Ricerca d’impatto 
Notizie, pubblicazioni e progetti di ricerca

Pubblicazioni

L'Ateneo raccoglie le pubblicazioni nel catalogo ARCA affinché i risultati della ricerca siano un bene comune e condiviso.

I nostri progetti

Knowledge for Use: Making the Most of Social Science to Build Better Policies
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - ERC

MONTUSCHI Eleonora

K4U's two broad research streams study both how use research to build better social policies -- ones that are more fair and more reliable -- and how to deliberate about them. The approach is broadly Popperian: the proof of an idea is in what it says about real cases. K4U looks specifically at special problems facing international HIV-AIDs policies, UK child welfare, EU mental health, the reconfiguration of the UK health service, occupational health, work and well-being and climate services in a period of climate change.
Sito web: https://www.dur.ac.uk/k4u/

PROCON “Production and Consumption of textiles in the Mediterranean from 1000 to 500 BCE”
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - ERC

GAMBACURTA Giovanna

The focus is on the significance of the production and consumption of textiles for the development of city-states and the implications of this for other aspects of the economy, such as the use of farm land, labour resources and the development of urban lifestyle. The geographical area selected for this study is eastern, central and western Mediterranean Europe, Greece, Italy and Spain.
Sito web: https://www.arch.cam.ac.uk/research/projects/past-projects/procon

DomEQUAL: A Global Approach to Paid Domestic Work and Social Inequalities
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - ERC

GAROFALO Giulia, MARCHETTI Sabrina

How does globalisation impact the construction of social inequality? DomEQUAL tackles this question through a study on paid domestic work (PDW). Of the 52.6 million PDWs in the world today, 43 million are women and 7 million are children. The multidimensional transformations brought about by globalisation with the intensification of international migration, the urbanisation of rural and indigenous populations, and changes in household organisation and welfare regimes have a massive impact on PDWs at the global level. New research possibilities are open since PDW has become an object of global governance. The ILO Convention 189 is the most evident sign of this. For researchers, this has the important effect of making new data and tools for analysis available. DomEQUAL profits from this opportunity to provide a global comparison of PDWs’ social positions, especially in the socio-economic and legal fields. It also provides the opportunity to experiment an ‘intersectionality’ approach to PDW on a large scale. Finally, it analyses which type of global/local actor is more effective in improving the legal framework for PDWs. In so doing, it aims at a theoretical and methodological contribution that goes beyond PDW and addresses the construction of social inequalities within globalisation more generally. This is done through a diachronic comparison (1950s-now) of the changing situation of PDWs in the following countries: Spain, Italy and Germany in Europe; Colombia, Ecuador and Brazil in South America; and India, the Philippines and Taiwan in Asia. These nine countries are interesting cases for comparison because of their different positions within the process of globalisation, the specificities of their socio-cultural contexts, and also because they have all experienced mobilisations for PDWs’ rights. The project will be carried out by the PI and two senior post-doc researchers based in Italy, with the support of nine experts in the selected countries.
Sito web: http://domequal.eu

Ethnobotany of divided generations in the context of centralization
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - ERC

SOUKAND Renata

Understanding the logics of obtaining, managing and perceiving of local natural resources, particularly plants, is crucial for ensuring sustainability of human life, as the use of plants is a key for survival of humans. The proposed research will create an advanced understanding of the mechanisms of changes in ethnobotanical knowledge experienced by traditional societies/minor ethnic groups when dominating group try to unify and/or erode this practical knowledge. It will also evaluate the effects of the sudden cease to existence of centralization and following impact of the trial of revival of discontinued traditional etnobotanical knowledge. Research will evaluate the effect of several social and cultural factors on the evolution of ethnobotanical knowledge of four compact, but divided ethnic minorities that had experienced for shorter (25 years) or longer (70 years) period different influences affecting their plant use and very different social conditions (including welfare and economy). As a long-term outcome, based on the result of present and consequent studies scientists will be able to predict the extent and depth of the changes occurring in the ethnobotanical knowledge and as a applied outcome learn to direct and educate people in the way that the knowledge necessary for sustainable maintenance and utilization of local plant resources will be constantly evolving in the way supporting health and well-being of different populations.

Understanding the speed limits of magnetism - MAGNETIC-SPEED-LIMIT
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - ERC

BONETTI Stefano

While the origin of magnetic order in condensed matter is in the exchange and spin-orbit interactions, with characteristic time scales in the femto- and subpicosecond ranges, it has been long believed that magnetism could only be manipulated at nanosecond rates, exploiting dipolar interactions with external magnetic fields. However, in the past decade researchers have been able to observe ultrafast magnetic dynamics at its intrinsic time scales without the need for magnetic fields, thus revolutionising the view on the speed limits of magnetism. Despite many achievements in ultrafast magnetism, the understanding of the fundamental physics that allows for the ultrafast dissipation of angular momentum is still only partial, hampered by the lack of experimental techniques suited to fully explore these phenomena. However, the recent appearance of two new types of coherent radiation, single-cycle THz pulses and x-rays generated at free electron lasers (FELs), has provided researchers access to a whole new set of capabilities to tackle this challenge. These novel techniques have already produced breakthroughs, but we are only at the beginning of a new era of scientific investigations that uses them. This proposal suggests using these techniques to achieve an encompassing view of ultrafast magnetic dynamics in metallic ferromagnets, via the following three research objectives: (a) to reveal ultrafast dynamics driven by strong THz radiation in several magnetic systems using table-top femtosecond lasers; (b) to unravel the contribution of lattice dynamics to ultrafast demagnetization in different magnetic materials using the x-rays produced at existing and soon-operating FELs and (c) to directly image ultrafast spin currents by creating femtosecond movies with nanometre resolution. The proposed experiments are challenging and explore unchartered territories, but if successful, they will advance the understanding of the speed limits of magnetism, at the time scales of the exchange and spin-orbit interactions. They will also open up for future investigations of ultrafast magnetic phenomena in materials with large electronic correlations or spin-orbit coupling, at the fore-front of condensed matter physics.

ERC EarlyModernCosmology (Horizon 2020, GA 725883)
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - ERC

OMODEO Pietro Daniel

Sito web: http://unive.it/earlymoderncosmology

ENERGYA - Energy use for Adaptation
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - ERC

DE CIAN Enrica

ENERGYA will improve our understanding of how energy and energy services can be used by households and industries to adapt to the risk posed by climate change. Specifically, the project will develop an interdisciplinary and scalable research framework integrating data and methods from economics with geography, climate science, and integrated assessment modelling to provide new knowledge concerning heterogeneity in energy use across countries, sectors, socioeconomic conditions and income groups, and assess the broad implications adaptation-driven energy use can have on the economy, the environment, and welfare. The key novelty of ENERGYA is to link energy statistics and energy survey data with high spatial resolution data from climate science and remote sensing, including high-resolution spatial data on meteorology, population and economic activity distribution, electrification, and the built environment. ENERGYA has three main objectives. First, it will produce novel statistical and econometric analyses for OECD and major emerging countries (Brazil, Mexico, India, and Indonesia) to shed light on the underlying mechanisms driving energy use. Second, it will infer future potential impacts from long-run climate and socioeconomic changes building on historical empirical evidence. Third, it will analyse the macro and distributional implications of adaptation-driven energy use with an economy-energy model characterising the distribution of energy use dynamics across and within countries. Given the central role of energy as multiplier for socioeconomic development and as enabling condition for climate resilience, the research proposed in ENERGYA will result in timely insights for the transition towards sustainability described by the Sustainable Development Goals adopted by the United Nations as well as the Paris International Climate Agreement.

FLOS: Florilegia Syriaca. The Intercultural Dissemination of Greek Christian Thought in Syriac and Arabic in the First Millennium CE
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - ERC

FIORI Emiliano Bronislaw

FLOS will focus on the metamorphoses of Greek Christian thought in Syriac (Aramaic) and Arabic in Late Antiquity, within the timeframe of the first millennium CE. Syriac Christianity was a pivotal mediator of culture in the Late Antique epistemic space, but is little-known today. FLOS aims to bring to light for the first time a body of highly relevant Syriac and Christian Arabic sources that have hardly ever been studied before. At the end of the millennium, in Islamic-ruled Syria, Mesopotamia, and Iran, Syriac Christians strived to define their religious identity. One of their strategies was the production of florilegia, i.e. anthologies that they used to excerpt and reinvent the patristic canon, a corpus of Greek Christian works of the 2nd–6th centuries shared by European and Middle Eastern Christian cultures. A Greco-centric bias has prevented scholars from viewing these florilegia as laboratories of cultural creativity. FLOS will reverse the state of the art through two groundbreaking endeavours: 1) open-access digital editions of a set of Syriac florilegia of the 8th–10th centuries; 2) a study of many neglected writings of Syriac and Christian Arabic authors of the 8th–11th centuries. These tremendously important writings drew from Syriac patristic florilegia to pinpoint topics like incarnation and the Trinity against other Christians or Islam, showing how patristic sources were used to create new knowledge for the entangled environment of the Abbasid era. FLOS will thus dramatically improve our understanding of the cultural dynamics of Late Antiquity; patristic Christianity will emerge as a bridge between the intellectual history of Europe and of the Middle East. By studying how this shared patrimony was transformed in situations of interreligious interaction, especially with Islam, FLOS will facilitate the comprehension of Europe’s current religious discourses, and the preservation of the endangered cultural heritage of the Syriac Christians.
Sito web: http://www.unive.it/flos

Bilingualism in Florentine and Tuscan Works (ca. 1260 - ca. 1416)
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - ERC

MONTEFUSCO Antonio

BIFLOW (Bilingualism in Florentine and Tuscan Works (ca. 1260 – ca. 1416) is a research project funded by the European Research Council (ERC Starting Grant 2014 – 637533) and hosted by the University of Venice – Ca’ Foscari and the EHESS (École des hautes études en sciences sociales), Paris. The project will undertake the first systematic investigation of the various literary documents that circulated simultaneously in more than one language in Tuscany, and especially in Florence, between the mid-13th Century and the beginning of 15th Century. During that period, Florence was both a prominent centre for vernacular literature, and home to a renewal of classical Latin eloquence. While both fields are well studied, their interaction remains largely unexplored. This research, at the crossroad of several disciplines (literature, philology, linguistics and medieval history), has a strong pioneering character. It aims at reshaping our comprehension of Medieval Italian culture and of its passage to Humanism.
Sito web: https://biflow.hypotheses.org

Knowledge for Use: Making the Most of Social Science to Build Better Policies
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - ERC

MONTUSCHI Eleonora

K4U's two broad research streams study both how use research to build better social policies -- ones that are more fair and more reliable -- and how to deliberate about them. The approach is broadly Popperian: the proof of an idea is in what it says about real cases. K4U looks specifically at special problems facing international HIV-AIDs policies, UK child welfare, EU mental health, the reconfiguration of the UK health service, occupational health, work and well-being and climate services in a period of climate change.
Sito web: https://www.dur.ac.uk/k4u/

Purism in Antiquity: Theories of Language in Greek Atticist Lexica and their Legacy (ERC CoG 2019)
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - ERC

TRIBULATO Olga

AdriArchCult - Architectural Culture of the Early Modern Eastern Adriatic
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - ERC

GUDELJ Jasenka

Tra il XV e il XVIII secolo, le ripartizioni politiche tra la Serenissima, il regno Ungaro-croato, gli Asburgo, gli Ottomani e la Repubblica di Ragusa (Dubrovnik) trasformarono l’Adriatico orientale in un vasto arcipelago, in quanto persino le città costiere di terraferma rimasero divise dall’entroterra. Questo processo innescò la formazione di un mercato architettonico fluttuante e flessibile che funzionava in un contesto multilingue e multiconfessionale. Il progetto AdriArchCult produrrà uno studio complessivo della cultura architettonica della regione, esaminandone la sfera politica, religiosa, cognitiva e pratica. Ne risulterà una visione innovativa e dinamica della produzione architettonica di una regione che collega le varie facce della cultura europea.

GEOarchaeology of DAily Practices: extracting bronze age lifeways from the domestic stratigraphic record (GEODAP).
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - ERC

BATTISTEL Dario

In contrast to large-scale narratives based on artefacts, often prestige items from funerary contexts, this project focuses on the practices of daily domestic life, recorded in the sediments upon which it took place. These constitute the domestic stratigraphic record. This project, therefore, shifts the scale and the object of archaeological investigation, and aims at bringing interdisciplinary scientific analyses into dialogue with anthropological understandings of lifeways and households. Its main objective is the formulation of an innovative narrative of the Bronze Age addressing social, economic, and environmental aspects of a culturally interconnected region of Europe. The daily practices and life histories of bronze age people will be the pixels of this new picture that challenges previous depersonalized narratives relying on material culture. The region between the Carpatho-Danubian basin, the Balkans, and northern Italy was selected due to its important cultural interactions during the Bronze Age. Ten key archaeological sites in six European countries constitute the project’s database. Its innovative interdisciplinary approach integrates geoarchaeology (micro-stratigraphic analysis), organic chemistry (biomarkers) and archaeo-botany (phytoliths, seeds, fruits, and charcoal) to reconstruct with unprecedented accuracy the daily practices from domestic stratigraphy. This information will be compared with the story told by material culture and integrated with local paleo-environmental records. The project, in fact, challenges also previous reconstructions that called in environmental mega-events (volcanic eruptions, glacial advances, aridity events) to aprioristically explain broad cultural phenomena of the Bronze Age. Their inherent complexity can only be faced by crystallizing detailed micro-histories and site-specific environmental reconstructions into a broader synthesis based on hard scientific data.

Oral Culture, Manuscript and Print in Early Modern Italy, 1450-1700
VII PQ - VII Programma Quadro - Ideas

DALL'AGLIO Stefano

Sito web: https://arts.leeds.ac.uk/italianvoices/

Aristotle in the Italian Vernacular: Rethinking Renaissance and Early-Modern Intellectual History (c. 1400–c. 1650)
VII PQ - VII Programma Quadro - Ideas

SGARBI Marco

This project funded by the European Research Council has as its main objective to provide the first comprehensive analysis of works written on Aristotle in Italian between c. 1400 and c. 1650. During this period, around 250 works—including translations, commentaries, compendia, dialogues, poems, and other compositions—attempted to broaden people’s familiarity with the most systematic philosopher of antiquity. Although the movement to translate Aristotle into Italian was hugely significant and foreshadowed many of the features of early modern philosophy, it has barely been studied. This project, which brings together the strengths of research teams in Venice and Warwick, will thus offer the first in-depth exploration of this phenomenon. By taking into consideration the whole range of writings on Aristotle—from speculative to civil philosophy and from translations through to poems—it will provide a more nuanced understanding of how philosophy was understood and practiced outside of the elite, Latin circles of universities and religious orders.
Sito web: http://aristotleinthevernacular.org

Odyceus
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - FET

WARGLIEN Massimo

Opinion Dynamics and Cultural Conflict in European Spaces
Sito web: https://www.odycceus.eu/

H2020 Project ODYCCEUS (Opinion Dynamics and Cultural Conflict in the European Spaces)
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - FET

LEVIS SULLAM Simon, LI CALZI Marco, WARGLIEN Massimo

Social media and the digitization of news and discussion fora are having far-reaching effects on the way individuals and communities communicate, organize, and express themselves. Can the information circulating on these platforms be tapped to better understand and analyse the enormous problems facing our contemporary society? Could this help us to better monitor the growing number of social crises due to cultural differences and diverging world-views? Would this facilitate early detection and perhaps even ways to resolve conflicts before they lead to violence? The ODYCCEUS project answers all these questions affirmatively. It will develop the conceptual foundations, methodologies, and tools to translate this bold vision into reality and demonstrate its power in a large number of cases. ODYCCEUS stands for Opinion Dynamics and Cultural Conflict in European Spaces. The project seeks conceptual breakthroughs in Global Systems Science, including a fine-grained representation of cultural conflicts based on conceptual spaces and sophisticated text analysis, extensions of game theory to handle games with both divergent interests and divergent mindsets, and new models of alignment and polarization dynamics. The project will also develop an open modular platform, called PENELOPE, that integrates tools for the complete pipeline, from data scraped from social media and digital sources, to visualization of the analyses and models developed by the project.
Sito web: https://www.odycceus.eu/

•Time Machine H2020-FETFLAG-2018-2020
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - FET

DE RUBEIS Flavia, RAINES Dorit, TORSELLO Andrea, VAIA Giovanni

FETFLAG-01-2018 - Preparatory Actions for new FET Flagships: Area 1) ICT and Connected Society, sub area: ICT for Social Interaction and Culture: Europe urgently needs to restore and intensify its engagement with its past as a means of building a common path for the generations to come. Time Machine will give Europe the technology to renew itself against globalisation and increased social exclusion, by investing in its precious cultural heritage. The FET Flagship is structured around the development of a large-scale digitisation and computing infrastructure mapping millennia of European historical and geographical evolution, transforming kilometres of archives, large collections from museums and other geohistorical datasets into a distributed digital information system. To succeed, a series of fundamental breakthroughs are targeted in Artificial Intelligence, Robotics and ICT, boosting these key enabling technologies in Europe. Massive digitisation infrastructures and High-Performance Computing will be coupled with Machine Learning techniques to produce a multiscale simulation of more than 5000 years of history. Time Machine will make Europe the leader in the extraction and analysis of Big Data of the Past. It will profoundly transform research methods and practices in the Humanities, allowing bolder questions to be asked and new levels of understanding to be reached. It will bring a new era of open access to sources, where past and on-going research are open science. This constant source of new knowledge will be an economic motor, giving rise to new professions, new services and new products, impacting not only on education, cultural heritage and creative industries, but also policy making, and economic societal and environmental modelling. Time Machine is based on Europe's unique assets: its long history, its multilingualism and multiculturalism. It is designed to bring together European research institutions, cultural heritage stakeholders, decision makers, businesses and the general public in a unique endeavour: turning the history of Europe into a living resource for co-creating its future.
Sito web: https://www.timemachine.eu/

Humane AI (con CNR-ISC) EUROPEAN NETWORK OF HUMAN-CENTERED ARTIFICIAL INTELLIGENCE
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - FET

CALDARELLI Guido

The HumanE AI Net brings together top European research centers, universities and key industrial champions into a network of centers of excellence that goes beyond a narrow definition of AI and combines world leading AI competence with key players in related areas such as HCI, cognitive science, social sciences and complexity science. This is crucial to develop a truly Human Centric brand of European AI. We will leverage the synergies between the involved centers of excellence to develop the scientific foundations and technological breakthroughs needed to shape the AI revolution in a direction that is beneficial to humans both individually and societally, and adheres to European ethical values and social, cultural, legal, and political norms. The core challenge is the development of robust, trustworthy AI capable of what “understanding” humans, adapting to complex real-world environments, and appropriately interacting in complex social settings. The aim is to facilitate AI systems that enhance human capabilities and empower individuals and society as a whole while respecting human autonomy and self-determination. The HumanE AI Net project will engender the mobilization of a research landscape far beyond direct project funding, involve and engage European industry, reach out to relevant social stakeholders, and create a unique innovation ecosystem that provides a many fold return on investment for the European economy and society. We will make the results of the research available to the European AI community through the AI4EU platform and a Virtual Laboratory, develop a series of summer schools, tutorials and MOOCs to spread the knowledge, develop a dedicated innovation ecosystem for transforming research and innovation into an economic impact and value for society, establish an industrial Ph.D. program and involve key industrial players from sectors crucial to European economy in research agenda definition and results evaluation in releva
Sito web: https://www.humane-ai.eu

Chinese Labour: Shifting Dynamics of Chinese Labour in a Global Perspective
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

CAVALIERI Renzo Riccardo, FRANCESCHINI Ivan

Sperone Speroni (1500-1588) and the Rebirth of Sophistry in the Italian Renaissance
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

SGARBI Marco

This two-year research project aims to analyze the works of Sperone Speroni degli Alvarotti (Padua 1500–1588), his reevaluation of ancient sophistic perspectives and his legacy in the early modern age. Speroni was one of the most important protagonists of the Renaissance debate on language and logic as well as civil and speculative philosophy. Educated as an Aristotelian, he eventually developed a distinctive philosophy and was the first to challenge Plato’s (327-447 BCE) condemnation of sophists. Despite the fact that Speroni was a central figure of Renaissance philosophy and literature in the vernacular, he is one of the most neglected authors in scholarly production. Furthermore, scholars have considered Speroni’s interest in ancient sophists as a marginal aspect of his philosophy and have disregarded the paramount role of the period’s vernacular writing on sophistry that began with his works and spread throughout sixteenth-century Italy. This project will not only contribute to the research on vernacular Aristotelianism funded by an ERC Starting Grant 2013 (ARISTOTLE – 335949) and led by Marco Sgarbi but also fill the gap in international studies with a complete analysis of the subject. Teodoro Katinis, an Experienced Researcher educated in European institutions and at Johns Hopkins University (U.S.A.), presents a research proposal from which the ground-breaking findings will revolutionize the traditional scholarly approach to a crucial period of the history of Western culture. Katinis expects that the development of this project will profoundly impact his career. Thanks to the training provided by Ca’ Foscari University in Venice and to its international network, Katinis will acquire new skills and build fruitful relations with European institutions and scholars. The training, network and publication of the project’s outcomes will increase Katinis’ possibilities of obtaining an eventual ERC Grant.

