N. 24, 02/2014 - Numero miscellaneo

L’immagine è del fotografo congolese Sammy Baloji è stata tratta dal sito http://temoinafrica.wordpress.com/

In questo numero miscellaneo la rivista riprende e approfondisce alcuni temi già toccati in passato e ne esplora di nuovi. Il tema dello stupro è al centro di due saggi che analizzano rispettivamente quelli commessi durante le guerre jugoslave negli anni Novanta e quelli commessi recentemente a Delhi. I temi che nella rivista vengono toccati per la prima volta riguardano il femminicidio, la critica femminista alla teoria della guerra giusta e la condizione delle laureate in medicina nella Prima guerra mondiale. La rubrica Documenti propone due testi tradotti per la prima volta in italiano della scrittrice britannica Vernon Lee.

La rubrica Finestra sul presente è dedicata al Congo e, come di consueto, prende le mosse da un rapporto di Human Rights Watch sulla questione degli stupri. A questo rapporto sono stati accostati altri contributi che cercano di offrire un quadro il più possibile articolato della situazione attuale nel paese africano.

Numero completo

Singoli contributi

file pdfPresentazione
di Bruna Bianchi
266 K

Ricerche

file pdfSilvia Giletti Benso, Los crímenes de género y sus huellas. Aproximación al femigenocidio [ESP]
Questo saggio analizza diversi aspetti del femminicidio attraverso strumenti antropologici quali il concetto di Femicide Machine, Genocidal Continuum e Anti-anthropopoietic rage. La proposta di creare il nuovo termine di Femigenocide viene sostenuta allo scopo di rendere la violenza di genere molto più visibile giuridicamente e di includere questa letale violenza fra i crimini contro l'umanità.
492 K
file pdfNicola Ruzza, Gli stupri etnici nelle guerre dell’ex Jugoslavia. Sguardo delle scrittrici migranti
Questo articolo esamina il problema degli stupri etnici commessi durante le guerre jugoslave negli anni Novanta. L'analisi si concentra sui libri di quattro scrittrici balcaniche migranti e mette in luce le violenze usate contro le donne con l'intenzione di deturpare la comunità nemica e porre le condizioni affinché l'odio etnico si perpetui di generazione in generazione.
533 K
file pdfVibhuti Patel, Campaign against Rape by Women’s Movement in India [ENG]
L'intero dibattito pubblico derivante dal recente stupro di gruppo di Delhi non è riuscito a riconoscere questioni fondamentali quali l'applicazione della legge e il funzionamento della macchina giudiziaria e di polizia. Questo articolo si concentra sulla natura patriarcale degli stupri contro le donne indiane il cui carattere è rafforzato dalle disuguaglianze sociali.
438 K
file pdfFrançoise Kern-Coquillat, Les femmes médecins dans le service de santé en France (1914-1918) [FRA]
Questo saggio indaga la presenza delle donne medico in Francia durante la Prima Guerra Mondiale. Esso analizza il modo in cui le donne furono svalorizzate e disprezzate nella competizione professionale con gli uomini. Sebbene organizzate secondo un codice di valori ispirato dalla disciplina militare, esse furono considerate elementi impropri di disturbo.
676 K
file pdfSinem Hun, An Evaluation of Feminist Critiques of Just War Theory [ENG]
Il saggio analizza la riflessione di alcune studiose femministe sulla teoria della guerra giusta. Esso presenta gli approcci alternativi non-pacifisti nel riformulare la concezione moderna della guerra giusta. Le critiche di Lucinda Peach, Laura Sjoberg e Jean Bethke Elstain a questi approcci alternativi non-pacifisti sono brevemente menzionate.
374 K

Documenti

file pdfViolet Paget (Vernon Lee), Il balletto delle Nazioni, 1915
a cura di Bruna Bianchi. Il Balletto delle Nazioni ,un’opera di Vernon Lee pubblicata a Londra nel dicembre del 1915 e che appare qui per la prima volta in traduzione italiana, è una satira allegorica del conflitto, una critica mordace della mentalità e della psicologia di guerra.
3.41 M
file pdfViolet Paget a Emily Balch (1921)
a cura di Maria Grazia Suriano. La lettera di Vernon Lee a Emily Balch è un documento prezioso per ricostruire la storia della sezione italiana della WILPF. Essa mette in evidenza le difficoltà della segreteria internazionale della Lega nel comprendere la reale situazione politica italiana e permette di valutare l'impressione che ne ebbe una importante intellettuale del tempo quale Vernon Lee.
280 K

Una finestra sul presente

file pdfSoldiers Who Rape, Commanders Who Condone
Presentazione a cura di Silvia Camilotti
309 K
file pdfLuca Jourdan, Le radici della violenza nella Repubblica Democratica del Congo
Questo articolo mira a mettere in luce l'eziologia della guerra nella Repubblica Democratica del Congo attraverso un approccio storico e antropologico. Tornando al passato coloniale, esso analizza i fattori che hanno distrutto il tessuto sociale nel Congo orientale, dove arruolarsi nell'esercito è diventato per giovani e bambini un modo per sfuggire all'esclusione sociale.
506 K
file pdfBruna Bianchi, La gomma è morte I crimini in Congo nell'obiettivo di Alice Seeley Harris
Il saggio traccia un breve profilo di Alice Harris, la più importante missionaria fotografa durante la Congo Reform Campaign. Esso analizza i tratti distintivi delle sue fotografie e ne valuta l'impatto sull'opinione pubblica europea e americana.
7.83 M
file pdfL’infanzia negata in Congo. Intervista con Paul Kakule Vyasongya
a cura di Matteo Ermacora
337 K
file pdfColtan, minerale insanguinato. Materiali di approfondimento
a cura della redazione di DEP
310 K
file pdfNelleman-Redmond-Refish, The Last Stand of the Gorilla
Annalisa Zabonati
623 K
file pdfProposte di lettura
a cura di Silvia Camilotti
287 K

Recensioni


Les femmes médecins dans le service de santé en France (1914-1918)

Last update: 08/10/2019