circa 350€ al mese per una stanza condivisa, utenze escluse

  • Venezia (terraferma):

    • Circa 350€ al mese per una stanza singola, utenze escluse
    • Circa 250€ al mese per una stanza condivisa, utenze escluse

Altri Costi

  • Cibo: 50-80€ a settimana
  • Trasporto Pubblico: 25€ al mese (abbonamento studenti)

Trovare casa a Venezia

Puoi trovare casa a Venezia autonomamente, cercando una stanza in appartamenti condivisi da studenti, oppure usufruendo dei servizi dell’Housing Office o dell’ESU Venezia.

Housing Office

L’Housing Office è un servizio messo a disposizione dall’Università Ca’ Foscari, rivolto a studenti, professori, ricercatori e impiegati universitari. Offre aiuto nella ricerca di un alloggio conveniente e adatto alle necessità degli utenti, mettendoli in contatto con residenze studentesche, appartamenti privati, hotel o convitti (residenze religiose) convenzionate con Ca’ Foscari.

Il modulo per accedere ai servizi dell'Housing Office ti verrà inviato direttamente da Ca’ Foscari al momento della tua iscrizione.

Per maggiori informazioni: www.unive.it/housing.

ESU Venezia

L’ESU è un ente regionale che mette a disposizione vari servizi per gli studenti, come alloggio e servizi di ristorazione (mense universitarie). L'ESU mette a disposizione delle residenze studentesche oppure mette in contatto gli studenti con alloggi privati. Le residenze studentesche si trovano in 6 strutture situate a Venezia e comprendono un totale di 530 posti letto.

Per ottenere un posto presso le residenze ESU, dovrai innanzitutto avere tutti i requisiti presenti in un apposito bando, che potrai scaricare sia in italiano che in inglese sul sito dell'ESU di Venezia. Potrai in seguito presentare domanda online.

Per avere ulteriori informazioni e per entrare in contatto con l'ESU, puoi visitare il sito www.esuvenezia.it oppure recarti presso lo sportello Informazioni per gli studenti:
San Tomà (ingresso lato edicola), San Polo 2843, Campo S. Tomà, 30125 Venezia
tel. 041 275 0926, fax 041 721 401

Alloggi privati

Se desideri cercare una stanza in affitto in un appartamento condiviso con altri studenti, puoi chiedere aiuto all'Housing Office o all’ESU Venezia, rispondere ai numerosi annunci che troverai nelle sedi universitarie e nelle biblioteche oppure cercare annunci in internet.

In ogni caso ti consigliamo di entrare sempre in contatto personalmente con l’affittuario, di visitare la stanza prima di firmare qualsiasi contratto e di accertarti che le condizioni d’affitto siano regolari.

Il Comune di Venezia

Il Comune di Venezia è composto dall'area lagunare (Venezia città storica, Murano, Burano, Lido e Pellestrina) e dalla terraferma (Mestre, Marghera, Favaro Veneto e Chirignago-Zelarino). La città storica di Venezia è una zona pedonale ed è collegata alla terraferma da un ponte di 4 km (Ponte della Libertà) che è l’unico accesso veicolare al centro storico di Venezia. Piazzale Roma, la stazione ferroviaria di Venezia Santa Lucia e l'isola del Tronchetto fungono da snodi di interscambio tra il trasporto terrestre e quello acqueo (vaporetti).

Raggiungere Venezia

Dall'Aeroporto Marco Polo di Venezia è possibile raggiungere il centro storico di Venezia tramite autobus (ACTV n.5 o ATVO Venezia Express) e vaporetto (Alilaguna). È possibile raggiungere Mestre in autobus (ACTV No.5 o ATVO Venezia Express).

Dall'Aeroporto Canova di Treviso è possibile raggiungere Venezia tramite autobus (ATVO Bus Express).

Da altri aeroporti o altre zone è possibile raggiungere Venezia in treno (stazioni ferroviarie di Venezia Santa Lucia e Venezia-Mestre).

Spostarsi a Venezia

La città storica di Venezia è una città molto sicura che si può girare tranquillamente a piedi a tutte le ore. È collegata alla terraferma da linee di trasporto pubblico (autobus, tram e treni).

Il sistema di trasporto urbano veneziano è operato dalla società ACTV, che gestisce autobus, tram, vaporetti e people-mover situati all'interno del comune e città metropolitana di Venezia.

Per poter viaggiare sui mezzi pubblici, sia in laguna che sulla terraferma, ti consigliamo di procurarti la tessera Venezia Unica. Venezia Unica è un city-pass che ti permette di accedere con una semplice tessera ai trasporti pubblici e a tanti altri servizi utili nel comune di Venezia. Dà la possibilità di acquistare abbonamenti mensili di trasporto e, se si è attivato il servizio di navigazione, dà la possibilità di acquistare biglietti singoli e abbonamenti mensili per i vaporetti ad un prezzo scontato. Per maggiori informazioni sulle tipologie di biglietto e sui costi visita il sito dell'ACTV.

La tessera Venezia Unica può essere richiesta presso i più importanti uffici ACTV, compreso l'ufficio di Piazzale Roma ed è valida 5 anni. Per richiedere la carta avrai bisogno di quanto segue:

  • Modulo di domanda (disponibile allo sportello)
  • Una fototessera (3 x 3,5 cm)
  • Passaporto
  • Codice Fiscale

Una volta in possesso della tessera Venezia Unica, puoi caricarla con biglietti singoli, carnet da 10 biglietti o abbonamenti mensili online o presso gli uffici ACTV o le rivendite autorizzate (tabacchi o edicole abilitati alla vendita).

All'attivazione dei servizi di navigazione, il biglietto ACTV singolo o mensile è valido anche in caso di cambio mezzo di viaggio (es. da bus/tram a vaporetto o viceversa). Il biglietto o abbonamento deve essere convalidato in ogni caso e ad ogni cambio di mezzo di viaggio.

I biglietti e gli abbonamenti Venezia Unica non comprendono le tratte al di fuori del comune di Venezia (che prevede tariffe aggiuntive), il servizio ferroviario tra Venezia, Marghera e Mestre (che è gestito dalle compagnie Trenitalia e Italo), né il servizio di trasporto acqueo da e per l’Aeroporto Marco Polo di Venezia (gestito da Alilaguna) e il servizio Aerobus (ACTV Aerobus).

Last update: 26/11/2021