VEiL - Visualising Engineered Landscapes
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

TORSELLO Andrea, TRAVIGLIA Arianna

Sito web: http://www.unive.it/pag/18545/

The Catholic Charismatic Renewal (CCR): an Historical Analysis Between US and Europe
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

CICILIOT Valentina, VIAN Giovanni

The research project aims to analyze the history of the Catholic Charismatic Renewal (CCR), a spiritual awakening movement which was founded in 1967 in the United States of America within the Catholic Church and which spread rapidly throughout the world, so much so that today its has more than 120 million members. The proposal intends to focus on three specific objectives: 1. to survey the relationship between US Catholicism and European Catholicism through the history of the CCR; 2. to analyze the reaction of the Catholic Church hierarchy to the CCR, especially that of the pontiffs, through the analysis of official pronouncements made during meetings with the charismatic groups or at other specific times; 3. to problematize the issue of gender within Catholicism defining the role of women within the CCR. The research can generally be considered to be a part of World/Global Christianity Studies, seen from a cross-cultural perspective. It foresees the use of archive material (Notre Dame Archives) and the first historiographical, sociological and theological texts on the CCR as primary sources in approaching the history and nature of the charismatic movement in understanding its origin, evolution and success, firstly in US and then in Europe. The topic is particularly auspicious from the point of view of academic exchange between Europe and the United States, as it serves as a moment of reflection and dialogue on the theme of the history of Christianity. There being no expert on the subject of the charismatic movement in the Catholic Church at any of the European universities, this research project could be a unique opportunity to forge personal career possibilities and new international contacts. Finally, the project would contribute to the History of Christianity, Studies in World Christianity, American Catholic Studies and European History on an international level.
Sito web: http://cordis.europa.eu/project/rcn/199248_en.html?isPermaLink=true

Reader, Author, Scholar in a Context of Information Overflow. How to master and manage knowledge when there is too much to know?
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

GHERSETTI Antonella

The Mamluk period (1250-1517) is an example in terms of intellectual vivacity. Scholars and books travel easily, ideas are extensively discussed and shared, and the sum of knowledge available is always increasing. When it is no longer possible to master all the knowledge alone, and by heart, how do scholars compose new books? To answer this question, an eminent scholar of this time, al-Ṣafadī (d. 1363), will be taken as example. Several volumes of his personal reading journal—“tadhkirah”—are preserved, but have never been studied. They constitute exceptional evidence of his reading activity and reflect the very first stage of his working method. Besides, several manuscripts that were part of al-Ṣafadī’s personal library are preserved. Tracking them and the marginalia that al-Ṣafadī added next to their text sheds a complementary light on his readings. The only holograph volume of al-Ṣafadī’s tadhkirah preserved will be subject to a thorough and comprehensive study. All the authors and works cited will be identified, al-Ṣafadī’s excerpts will be confronted to the original texts. When the actual manuscript al-Ṣafadī read is identified, a careful analysis of the latter is conducted (study of paratexts left by al-Ṣafadī in the course of his work, codicological analysis). Moreover, the way al- Ṣafadī used the excerpts in his own works will be studied as well. An Open Access online edition will be prepared, including links to the original texts cited, to biographies of the authors, to al-Ṣafadī’s works using these information, and to the online database ELEO (database of paratextual elements). Such exceptional documents will provide us an innovative picture of intellectual life during the Mamluk period, a period similar to ours in terms of overabundance of information. Therefore, the study of this original subject is perfectly timely—it will fill the gap of our knowledge of intellectual history of the Mamluk period and will nourrish our perceptions about our times.

Comunità civiche e spazio pubblico nel Vicino Oriente antico
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

GILIBERT Alessandra

Il progetto intende analizzare gli spazi pubblici delle città del Vicino Oriente antico (e cioè le strade, le piazze e simili luoghi intra moenia) come luoghi politici proprî alla comunità dei cittadini, con specifico riferimento al loro uso per attività istituzionali e consuetudinarie fuori della sfera egemonica delle Grandi Organizzazioni palatine e templari. L’esistenza di comunità civiche indipendenti dal Tempio e dal Palazzo è ben comprovata dalle fonti scritte, che mostrano come gli abitanti delle città avessero modo di esprimere il loro consenso politico sia attraverso istituzioni a carattere assembleare sia in occasioni di incontri e interazioni di gruppo meno formali (si pensi alla “massa” come soggetto politico). Le istituzioni di governo cittadino sono state oggetto di grande attenzione sin dal celebre studio di T. Jacobsen sulla “democrazia primitiva” in Mesopotamia, significativamente pubblicato nel 1943. Tuttavia, sia il ruolo politico di raduni informali sia l’individuazione di spazi relati ad attività politiche comunitarie rimangono un tema poco frequentato. Mentre generazioni di archeologi hanno studiato il ruolo del Tempio e del Palazzo come materializzazioni architettoniche dei poteri egemoni, le tracce lasciate nel tessuto urbano dalle comunità civiche non sono ancora state oggetto di analisi sistematica. A lungo si è ritenuto che le comunità civiche non fossero leggibili nel dato archeologico. Questo paradigma interpretativo è stato rivisto criticamente da una serie di recenti studi, che hanno mostrato come sia possibile individuare e decodificare lo spazio pubblico in chiave politica. L’ipotesi di lavoro è che sia possibile ricostruire aspetti della vita civica comunitaria a partire da una analisi urbanistica, in particolare attraverso lo studio dei criteri di pianificazione e dalla storia d’uso dello spazio pubblico. Ci si propone di verificare tale ipotesi con lo studio di tre casi rappresentativi di altrettante realtà urbane tipiche delle gerarchie insediamentali dell’Impero Ittita nella tarda Età del Bronzo: Hattusha (Boghazköy), la capitale; Sarissa (Kushakli), un’importante città di provincia dell’Anatolia centrale; e Ugarit (Ras Shamra), un ricco centro cosmopolita della costa siriana.

ATRA - Atlas of Renaissance Antiquarianism
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

ATRA - Atlas of Renaissance Antiquarianism is a digital system that will map the circulation of antiquarian learning in sixteenth-century Europe. Its purpose is to contribute to the promotion of new knowledge on antiquarian studies in the Renaissance and demonstrate how the antiquarian approach – that based the growth of thought on documented sources and empirical evidence – played a primary role in the evolution of the entire cultural/intellectual life of Early Modern times. The main intent is to allow the interconnection of data that otherwise would probably never come into contact and to bring to the surface issues not yet bridled in rigid classifications. This will enable the discovery of new cultural itineraries and convergences in Renaissance scholarship; trace the paths that led to parallel or independent ideas; and uncover new trends of thought that can help us better understand the evolution of European civilization and spirit. Innovative and revolutionary interpretative pathways will come to light, conferring a renewed awareness of the concept of Renaissance antiquarianism and offering to the entire academic community further instruments to investigate the History of Ideas.

Innovative Training Network ‘Expectations and Social Influence Dynamics in Economics’ (ExSIDE)
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

PELLIZZARI Paolo

How will the stock market develop? Will I get a pay rise next year? When will the Central Bank change its interest rate policies? Expectations influence the behavior of many economic decision makers. The recent financial and economic crisis has highlighted again the importance of expectation dynamics for economic development as well as for the success of firm strategies and public policies. However, many aspects of the formation and implication expectations in Economics are still not well understood. The Innovative Training Network ExSIDE aims at improving our understanding of the role of expectation formation and social influence for economic dynamics and for the optimal design of economic policy.
Sito web: https://exside-itn.eu/

EUTERPE (European TERm Premium Estimation)
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

Standing at the Crossroads: Doubt in Early Modern Italy (1500-1560)
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

SGARBI Marco

This three-year research project aims to produce the first comprehensive social and cultural history of doubt and unbelief in Renaissance Italy. The project is timely since scholarly attention to the topic of unbelief and skepticism in Early Modern Europe is growing, as evidenced by recent publications and major research projects. In a period of dramatic cultural, political and religious change, traditional ideas and beliefs were shaken; and doubts on human reason and its powers arose. As a result, intellectual and religious authorities and long-standing truths began to be questioned by intellectuals and commoners alike, and anxiety over the powers and reach of human reason spread. A number of works were published in the vernacular that dealt with doubt and addressed a broad public. These works have never been coherently and systematically studied. This project will fill the void analysing such works with an ground-breaking interdisciplinary methodology. It will result in new comprehension of crucial aspects of European cultural identity such as the rise of the notion of freedom of conscience and the development of intellectual inquiry, and will revolutionise the traditional scholarly approach to a key moment in Italian and European civilization. Marco Faini, an experienced researcher with international experience in Germany (Wolfenbüttel, Münster), in the UK (Cambridge), and at Villa I Tatti, is confident that the development of this project will profoundly impact his career. Thanks to the training provided by Ca’ Foscari University in Venice and by the Faculty of History at Toronto University, Faini will acquire new skills and build fruitful relations with European and North-American institutions and scholars. The training, networks and publication of the project’s outcomes will increase Faini’s possibilities of obtaining a future ERC Grant and may also result in a tenure-track position at Ca’ Foscari University.
Sito web: https://www.unive.it/pag/35603/

GYSIART: A cultural history of comparative art practices and receptions in Cold War Europe (1945-1991)
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

BERTELE' Matteo, BURINI Silvia

Cold War studies tend to emphasize dual narratives, mostly investigated as actions that are dictated from above by State policies or as cultural relations in an international context. Starting from previous studies on bilateral art relations in the second half of 20th century, the project is intended as a comparative survey within a polycentric and inclusive European focus area, including the two German republics, Yugoslavia, the Soviet Union and Italy. The main study cases will be provided by multilateral art encounters and the involved locations and actors, analysed as individual and collective art practices. Unique Cold War art archives and collections at the Getty Research Institute and at the Wende Museum in Los Angeles will provide key resources. In order to assess the impact of the art practices on culture and society, the fellow intends to investigate both their critical reception in the professional art world and their popular response through the commentaries left by exhibition visitors. A crucial question is whether the European dimension has ever been considered as a common ground - be it of political, social, artistic or speculative nature - for multilateral art practices within the divided continent. Particular attention will be paid to unmet expectations and missed connections among the interested art communities. By including current Member and Associate States and Third Countries, the research is meant to contribute to inter-European comprehension and integration, as an essential premise in order to “inform the reflection about present problems and help to find solutions for shaping Europe's future”, as stated in the Work programme 2016-2017 of Horizon 2020. The project is conceived as a multidisciplinary research which, through training and inter-sectoral mobility in Comparative Studies, History and Art History, will have a ground-breaking impact on the future career prospects of the fellow in the academic and non-academic sectors as Comparative European Art Historian.

MASTER (Multiple ASpects TrajEctoRy management and analysis)
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

MARIN Andrea, ORLANDO Salvatore, PRANOVI Fabio, RAFFAETA' Alessandra, SILVESTRI Claudio, SIMEONI Marta

MASTER - Multiple ASpects TrajEctoRy management and analysis - (2018-2022) is a Marie Sklodowska-Curie RISE project (Research and Innovation Staff Exchange), which involves 10 international partners and it is intended to strengthen an international thematic network. The project is motivated by the growing number of applications, from mobile phone calls to social media, to land, sea, and air surveillance systems, which produce massive amounts of spatio-temporal data of moving objects. The project aims at developing methods for constructing, managing and analyzing holistic trajectories, i.e., sequences of spatio-temporal points enriched with semantic information coming from heterogeneous data sources, such as social media, Linked Open Data, knowledge bases. For example, in the mentioned contexts, the availability of holistic trajectories allows for the identification and monitoring of the different types of tourist flows, the definition of customized itineraries based on tourists' interests, the knowledge acquisition on fishing patterns to enforce fisheries management and conservation measures worldwide, the identification of the routes of migrants and the detection of the presence of suspicious boats.
Sito web: http://www.master-project-h2020.eu

The Ophiucus Supernova: Post-Aristotelian Stargazing in the European Context (1604-1654)
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

SGARBI Marco

"The Ophiucus Supernova: Post-Aristotelian Stargazing in the European Context (1604-1654)" is a research project proposed for a Marie Curie Fellowship by Dr. Matteo Cosci, post-doctoral researcher at the University Ca' Foscari Venice. This research will examine how the unexpected explosion of a supernova in European skies in 1604 (SN 1604 or "Kepler's supernova" as it was called) fundamentally affected the development of Renaissance scientific thought from a historical, philosophical and cultural point of view. In fact, for the five decades after its outburst the interpretation of the new star or stella nova was one of the main speculative battlefields where opposing conceptions of the universe collided. The study will be grounded in an extensive set of primary sources and documents assembled by Dr.Cosci and analysed in their entirety for the first time. The first outgoing phase of research will be conducted at the Department of History of Science at University of Oklahoma under the supervision of Prof. Peter Barker, also consulting Dr. Patrick Boner of the Catholic University, Washington D.C . The return phase will take place at the Department of Philosophy and Cultural Heritage at Ca' Foscari under the supervision of Prof. Marco Sgarbi. Moreover, the research will provide data to, and will be assisted by, the Terra- Astronomy research group, based at the University of Jena, Germany, under the supervision of Prof. Ralph Neuhäuser, for assessing the historical supernova's typology and rare features. Results will be presented mainly through a dedicated internet site, a series of peer-reviewed articles in academic journals, and finally a book. The project provides the opportunity to give the proponent additional training for his academic career, to establish collaborations between many research groups working on similar themes in North America and in Europe, and finally to recover and reconsider a neglected chapter of Europen cultural history.

VERTEXCULT - Vernacular Textual Cultures in Dante's Tuscany: Education and Literary Practices in Context, ca. 1250 - ca. 1321
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

LOMBARDO Luca, ZANATO Tiziano

The project undertakes the first systematic investigation of the vernacular literary texts used for the intellectual education of secular people in north-western Tuscany between the half of the 13th and the first twenty years of the 14th century in order to clarify the cultural context of Dante’s formation in Florence, on which almost nothing is known yet. While the lyrical poetry in late-medieval vernacular has been much studied, the doctrinal literature (both in poetry and prose) flourished in Italy in the same years is often unpublished and almost never made the object of critical studies, nor its function was connected to the formation of secular intellectuals such as Dante. The project aims to define as accurately as possible the vernacular, namely, the non-Latin, cultural context and texts circulation in Florence and north-western Tuscany during the span of about seventy years, between the death of the empereor Frederick II (1250), which ideally marks the end of the Sicilian Poetic School and the displacement of the fulcrum of the Italian vernacular literature in the “municipal” Tuscany, and the death of Dante Alighieri (1321). The chronological limits depend on the crucial role of the Florentine poet, who within this historical context had reached the highest cultural dignity of the vernacular as the literary language of the legal-notary ruling class before Petrarch and Humanism marked a radical return to the Latin, indeed parallel to the decline of the figure of the “municipal intellectual” (Dante himself and other distinguished members of this specific secular and bourgeois environment as the mercant Chiaro Davanzati, the banker Monte Andrea, the judge Bono Giamboni, the notary Brunetto Latini, and the public officials Guido Cavalcanti and Dino Compagni).

InProV - An inventory of the prosimetra in vulgar tongue in the early centuries of Italian Literature (1250-1500)
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

ZANATO Tiziano

This research project aims to provide an inventory of the prosimetra in the history of Italian literature from its origins to the early Renaissance. There exists an abundance of critical bibliography on specific major works written in prosimetrum, from Dante’s "Vita Nova" to Sannazaro’s "Arcadia". However, this peculiar form consisting of prose and metre, which has always received cursory treatment in the history of literary tradition, appears only recently to have gained the critics’ attention as a specific genre on its own account . Yet a thorough investigation resulting in a detailed inventory of the extant texts has not hitherto been attempted. In keeping with other scholarly works recently published (such as the Atlante dei canzonieri in volgare del Quattrocento), an inventory of the prosimetra would provide a useful instrument to gain a deeper understanding of the features of this specific genre and its place within the early literary tradition.

Farmaccounta: Farm accountancy data a source for the history of European agriculture
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

Farm accountancy data are used nowadays in the EU for fine-grained analysis of policy impact, but the history of farm accountancy data begins at the end of the 19th century, when agricultural associations promoted the spread of accounting techniques among farmers of different European countries. In the 1920s, agricultural associations and the International Institute of Agriculture, the predecessor of the UN Food and Agriculture Organization launched an ambitious and unprecedented attempt at international standardization of accounting rules in order to collect comparable accountancy data. For this two-years projects I intend to study farm accountancy data collected by the International Institute of Agriculture during the Interwar in order to assess the usefulness of farm accountancy data for the analysis of global trends in agriculture around the Great Depression and prepare the creation of a database of historical farm accountancy data in the future. I will analyse the Farm Accountancy Statistics series published by the International Institute of Agriculture concerning the evolution of agriculture in different countries for the period 1928-1938, by examining: 1. The theoretical underpinnings of farm accountancy data; 2. The actors involved in the production of data at national and international level, including economists, agricultural associations and international organizations; 3. The data expected influence on policy; 4. The picture of European agriculture that emerges from the data. As a result, the project will contribute to our understanding of the impact of protectionism, transnational networks and international organisations during the interwar period, a time of international economic tensions that increasingly resembles our own.

