Informativa serrature elettroniche

ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento (UE) 2016/679

Ultimo aggiornamento: 23.04.2020

L’Università Ca’ Foscari Venezia, nell’ambito delle proprie finalità istituzionali e in adempimento agli obblighi previsti dall’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 ("Regolamento"), Le fornisce informazioni in merito al trattamento dei dati personali da lei conferiti al momento del rilascio/attivazione e dell’utilizzo del badge per accedere ai locali del Campus Scientifico di via Torino.

1) Titolare del trattamento

Il Titolare del trattamento è l’Università Ca’ Foscari Venezia, con sede in Dorsoduro n. 3246, 30123 Venezia (VE), nella persona del Magnifico Rettore pro tempore.

2) Responsabile della Protezione dei Dati

L’Università ha nominato il “Responsabile della Protezione dei Dati”, che può essere contattato scrivendo all’indirizzo di posta elettronica dpo@unive.it o al seguente indirizzo: Università Ca’ Foscari Venezia, Responsabile della Protezione dei Dati, Dorsoduro n. 3246, 30123 Venezia (VE).

3) Categorie di dati personali, finalità e base giuridica del trattamento 

Per il rilascio del badge, l'Università raccoglie e tratta i seguenti dati personali:

  • personale dell’Università (personale tecnico amministrativo dell’Università, docenti, ricercatori, studenti, stagisti): nome; cognome; numero identificativo del badge; qualifica del dipendente; e-mail (non memorizzato dall’applicativo, ma solo visualizzato); numero di telefono; PIN; PIN antiaggressione; serrature che possono essere aperte con quel badge; il livello di autorizzazione dell'Utente sull'applicazione.
  • ospiti (coloro che hanno un rapporto temporaneo con l’Università, ad es. manutentori occasionali, organizzatori di eventi, consulenti): nome; cognome; tipo di documento identificativo; numero del documento identificativo; numero di telefono associato. 

I dati e trattati nell'ambito dell'utilizzo del badge per accedere alle porte perimetrali fuori dall’orario di lavoro, sia per il personale dell'Università che per gli ospiti, sono i seguenti: il numero identificativo del badge; il nome e cognome del titolare del badge; la serratura che si è tentato di aprire; l'ora e il giorno del tentativo; l'esito del tentativo; se è un'entrata o un'uscita.

I dati e trattati nell'ambito dell'utilizzo del badge per accedere alle porte interne dell'edificio, sia per il personale dell'Università che per gli ospiti, sono i seguenti: il numero identificativo del badge; il nome e cognome del titolare del badge; la serratura che si è tentato di aprire; l'ora e il giorno del tentativo; l'esito del tentativo.

Il trattamento dei dati personali è improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della riservatezza e dei diritti dell’interessato, nonché agli ulteriori principi previsti dall’art. 5 del Regolamento. 

Il trattamento dei predetti dati personali è finalizzato a garantire la sicurezza del personale, degli studenti e dei beni contenuti all'interno della sede del Campus Scientifico di Via Torino nonché per agevolare l’eventuale esercizio del diritto di difesa dell’Ateneo.

La base giuridica dei predetti trattamenti è quindi rappresentata dall’art. 6.1.e) del Regolamento (“esecuzione di un compito d’interesse pubblico”) e, per l’eventuale esercizio del diritto di difesa dell’Ateneo, dall’art. 6.1.f) (“perseguimento del legittimo interesse del titolare del trattamento”). Lei potrà opporsi al predetto trattamento in qualsiasi momento, scrivendo al Responsabile della Protezione dei Dati all’indirizzo  dpo@unive.it. L’Ateneo si asterrà dal trattare ulteriormente i suoi dati personali salvo sussistano motivi cogenti che legittimino la prosecuzione dello stesso. 

4) Modalità di trattamento

Il trattamento dei dati personali verrà effettuato da soggetti autorizzati (nel rispetto di quanto previsto dall’art. 29 del Regolamento e art. 2-quaterdecies del D.lgs. 196/20013), con l'utilizzo di procedure anche informatizzate, adottando misure tecniche e organizzative adeguate a proteggerli da accessi non autorizzati o illeciti, dalla distruzione, dalla perdita d’integrità e riservatezza, anche accidentali. 

5) Tempi di conservazione

I dati raccolti per il rilascio del badge saranno conservati per la durata del rapporto con l’Ateneo o nel caso di ospiti per 6 mesi dall’ultimo soggiorno presso l’Ateneo, mentre quelli relativi all’utilizzo per 10 giorni successivi alla raccolta, salvo estensioni in caso di periodi di chiusura prolungata dell’Università. 

6) Destinatari e categorie di destinatari dei dati personali 

Per le finalità sopra riportate, oltre ai dipendenti e collaboratori dell’Ateneo, che agiscono sulla base di specifiche istruzioni fornite in ordine alle finalità e modalità del trattamento medesimo, potranno trattare i dati personali anche i soggetti che offrono all’Ateneo servizi strumentali o accessori strettamente connessi alle attività istituzionali dell’Ateneo. L’elenco aggiornato di tali soggetti è reperibile sul sito di Ateneo alla pagina elenco destinatari dei dati

7)  Diritti degli interessati e modalità di esercizio

In qualità d’interessato, ha diritto di ottenere dall’Ateneo, nei casi previsti dal Regolamento, l'accesso ai dati personali, la rettifica, l’integrazione, la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento ovvero di opporsi al trattamento medesimo (artt. 15 e ss. del Regolamento). La richiesta potrà essere presentata, senza alcuna formalità, contattando direttamente il Responsabile della Protezione dei Dati all’indirizzo  dpo@unive.it ovvero inviando una comunicazione al seguente recapito: Università Ca’ Foscari Venezia - Responsabile della Protezione dei Dati, Dorsoduro 3246, 30123 Venezia. In alternativa, è possibile contattare il Titolare del trattamento, inviando una PEC a  protocollo@pec.unive.it.
Gli interessati, che ritengono che il trattamento dei dati personali a loro riferiti avvenga in violazione di quanto previsto dal Regolamento, hanno, inoltre, il diritto di proporre reclamo all’Autorità Garante per la protezione dei dati personali, come previsto dall'art. 77 del Regolamento stesso, o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79 del Regolamento).

Last update: 28/10/2020