Ingegneria biomolecolare

Gruppo di ricerca

Alessandro Angelini, Professore Associato
Sara Linciano, Dottoranda
Stefano Pluda, Dottorando
Matteo Trande, Assegnista

Sito web: https://www.angelinilab.com/

Collaborazioni

Prof. G.D. Victora, Rockefeller University, New York, USA
Prof. C. Heinis, Ecole Polytechnique Fédérale de Lausanne, Lausanne, Switzerland
Dr. M.W. Traxlmayr, University of Natural Resources and Life Sciences, Vienna, Austria
Prof. L. Cendron, Università di Padova

Linee di ricerca

Il gruppo di ricerca d’ingegneria delle biomolecole si occupa dello sviluppo di nuovi peptidi e proteine per uso terapeutico e diagnostico. Le biomolecole d’interesse sono prodotte per via ricombinante e ingegnerizzate in laboratorio per mezzo di tecniche di “evoluzione diretta”. La loro manipolazione è effettuata per mezzo di tecniche d’ingegneria genetica applicata ai batteriofagi e ai lieviti, che ne permettono l’identificazione a partire da grandi librerie di peptidi e proteine espressi sulla loro superficie. Tra le proprietà molecolari che possono essere modificate vi sono: l’affinità e la specificità di legame, la dimensione molecolare, la solubilità e la stabilità. Una volta ingegnerizzate, le biomolecole sono sintetizzate e caratterizzate per mezzo di numerose tecniche di biologia molecolare e strutturale, di chimica biologica e analitica. L’efficacia dei peptidi e delle proteine ingegnerizzate è infine testata su linee cellulari e modelli animali.

  • Ingegnerizzazione di proteine ricombinanti a molteplice specificità per l’immunoterapia dei tumori
  • Generazione d’inibitori peptidici ciclici per la cura di malattie infiammatorie croniche
  • Sviluppo di nuove metodologie combinatoriali per l’evoluzione di peptidi e proteine in laboratorio

Il fine ultimo della nostra ricerca è lo sviluppo di nuovi peptidi e proteine che siano in grado, anche attraverso nuovi meccanismi d’azione, di superare le limitazioni che contraddistinguono le attuali molecole terapeutiche e diagnostiche.

Last update: 01/12/2021