Farmaccounta: Farm accountancy data a source for the history of European agriculture
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

Farm accountancy data are used nowadays in the EU for fine-grained analysis of policy impact, but the history of farm accountancy data begins at the end of the 19th century, when agricultural associations promoted the spread of accounting techniques among farmers of different European countries. In the 1920s, agricultural associations and the International Institute of Agriculture, the predecessor of the UN Food and Agriculture Organization launched an ambitious and unprecedented attempt at international standardization of accounting rules in order to collect comparable accountancy data. For this two-years projects I intend to study farm accountancy data collected by the International Institute of Agriculture during the Interwar in order to assess the usefulness of farm accountancy data for the analysis of global trends in agriculture around the Great Depression and prepare the creation of a database of historical farm accountancy data in the future. I will analyse the Farm Accountancy Statistics series published by the International Institute of Agriculture concerning the evolution of agriculture in different countries for the period 1928-1938, by examining: 1. The theoretical underpinnings of farm accountancy data; 2. The actors involved in the production of data at national and international level, including economists, agricultural associations and international organizations; 3. The data expected influence on policy; 4. The picture of European agriculture that emerges from the data. As a result, the project will contribute to our understanding of the impact of protectionism, transnational networks and international organisations during the interwar period, a time of international economic tensions that increasingly resembles our own.

Navigating Schengen. Historical Challenges and Potentialities of the EU Free Movement of Persons, 1985-2015 (NAVSCHEN)
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

NAVSCHEN will produce the first dedicated historical analysis of all worldwide available primary sources on the transnational roots, debates and conditions for the implementation of the European Union (EU)’s free movement of persons (FMP). The project’s overall objective is to highlight: a) the value of critical historical analysis and b) the normative legacies on human mobility rights in the European integration process to address the current challenges of the EU’s FMP. This project aims to bridge this gap via the comparative analysis between the European Parliament (EP) and the European Commission (EC)’s role and impact on the changing modes of implementation of this Schengen Area ‘fourth freedom’. These two cases will be explored as part of a larger study on belonging and displacement in a ‘Europe in the making’. The project’s timeline will examine human mobility rights in light of the historical analysis of the European integration process from 1985 (the inception of the Schengen Area) to 2015 (a key turning point dominated by the public and private perception management articulation of responses to the so-called ‘refugee crisis’).
Sito web: https://www.unive.it/pag/38081/

Bacterial Enzymes and Bioprocesses for Lignin Valorisation. B-ligzymes. H2020-EU.1.3.3. - MSCA-RISE-2018
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

CRESTINI Claudia

B-LigZymes is an international, interdisciplinary and intersectorial platform that directly addresses current limitations in lignin degradation by generating technological and economical solutions inspired by fundamental research. B-LigZymes provides a holistic view for the development of biocatalytic processes involved in the valorisation of lignin. The B-LigZymes consortium is composed of 6 academic organizations, 4 of which are located in Europe (Portugal, The Netherlands, Italy and Germany), 1 in the United States and 1 in Argentina; there are 3 non-academic organizations in the partnership located in Spain, Finland and The Netherlands. The B-LigZymes programme foster collaborations across sectors, disciplines and countries and a shared culture of research & innovation (R&I) that welcomes and rewards creativity and entrepreneurship. The existent complementarity among Beneficiary Organizations and partners enables bi-directional international and intersectorial staff exchanges and the sharing of knowledge and ideas from research to market and vice-versa. These activities will be additionally nurtured by wide network training events, such as workshops, where the contribution of members with different expertise will bring a synergistic effect. Overall, the networking activities proposed will allow research members to develop new R&I and transferable skills that will boost future career opportunities, strengthening Europe’s human capital, competitiveness and growth and, contributing for a knowledge-based economy and society, in accordance to the expected objectives and impact of the RISE’s MSCA call.
Sito web: https://cordis.europa.eu/project/id/824017/it

Reassessing Realism over Universals in the Time of Peter Abelard
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

SGARBI Marco

This three-year GF will bring Caterina Tarlazzi at the University of Notre Dame (USA) and at Ca’ Foscari University of Venice (Italy), where she will be supervised by, respectively, Richard Cross and Marco Sgarbi. The overall aim of the project is to investigate a neglected, though highly significant, topic in the history of the Problem of Universals: realist theories over genera and species in the Latin tradition, c. 1090-1160. This topic has the potential to bridge the gulf now existing between analytical and historical approaches to philosophy, drawing illuminating comparisons between medieval realism and contemporary analytic views over universals (especially the so-called ‘scientific realism’ of David Armstrong, Michael Loux’s ‘constituent ontology’, and the ‘new essentialism’ of Brian Ellis). It will also re-shape important aspects of the history of medieval philosophy regarding both the Latin 12th-century (where ‘realist’ notions seem to be found in Peter Abelard’s antirealist philosophy) and its relations to later medieval philosophy (especially the 14th-century forms of realism of, among others, Duns Scotus, Walter Burley, and John Wyclif). The topic has, however, remained almost entirely neglected so far. This is mainly because a number of relevant sources are found in manuscripts scattered around Europe, which have never been published but are familiar to Tarlazzi thanks to her three-year British Academy postdoctoral fellowship at the University of Cambridge. Tarlazzi’s past experience and the training planned during this GF now allow for an in-depth study of these sources, which will yield a complete reassessment of 12th-century realism. The results will be disseminated both within academia and to a wider audience. The project has important implications for Tarlazzi’s own career development; for research at the host institution and the teaching of medieval philosophy in Italian high-schools; and for research in history of medieval philosophy in Europe.

The Emergence of a Science of Vegetation in Early Modern Natural Philosophy and the Sciences of Life: From Cesalpino to Malpighi
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

SGARBI Marco

Empirical Knowledge and Antiquarian Architecture in Sixteenth-century Venice
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

SGARBI Marco

Ill-Health, Work and Occupational Health in Early Modern Italy (ca. 1550-1750)
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

SGARBI Marco

Reading Descartes: A Reassessment of the Shaping and Transmission of Knowledge in the Seventeenth Century
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

SGARBI Marco

Playing at the Gateways of Europe: theatrical languages and performatives practices in the Migrant Reception Centres of the Mediterranean Area
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

RUFFINI Rosaria

The PlaGE project investigates the use of theatrical practices at the very core of the migration process: the transit-phase in the Reception centres of the Mediterranean migratory route. It will map and analyse the emerging presence of intercultural performative practices at the thresholds of Europe, focusing on four case studies in two crucial countries: Italy (which hosts the majority of the Reception Centres) and Morocco (a main EU partner in Reception policies). The interdisciplinary approach combines the latest methods of Performance Analysis with Social Research. Besides conducting a qualitative study through the use of semi-structured interviews and participant observation, the research will adopt the experimental practice-led method of “PAR” (Performance as Research), to explore the aesthetical and societal impact of theatre on the newcomers’ conditions, on the local territory and on the contemporary artistic environment. In order to face this challenging and urgent EU issue, PlaGE will adopt a high timely Euro-African perspective, by training in two strategical Universities located at two extremes of the Mediterranean Sea: Ca’ Foscari University of Venice (Italy) and Ibn Zohr University of Agadir (Morocco).

Sexual and Gender Non-Normativity in Opera after the Second World War
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

MARSICO Federica

In the late 1970s, North-American musicology inaugurated the exploration of the ways in which gender and sexuality affect musical expression. Since the development of queer theory in the early 1990s, a new orientation has manifested in musicological research. Musicology that integrates queer theory – most briefly defined as ‘Queer musicology’ – considers music the site for the confrontation between heteronormative dominant culture and the composer’s non-normative gender identity, who questions social prejudices on grounds of sexual and gender diversity through his art. Research in this recent trend is very productive in North-America, but it has developed less in Europe. Despite the flourishing of this field in smallscale studies across many genres, there are yet few book-length studies of coherent repertoire. The project is unique in queer musicology in its focus on opera. By comparatively investigating eight operas premiered between 1945 and 2000 by gay composers of various ages, nationalities, educational backgrounds and musical styles, it will shed light on the expressive strategies employed by authors to represent sexual and gender non-normativity. The overall objective will be reached through the developing of three specific objectives: I) to relate the representation of sexual and gender non-normativity to the self-perception of his non-normative identity by the author, on the one hand, and to the perception of sexual and gender non-normativity by the socio-historical context where the opera was composed on the other; II) to identify the aspects of the libretto that refer to sexual and gender non-normativity; III) to identify the musical elements that contribute to the expression of sexual and gender non-normativity. Through the inquiry into how gay composers use operatic genre to explore non-normative genders and sexualities, the project will highlight how music can relate experiences of marginalisation and challenge discriminatory prejudices.

Shades of Black - The Darker Shades of Black. The Value of Skin Colour in the Mediterranean and Atlantic Slave and Labour Markets, 1750-1886
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

BONAZZA Giulia, PETRI Rolf

Supervisor: Rolf Petri, Co-Supervisor: Emmanuelle M. Saada (Columbia University). Ricercatrice: Dr. Giulia Bonazza, Durata: 2020-2023.
Sito web: https://www.unive.it/data/16955/

The Ophiucus Supernova: Post-Aristotelian Stargazing in the European Context (1604-1654)
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

COSCI Matteo

Project Acronym: SN1604 – Grant agreement ID: 844152.

NapApps - Napoleonic Job Applications: from Personal Pleas to Modern Curriculum Vitae in Early 19th-Century Europe
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

DAL CIN Valentina, RAINES Dorit

Sito web: https://www.unive.it/pag/30982/

PythiaPlus: Machine learning for the study of ancient epigraphic cultures
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

CALVELLI Lorenzo, SOMMERSCHIELD Thea

The PythiaPlus research project proposes to explore and interpret the nature of the written (epigraphic) cultures of the ancient Mediterranean using Machine Learning. Its aim is to transform our understanding of the use of epigraphic communication and the nature of cultural interference within the written and indirectly spoken languages of the ancient world. This will be achieved by revolutionising our ability to access and analyse the epigraphic data: state-of-the-art Machine Learning models will be trained to trace distinctiveness and change in the Greek and Roman epigraphic habits on an unprecedented large scale and in unparalleled detail, revealing new insights in linguistic and cultural interactions.
Sito web: https://pric.unive.it/projects/pythiaplus/home

Innovative training network 'Economic Policy in Complex Environments' (EPOC)
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

PELLIZZARI Paolo

How can we improve methods for analysing complex dynamic patterns in a globalized world and for making good economic decisions in such complex environments? EPOC aims at developing and applying such methods relying on a productive combination of approaches from different research areas, in particular data science, network theory and agent-based simulation. These methods will be applied for economic policy analysis with particular focus on policies governing processes of technological change and addressing the challenges of climate change.
Sito web: https://epoc-itn.eu/en/

The right in human rights: Aristotelianism and Neo-Confucianism at the basis of the EU-China Dialogue (RIGHT)
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Marie Skłodowska Curie Actions

BAKA Anna Eirini

To fill a major gap in human rights theory and practice, the EU-funded RIGHT project will develop a ground-breaking definitional human rights framework based on Aristotelianism and Neo-Confucianism. The project will help lay the foundation for the sustainable continuation of the EU-China Human Rights Dialogue. Awarded a Marie Curie global fellowship, the RIGHT study will be undertaken at the East Asian Languages and Civilisations Department of Harvard in the US and at the Department of Philosophy and Cultural Heritage at Ca' Foscari in Italy. An advisory board of philosophers and human rights experts will assist in the project. The focus group of Chinese and European academics and policymakers will provide additional insight.
Sito web: http://UNIVE, HARVARD

Progetto Europeo EARLYhumanIMPACT
VII PQ - VII Programma Quadro - People

BARBANTE Carlo

EPSEI: Evaluating Policies for Sustainable Energy Investments: towards an integrated approach on national and international stage
VII PQ - VII Programma Quadro - People

Sito web: http://EPSEI: Evaluating Policies for Sustainable Energy Investments (2011-2015, contract number 26Website:http://www.cmcc.it/projects/epsei-evaluating-policies-for-sustainable-energy-investments-to

GLOCOM: Global Partners in Contaminated Land Management (2011-2015, contract number 269233)
VII PQ - VII Programma Quadro - People

MARCOMINI Antonio

Sito web: http://Website:http://www.dsi.unive.it/~glocom/

Beyond the 'West' and the 'East' (BETWATE)
VII PQ - VII Programma Quadro - People

MIYAKE Toshio

Sito web: http://virgo.unive.it/miyake/betwate/

IRSES GLOCOM (Global Partners in Contaminated Land Management)
VII PQ - VII Programma Quadro - People

CRITTO Andrea

IRSES EPSEI (Evaluating Policies for Sustainable Energy Investments: towards an integrated approach on national and international stage)
VII PQ - VII Programma Quadro - People

CRITTO Andrea

SEEK - SEmantic Enrichment of trajectory Knowledge discovery (project N. 295179)
VII PQ - VII Programma Quadro - People

RAFFAETA' Alessandra, SILVESTRI Claudio

Sito web: http://www.seek-project.eu/

ECONANOSORB: Ecological application of nanosorbents on the base of natural and synthetic ionites and carbons (2012-2016, contract number 295260)
VII PQ - VII Programma Quadro - People

MARCOMINI Antonio

Sito web: http://Website: https://sites.google.com/site/econanosorbpublic/

IRSES ECONANOSORB (Ecological application of nanosorbents on the base of natural and synthetic ionites and carbons)
VII PQ - VII Programma Quadro - People

CRITTO Andrea

EPSEI – Evaluating Policies for Sustainable Energy Investments: Towards an Integrated Approach on National and International Stage (The Legal Framework for the Exploitation of Natural Resources in Western Siberia and its Comparative Relevance)
VII PQ - VII Programma Quadro - People

Sito web: http://www.cmcc.it/projects/epsei-evaluating-policies-for-sustainable-energy-investments-towards-an-integrated-approach-on-national-and-international-stage#anchor-activity

Marie Curie IEF project “NEXUS - Network-based Expert-Stakeholder Framework for Sustainable Remediation”
VII PQ - VII Programma Quadro - People

CRITTO Andrea

CHETCH – Europe and China taking care of Healthcare Solutions
VII PQ - VII Programma Quadro - People

BARBIERI Elisa

The research project intends to contribute actively to the cooperation between Europe and China, investigating opportunities for mutual integration in the healthcare sector. Cooperation and potential synergies will be examined from a comprehensive perspective, including policies at national and local level, the legal environment, medical practices, healthcare industries and related businesses. An interdisciplinary approach is followed. Researchers in the social science and humanities areas will compare the European and Chinese healthcare systems at different levels, including value systems and ethical issues. The economic expert will analyse the integration reached so far, in the healthcare industries (i.e. technologies, pharmaceutical products, etc.) on the basis of foreign direct investments, trade and micro economic data. The typical cost-benefit tools will be used to evaluate the economic impact of integrating Western Medicine (WM) and Traditional Chinese Medicine (TCM) practices, supporting the medical team of experts. The legal instruments will help define obstacles and plausible solutions that can be generated by the regulatory environment, as well as appropriate solutions to enhance collaboration both at institutional, medical practices and business levels. The team of experts in the medical field will investigate best practices of traditional medical systems using a modern science framework. The team will develop a process of recognition and scientific validation of TCM versus Complementary Alternative Medicine, at different levels. CHETCH is based on the idea that a Europe-China partnership could be a win-win strategy. Europe and China have complementarities that could help each other face their specific needs in the long run

Marie Curie Fellowship. Fellow Dr. Xanthi Penteli. Role: Supervisor
VII PQ - VII Programma Quadro - People

VARIN Cristiano

Sito web: http://scout-eu-project.weebly.com/

SHARE-DEV3 Achieving world-class standards in all SHARE countries
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Research Infrastructures

BRUGIAVINI Agar, CAVAPOZZI Danilo, PASINI Giacomo

SERISS, Synergies for Europe's Research Infrastructures in the Social Sciences
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Research Infrastructures

BELLONI Michele, BRUGIAVINI Agar

SSHOC - Social Sciences and Humanities Open Cloud
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - Research Infrastructures

BRUGIAVINI Agar, CAVAPOZZI Danilo

Improve on the measures and open clouds methodologies in social science. Coding jobs and education
Sito web: https://sshopencloud.eu/

NANORESTART, NANOmaterials for the REStoration of works of ART (2015–2019, project ID 646063)
Horizon2020 - H2020 - Industrial Leadership - LEIT

MARCOMINI Antonio

NANORESTART è un progetto H2020 che coinvolge 26 partner internazionali e che ha come obiettivo lo sviluppo di nanotecnologie per la conservazione dell’arte moderna e contemporanea, a basso impatto ambientale e sostenibili. In particolare verranno sviluppati nuovi formulati nanotechnologici per la pulitura di superfici plastiche e pittoriche, il consolidamento di tele e strati pittorici, la rimozione di materiali indesiderati e la protezione di opere d’arte in musei e aree esterne. Tali formulati saranno testati, nell’ambito del progetto, su numerosi casi studio.
Sito web: http://www.nanorestart.eu/

caLIBRAte - Performance testing, calibration and implementation of a next generation system-of-systems Risk Governance Framework for nanomaterials (2016-2019, project ID 686239)
Horizon2020 - H2020 - Industrial Leadership - LEIT

MARCOMINI Antonio

caLIBRAte è un progetto H2020 che coinvolge 24 partner internazionali e si propone di fare il punto sullo stato dell’arte nella ricerca riguadante la sicurezza in ambito nanotecnologico (nanosafety) e unirlo allo stato dell’arte in tema di governance del rischio e scienze della comunicazione, al fine di sviluppare un framework di governance del rischio per l’analisi e la gestione dei rischi per la salute umana e l’ambiente derivanti dai nanomateriali e dai prodotti nanotecnologici. Uno degli strumenti che in questo progetto saranno ulteriormente sviluppati, per poter essere incluso nel framework di governance del rischio, è il sistema di supporto alle decisioni SUNDS (sviluppato nel progetto EU SUN).
Sito web: http://www.nanocalibrate.eu/home

RES URBIS (01/01/2017 - 31/12/2019): RESources from URban BIo-waSTE
Horizon2020 - H2020 - Industrial Leadership - LEIT

CAVINATO Cristina, PAVAN Paolo

BIORIMA | BIOmaterial RIsk MAnagement - grant agreement No 760928
Horizon2020 - H2020 - Industrial Leadership - LEIT

MARCOMINI Antonio

BIORIMA (2017-2021) è un progetto finanziato dal programma H2020 che coinvolge 41 partner internazionali e che ha come obiettivo lo sviluppo di un approccio integrato per la valutazione e la gestione dei rischi associati ai nanobiomateriali utilizzati in dispositivi medici e in medicinali per terapie avanzate. BIORIMA svilupperà approcci e metodi per la caratterizzazione, la valutazione della tossicità ed ecotossicità, la stima e il monitoraggio dell’esposizione, la prevenzione dei rischi industriali, che saranno integrati per poter stimare e gestire i rischi per la salute umana (per lavoratori coinvolti nella produzione, pazienti, personale sanitario) e per l’ambiente. Il progetto fornirà inoltre un Sistema di Supporto alle Decisioni finalizzato a supportare le autorità pubbliche, i produttori e altri portatori di interesse nella valutazione costi-benefici di nuovi nanobiomateriali.
Sito web: https://www.biorima.eu

