Informativa candidati procedure di selezione

ai sensi dell'articolo 13 del Regolamento (UE) 2016/679

L’Università Ca’ Foscari Venezia, nell’ambito delle proprie finalità istituzionali e in adempimento agli obblighi previsti dall’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (“Regolamento”), Le fornisce informazioni in merito al trattamento dei dati personali da Lei conferiti all’Ateneo ai fini dell’espletamento della procedura di selezione cui intende partecipare.

1) Titolare del trattamento

Il Titolare del trattamento è l’Università Ca’ Foscari Venezia, con sede in Dorsoduro n. 3246, 30123 Venezia (VE), nella persona del Magnifico Rettore. 

2) Responsabile della protezione dei dati

L’Università ha nominato il “Responsabile della Protezione dei Dati”, che può essere contattato scrivendo all’indirizzo di posta elettronica dpo@unive.it o al seguente indirizzo: Università Ca’ Foscari Venezia, Responsabile della Protezione dei Dati, Dorsoduro n. 3246, 30123 Venezia (VE). 

3) Categorie di dati personali, finalità e base giuridica del trattamento 

I dati da Lei forniti per la partecipazione alla procedura di selezione sono trattati per la gestione della predetta procedura e dell’eventuale graduatoria (ove prevista dal bando).

Le verrà chiesto di conferire i propri dati anagrafici e di contatto nonché i dati relativi alle Sue esperienze di studio e professionali pregresse.

Salvo che la procedura di selezione non sia dedicata a categorie protette, per partecipare non è necessario conferire dati di natura sensibile (per esempio, relativi allo stato di salute, all’orientamento sessuale o alle opinioni politiche o sindacali); si pregano, pertanto, i candidati di non fornire tali dati, salvo ove ritenuti necessari per una migliore valutazione della propria posizione ovvero, in caso di disabilità, per ottenere idoneo supporto durante la procedura.

Nell’ambito delle procedure di selezione, potrebbero essere raccolti, ai sensi dell’art. 2 del DPR 487/1994, anche dati relativi a eventuali condanne penali o a procedimenti penali in corso a Suo carico, al fine di valutare il possesso dei requisiti di ammissione o per adottare i conseguenti provvedimenti amministrativi.

L’Ateneo può, inoltre, acquisire d’ufficio alcune informazioni per verificare le dichiarazioni da Lei presentate (es. verifica presso il casellario giudiziale; richieste di conferma dei titoli di studio; richiesta ai comuni dello stato di famiglia; ecc.).

La base giuridica di tale trattamento è rappresentata dall’art. 6.1.e) (“esecuzione di un compito di interesse pubblico o connesso all’esercizio di pubblici poteri”), in connessione, in caso di dati di natura sensibile, con l’art. 9.1.b) (“obblighi e diritti in materia di diritto del lavoro e della sicurezza sociale”) e, in caso di dati relativi a condanne penali o a procedimenti penali, con l’art. 10 (“trattamento di dati relativi a condanne penali e reati autorizzato da una norma di legge”) del Regolamento nonché dell’art. 2 del DPR 487/1994.

Il trattamento dei dati personali è improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della riservatezza e dei diritti dell’interessato, nonché agli ulteriori principi previsti dall’art. 5 del Regolamento. Il conferimento dei dati è necessario per il conseguimento delle finalità sopra indicate. In assenza di tali dati non sarà ammesso alla selezione o non potrà beneficiare di ausili.

4) Modalità di trattamento 

Il trattamento dei dati personali verrà effettuato da soggetti autorizzati (nel rispetto di quanto previsto dall’art. 29 del Regolamento), con l’utilizzo di procedure anche informatizzate, adottando misure tecniche e organizzative adeguate a proteggerli da accessi non autorizzati o illeciti, dalla distruzione, dalla perdita d’integrità e riservatezza, anche accidentali.  

5) Tempi di conservazione

I dati saranno conservati in conformità alle norme sulla conservazione della documentazione amministrativa. 

6) Destinatari e categorie di destinatari dei dati personali

Per le finalità sopra riportate, oltre ai dipendenti e collaboratori dell’Ateneo specificamente autorizzati (personale preposto alle procedure selettive), potranno trattare i dati personali anche i componenti della commissione di selezione e soggetti che svolgono attività in outsourcing per conto del Titolare, nella loro qualità di Responsabili esterni del trattamento.

Le medesime informazioni potranno essere comunicate alle amministrazioni pubbliche direttamente interessate alla posizione giuridico-economica del candidato assunto.

Non sono previste ulteriori comunicazioni a terzi se non a soggetti a cui i dati devono essere trasmessi in adempimento di obblighi di legge o, a richiesta, a organi giudiziari e di controllo.

I dati del candidato assunto saranno soggetti a diffusione per l’assolvimento degli obblighi in materia di trasparenza di cui al Decreto Legislativo n. 33/2013 e s.m.i..

Gli esiti delle eventuali prove intermedie e le graduatorie finali saranno pubblicati secondo la normativa vigente.

7) Conferimento dei dati

Il conferimento di tali dati è necessario per valutare i requisiti di partecipazione e il possesso dei titoli. La loro mancata indicazione può precludere tale valutazione, con conseguente esclusione dalla procedura.

8) Diritti degli interessati e modalità di esercizio

In qualità d’interessato, ha diritto di ottenere dall’Ateneo, nei casi previsti dal Regolamento, l'accesso ai dati personali, la rettifica, l’integrazione, la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento ovvero di opporsi al trattamento medesimo (artt. 15 e ss. del Regolamento). La richiesta potrà essere presentata, senza alcuna formalità, contattando direttamente il Responsabile della Protezione dei Dati all’indirizzo dpo@unive.it ovvero inviando una comunicazione al seguente recapito: Università Ca’ Foscari Venezia - Responsabile della Protezione dei Dati, Dorsoduro 3246, 30123 Venezia. In alternativa, è possibile contattare il Titolare del trattamento, scrivendo a PEC protocollo@pec.unive.it. 

Gli interessati, che ritengono che il trattamento dei dati personali a loro riferiti avvenga in violazione di quanto previsto dal Regolamento, hanno, inoltre, il diritto di proporre reclamo all’Autorità Garante per la protezione dei dati personali, come previsto dall'art. 77 del Regolamento stesso, o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79 del Regolamento).

Data ultima revisione: settembre 2020

Last update: 21/10/2020