Horizon Europe 2021-2027

EU budget for the future. Horizon Europe

Horizon Europe è il prossimo Programma Quadro Europeo per la Ricerca e l’Innovazione per il periodo 2021-2027.

Con un budget di circa 100 miliardi di euro è il più ambizioso programma di ricerca e innovazione di sempre.

Un nuovo approccio

Sulla base del successo dell’esperienza di Horizon 2020, il nuovo Programma Quadro continuerà a sostenere e promuovere l’eccellenza scientifica in Europa con un nuovo approccio basato sulle mission, in modo da raggiungere risultati sempre migliori da un punto di vista sociale, politico ed economico.

Il Programma si propone di:

  • Rafforzare e diffondere l’eccellenza, la ricerca di frontiera e di base d’eccellenza, favorendo  una partecipazione più inclusiva e ampia da parte dei cittadini, per migliorare il legame tra la ricerca, l’innovazione e, se del caso, l’istruzione e le altre politiche
  • Supportare l’attuazione  delle priorità d’intervento dell’Unione Europea e affrontare le sfide globali che incidono sulla qualità della vita, attuando politiche in linea con i Sustainable Development Goals (Agenda 2030) e l’Accordo di Parigi sul clima, supportando il modello socio-economico e i valori europei, promuovendo ricerca ed innovazione responsabili, e migliorando la dimensione di genere
  • Aumentare i legami  di collaborazione in R&I europee, nei vari settori e discipline, con una cooperazione internazionale più ampia e cercando di attrarre ricercatori di talento attraverso la mobilità
  • Sviluppare infrastrutture di ricerca più competitive nello Spazio europeo della ricerca fornendo un accesso transnazionale, per promuovere l’open science e assicurarne la visibilità al pubblico, garantendo l’accesso aperto a pubblicazioni scientifiche e dati di ricerca
  • Attuare una disseminazione più attiva e inclusiva per incoraggiare un utilizzo sistematico dei risultati di R&I, soprattutto per l’effetto leva sugli investimenti privati e lo sviluppo di politiche;
  • Stabilire e raggiungere obiettivi ambiziosi, tramite l’uso delle mission, per stimolare le attività di R&I nelle PMI e aumentare il numero di aziende innovative
  • Incoraggiare la competitività industriale, la capacità innovativa e l’occupazione in Europa, migliorando l’accesso al capitale di rischio. 

Un programma semplificato e migliorato

Sono stati apportati alcuni miglioramenti per semplificare le regole, i modelli e le forme di finanziamento per valorizzare e sfruttare i risultati della ricerca.

Tra le novità: 

  • il Consiglio Europeo per l’Innovazione, a sostegno delle idee pioneristiche che forgeranno i mercati del futuro con progetti inclini all’assunzione di rischi, tramite i due strumenti pathfinder e accelerator
  • Missioni, con l’obiettivo di ottenere un impatto maggiore grazie a un focus più mirato, a una correlazione più stretta tra R&I europee, e ad un coinvolgimento più diretto dei cittadini. Una missione, infatti, è un insieme di azioni con uno specifico obiettivo, rilevante per la scienza, la tecnologia, la società e la popolazione europea, entro un limite di tempo prestabilito
  • Rafforzamento della cooperazione internazionale grazie ad una maggiore estensione di apertura di associazione a paesi terzi con eccellenti competenze, e ad una più generale apertura alla partecipazione internazionale
  • Politica dell’open science per una miglior diffusione dei risultati di R&I e accesso libero ai dati della ricerca, con l’utilizzo responsabile del cloud europeo European Open Science Cloud (EOSC)
  • Nuovo approccio ai partenariati europei (European Partnerships), più ambiziosi e strategici, di 3 tipi:
  •           - co-programmati, su base di protocolli d’intesa, attuati in maniera indipendente;
              - co-finanziati, su base di programmi congiunti tra partner;
              - istituzionalizzati, su una prospettiva a lungo termine e con un elevato livello di integrazione. 

Struttura del programma

Pilastro 1:
Excellent Science

Sostegno alla creazione e diffusione di ricercatori, metodologie, competenze e conoscenze di alta qualità

  • European Research Council: ricerca di frontiera con approccio bottom-up
  • Marie Skłodowska-Curie Actions: mobilità e formazione intersettoriale per ricercatori con approccio bottom-up
  • Research Infrastructures: collaborazione più stretta tra infrastrutture per estendere le frontiere della conoscenza

Pilastro 2:
Global Challenges and European Industrial Competitiveness 

Azioni congiunte, allineate e flessibili, per far fronte alle sfide globali grazie a competitività industriale e tecnologica, per una crescita inclusiva e sostenibile.

  • Clusters: tramite missioni e partenariati, svilupperanno e introdurranno tecnologie e soluzioni innovative

    • Health
    • Culture, Creativity and Inclusive Society
    • Civil Security for Society
    • Climate, Energy and Mobility
    • Food, Bioeconomy, Natural Resources, Agriculture and Environment

  • Joint Research Centre

Pilastro 3:
Innovative Europe

Promozione e stimolo di nuove idee e forme di innovazione etica, responsabile e sostenibile, per continuare ad apportare prosperità ai cittadini e affrontare le sfide del futuro, in cooperazione con altre politiche europee e con l’InvestEu Programme

  • European Innovation Council (EIC): sostegno a idee con potenziale pionieristico e creatrici di mercato
  • European Innovation ecosystems: creazione di un ambiente favorevole per la diffusione e lo sviluppo dell’innovazione a tutti i livelli 
  • European Institute of Innovation and Technology (EIT), attraverso le Knowledge and Innovation Communities (KICs): unione degli elementi fondamentali (ricerca, istruzione e imprese) attorno a un obiettivo comune per favorire l’innovazione 

Widening Participation and Strengthening the European Research Area

Implementare misure concrete in supporto all’ampliamento della partecipazione e al potenziamento dello Spazio Europeo della Ricerca 

  • Aumentare e ampliare la partecipazione e la diffusione dell’eccellenza  
  • Riformare e rilanciare il Sistema Europeo di Ricerca e Innovazione

Programma Euratom di ricerca e formazione (2021-2025)

Ricerca e formazione per minimizzare i rischi legati alla sicurezza nucleare e a potenziarne uno sviluppo tecnologico nucleare sicuro e una radioprotezione ideale. 

 

Il 17 aprile 2019  il Parlamento europeo ha formalmente approvato il Regolamento – Programma Quadro e la Decisione – Programma Specifico per il periodo 2012-2027. Questo accordo, deciso dalle istituzioni europee il 19 marzo 2019,  stabilisce il testo legislativo “consolidato” del prossimo programma quadro, e comprende alcuni dei temi cruciali per lo sviluppo e la crescita in Europa , quali ricerca, energia, spazio, trasporti, telecomunicazioni ed Europa digitale.

Si è quindi dato avvio alla pianificazione strategica di Horizon Europe, che si concluderà con la definizione dei Programmi di lavoro e dei primi bandi di finanziamento.

L’avvio ufficiale di Horizon Europe è previsto per il 1° gennaio 2021. 

Tutte le informazioni sono reperibili nel sito della Commissione Europea. Ulteriori aggiornamenti si possono trovare nella pagina Horizon Europe di APRE - Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea.

Last update: 04/12/2019