RiskGONE – Risk Governance of Nanotechnology (2019-2023 project ID: 814425)
Horizon2020 - H2020 - Industrial Leadership - LEIT

MARCOMINI Antonio

RiskGONE è un progetto H2020 che coinvolge 22 partner internazionali con lo scopo di fornire un framework all’avanguardia per la governance del rischio delle nanotecnologie e per rafforzare le procedure scientifiche interdisciplinari per la gestione del rischio, sulla base di una chiara comprensione dei rischi, delle pratiche di gestione del rischio e della percezione del rischio da parte di tutti i portatori di interesse. I partner di progetto mirano a raggiungere questo obiettivo supportando i processi di standardizzazione e validazione per i nanomateriali ingegnerizzati (Engineered Nanomaterials - ENMs), valutando, ottimizzando e pre-validando le SOP (Standard Operating Procedures) e le linee guida ISO per i test, oltre che integrandole in un framework per la governance del rischio e nel relativo Strumento di Supporto alle Decisioni. Infine, all’interno del progetto verrà costituito un Risk Governance Council trasparente e capace di auto-sostenersi, che agirà come organo di governo, basato sulla scienza, per la sicurezza dei ENMs.
Sito web: https://riskgone.eu/

AI4EU: A European AI On Demand Platform and Ecosystem
Horizon2020 - H2020 - Industrial Leadership - LEIT

PELILLO Marcello

Artificial Intelligence is a disruptive technology of our times with expected impacts rivalling those of electricity or printing. Resources for innovation are currently dominated by giant tech companies in North America and China. To ensure European independence and leadership, we must invest wisely by bundling, connecting and opening our AI resources. AI4EU will efficiently build a comprehensive European AI-on-demand platform to lower barriers to innovation, to boost technology transfer and catalyse the growth of start-ups and SMEs in all sectors through Open calls and other actions. The platform will act as a broker, developer and one-stop shop providing and showcasing services, expertise, algorithms, software frameworks, development tools, components, modules, data, computing resources, prototyping functions and access to funding. Training will enable different user communities (engineers, civic leaders, etc.) to obtain skills and certifications. The AI4EU Platform will establish a world reference, built upon and interoperable with existing AI and data components (e.g. the Acumos open-source framework, QWT search engine..) and platforms. It will mobilize the whole European AI ecosystem and already unites 80 partners in 21 countries including researchers, innovators and related talents. Eight industry-driven AI pilots will demonstrate the value of the platform as an innovation tool. In order to enhance the platform, research on five key interconnected AI scientific areas will be carried out using platform technologies and results will be implemented. The pilots and research will showcase how AI4EU can stimulate scientific discovery and technological innovation. The AI4EU Ethical Observatory will be established to ensure the respect of human centred AI values and European regulations. Sustainability will be ensured via the creation of the AI4EU Foundation. The results will feed a new and comprehensive Strategic Research Innovation Agenda for Europe.
Sito web: https://www.ai4eu.eu

IoF: Internet on FIRE
Horizon2020 - H2020 - Industrial Leadership - LEIT

MACCARI Leonardo

The Border Gateway Protocol (BGP) is the glue that binds pieces of the Internet and keeps global communications in tune. BGP has a slow convergence: two configuration parameters have a high impact on BGP convergence speed, but there is no consensus on how to change their default value to a better one. IoF addresses this problem in the Fed4Fire+ open call #5.
Sito web: https://iof.disi.unitn.it/

ELISE: European Learning and Intelligent Systems Excellence
Horizon2020 - H2020 - Industrial Leadership - LEIT

PELILLO Marcello

Innovative approaches to turn agricultural waste into ecological and economic assets (No Agro-Waste - NoAW)
Horizon2020 - H2020 - Science with and for society

VALENTINO Francesco

Sito web: https://cordis.europa.eu/project/id/688338/it

Scale-up of low-carbon footprint material recovery techniques in existing wastewater treatment plants (SMART-Plant)
Horizon2020 - H2020 - Science with and for society

VALENTINO Francesco

Sito web: https://cordis.europa.eu/project/id/690323/it

Resources from Urban Bio-waste (RES-URBIS)
Horizon2020 - H2020 - Science with and for society

PAVAN Paolo, VALENTINO Francesco

Sito web: https://cordis.europa.eu/project/id/730349/it

2018 Families_Share Horizon
Horizon2020 - H2020 - Science with and for society

PADOAN Ivana Maria

Families_Share offers a bottom-up solution to work/life balance by supporting families with childcare, parenting advice and after-school activities. The project is developed in 6 Pilot Cities in 4 countries and involves parents of children aged 3–11 that live in the same neighbourhoods in the 6 Pilot cities (Bologna, Gyor, Kortrijk, Thessaloniki, Trento, Venice). Besides the initial pilot cities, Families_Share application is also being used by Families in Rome, Pescara. In addition, Families_Share application has been adopted by Ca’ Foscari University of Venice as a way to support the personnel families taking care of their children in the emergency situation due to Covid-19.
Sito web: https://families-share.eu/project-about

FAMILIES_SHARE
Horizon2020 - H2020 - Science with and for society

CORTESI Agostino

Progetto H2020 NANOmaterials for the REStoration of works of ART – NANORESTART Call: H2020-NMP-2014-two-stage SECOND STAGE Topic: NMP-21-2014
Horizon2020 - H2020 - Science with and for society

PICONE Marco, VOLPI GHIRARDINI Annamaria

APACHE – Active & intelligent PAckaging materials and display cases as a tool for preventive conservation of Cultural Heritage (2019-2022 project ID: 814496)
Horizon2020 - H2020 - Science with and for society

MARCOMINI Antonio

APACHE è un progetto H2020 che coinvolge 26 partner internazionali e che ha come obiettivo lo sviluppo di tecnologie all’avanguardia per il controllo e la prevenzione del degrado dei beni culturali. L’approccio innovativo è basato su tre pilastri: 1) materiali avanzati per la sensoristica e l’assorbimento per controllare l’ambiente in cui si trovano i manufatti; 2) modellistica per definire le soglie di degradazione dei manufatti e distinguere tra la necessità di una conservazione preventiva o di un restauro; 3) controllo remoto degli stressori che interessano le opere d’arte. Inoltre, verrà offerto agli utenti finali un sistema di supporto alle decisioni capace di guidarli nella scelta delle migliori soluzioni per la conservazione delle opere d’arte.
Sito web: http://www.apacheproject.eu

QUEST - QUality and Effectiveness in Science and Technology communication
Horizon2020 - H2020 - Science with and for society

VILLA Roberta Ida, ZOLLO Fabiana

Sito web: https://questproject.eu

ISEED
Horizon2020 - H2020 - Science with and for society

WARGLIEN Massimo

ISEED – Inclusive Science and European Democracies, is an international research project funded by the European Union’s Horizon 2020 Research and Innovation Programme (2021-2024). ISEED responds to the EU’s call for supporting inclusive, innovative and reflective societies in Europe, specifically by “Developing deliberative and participatory democracies through experimentation”. Our idea in ISEED is to explore modes to engage citizens, and non-citizens, in knowledge-based public deliberation by using lessons derived from the field of citizen science. Citizen science works by inviting and including non-scientists in the collection and production of scientific knowledge. You can find some citizen science projects here, for example using penguin-watching, or recording whale vocalisations, to understand these animal populations. ISEED analyses cases of successful citizen science to explore what conditions can ensure people’s informed inclusion and participation in creating knowledge-based democratic deliberation. Our insight is applied to cases of public debate on science-based issues, for example climate change or vaccination programmes, paying attention to publics traditionally included but also to counter-publics marginalised in these debates.
Sito web: https://iseedeurope.eu/

EUCLID (EU China Lever for IPM Demonstration)
Horizon2020 - H2020 - Societal Challenges

ZOLIN Maria Bruna

The overall objective is to secure food production for the increasing worldwide population while developing sustainable production methodologies to fight pests with an Integrated Pest Management approach (IPM), to be used in European and Chinese agriculture. EUCLID research activity aims at developing more sustainable pest management methods in Europe and China in order to reduce the negative effects of pesticides on human health and the environment, to reduce economic losses in agriculture, and to provide scientific support to EU and China policies. Tomatoes, leaf vegetables and grapes are the main crops of research, due to their economic relevance in the targeted markets; however, research outcomes will also have an impact on other crops. In addition, the project will consider the entire food product chain from agriculture to the final consumers.
Sito web: http://www.euclidipm.org/

CLIMEFISH Studio degli effetti dei cambiamenti climatici su pesca ed acquacoltura in ambiente marino e di acqua dolce
Horizon2020 - H2020 - Societal Challenges

BRIGOLIN Daniele, FRANZOI Piero, PRANOVI Fabio, ZUCCHETTA Matteo

Sito web: http://climefish.eu/

EQUAL-IST 2016
Horizon2020 - H2020 - Societal Challenges

CORTESI Agostino, FRATTINI Romana, PADOAN Ivana Maria, SANGIULIANO Maria

Sito web: https://equal-ist.eu/

The SIGN-HUB: preserving, researching and fostering the linguistic, historical and cultural heritage of European Deaf signing communities with an integral resource
Horizon2020 - H2020 - Societal Challenges

Sito web: http://www.unive.it/pag/33750/

Preserving, researching and fostering the linguistic, historical and cultural heritage of European Deaf signing communities with an integral resource
Horizon2020 - H2020 - Societal Challenges

MANTOVAN Lara

Sito web: https://www.unive.it/sign-hub

Preserving, researching and fostering the linguistic, historical and cultural heritage of European Deaf signing communities with an integral resource
Horizon2020 - H2020 - Societal Challenges

Sito web: https://www.unive.it/pag/33750/

Preserving, researching and fostering the linguistic, historical and cultural heritage of European Deaf signing communities with an integral resource
Horizon2020 - H2020 - Societal Challenges

Sito web: https://www.unive.it/pag/33750/

Preserving, researching and fostering the linguistic, historical and cultural heritage of European Deaf signing communities with an integral resource
Horizon2020 - H2020 - Societal Challenges

Sito web: https://www.unive.it/pag/33750/

Preserving, researching and fostering the linguistic, historical and cultural heritage of European Deaf signing communities with an integral resource
Horizon2020 - H2020 - Societal Challenges

Sito web: https://www.unive.it/pag/33750/

Preserving, researching and fostering the linguistic, historical and cultural heritage of European Deaf signing communities with an integral resource
Horizon2020 - H2020 - Societal Challenges

Sito web: https://www.unive.it/sign-hub

EeMAP Energy efficient Mortgages Action Plan
Horizon2020 - H2020 - Societal Challenges

BARRO Diana, BILLIO Monica, CASARIN Roberto, LUCCHETTA Marcella

Sito web: https://eemap.energyefficientmortgages.eu/

EeDaPP Energy efficiency Data Protocol and Portal
Horizon2020 - H2020 - Societal Challenges

BARRO Diana, BILLIO Monica, CASARIN Roberto

Sito web: https://eedapp.energyefficientmortgages.eu/

GAIN - Green Aquaculture INtensification in Europe
Horizon2020 - H2020 - Societal Challenges

PASTRES Roberto

GAIN is designed to support the ecological intensification of aquaculture in the European Union (EU) and the European Economic Area (EEA), with the dual objectives of increasing production and competitiveness of the industry, while ensuring sustainability and compliance with EU regulations on food safety and environment. Ecointensification of European aquaculture is a transdisciplinary challenge that requires the integration of scientific and technical innovations, new policies and economic instruments, as well as the mitigation of social constraints. Successful eco-intensification of aquaculture will provide more and better aquatic products, more jobs, and improve trade balance by reducing imports. GAIN, besides looking at innovative ways of integrating cultured species, will seek integration with other sectors, in order to promote the implementation of the principles of circular economy in Aquaculture. The GAIN Consortium includes a wide range of complementary expertise and a well blended mix of research institutes and industrial partners, which will ensure the achievement of the following specific objectives: (i) Develop and optimize sustainable feeds, without increasing the pressure on land and fish stocks; (ii) Add value to cultivation, by means of innovative processes, which turn both by-products and side-streams into valuable secondary materials, thus increasing profits and minimizing the environmental footprint; (ii) Improve the management of finfish and shellfish farms, in terms of FCR, fish welfare and reduction of wastes, through the use of sensors, biomarkers, Big Data, IoT (Internet of Things) and predictive mathematical models; (iv) Support integrated policies and address current barriers to the implementation of the principles of circular economy in aquatic production.
Sito web: http://www.unive.it/gainh2020eu

NETCHER - NETwork and digital platform for Cultural Heritage Enhancing and Rebuilding
Horizon2020 - H2020 - Societal Challenges

PITTARELLO Fabio, SILVESTRI Claudio, TONGHINI Cristina, TRAVIGLIA Arianna

The last decades have witnessed a variety of initiatives promoted by a diverse set of actors engaged in the protection of endangered cultural heritage and in stopping illicit trade, initiatives that have tried to bring solutions, remediation, methods and approaches to tackle looting and trafficking. NETCHER seeks to address the complex challenge of harmonising and bringing together these worthy, but often disconnected initiatives by using a participative approach that will result in the establishment of a structured network (defined as a Social Platform) drawing together a broad range of players such as international bodies, umbrella organizations, national governments, researchers, public policy makers, NGOs, as well as public and private foundations. In light of the significance of these uncoordinated efforts, the Platform will take charge of the systematizing and framing of all the emerging best practices in order to enhance and capitalize on the experiences of the partnership members at an international level for building a joint action plan with shared toolkits and a research and innovation roadmap.
Sito web: https://cordis.europa.eu/project/id/822585

DC-ren - Drug combinations for rewriting trajectories of renal pathologies in type II diabetes
Horizon2020 - H2020 - Societal Challenges

SILVESTRI Claudio, SLANZI Debora

Diabetic Kidney Disease (DKD) is highly prevalent in type 2 diabetes, with major impact on patients and healthcare systems. The complex disorder, further modulated by cardiovascular comorbidities, presents as an accumulation of risk factors, which we treat with drug combinations. While the overall benefit of this approach is evident on a cohort level, individual patients show remarkable heterogeneity in drug response, and lack of guidance on personalized medication results in suboptimal control of the disorder. For resolving variability, we propose a new concept for personalization of drug combinations beyond the cohort-centric perspective. We improve patient stratification based on equivalence relations of clinical presentation, disease pathophysiology and drug combinations. The approach is derived from dynamical systems theory, aimed at reducing probabilistic assignment of patient-specific disease evolution and matching drug combinations. The availability of a large European repository holding DKD patients in routine care with diverse drug combinations, complemented by high-throughput screening for improving patient phenotyping, and molecular network modelling of pathology, embedded risk factor combinations and consequence of drug effect allows a systems representation of patient groups. Integrating clinical presentation and molecular architecture in a novel computational framework will establish a decision support software prototype. We will validate this tool for predicting optimized personalized drug combinations in a study using given clinical trial repositories. Demonstration will expand to other available drugs, which in combination with approved drugs promise benefit for groups of DKD patients. With a clear route toward uptake in the clinical setting, and generalization capacity of our approach to other complex disorders we foster next steps in personalization, anticipate major patient benefit, and see novel translation and business opportunities.
Sito web: https://cordis.europa.eu/project/id/848011

MEMEX: MEMories and EXperiences for inclusive digital storytelling
Horizon2020 - H2020 - Societal Challenges

PELILLO Marcello, SILVESTRI Claudio, VASCON Sebastiano

Smartphones can help build social cohesion The future of our cultural heritage is augmented thanks to inclusive digital storytelling tools. Memories will be intertwined with physical places, locations and objects to promote social cohesion. This is the aim of the EU-funded MEMEX project. It will create assisted augmented reality experiences in the form of stories that intertwine the memories of participating communities. It will develop techniques to (semi-)automatically link images to location and connect to a new open-source knowledge graph that will facilitate assisted storytelling. MEMEX will focus on Barcelona's migrant women. It will also throw the spotlight on residents in Paris' XIX district (home to one of the city's largest immigrant communities) and on second- and third-generation Portuguese migrants in Lisbon.
Sito web: https://cordis.europa.eu/project/id/870743

SHARE-COHESION
Horizon2020 - H2020 - Societal Challenges

BRUGIAVINI Agar, PASINI Giacomo

Improving data quality in SHARE - new waves

Cultural-E: Climate and cultural based design and market valuable technology solutions for Plus Energy Houses
Horizon2020 - H2020 - Societal Challenges

PASUT Wilmer, PISTORE Lorenza

CULTURAL-E aims to define modular and replicable solutions for Plus Energy Houses (PEHs), accounting for climate and cultural differences, while engaging all key players involved in the building life cycle; to create comfortable, efficient, and affordable indoor environments. CULTURAL-E will develop technologies and solution sets that are tailorable to specific contexts and energy demands, as well as performing a comprehensive optimization of the value/cost ratio of PEHs. Sets of design-for-assembly technologies will be produced and driven by a careful mapping of European climates, building archetypes, and cultural energy habits; going beyond the positive by maximizing the share of the demand covered by renewable sources (toward Ø emissions in the operational phase). The CULTURAL-E solution sets are the result of a usercentric design process and aim to achieve and affordably maintain the best indoor environmental conditions. The houses become regenerative for the indoor and outdoor environment in the life cycle, with minor extra costs compared to nZEB, thus guaranteeing a sound return of investment. E-mobility is dealt through a dedicated management strategy to avoid energy demand peaks coming from the simultaneous fast-charging of multiple vehicles. Despite an “agnostic approach” to technology selection, CULTURAL-E will enhance the TRL of specific key technologies, such as air movement for summer thermal comfort, natural and mix-mode ventilation, packed and modular HVAC units, industrialized active window systems for natural ventilation and solar control, cloud-based house management system, and user involvement in the continuous building control, optimized envelope (tailored thermal features). Finally, to increase the replicability of the solutions and the adoption of a “cultural-centric” design, key market players involved in the PEH development are supported by dedicated tools and guidelines that will assist the development of robust, inclusive business models.
Sito web: https://www.cultural-e.eu/

VULNER: Vulnerabilities Under the Global Protection Regime (GA n. 870845)
Horizon2020 - H2020 - Societal Challenges

CARNASSALE Dany, MARCHETTI Sabrina, PALUMBO Letizia

The concept of “vulnerability” is increasingly used as a tool that allows decision-makers to identify migrants in need of special assistance and protection, as exemplified on the international level by the 2018 Global Compact for Safe, Orderly and Regular Migration that calls for States “to respond to the needs of migrants in situations of vulnerability and address the respective challenges”. At the European level, “vulnerability” has also increasingly been used in the legal and policy instruments of the Common European Asylum System, in the case law of the European Court of Human Rights and the Court of Justice of the European Union as well as domestic courts, and in the resettlement practices of the EU Member States. Yet, there is no solid understanding of the concrete meanings, practical consequences, and legal implications of “vulnerability”. Meeting this need becomes even more crucial when it is recognized that every migrant is vulnerable to some extent, according to the context, their resources, and intersecting social identities, such as ethnicity, gender, age, and nationality. The focus on the specific needs of certain vulnerable migrants is the result of a policy choice to value some vulnerabilities over others. If not based on scientific data and analyses that provide a clear and non-stereotyped understanding and conceptualization of the vulnerabilities that are actually lived and experienced by migrants, such policy choices run the risk of failing to address, or exacerbating existing vulnerabilities, or even producing new ones. In response to this research gap, the VULNER project aims to produce scientific data and analysis to support evidence-based policy-making; the investigation will focus on three main questions: How are the “vulnerabilities” of migrants defined in the relevant legislation, case law, policy documents, and administrative guidelines at national, regional, and international levels? Is there a duty to assess vulnerabilities, and how? What are the legal consequences of this? How do decision-makers understand the “vulnerabilities” of migrants? How do they address them? How do the legal frameworks and implementation practices affect concrete vulnerabilities, as experienced by migrants? How do they adapt their behaviour in turn? What are their coping strategies? The VULNER project focuses on migrants seeking protection in Europe (Belgium, Germany, Italy, Norway), North America (Canada), the Middle East (Lebanon), and Africa (Uganda and South Africa). For the analysis, two different yet complementary perspectives are adopted. First, investigation will consider the ways that the “vulnerabilities” of the migrants seeking protection are being assessed and addressed by the norms and practices of decision-makers. Second, empirical fieldwork data will shed light on the various forms and nature of the concrete experiences of “vulnerability” as they are lived by the migrants seeking protection, including resilience strategies and how they are being continuously shaped through interaction with the legal frameworks. Ultimately, through this systematic documentation and analysis of legal and empirical data, the very notion of “vulnerability” will be questioned and assessed from a critical perspective.
Sito web: https://www.vulner.eu/3169/about

SmartCulTour
Horizon2020 - H2020 - Societal Challenges

AGORNI Mirella, CAMATTI Nicola

Inclusive science and European democracies
Horizon2020 - H2020 - Societal Challenges

MONTUSCHI Eleonora

Sito web: https://iseedeurope.eu

EUMEPLAT
Horizon2020 - H2020 - Societal Challenges

ZOLLO Fabiana

The EUMEPLAT project aims at analyzing the role of media platforms in fostering or dismantling European identity. The assumption we will draw on is that European dimension has rarely been dominant in media history. In most cases – i.e., movie – market shares are mainly divided among national productions and importations from the most influential country. In broadcasting both regional and national patterns emerge, with properly European exchanges being the exception more than the rule. Web platforms are usually owned by US companies, with a new threat appearing in our media landscape. We will focus on the “platformization” process, as the rise of new closed Web architectures, so as to inquire its positive and negative externalities, functional and dis-functional consequences. Positive externalities are beneficial to society at large, in a way that explains the overall ambition of the project. Detecting the insurgence of negative effects is a fundamental duty for scholars and policy-makers, as externalities of both kinds tend to reinforce themselves, giving rise to positive loop feedbacks and critical vicious circles. Negative externalities include misinformation, toxic debate, exclusion of independent voices; positive externalities encompass European co-productions, or practices able to bring people out of the information bubble. For this purpose, we will run a multidisciplinary analysis of platformization in three fields: news, video sharing, media representations, with the final goal to offer a theoretical synthesis. The research question is whether or not new platforms – YouTube, Netflix, NewsFeed - are making European culture more European, based on indicators related to production, consumption and representation. Patterns will be detected by comparing national, regional and European and level. Advanced methods will be applied for data analysis, so as to provide guidelines for decision-makers (i.e., fake news prevention; best practices in co-productions).

Progetto Europeo H2020 “Evaluation, control and Mitigation of the EnviRonmental impacts of shippinG Emissions - EMERGE, GA 874990, bando H2020-MG-2018-2019-2020, H2020-MG-2019-SingleStage-INEA, CUP H74I19001300006,
Horizon2020 - H2020 - Societal Challenges

PICONE Marco, VOLPI GHIRARDINI Annamaria

SHARE PREP - Survey of health ageing and retirement in Europe - Preparatory Phase
VII PQ - VII Programma Quadro - Capacities

BRUGIAVINI Agar, CRODA Enrica

Sito web: http://www.share-project.org/

DUALPRO - Dual electric-acoustic speech processor with linguistic assessment tools for deaf individuals with residual low frequency hearing
VII PQ - VII Programma Quadro - Capacities

CARDINALETTI Anna, VOLPATO Francesca

SHARE LEAP - Longitudinal Enhancement and Access Improvement of the SHARE infrastructure
VII PQ - VII Programma Quadro - Capacities

BRUGIAVINI Agar, CRODA Enrica

Sito web: http://www.share-project.org/

SHARE - M4
VII PQ - VII Programma Quadro - Capacities

BRUGIAVINI Agar, PACE Noemi, PADULA Mario, PASINI Giacomo

Sito web: http://www.share-project.org/

SHARE-M4 (Multinational Advancement of Research Infrastructures on Ageing)
VII PQ - VII Programma Quadro - Capacities

CAVAPOZZI Danilo

Fisheries and aquaculture‐Oriented Research Capacity in Egypt (FORCE
VII PQ - VII Programma Quadro - Capacities

PRANOVI Fabio

SHARE-M4 (Multinational Advancement of Research Infrastructures on Ageing)
VII PQ - VII Programma Quadro - Capacities

ZANTOMIO Francesca

FORCE - Fishery & aquaculture oriented research capacity in Egypt
VII PQ - VII Programma Quadro - Capacities

BRIGOLIN Daniele, FRANZOI Piero, MALAVASI Stefano, PASTRES Roberto, PRANOVI Fabio

Sito web: http://www.forceproject.eu/

SHARE
VII PQ - VII Programma Quadro - Capacities

BRUGIAVINI Agar, PACE Noemi, PADULA Mario, PASINI Giacomo

Sito web: http://www.share-project.org/

DASISH, Data Service Infrastructure for the Social Sciences
VII PQ - VII Programma Quadro - Capacities

BRUGIAVINI Agar, BUIA Raluca Elena, MESCHI Elena Francesca

Sito web: http://snd.gu.se/en/news/snd-leads-eu-project-dasish

ITS-NANO Intelligent Testing Strategies for nanomaterials impact and exposure – towards regulation and clustering of materials (2012-2013, contract number 290589).
VII PQ - VII Programma Quadro - Capacities

MARCOMINI Antonio

Sito web: http://Website: http://www.its-nano.eu/

EURODITE - Ricerca sull'industria automobilistica internazionale
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

VOLPATO Giuseppe

TARPOL - Targeting environmental pollution with engineered microbial systems á la carte
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

DE LUCREZIA Davide, POLI Irene

NANOTEST project: Alternative testing strategies for the assessment of the toxicological profile of nanoparticles used in medical diagnostics
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

Sito web: http://www.nanotest-fp7.eu/

SIMBAD -- Beyond Features: Similarity-Based Pattern Analysis and Recognition
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

PELILLO Marcello

ECCell - Electronic Chemical Cell
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

POLI Irene

Sito web: http://homepage.ruhr-uni-bochum.de/john.mccaskill/ECCell/

MATCHIT - Matrix for Chemical IT
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

POLI Irene

VALORGAS - Valorisation of food waste to biogas
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

CAVINATO Cristina, PAVAN Paolo

KNOWSEAS - Knowledge-based Sustainable Managment for Europe's Seas
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

CARRARO Carlo

Sito web: http://www.knowseas.com/

ENPRA project: Risk assessment of engineered nanoparticles
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

Sito web: http://www.enpra.eu/

E-URAL project: European Union and RussiA Link for S&T co-operation in the area of the environment
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

Sito web: http://www.e-ural.vsu.ru/en/

PEGASO project: People for Ecosystem Based Governance in Assessing Sustainable Development of Ocean and Coast
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

Sito web: http://www.pegasoproject.eu/

Progetto Europeo GMOS
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

BARBANTE Carlo

Sito web: http://www.gmos.eu

Progetto Europeo Past for Future
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

BARBANTE Carlo

G MOS Global Mercury Observation System, project n. 265113
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

BARBANTE Carlo, PIAZZA Rossano, SILVESTRI Claudio

Sito web: http://www.gmos.eu

Progetto di ricerca WASSERMed
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

ROSON Roberto

Sito web: http://www.wassermed.eu

KULTURISK: Knowledge-based approach to develop a cULTUre of Risk prevention (2011-2013, contract number 265280).
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

MARCOMINI Antonio

Sito web: http:// Website:http://www.kulturisk.eu/

TIMBRE: Tailored Improvement of Brownfield Regeneration in Europe (2011-2014, contract number 265364)
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

MARCOMINI Antonio

Sito web: http://Website: http://www.timbre-project.eu/

EFIGE - European Firms in a Global Economy
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

MAGGIONI Daniela

Sito web: http://bruegel.org/efige/

NANOFORART: development and experimentation of new nano-materials and responsive systems for the conservation and preservation of movable and immovable artworks
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

Sito web: http://www.nanoforart.eu

Medina - Assessing the ecosystem status, including fisheries, within the Mediterranean marine coastal areas of North African countries
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

BRIGOLIN Daniele, FRANZOI Piero, PASTRES Roberto, PRANOVI Fabio, ZUCCHETTA Matteo

Sito web: http://www.medinaproject.eu

Kulturisk: Building a culture of risk prevention in Europe
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

GAIN Animesh, GIANNINI Valentina Luisa, GIUPPONI Carlo

Sito web: http://www.kulturisk.eu/

NANOFORART: NANO-materials FOR the conservation and preservation of movable and immovable ARTworks. (2011-2014, contract number 282816).
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

MARCOMINI Antonio

Sito web: http://Website:http://www.nanoforart.eu/

ROUTES
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

CAVINATO Cristina, PAVAN Paolo

4FUN (The FUture of FUlly integrated human exposure assessment of chemicals: Ensuring the long-term viability and technology transfer of the EU-Funded 2-FUN tools as standardised solution)
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

CRITTO Andrea

Novel processing routes for effective sewage sludge management (FP7 ROUTES)
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

VALENTINO Francesco

Sito web: https://cordis.europa.eu/project/id/265156/it

Ecoefficient Biodegradable Composite Advanced Packaging (FP7 EcoBioCap)
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

VALENTINO Francesco

Sito web: https://cordis.europa.eu/project/id/265669/it

MATHEmatics of Multi-level Anticipatory Complex Systems
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

LI CALZI Marco

INSPIRE - Developement of systematic packages for deep energy renovation of residential and tertiart buildings including enevelope and systems
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

POLI Irene, SLANZI Debora

MICREAGENTS - Microscale Chemically Reactive Electronic Agents
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

POLI Irene, SLANZI Debora

COBRA - Coordination of Biological & Chemical IT Research Activities
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

POLI Irene, SLANZI Debora

Sito web: http://www.ecltech.org

ASSYST - Action for the Science of complex Systems and socially intelligent ICT
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

POLI Irene, SLANZI Debora

Progetto EUROSCHELL. Bridging the gap between science and producers to support the European marine mollusc production
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

MATHEMACS
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

WARGLIEN Massimo

4FUN: The FUture of FUlly integrated human exposure assessment of chemicals: Ensuring the long-term viability and technology transfer of the EU-Funded 2-FUN tools as standardised solution
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

Integrating bio-treated wastewater with enhanced water use efficiency to support the Green Economy in EU and India (FP7 Water4Crops)
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

VALENTINO Francesco

Sito web: https://cordis.europa.eu/project/id/311933/results

Citispyce. Combating inequalities through innovative social practices of, and for, young people in cities across Europe
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

BASSO Pietro, CAMPOMORI Francesca, PEROCCO Fabio

SYstemic Risk TOmography: Signals, Measurements, Transmission Channels, and Policy Interventions
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

BARRO Diana, BILLIO Monica, CASARIN Roberto, GARDENAL Gloria, LUCCHETTA Marcella, NARDON Martina, PARADISO Antonio, PELIZZON Loriana, SARTORE Domenico

Sito web: http://syrtoproject.eu/

SUN Sustainable Nanotechnology, (2013 – 2017, contract number 604305)
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

MARCOMINI Antonio

Sito web: http://Website: http://www.sun-fp7.eu/

Rastanews
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

MAGGIONI Daniela

Sito web: http://rastanews.eu/

studio sulla variabilità climatica dell'Atlantico Equatoriale (PREFACE)
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

RUBINO Angelo

Sito web: http://preface.b.uib.no/

Progetto Europeo Eco-Governance-Fondamenti ecologici per la governance dello spazio costiero adriatico: ecologia, monitoraggio e gestione degli ecosistemi acquatici di transizione
Interreg - Interreg IV IPA - Adriatico

VOLPI GHIRARDINI Annamaria

Blood Ethical good for Social capital and SafetY (BESSY)
Interreg - Interreg IV IPA - Adriatico

BERTIN Giovanni, CAMPOSTRINI Stefano

Adrifort
Interreg - Interreg IV IPA - Adriatico

VAN DER BORG Jan

Progetto di Catalogazione Beni Demoetnoantropologici relativi alla navigazione interna in area veneta
Interreg - Interreg IV IPA - Adriatico

VALLERANI Francesco

servizio di realizzazione di attività di informazione e aggiornamento sui diritti umani”
Interreg - Interreg IV IPA - Adriatico

GOISIS Giuseppe, ZAGATO Lauso

Co-generazione di conoscenza competitiva tra le università e le PMI - Know US
Interreg - Interreg IV Italia - Slovenia

BAGNOLI Carlo

SHARED CULTURE - Alle origini di Venezia
Interreg - Interreg IV Italia - Slovenia

BISCONTIN Guido, POVOLO Claudio

Trans2care: rete transregionale per l'innovazione ed il trasferimento tecnologico per il miglioramento della sanità.
Interreg - Interreg IV Italia - Slovenia

MORETTO Ligia Maria, UGO Paolo

Sito web: http://www.trans2care.edu

Shared Culture
Interreg - Interreg IV Italia - Slovenia

ZENDRI Elisabetta

Nano-Region: una rete aperta per l'innovazione attraverso le nanotecnologie
Interreg - Interreg IV Italia - Slovenia

BENEDETTI Alvise, CANTON Patrizia, CRISTOFORI Davide

Le strategie industriali del terzo millennio puntano sempre più verso elevate specializzazioni e raffinate tecnologie abilitanti, tra queste le nanotecnologie. Nell’Area del programma Interreg SLO-ITA esiste una tradizione manifatturiera ben consolidata che ha urgente bisogno di effettuare un salto di qualità, onde affrontare le sfide poste dalla società globale del nuovo millennio. D' altra parte all’interno della stessa area sono presenti le competenze più avanzate nelle tecnologie emergenti ed in particolare nel campo delle nanotecnologie, grazie ad una serie di centri di ricerca di eccellenza. Lo scopo del progetto è quello di mettere in rete le esistenti competenze di nanotecnologie per rispondere ai bisogni del mondo produttivo. Il progetto affronterà i seguenti aspetti: - attività capillare di divulgazione sul territorio volta principalmente a colmare il distacco tra scienza e attività produttive in ambito nano tecnologico; - standardizzazione transfrontaliera delle pratiche di trasferimento nanotecnologico; - creazione di una rete operativa di laboratori, che, operando come un’unica entità, forniranno un completo servizio di supporto su tematiche riguardanti le nanotecnologie rivolto alla imprese regionali anche attraverso un programma di esperimenti proof of concept.

Progetto Interreg Italia-Slovenia “Innovative Technologies to Enhance the Durability of Softwood Traditional Structures in Socio-Ecologically Sensitive Environments - DuraSoft”, bando mirato per progetti standard n. 07/2019.
Interreg - Interreg IV Italia - Slovenia

DISTEFANO Gabriele Giuseppe, PICONE Marco, RUSSO Martina, VOLPI GHIRARDINI Annamaria

Olkas. From Aegean To The Black Sea. Medieval Ports In The Maritime Routes Of The East.
Interreg - Interreg IV South-East Europe

ANTONETTI Claudia

Project developed in the frame of the "Black Sea Cross Border Cooperation Program".
Sito web: http://www.ekbmm.gr, www.olkas.net

Analisi degli impatti di natura ambientale, sociale ed economica conseguenti ai cambiamenti climatici e individuazione delle strategie ed adattaemnto del progetto Climaptour
Interreg - Interreg IV Spazio Alpino

GIUPPONI Carlo

PORTODIMARE - geo POR tal of TO ols & D ata for sustaInable M anagement of co A stal and ma R ine E nvironment
Interreg - Interreg V ADRION

PASTRES Roberto

The PORTODIMARE project has been designed to capitalize, valorise and give further impulse to the big amount of knowledge and analytic tools that have been developed during the last decade within various European projects in the Adriatic-Ionian area (AIR). The resulting infrastructure will become the reference for new projects on ICZM-MSP to be developed in the future in the area. PORTODIMARE main objective is, indeed, the development of the Geoportal of the Adriatic-Ionian-Region (GAIR), oriented to support transnational cooperation networks for the implementation of ICZM and MSP in the AIR and to support the Blue Growth in the area.
Sito web: https://portodimare.adrioninterreg.eu/

APPRODI - From Ancient Maritime Routes to eco-touristic destinations
Interreg - Interreg V ADRION

CALAON Diego, ZENDRI Elisabetta

APPRODI - PLUS
Interreg - Interreg V ADRION

CALAON Diego, ZENDRI Elisabetta

PROLINE-CE: Efficient Practices of Land Use Management Integrating Water Resources Protection and Non-structural Flood Mitigation Experiences
Interreg - Interreg V Central Europe

CRITTO Andrea

SIforREF Integrating Refugees in Society and Labour Market thorugh Social Innovation
Interreg - Interreg V Central Europe

CAMPOMORI Francesca

The challenge that SIforREF addresses is combating the risk of marginalization of refugees after the reception phases (which are different in the various central European Countries) . SIforREF’s main objective is to enhance significantly and/or to launch (where not existing at all) refugee integration policies at regional and local level (in the 4 involved regions), particularly addressing refugees’ transition from reception phases to autonomy. The change that SIforREF intends to produce is the following: we expect that refugee integration is included in the decisional agenda both at local and transnational level. Moreover, we expect that through this project policy-makers and stakeholders engage in virtuous governance in order that innovative and inclusive measures become mainstream. The main outputs of the projects are: tools for evaluating and designing social innovative practices and improving the social innovation capacity of policies; pilots of these tools (7) and a regional and transnational strategy. As for the approach, SIforREF is based on the idea that best practices related to refugee’s integration can be found both in countries more experienced in tackling with refugees -or where policy makers explicitly put in their agenda refugees’ mid- term integration- and in countries less experienced or where national governments are more hostile. The complexity of this issue require a mutual learning among central European regions, especially neighbourhood regions like those involved in the project. SIforREF conveys innovation because it tackles an issue (refugee integration) which is poorly addressed by official policies, despite attached problems are evident, and because it aims not only at exchanging good practices, but intends to jointly design and implement methodologies for integrating refugees that draw from the social innovation approach.

Smart accelerators of cultural heritage entrepreneurship - SACHE
Interreg - Interreg V Central Europe

PANOZZO Fabrizio

It is widely expected that culture and heritage automatically inspire innovation and new creative entrepreneurship but research shows that this is rarely the case. It is therefore necessary to challenge and reinterpret the role of cultural and creative industries (CCIs) for regional development. The SACHE project will develop and deliver integrated local development strategies based on tools and approaches that accelerate creative entrepreneurship within and around cultural heritage. The project will expand and strengthen the role of cultural heritage sites, symbols and values by transforming them into “Smart Accelerators of Creative Heritage Entrepreneurship” (SACHE) based on a newly developed central European model. Museums, galleries, theatres and festivals will be conceived not only as sites of education or entertainment but also as accelerators, i.e. cultural engines that mobilise and nurture the energies of small creative businesses. This will expand access to cultural heritage as well as the production of value enhancing services, the development of innovative clustering of CCIs around each SACHE. It will also help to foster cross-sectoral cooperation with other industrial and service sectors especially in digital technologies.
Sito web: https://www.interreg-central.eu/Content.Node/SACHE.html

Null
Interreg - Interreg V Italia - Croazia

Sito web: https://www.italy-croatia.eu/web/slides

Null
Interreg - Interreg V Italia - Croazia

The S.LI.DES. project aims at fostering cross border cooperation among cultural destinations in the Programme area and the joint planning of smart strategies to support more sustainable and balanced territorial development through the promotion of tangible and intangible cultural heritage, in particular those assets shaping the identity of the destinations
Sito web: https://www.italy-croatia.eu/web/slides

ML-REPAIR - REducing and Preventing, an integrated Approach to Marine Litter Management in the Adriatic Sea
Interreg - Interreg V Italia - Croazia

CAGGIANI Maria Cristina, MARCHETTO Davide, POJANA Giulio

The Italy-Croatia Interreg ML-REPAIR Project (2018-2019) aims to prevent and reduce input and dispersion of marine litter (ML) in the Adriatic Sea, so contributing to an environmentally sustainable growth of tourism and the fishery sector by supporting behavioral changes through raising awareness activities about ML issues. The project, capitalizing the results of the previous IPA-Adriatic DeFishGear Project (DFG), is focused toward a joint governance of ML management in Italy and Croatia. The main project activities are being focused on testing innovative educational tools for raising awareness of tourists and youth population of local communities in coastal areas, and supporting strategies for ML monitoring in a participative approach involving the fishing communities. The DFG activities selected to be capitalized in this project are specifically: a) the Fishing for Litter (FfL), based on the principle of removal and correct disposal of ML recovered during fishing activities; b) the monitoring of abandoned, lost or discarded fishing gear (ALDFG) and ML on the sea floor; c) the dissemination of available information about ML and d) evaluation of plastic debris ageing, degradation and potential generation of microplastics. The experience gained by partners in DFG will be specifically spent to spread further the implementation of good FfL practices in the fishery sector, increasing the number of boats and ports involved in this activity in Italy and Croatia.

2014 - 2020 Interreg V-A. Italy - Croatia CBC Programme: Safe Anchoring and Seagrass Protection in the Adriatic Sea - SASPAS. Subcontractor finanziato da CORILA con 80.000 euro (2018-20)
Interreg - Interreg V Italia - Croazia

SFRISO Adriano

ECOlogical supporting for traffic Management in cOastal areas By using an InteLlIgenT sYstem (Ecomobility)
Interreg - Interreg V Italia - Croazia

GAMBARO Andrea, MORABITO Elisa, TOSCANO Giuseppa

Il progetto ECOMOBILITY è un progetto europeo Interreg Italia-Croazia. Durerà 18 mesi, dal 1 Gennaio 2018 al 30 Giugno 2019. Il Dipartimento di Scienze Ambientali, Informatica e Statistica dell’Università Ca’ Foscari è il capofila del progetto. Gli altri partner sono: Regione Veneto (con ARPAV) e l’istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima del Consiglio Nazionale delle Ricerche (ISAC-CNR) in Italia, l’Università di Rijeka e la municipalità di Rijeka in Croazia. L'obiettivo generale di ECOMOBILITY è quello di promuovere l’innovazione nella gestione dei principali mezzi di trasporto nelle aree costiere, utilizzando un approccio eco-compatibile. Durante il progetto ECOMOBILITY verrà messo a punto uno strumento di supporto per il sistema di gestione del traffico, che consentirà agli organismi di gestione del traffico di organizzare il flusso dei veicoli in base alla concentrazione di inquinanti, riducendo i picchi di inquinamento nelle aree già critiche. Il sistema raccoglierà i dati ambientali dalle stazioni di monitoraggio distribuite nella zona urbana e trasmetterà le informazioni, sotto forma di mappe, agli organi di gestione del traffico in tempo reale, consentendo così di intervenire preventivamente con l'azione più appropriata. Il sistema verrà testato a Venezia e a Rijeka (Fiume, in Croazia). Allo scopo di coinvolgere anche i cittadini, i dati ambientali real-time verranno utilizzati anche per alimentare un'applicazione per dispositivi mobili, che avrà lo scopo aiutare l’utente a pianificare itinerari più “green”, aggirando le aree critiche più inquinate o scegliendo il mezzo di trasporto meno inquinante. ECOMOBILITY avrà anche una parte più propriamente scientifica, che si occuperà di studiare il contributo del traffico navale e delle altre fonti di inquinamento sulle nano particelle, argomento di grande interesse e di frontiera nel campo delle scienze ambientali.

Valorisation of SMall-scale ARTisanal FISHery of the Adriatic coasts, in a context of Project title sustainability (AdriSmartFish)
Interreg - Interreg V Italia - Croazia

PRANOVI Fabio

Artisanal Small-Scale Fishery (SSF) according to EU is the one employing vessels smaller than 12m LOA, not using towed gear. World-over, it is the most relevant fishery segment, deeply rooted in local traditions, adapted to the environment through coevolution, and inherently sustainable. For this, and for its potential to provide sustainable growth and jobs, in harmony with the marine environment, it is acknowledged at many levels (FAO GFCM, EU CFP, ERDF, EUSAIR) to play an important role in the pursuit of Blue Growth. In the Programme area, SSF sector represents the 50% of the Italian and 90% of the Croatian fleets operating in the FAO Geographic Subarea (GSA)17 (Northern Adriatic). The common challenge it faces, proven also through previous CB projects (e.g. ArtFishMed) is a lack of competitiveness in comparison with other fleets (e.g trawling and/or dredges), difficult access to market, low prices, decreasing stocks and biodiversity in the catches, decreasing market values and increasing running costs. Due to the common characteristics of SSF throughout the Area, and to the fact that it exploits natural resources shared and freely moving between the waters of the two Countries, it is a challenge that calls for a cross-border cooperation approach. The general objective of the Project is to strengthen the Small-Scale Fishery role in the GSA 17 in the near future, by fostering their potential for innovation within the Blue Growth context. In a sector like the SSF, which has evolved in strong connection with local tradition and in balance with the ecosystem, the elements of innovation most likely to bring the greatest benefits won’t be found in processes and technologies, but rather in the approach to management and in the valorisation of the products, in an effort to boost its resilience and sustainability, and market value. Exploiting the great adaptability of SSF, the Project will promote its assumption as a paradigm for the implementation of integrated management strategies, through an Ecosystem-Based Approach. The project will involve all the actors responsible for the management of the coastal area with a bottom-up approach; strategies to mitigate risk and exploit opportunities will be identified in cooperation with stakeholders, and will serve to strengthen the scientific advice, to improve medium term planning and the policy making process. The outputs of the project will be: - A comprehensive body of knowledge on the current state of SSF in GSA17 to drive policy-makers and operators, and to give scientific soundness to the project itself; - Market and product innovation for the SSF sector, based on knowledge-transfer, cocreation, resilience and sustainability; this will benefit also the coastal environment and consumers; - Management innovation in the SSF sector, by both empowering its self-management capabilities and streamlining regulations; this will benefit also environmental resources and other users of same coastal areas

ECOlogical observing System in the Adriatic Sea: oceanographic observations for Project title biodiversity (ECOSS)
Interreg - Interreg V Italia - Croazia

PRANOVI Fabio

The Adriatic sea calls for cross border actions in the field of preservation of ecosystem and biodiversity, one of the main territorial challenges. The whole area is under the influence of climate change and pollution that requires for joint, systemic and integrated management of coastal and marine resources that could be enhanced only adopting a cross-border approach. Challenges related to the health and function of the marine ecosystem needs an innovative integration of ecological and oceanographic research with conservation programmes, across a wide range of temporal and spatial scales, linking and integrating the coastal and the offshore areas. A collaborative effort at transnational level is necessary to align the present ocean observing capacities, foster sustainability of marine-related policies, narrow existing technological gaps and sustain the training of the new generation of marine scientists and operators. ECOSS overall objective is the establishment of the ECOlogical observing system in the Adriatic Sea (ECOAdS), shared between Italy and Croatia, able to integrate ecological and oceanographic research and monitoring with Natura 2000 conservation strategies. Building on the facilities, infrastructures and long term ecological data existing in the Programme area and developing specific case studies, ECOSS will enhance the marine observational capacities for improving the conservation status and the expansion of the marine component of Natura 2000 network. The synergies and feedbacks among the main conservation management questions, ecological variables and key oceanographic processes will be assessed, basing on the connectivity among habitats and species in coastal and offshore waters. For the first time in the area, the holistic view of marine ecosystem health, at the base of the MSFD, will be merged with the traditional nature conservation approach, evidencing and developing the interconnections and synergies among the MSFD and H&BD. ECOSS will activate, develop and stabilize a process of Public Engagement so that all the societal actors (researchers, citizens, policy makers, business, third sector organisations, etc.) work together during the whole process in order to better align the project outcomes with the values, needs and expectations of society. ECOSS will develop, building on the existing ICT facilities, a robust data management infrastructure, following the principles of open science, facilitating access to the results and maximizing the re-use and the transferability of project outputs. ECOSS will realize a permanent and stable partnership among different actors in the science-society-policy context, thus producing a real joint management of ecosystem, biodiversity, services and resources that will be crucial for identifying and addressing environmental problems and proper adaptive solutions.

ECOSS ECOlogical observing System in the Adriatic Sea: oceanographic observations for biodiversity
Interreg - Interreg V Italia - Croazia

BUFFA Gabriella, PRANOVI Fabio

ECOSS overall objective is the establishment of the ECOlogical observing system in the Adriatic Sea (ECOAdS), shared between Italy and Croatia, able to integrate ecological and oceanographic research and monitoring with Natura 2000 conservation strategies. Building on the facilities, infrastructures and long term ecological data existing in the Programme area and developing specific case studies, ECOSS will enhance the marine observational capacities for improving the conservation status and the expansion of the marine component of Natura 2000 network.
Sito web: https://www.italy-croatia.eu/web/ecoss

ARCA ADRIATICA
Interreg - Interreg V Italia - Croazia

BELTRAME Carlo, CASARIN Francesco, VALLERANI Francesco

Underwater Muse
Interreg - Interreg V Italia - Croazia

BELTRAME Carlo

S.LI.DES. - Smart strategies for sustainable tourism in LIvely cultural DEStinations
Interreg - Interreg V Italia - Croazia

PESENTI Raffaele

The S.LI.DES. project aims at fostering cross border cooperation among cultural destinations in the Programme area and the joint planning of smart strategies to support more sustainable and balanced territorial development through the promotion of tangible and intangible cultural heritage, in particular those assets shaping the identity of the destinations
Sito web: https://www.italy-croatia.eu/web/slides

S.LI.DES Smart strategies for sustainable tourism in LIvely cultural DEStinations.
Interreg - Interreg V Italia - Croazia

TAMMA Michele

The project aims at developing a cross-border smart methodology and strategy to preserve and valorize unexploited tangible and intangible cultural heritage, and to promote sustainable territorial development, focusing in particular on ‘living heritage’, ie. craft activities and creative industries. Through a set of innovative tools and methods, S.LI.DES will develop a Smart Destination Ecosystem to dynamically analyze different aspects of the project cultural destinations#-# heritage, monitor visitors’ mobility patterns and identify the potential of valuable skills and “know-how” to enhance visitors’ experience. All data will concur to assess the competitive and sustainable performance of the destinations, to support the development of actions aimed at diversifying tourism offer through targeted investments in cultural heritage and to design a cross border smart strategy transferable at EU level.
Sito web: https://www.italy-croatia.eu/web/slides

MIMOSA – Maritime and Multimodal Sustainable Passenger Transport Solutions and Services
Interreg - Interreg V Italia - Croazia

BALLARIN Andrea, CAGNIN Alessandra, FASANO Giovanni, FAVARO Serena, LANZINI Pietro, PANJAKO Ana, PENTUCCI Pier Paolo, PESENTI Raffaele, SIROTIĆ Miljen, STOCCHETTI Andrea

MIMOSA is focused on changing a low level of cross-border connectivity by developing visible outputs, ranging from multimodal solutions to innovative and smart tools and technologies. It tackles the common challenge of increasing multimodality and reducing the impact of transport on the environment. MIMOSA is focused on EUSAIR Strategies and in Italy Croatia Programm Specific Objective 4.1: to improve the quality, safety and environmental sustainability of marine and coastal transport services and nodes by promoting multimodality in the Programme area
Sito web: https://www.italy-croatia.eu/web/mimosa

Progetto VALUE e Il Porto sepolto - Da Ariano nel Polesine agli Euganei fra Etruschi e Veneti - Piano di ricerca archeologica e valorizzazione turistico culturale
Interreg - Interreg V Italia - Croazia

GAMBACURTA Giovanna

Sulla base della mappatura del patrimonio culturale, naturale, archeologico e dei servizi presenti verrà definito nuovo modello di sviluppo culturale e turistico ed istituiti 4 Distretti culturali con l’obbiettivo di valorizzare le risorse, promuovere in maniera innovativa il vasto patrimonio archeologico, culturale e turistico, diversificare l’offerta turistica dei territorio transfrontalieri e favorire la destagionalizzazione di flussi turistici. Inoltre VALUE intende attirare e far conoscere a nuovi target il patrimonio archeologico e storico esistenti nei territori, molto spesso noto solo agli addetti ai lavori ed esperti.
Sito web: https://www.parcodeltapo.org/index.php/it/i-progetti/97-ente-parco/i-progetti/1045-progetto-value.html

CROSSMOBY :Pianificazione della mobilità e servizi di trasporto passeggeri, sostenibili e transfrontalieri, all’insegna dell’intermodalità
Interreg - Interreg V Italia - Slovenia

PESENTI Raffaele

Il progetto CROSSMOBY affronta la sfida volta a migliorare le capacità in materia di pianificazione della mobilità sostenibile e a fornire collegamenti di trasporto pubblico transfrontalieri basati un forte approccio di cooperazione istituzionale, per conseguire risultati concreti per i cittadini dell’area del Programma, anche in termini di riduzione delle emissioni derivanti dal trasporto. Il principale obiettivo del progetto è la creazione di nuovi servizi di trasporto transfrontalieri e sostenibili ed il miglioramento della pianificazione della mobilità attuata all’interno dell’intera area. I cambiamenti sostanziali attesi si concretizzeranno attraverso la sperimentazione di nuovi servizi ferroviari per passeggeri ed in un nuovo approccio alla pianificazione della mobilità, basato sulla già esistente metodologia PUMS applicata ad un numero limitato di progetti pilota. Gli output principali di progetto riguardano la riattivazione di servizi ferroviari transfrontalieri per passeggeri e un piano d’azione strategico transfrontaliero sulla mobilità sostenibile, che contribuiscono a rendere CROSSMOBY un progetto originale e nuovo, dal momento che non ci sono mai stati progetti precedenti, nei programmi di cooperazione Italia-Slovenia, che abbiano portato a simili risultati. Inoltre, per affrontare la mancanza di opzioni di mobilità sostenibile e per migliorare l’accessibilità a livello transfrontaliero, la cooperazione transfrontaliera si rivela necessaria laddove le autorità responsabili e le altre organizzazioni dell’Italia e della Slovenia siano in grado di sviluppare servizi in modo coordinato.
Sito web: https://www.ita-slo.eu/it/crossmoby

CROSSMOBY - Pianificazione della mobilità e servizi di trasporto passeggeri, sostenibili e transfrontalieri, all’insegna dell’intermodalità
Interreg - Interreg V Italia - Slovenia

CAGNIN Alessandra, LANZINI Pietro, PESENTI Raffaele, STOCCHETTI Andrea

Il progetto CROSSMOBY affronta la sfida volta a migliorare le capacità in materia di pianificazione della mobilità sostenibile e a fornire collegamenti di trasporto pubblico transfrontalieri basati un forte approccio di cooperazione istituzionale, per conseguire risultati concreti per i cittadini dell’area del Programma, anche in termini di riduzione delle emissioni derivanti dal trasporto. Il principale obiettivo del progetto è la creazione di nuovi servizi di trasporto transfrontalieri e sostenibili ed il miglioramento della pianificazione della mobilità attuata all’interno dell’intera area. I cambiamenti sostanziali attesi si concretizzeranno attraverso la sperimentazione di nuovi servizi ferroviari per passeggeri ed in un nuovo approccio alla pianificazione della mobilità, basato sulla già esistente metodologia PUMS applicata ad un numero limitato di progetti pilota. Gli output principali di progetto riguardano la riattivazione di servizi ferroviari transfrontalieri per passeggeri e un piano d’azione strategico transfrontaliero sulla mobilità sostenibile, che contribuiscono a rendere CROSSMOBY un progetto originale e nuovo, dal momento che non ci sono mai stati progetti precedenti, nei programmi di cooperazione Italia-Slovenia, che abbiano portato a simili risultati. Inoltre, per affrontare la mancanza di opzioni di mobilità sostenibile e per migliorare l’accessibilità a livello transfrontaliero, la cooperazione transfrontaliera si rivela necessaria laddove le autorità responsabili e le altre organizzazioni dell’Italia e della Slovenia siano in grado di sviluppare servizi in modo coordinato.

ISE-EMH, Ecosistema italo-sloveno per la sanità elettronica e mobile
Interreg - Interreg V Italia - Slovenia

RIZZOLIO Flavio

Sito web: https://www.ita-slo.eu/it/ise-emh

Alter Eco Plus
Interreg - Interreg V MED

AGORNI Mirella, CAMATTI Nicola

Studio dell'attuale sistema di gestione dell’accessibilità nautica del Porto di Venezia basato su indicatori di performance.
Interreg - Interreg V Spazio Alpino

CANESTRELLI Elio, CORAZZA Marco, PESENTI Raffaele

Studio e prestazione complementare dell’attuale sistema di gestione dell’accessibilità nautica del porto di Venezia.
Interreg - Interreg V Spazio Alpino

CANESTRELLI Elio, CORAZZA Marco, DE NADAI Giuseppe, PESENTI Raffaele

AlpES: Alpine Ecosystem Services - mapping, maintenance, management
Interreg - Interreg V Spazio Alpino

GIUPPONI Carlo

AlpES will: 1. develop an Alpine ecosystem services concept 2. carry out a mapping and assessment of ecosystem services for the Alpine Space area including the testing in selected study regions across the Alpine Space 3. provide stakeholders with the results through an interactive web GIS and 4. ensure a multi-level and cross-sectoral transfer of AlpES results to a maximum number of stakeholders via a suite of innovative, tailored and transferable learning tools and targeted activities

Orchestrating Information Technologies and Global Systems Science for Policy Design and Regulation of a Resilient and Sustainable Global Economy
Altri programmi europei - COMPETITIVENESS AND INNOVATION FRAMEWORK PROGRAMME (CIP)

TEGLIO Andrea

Sito web: http://project-symphony.eu/

EAGLE: Europeana Network of Ancient Greek and Latin Epigraphy
Altri programmi europei - COMPETITIVENESS AND INNOVATION FRAMEWORK PROGRAMME (CIP)

EAGLE (Europeana network of Ancient Greek and Roman Epigraphy)
Altri programmi europei - COMPETITIVENESS AND INNOVATION FRAMEWORK PROGRAMME (CIP)

CALVELLI Lorenzo, CRESCI Giovannella

EAGLE, The Europeana network of Ancient Greek and Latin Epigraphy is a best-practice network co-funded by the European Commission, under its Information and Communication Technologies Policy Support Programme. EAGLE will provide a single user-friendly portal to the inscriptions of the Ancient World, a massive resource for both the curious and for the scholarly. The EAGLE Best Practice Network is part of Europeana, a multi-lingual online collection of millions of digitised items from European museums, libraries, archives and multi-media collections. EAGLE will collect, in a single readily-searchable database, more than 1.5 million items, currently scattered across 25 EU countries, as well as the east and south Mediterranean. The project will make available the vast majority of the surviving inscriptions of the Greco-Roman world, complete with the essential information about them and, for all the most important, a translation into English. The technology that will support the EAGLE project is state-of-the-art and tailored to provide the user with the best and most intuitive possible experience. Our services will include a mobile application, enabling tourists to understand inscriptions they find on location by scanning with a smartphone, and a story-telling application that will allow teachers and experts to assemble epigraphy-based narratives. A multilingual Wiki will be set up for the enrichment and enhancement of epigraphic images and texts, which will provide a basis for future translations of inscriptions into other European languages. The results of the EAGLE project will be disseminated as widely as possible, both within the scholarly community and within the public at large. To this end, EAGLE will publish its own Wikimedia Commons, and will also develop an inscription-themed documentary with a related teaser video. EAGLE will work within the Europeana, and with its sister projects, to ensure full and effective integration within this flagship project to make European culture globally available. CIP 2007-2013. CIP-ICT-PSP.2012.2.1 - Europeana and Creativity Grant agreement ID: 325122
Sito web: https://www.eagle-network.eu

Europeana Space - Spaces of possibility for the creative reuse of digital cultural content
Altri programmi europei - COMPETITIVENESS AND INNOVATION FRAMEWORK PROGRAMME (CIP)

BUZZAVO Leonardo

Project 621037. The aim of the Europeana Space project (2014-2017) was to create new opportunities for employment and economic growth within the creative industries sector, based on Europe’s rich digital cultural resources. The project created an open environment for the development of applications and services based on digital cultural content. The use of this environment will be fostered by a vigorous, wide-ranging and sustainable programme of promotion, dissemination and replication of the Best Practices developed within the project, and the extensive resources and networks of the Europeana Space consortium will be maintaned in the framework of a Memorandum of Understanding also beyond the end of the EC funding period.
Sito web: http://www.europeana-space.eu

The role of public information in markets: an experimental and computational approach
Altri programmi europei - COMPETITIVENESS AND INNOVATION FRAMEWORK PROGRAMME (CIP)

TEGLIO Andrea

prova
Altri programmi europei - COMPETITIVENESS AND INNOVATION FRAMEWORK PROGRAMME (CIP)

prova
Sito web: http://prova

prova
Altri programmi europei - COST

MOVE - Knowledge Discovery from Moving Objects
Altri programmi europei - COST

RAFFAETA' Alessandra

Sito web: http://www.move-cost.info/

COST Action IC0903 - MOVE
Altri programmi europei - COST

SILVESTRI Claudio

Sito web: http://www.move-cost.info/

COST Action IS1006: Unravelling the grammars of European sign languages: pathways to full citizenship of deaf signers and to the protection of their linguistic heritage
Altri programmi europei - COST

BRANCHINI Chiara, CARDINALETTI Anna

Unravelling the grammars of European sign languages: pathways to full citizenship of deaf signers and to the protection of their linguistic heritage
Altri programmi europei - COST

BRANCHINI Chiara

Sito web: http://www.cost.eu/domains_actions/isch/Actions/IS1006?management

Unravelling the grammars of European sign languages: pathways to full citizenship of deaf signers and to the protection of their linguistic heritage
Altri programmi europei - COST

Sito web: http://www.cost.eu/domains_actions/isch/Actions/IS1006?management

Unravelling the grammars of European sign languages: pathways to full citizenship of deaf signers and to the protection of their linguistic heritage
Altri programmi europei - COST

Sito web: http://www.cost.eu/domains_actions/isch/Actions/IS1006?management

Unravelling the grammars of European sign languages: pathways to full citizenship of deaf signers and to the protection of their linguistic heritage
Altri programmi europei - COST

MANTOVAN Lara

Sito web: http://www.cost.eu/domains_actions/isch/Actions/IS1006?management

Stemmatological Workshop (COST Action IS1005)
Altri programmi europei - COST

BUZZONI Marina

Sito web: http://www.medioevoeuropeo.org/

New Communities of Interpretation: Contexts, Strategies and Processes of Religious Transformation in Late Medieval and Early Modern Europe
Altri programmi europei - COST

DALL'AGLIO Stefano

Sito web: https://www.rug.nl/research/icog/research/researchgroups/cost-action-is1301/new-communities-of-interpretation_?lang=en

Progetto Europeo ESSEM COST Action ES1205 – The transfer of engineered nanomaterials for wastewater treatment and storm water to rivers – WG3, From toxicity studies to regulation ”
Altri programmi europei - COST

VOLPI GHIRARDINI Annamaria

Progetto Europeo ESSEM COST Action ES1403
Altri programmi europei - COST

VOLPI GHIRARDINI Annamaria

COST Action IC1406 High-Performance Modelling and Simulation for Big Data Applications (cHiPSet)
Altri programmi europei - COST

SILVESTRI Claudio

COST EU ALGAE (24/03/2015 - 23/03/2019): European Network for algal-bioproducts
Altri programmi europei - COST

CAVINATO Cristina

Interdisciplinarity in research programming and funding cycles TD1408 INTREPID
Altri programmi europei - COST

RAINES Dorit

This Actions will bring together communities of researchers, and research policy makers, contributing to advance our understanding and effective application of interdisciplinarity. A range of actions is designed to draw upon the Networks knowledge of barriers, as well as success and good practices, leading to the building of a critical mass of researchers and funders working to strengthen the European Research Areas capacity for interdisciplinarity
Sito web: http://intrepid-cost.ics.ulisboa.pt/

Arkwork - Archaeological practices and knowledge work in the digital environment
Altri programmi europei - COST

TRAVIGLIA Arianna

As nations and the EU are making considerable investments in technologies, infrastructures and standards for all aspects of working with archaeological knowledge, critical understanding of how this knowledge is produced and used remains fragmentary. This COST Action will overcome this fragmentation by forming a transdisciplinary network that brings together the knowledge from individual research projects, national initiatives and EU projects (e.g. CARARE, LoCloud, Europeana Cloud, ARIADNE, DARIAH) in the field of archaeological knowledge production and use. This Action is an acute priority and prerequisite for ensuring the expected benefits of the large-scale investments in the cultural heritage sector. The better coordination of current fragmented efforts to study archaeological practices, knowledge production and use, social impact and industrial potential of archaeological knowledge will 1) strengthen and consolidate the current state of the art, as represented in leading research in the field, on the making and emergence of archaeological knowledge and its application for societal benefit, and 2) provide a basis for guidance to diverse stakeholders responsible for making, regulating, preserving, managing and using archaeological knowledge including field archaeologists, museum professionals, heritage administrators, researchers, policymakers, cultural industry and the public.
Sito web: https://www.arkwork.eu/

EUTYPES - 2016
Altri programmi europei - COST

BUGLIESI Michele, CORTESI Agostino, FOCARDI Riccardo

Science and management of intermittent streams and ephemeral rivers
Altri programmi europei - COST

BERTUZZO Enrico

Sito web: https://www.smires.eu/

RESTORE: Rethink Sustainability Towards a Regenerative Economy
Altri programmi europei - COST

PASUT Wilmer

Sustainable buildings and facilities are critical to a future that is socially just, ecologically restorative, culturally rich and economically viable within the climate change context. Despite over a decade of strategies and programmes, progress on built environment sustainability fails to address these key issues. Consequently the built environment sector no longer has the luxury of being incrementally less bad, but, with urgency, needs to adopt net-positive, restorative sustainability thinking to incrementally do ‘more good’. Within the built environment sustainability agenda a shift is occurring, from a narrow focus on building energy performance, mitigation strategies, and minimisation of environmental impacts to a broader framework that enriches places, people, ecology, culture, and climate at the core of the design task, with a particular emphasis on the salutogenic benefits towards health. Sustainability in buildings, as understood today, is an inadequate measure for current and future architectural design, for it aims no higher than trying to make buildings “less bad”. Building on current European Standards restorative sustainability approaches can and will raise aspirations and deliver restorative outcomes. The RESTORE Action affects a paradigm shift towards restorative sustainability for new and existing buildings across Europe, promoting forward thinking and multidisciplinary knowledge, leading to solutions that celebrate the richness of design creativity while enhancing users’ experience, comfort, health, wellbeing and satisfaction inside and outside buildings, and in harmony with urban and natural ecosystems, reconnecting users to nature. The RESTORE Action advocates, mentors and influences for a restorative built environment sustainability through working groups, training schools (including learning design competitions) and Short Term Scientific Missions (STSMs). Also, in order to facilitate communication and dissemination of results, our Action offers conference grants and open access publication grants.
Sito web: https://www.eurestore.eu/

New diagnostic and therapeutic tools against multidrug resistant tumors
Altri programmi europei - COST

RIZZOLIO Flavio

Sito web: https://stratagem-cost.eu/

Cost Action "Who Cares in Europe?"
Altri programmi europei - COST

PETRUNGARO Stefano

This Action will define and develop an emerging research field that explores the relationships among voluntary associations, families and states in the creation of social welfare in Europe. It focuses on the question of how state welfare emerged from the social welfare provided by non-profit, non-state institutions and individuals; how it has developed and changed over time; and how, in recent years, it has entered into crisis in many countries. The Action, which is at once local and transnational, will bring together researchers and policy makers throughout Europe in a collaborative exchange. The Action emphasizes the welfare state’s deep historical roots, and will use local case studies to recover the “voices” and contributions of individuals, families and voluntary associations. This will give us a much deeper and richer story about social protection in Europe than is currently available. By analyzing the long-term development of welfare within a triadic optic that examines the interactions among families, voluntary welfare associations and states in the creation of social welfare, the Action has the potential to radically shift dominant paradigms in the field of welfare studies. The Action will contribute to welfare policy development and debate by offering a historical perspective on current problems and debates and the principles and premises that underpin them.
Sito web: https://www.cost.eu/actions/CA18119/#tabs|Name:management-committee

CA17128 - Establishment of a Pan-European Network on the Sustainable Valorisation of Lignin. Lignocost
Altri programmi europei - COST

CRESTINI Claudia

Rappresentante italiano e membro del management commettee nel progetto europeo Cost action CA 17128 LignoCOST (2019-2022). Lignin has the potential to become the future aromatic raw material for the industry, but is largely underexploited due to lack of (information on) industrial availability, sustainable applications, environmental footprint. Economic considerations nonetheless make its valorisation mandatory for the viability of future biorefinery operations. The main objective of LignoCOST is to establish a sound network covering the entire value chain in which relevant information can be produced with a focus on lignin valorisation towards sustainable industrial applications. Only when working together this information can be gathered to cover the technical, non-technical, environmental and socio-economic implications of the most promising lignin value chains.
Sito web: https://lignocost.eu/ https://www.cost.eu/actions/CA17128/#tabs|Name:overview

Mapping Translation Flows in the Eastern Neighborhood countries: Armenian to Italian Translations Study
Altri programmi europei - Creative Europe - Sottoprogramma Cultura

HAROUTYUNIAN Sona

SHABEGH - SHAKESPEARE IN AND BEYOND THE GHETTO
Altri programmi europei - Creative Europe - Sottoprogramma Cultura

BANZATO Monica, BASSI Shaul

Atlas of Renaissance Antiquarianism - ATRA (H2020-MSCA-IF-2016, G.A. n° 745704)
Altri programmi europei - Creative Europe - Sottoprogramma Cultura

DRUSI Riccardo

La ricerca intende censire, su scala europea, materiali documentari inerenti l'interesse per i "Realien" dell'Antichità classica (dai reperti archeologici alle epigrafi, alle monete e medaglie antiche, allo studio delle fonti del lessico latino arcaico) quale si amnifestò nel corso del Rinascimento, con particolare riguardo agli scambi epistolari fra eruditi e filologi (molti dei quali ancora inediti) della metà e del tardo Cinquecento. Un ulteriore passo, previsto dal progetto, è la definizione d'una piattaforma informatica che consenta l'incrocio dei dati e la loro consultazione secondo la più vasta parametratura. La ricerca viene condotta in partnership con il dipartimento di Italian Studies della University of Toronto - Canada. ATRA is a digital system that maps the circulation of antiquarian learning in sixteenth-century Europe. Its purpose is to contribute to the promotion of new knowledge on antiquarian studies in the Renaissance and demonstrate how the Antiquarian approach – that based the growth of thought on documented sources and empirical evidence – played a primary role in the evolution of the entire cultural/intellectual life of Early Modern times. The main intent is to allow the interconnection of data that otherwise would probably never come into contact and to bring to the surface issues not yet bridled in rigid classifications.

Progetto europeo MIFORCAL
Altri programmi europei - EUROPEAID

MANZATO Giuseppe, TESSARO Fiorino

Sito web: http://www.univirtual.it/miforcal

ISDERA - Innovative Service in Difficult Environment for Recycler Artisan
Altri programmi europei - EUROPEAID

Sito web: http://www.univirtual.it/?q=node/107&sub=R

Plan d'actions éducatives sur les OMD à travers les Jumelages scolaires Nord/Sud
Altri programmi europei - EUROPEAID

Sito web: http://www.univirtual.it/?q=node/107&sub=R

Cultura, Turismo e Formacao: Bubaque cidade aberta
Altri programmi europei - EUROPEAID

VALLERANI Francesco

Sito web: http://Guinea Bissau. Isole Bijagos, settore di Bubaque

Analisi su ecoturismo e gestione rifiuti isole Bijagòs (Guinea Bissau)
Altri programmi europei - EUROPEAID

VALLERANI Francesco

MEDIUM: New pathways for sustainable urban development in China’s medium-sized cities
Altri programmi europei - EUROPEAID

CRITTO Andrea

Cháke Ou: Strengthening of institutional and community preparedness and coordination capacities for disaster risk reduction in Paraguay
Altri programmi europei - EUROPEAID

CRITTO Andrea

CLIMASOUTH: Low carbon development for climate resilient societies
Altri programmi europei - EUROPEAID

CRITTO Andrea

SAVEMEDCOASTS: Sea level rise scenarios along the Mediterranean coasts
Altri programmi europei - EUROPEAID

CRITTO Andrea

Facilitating Corporate Social Responsibility in the field of Trafficking of Human Beings
Altri programmi europei - ISEC - Prevention of and Fight against Crime

BASSO Pietro, PEROCCO Fabio, ZAGATO Lauso

Progetto europeo “Transfer Radicalisation Approaches in Training (TRA in Training)”, supported by The Criminal Justice Programme of the European Union, in collaborazione con il Ministero della Giustizia - Dipartimento Amministrazione Penitenziaria DAP (Ap
Altri programmi europei - ISEC - Prevention of and Fight against Crime

FRONZONI Vasco

Radicalization

CNECT/2020/OP/0035 - A research agenda on Digital Media and Human Well-Being – VIGIE 2020-661
Altri programmi europei - JRC Tender

CALDARELLI Guido, GIACOMETTI Achille

This European Commission project (May 2021 – Nov 2022) aims at synthesizing the current understanding of the impact of digital media on human behavior, seed and mapping a new interdisciplinary research community on this topic, the scope for a research agenda, and issue recommendations for policy and future digital media design. This proposal is led by an international consortium with the help of an interdisciplinary Advisory Group (AG) of renowned experts. It proposes a hybrid methodology based on the AG that acts both as catalyst and guide for collaborative large-scale mapping of the state-of-the-art and challenges of that emerging field. This collective study is mediated by intelligent ICT tools. During the project, the research community will be invited to give its input on the key challenges that should be supported by the EU in the next five years. On the basis of this collaborative mapping of state-of-the-art and future challenges, the Advisory group will be in charge of recommendations to the European Commission for future funding schemes in this domain. The outputs of this project will be a prospective roadmap for the EU and cartography of the main actors and research areas related to Digital Media and Human Well-Being.
Sito web: https://iscpif.fr/digeing/

habitat 1150* (coastal Lagoon) recovery by SEagrass RESTOration. A new strategic approach to meet HD & WFD objectives.
Altri programmi europei - LIFE

Sito web: http://in preparazione

Rinaturalizzazione della laguna Nord di Venezia con trapianti di fanerogame acquatiche. Progetto Life12 NAT/IT/000331-SeResto. Progetto finanziato con 1.563.898 euro dalla Comunità Europea (2013-18).
Altri programmi europei - LIFE

FRANZOI Piero, PASTRES Roberto, SCAPIN Luca, SFRISO Adriano

Sito web: http://www.lifeseresto.eu

LIFE REDUNE Restoration of dune habitats in Natura 2000 sites of the Veneto coast
Altri programmi europei - LIFE

BUFFA Gabriella, PRANOVI Fabio

the general purpose of this project is to re-establish and maintain over time the ecological integrity of habitats 2110/2120, 2130*, 2250* e 2270* and of Stipa veneta* populations, as a means to guarantee the ecological functioning of the entire coastal dune mosaic, in 4 Natura 2000 sites of the North Adriatic coastline, making use of an ecosystem approach that considers all ecosystem components (e.g. human activities, habitats and species, and physical processes) and applies well developed methods. In detail the project aims to: 1. Restore 91ha of 5 habitats of EU importance and double the mondial number of individuals of the priority species Stipa veneta*; 2. Reduce negative human impacts inside the Natura 2000 sites; 3. Get stakeholders to develop a responsible behaviour towards sand dune ecosystems and support a sustainable use; 4. Transfer and replicate acquired expertise and methods to similar ecosystems within the Mediterranean context.
Sito web: http://www.liferedune.it

LIFE BIOPOL: Production of Leather making Biopolymers from biomasses and industrial by products, through Life Cycle Designed processes
Altri programmi europei - LIFE

BEGHETTO Valentina

Biopolymers are produced using as raw material some industrial by products like animal and vegetable biomasses from Bio-Refineries. To design and build up an Industrial Prototype Plant able to produce green chemicals To produce Bio-Polymers using as raw materials some industrial by-products from agro-chemical and leather industries, To enhance re-using of biomasses and by-products otherwise disposed in landfill or incinerated, To prove that the new green chemicals have same or better quality performances than petrochemical agents through the application in leather making process, The most important expected results of the project are the following: Sensible increasing of biomasses re-use, around 80-90% in comparison to the current practice, Reduction of 70-90% of the hazardous substances normally found in conventional chemicals used in leather making process. Discharged leather-process effluents content reduction of : 20-30% of COD, 50-60% of Inorganic salts, 90% of Cr (III) salts. Reactivity enhancement of 30-40% of the new biopolymers compared to the current leather application technology Reduction of 20% of the water used in the leather process compared to the current leather application technology Reduction of 70-80% of the Product Environmental Footprint of the new Biopolymers related to the current tanning, retanning and fatliquoring agents.
Sito web: https://www.codyeco.com/en/biopol/project/

Green Organic Agents for Sustainable Tanneries (GOAST)
Altri programmi europei - LIFE

SELVA Maurizio, SIGNORETTO Michela, VAVASORI Andrea

LIFE GOAST is a pilot project aiming to implement an eco-friendly tanning technique at preindustrial scale and that offers environmental advantages, with equal or even better technological performance, compared to current best practices and to be subsequently applied on a larger scale to similar situations throughout Italy and Europe. GOAST new products/process require implementation on a pilot and pre-industrial scale as at present they have only been tested at a laboratory level. The aim of the project is to verify that, on a pilot scale, such new tanning agents/protocol are able to reduce toxic/harmful substances, water consumption and solid waste disposal. These achievements will prompt strong dissemination and communication to the companies involved in the compartment, stakeholders, and eventually their environmental policies could change.

Life SeResto
Altri programmi europei - LIFE

Progetto Life Nature - LAGOON REFRESH, Coastal lagoon habitat (1150*) and species recovery by restoring the salt gradient increasing the fresh water input (LIFE16 NAT/IT/000663. Finanziato dalla Comunità Europea con 460711 euro per il DAIS
Altri programmi europei - LIFE Plus

SFRISO Adriano

Progetto Life Nature - TRANSFER, Seagrass transplantation for transitional Ecosystem Recovery (LIFE19 NAT/IT/000264. Finanziato dalla Comunità Europea con 267049 euro per il DAIS
Altri programmi europei - LIFE Plus

SFRISO Adriano

The specific objectives are: Restoring and consolidating priority habitat 1150* in 6 coastal lagoons, by transplanting submerged phanerogams to promote ecosystem self-sustainability Contributing to achieve a good ecological state of transitional water demonstrating the effectiveness of the proposed actions to pursue the objectives set in the WFD 2000/60/EC Quantifying the value of ecosystem services provided by the lagoon environments and the seagrass meadows Training of future trainers in this techniques, targeting site managers/professional not participating to the project to ensure transferability and replicability in other sites.
Sito web: http://www.lifetransfer.eu

Con3Post - Posting of Third Country Nationals in the Construction Sector
Altri programmi europei - Programme for Employment and Social Innovation (EASI) - Progress

PEROCCO Fabio

Pow-Bridge. Bridging the gap between legislation and practice in the Posting of Workers
Altri programmi europei - Programme for Employment and Social Innovation (EASI) - Progress

PEROCCO Fabio

Precstude. Precarious work amongst students in Europe
Altri programmi europei - Programmi DG - Employment, Social Affairs and Equal Opportunities

BASSO Pietro, PEROCCO Fabio

Precstude. Precarious work amongst students in Europe
Altri programmi europei - Programmi DG - Employment, Social Affairs and Equal Opportunities

TEAM - Trade Unions, Economic Change and Active Inclusion of Migrant Workers
Altri programmi europei - Programmi DG - Employment, Social Affairs and Equal Opportunities

BASSO Pietro, PEROCCO Fabio

Sito web: http://www.ub.edu/TEAM

Craw. Challenging Racism at Work
Altri programmi europei - Programmi DG - Employment, Social Affairs and Equal Opportunities

BASSO Pietro, PEROCCO Fabio, ZAGATO Lauso

Linkage. Labour Market Integration of Vulnerable Groups through Social Dialogue
Altri programmi europei - Programmi DG - Employment, Social Affairs and Equal Opportunities

BASSO Pietro, PEROCCO Fabio

Labour Market Integration of Vulnerable Age Groups through Social Dialogue"
Altri programmi europei - Programmi DG - Employment, Social Affairs and Equal Opportunities

CAMPOMORI Francesca

Internstage. Internships, work placements, volunteering: stages on the road to decent work or to insecurity?”, EC Employment, Social Affairs and Equal Opportunities;
Altri programmi europei - Programmi DG - Employment, Social Affairs and Equal Opportunities

BASSO Pietro, PEROCCO Fabio

Poosh. Occupational Safety and Health of Posted Workers: Depicting the existing and future challenges in assuring decent working conditions and wellbeing of workers in hazardous sectors,
Altri programmi europei - Programmi DG - Employment, Social Affairs and Equal Opportunities

PEROCCO Fabio

2018 Gender4stem Erasmus +
Altri programmi europei - Programmi DG - Employment, Social Affairs and Equal Opportunities

PADOAN Ivana Maria

The project will promote and support teachers in dealing with gender-balance and diversity in their classroom. It aims to tackle the low representation of girls in STEM education (Science, Technology, Engineering and Maths) and subsequently women in STEM careers. The problem has a European dimension as several studies and recent statistics have shown. Indeed, several problems prevent girls from fully participating in STEM among them cultural traditions and stereotypes, as well as unconscious biases about girls in STEM education (e. g. science is solitude, science is more suitable for men...).
Sito web: https://smartvenice.org/gender4stem-gender-sensitive-education-and-teaching/

REUERHC 2018-20 Erasmus +
Altri programmi europei - Programmi DG - Employment, Social Affairs and Equal Opportunities

JACOMUZZI Alessandra Cecilia, PADOAN Ivana Maria

The REUERHC (“Reinforce EU economies, reinforcing human capital”) project is an Erasmus Plus partnership between five countries: Italy, Denmark, Turkey, Romania and Sweden. It intends to respond to the Erasmus Plus priorities. One of the biggest challenges today for the European institutions and policy-makers is to integrate migrants and refugees into the European society. This project is aimed at contributing to this specific goal by providing tools for understanding and implementing a successful migrant and refugee integration in the field of entrepreneurship. The project also offers an excellent opportunity for exchange and networking between academic and non-academic organisations in different countries. Project Partners: 1) CA’ FOSCARI UNIVERSITY OF VENICE – Italy, Leading Partner 2) EURONET – Italy, Partner 3) CROSSING BORDERS – Denmark, Partner 4) KIRSEHIR VALILIGI – Turkey, Partner 5) MEXPERT (ex PROiFALL) – Sweden, Partner 6) PREDICT – Romania, Partner

Raising Awareness and Staff MObility on violent RADdicalisation in Prison and Probation Services
Altri programmi europei - Programmi DG Justice

FRONZONI Vasco

Deradicalization

CRETA -- Center for reflected text analytics
Bandi ministeriali - Bando Cluster Tecnologici Nazionali

ZITTEL Claus Kurt

The “Center for Reflected Text Analytics” (CRETA) focuses on the development of technical tools and a general workflow methodology for text analysis within Digital Humanities. Of particular importance is the transparency of tools and traceability of results, such that they can be employed in a critically-reflected way. CRETA is a collaboration project with partners from studies of literature, language, history, politics, philosophy, and computational linguistics and data visualization. CRETA is funded by the German ministry of education and research (BMBF) within the research programme eHumanities (funding reference number 01UG1601; first phase was: 01UG1601).
Sito web: https://www.creta.uni-stuttgart.de/en/

FARE EarlyGeoPraxis
Bandi ministeriali - Bando FARE - Attrazione di eccellenza e supporto ERC

OMODEO Pietro Daniel

Innovazione di prodotto e di processo per una manutenzione, conservazione e restauro sostenibile e programmato del patrimonio culturale.
Bandi ministeriali - Bando Smart Cities

QUARTARONE Giuseppe, RONCHIN Lucio, VAVASORI Andrea

ADAPT: Accessible Data for Accessible Proto-types in Social Sector
Bandi ministeriali - Bando Smart Cities

BENCINI Giulia, BRANCHINI Chiara, CARDINALETTI Anna

Il progetto prevede l’ampliamento delle infrastrutture per la realizzazione del Fascicolo Sanitario Elettronico, affinché siano integrate, gestite, analizzate e sfruttate nei contesti opportuni le informazioni rilevanti che riguardano l’assistenza sociale di tutti i cittadini ed in particolare delle categorie più deboli, tra cui le persone sorde e con disabilità del linguaggio e della comunicazione.
Sito web: http://www.smartcityitalia.net/projects/adapt-accessible-data-for-accessible-proto-types-in-social-sector/; www.ehealth4all.it/wp-content/uploads/2015/03/ADAPT.pdf

ADAPT: Accessible Data for Accessible Proto-types in Social Sector
Bandi ministeriali - Bando Smart Cities

ALBARELLI Andrea, BUGLIESI Michele, FOCARDI Riccardo, LUCCIO Flaminia, MARIN Andrea, ORLANDO Salvatore, RAFFAETA' Alessandra, ROSSI Sabina, SILVESTRI Claudio, TORSELLO Andrea

Il progetto prevede l’ampliamento delle infrastrutture per la realizzazione del Fascicolo Sanitario Elettronico, affinché siano integrate, gestite, analizzate e sfruttate nei contesti opportuni le informazioni rilevanti che riguardano l’assistenza sociale di tutti i cittadini ed in particolare delle categorie più deboli.

ADAPT: Accessible Data for Accessible Proto-Types in Social Sector.
Bandi ministeriali - Bando Smart Cities

Il progetto prevede l’ampliamento delle infrastrutture per la realizzazione del Fascicolo Sanitario Elettronico, affinché siano integrate, gestite, analizzate e sfruttate nei contesti opportuni le informazioni rilevanti che riguardano l’assistenza sociale di tutti i cittadini ed in particolare delle categorie più deboli.

La rappresentazione delle conoscenze organizzative: modelli e applicazioni digitali a supporto dei sistemi distribuiti di imprese.
Bandi ministeriali - FIRB/FIR/SIR

WARGLIEN Massimo

Tecnologie avanzate per la conoscenza, la conservazione e la valorizzazione di materiali ceramici, vetrosi e musivi in area mediterranea.
Bandi ministeriali - FIRB/FIR/SIR

ZENDRI Elisabetta

Istituzioni pubbliche, economia e società civile nella cooperazione euromediterranea per una governance dello sviluppo sostenibile che valorizzi le risorse ambientali.
Bandi ministeriali - FIRB/FIR/SIR

Nuova filiera produttiva per il comparto tessile-calzatura italiano basata su polimeri nanocompositi.
Bandi ministeriali - FIRB/FIR/SIR

BENEDETTI Alvise

La ricerca fondamentale sul linguaggio al servizio della lingua italiana: documentazione, acquisizione monolingue, bilingue e L2, e ideazione di prodotti multimediali.
Bandi ministeriali - FIRB/FIR/SIR

CARDINALETTI Anna, CINQUE Guglielmo, GIUSTI Giuliana, VOLPATO Francesca

Etica e genetica
Bandi ministeriali - FIRB/FIR/SIR

TUROLDO Fabrizio

Atlante sintattico dei dialetti d'Italia
Bandi ministeriali - FIRB/FIR/SIR

Sito web: http://asis-cnr.unipd.it/

Le conseguenze economiche dell'invecchiamento della popolazione
Bandi ministeriali - FIRB/FIR/SIR

PADULA Mario

Progetto FIRB RBFR08KR5A_002
Bandi ministeriali - FIRB/FIR/SIR

GIORGI Alessandra, MUNARO Nicola

The engines of growth: for a global history of the conflict between renewable, fossil, and fissile energies, 1972-1992
Bandi ministeriali - FIRB/FIR/SIR

BASOSI Duccio, LEGRENZI Matteo, PERUZZI Roberto

Omero, Esiodo, Pindaro, Eschilo: forme dell'esegesi antica
Bandi ministeriali - FIRB/FIR/SIR

PONTANI Filippomaria

Progetto di Ricerca FIR 2013
Bandi ministeriali - FIRB/FIR/SIR

BUCOSSI Alessandra

Sito web: http://www.unive.it/nqcontent.cfm?a_id=181305

Asse natura-cultura. Progettazione educativa, Sistema formativo integrato, configurazione del territorio
Bandi ministeriali - FIRB/FIR/SIR

GIUNTA Ines

Il progetto di ricerca si propone di analizzare, valorizzare, e supportare tutte le esperienze innovative condotte fino a oggi in Sicilia sul tema degli orti urbani, cercando di produrre, laddove possibile, una sintesi operativa tra tutte le realtà che operano sul terreno dell’istruzione, della formazione, della riabilitazione terapeutica, e della rivitalizzazione urbana. www.fir2014.unict.it/ UNIVERSITÀ DI CATANIA - Area della Ricerca Collaborazioni Internazionali S integrazione tra teorie e prassi. p. 135-145, ROMA:Armando Editore, Catania, 15-16 Febbraio 2013 TOMARCHIO M --- TOMARCHIO M.S. (2009). Sapere Scegliere Apprendere. Note a margine di una pedagogia dell'apprendimento. vol. 1, p. 1-107, ACIREALE:Bonanno Editore, ISBN: 8877966343 TOMARCHIO M --- TOMARCHIO M.S. (2010). Educazione Nuova e Scuola attiva. Un variegato e controverso prisma interpretativo. In: Educazione Nuova e Scuola Attiva in Europa all'alba del '900. Modelli, temi. Convegno Internazionale Catania 25/26/27 marzo 2010. vol. 1, p. 315-344, ISBN: 9788873466475 TOMARCHIO M --- Tomarchio M.S. (2012). Culture in dialogo, soggettività e modelli d’educazione integrale. In: (a cura di): Liana Daher, "Migranti" di seconda generazione. Nuovi cittadini in cerca di un’identità. ROMA:Aracne, ISBN: 9788854844858 Anno di Accesso Ambito Gruppo, soggetto o centro di ricerca Note 2009 Internazionale Departamento de Teoría e Historia de la Educación de la Facultad de Ciencias de la Educación de la Universidad de Sevilla. Dipartimento di Pedagogia - Facultà d'Educaciò - Universitat de Vic (Vic - Catalogna) Gruppo di ricerca sul tema Educazione Nuova e Scuola attiva in Europa 2009 Internazionale Gruppo di ricerca sul tema : scuola rurale e campi scolastici in Europa, storia e nuova progettualità collaborazione particolarmente ricca di ricadute scientifiche. La sede ospita un corposo patrimonio di fonti inedite sull'Italia 2009 Internazionale Fondation Archives Institut J. J. Rousseau - Université de Genève (Ginevra - Svizzera) 2009 2013 Internazionale Internazionale MESCE Revista Educació i Història Gruppo di lavoro sul tema :Democracia y educación en el siglo XX. Negli ultimi decenni si registra infatti, in numerosi contesti urbani, un incremento delle superfici impegnate da usi agricoli. Questi nuovi “strani” luoghi vengono, nel gergo mainstream, identificati appunto come “orti urbani”. La presenza di orti dentro gli spazi urbani non è una caratteristica esclusiva della città contemporanea, ma accompagna la storia della città sin dalle sue prime manifestazioni. Gli orti urbani nascono dall’esigenza di integrare le funzioni agricole all’interno delle aree più densamente antropizzate per rispondere, in primo luogo, al fabbisogno alimentare della comunità urbana, favorendo l’auto-produzione. Tuttavia gli orti urbani, sin dalle origini, hanno intrecciato spesso questa loro dimensione funzionale con quella estetico-ricreativa, dando luogo alla nascita e allo sviluppo del giardino ornamentale, dei parchi e degli orti botanici, luoghi di coltura e cultura in cui si materializzano elementi fondanti della dimensione identitaria di ogni comunità e città. Nelle diverse fasi storiche si manifestano forme diverse di orti urbani per soddisfare i bisogni specifici di ciascuna epoca. Nelle città contemporanee, nate per soddisfare le esigenze organizzative delle società industrializzate ma oggi in declino a causa della crisi del modello produttivo che le ha informate, la presenza di orti urbani è spesso sempre più legata al oddisfacimento di nuove esigenze e nuovi bisogni. In questi contesti gli orti urbani assumono nuove forme manifestandosi come: orti di comunità, orti scolastici, orti terapeutici e orti creativi. Ciascuno di questi “nuovi luoghi urbani” nasce per tentare risposte a problemi specifici e di natura complessa che assommano dimensioni economiche, sociali, ambientali, in molti casi conflittuali. Nello specifico: Gli orti di comunità costituiscono uno sfondo per politiche pubbliche, in cui si registra anche una frequente presenza di soggetti appartenenti al terzo settore, finalizzate a rivitalizzare contesti e comunità marginali; in molte di queste esperienze, si registra l’affidamento di aree non utilizzate e degradate ai membri della comunità, che hanno così l’opportunità di sperimentare percorsi inclusivi e cooperativi, e di ricostruire legami sociali e identità collettiva. Gli orti scolastici si diffondono sulla scorta di esperienze che hanno una lunga tradizione pedagogica e che mettono in evidenza la stretta correlazione tra processi di apprendimento e pratiche di cura della terra. La pratica degli orti scolastici e della coltura della terra integrata nei processi formativi istituzionali, quale esperienza diffusa di cura educativo-didattica, si attesta oggi a più livelli d’azione e sotto diversa forma, quale strategia atta a promuovere, entro l’orizzonte ideale di un sistema formativo integrato, rinnovate modalità di accesso ai saperi e alle discipline, cui si aggiungono in alcune esperienze obiettivi di inclusione e coesione sociale, dialogo interculturale e intergenerazionale, consapevolezza e responsabilità etico-sociale. Gli orti terapeutici hanno obiettivi riabilitativi e rieducativi, configurandosi quali occasioni per stimolare e potenziare diverse abilità in ambito cognitivo, relazionale e comportamentale. Gli orti creativi fanno riferimento a una molteplicità di pratiche, spesso non-istituzionali e spontanee, condotte da gruppi formali o informali di cittadini, centrate su paradigmi estetico-relazionali orientati alla costruzione di performance o allestimenti, stabili o temporanei. Questi trovano spesso giustificazione nella necessità di accrescere e stimolare la creatività collettiva e diffusa per aumentare la consapevolezza ambientale e relazionale, consentendo alle comunità di riappropriarsi di contesti e ambiti derelitti e degradati. Il progetto di ricerca intende stimolare forme di cooperazione tra Dipartimenti di ricerca universitari, Scuola, Enti di assistenza, Istituti di ricerca, Centri di recupero e riabilitazione, Impresa sociale, amministrazioni locali ed Enti pubblici e privati, onlus e terzo settore, restituendo una sistematica attività di monitoraggio e valutazione di queste iniziative attraverso una metodologia scientificamente fondata. Inoltre, il progetto di ricerca punta alla elaborazione di una riflessione critica sulla possibilità di una migliore integrazione di tutte queste esperienze, nei processi formali e informali di trasformazione del territorio, proponendo questi percorsi quali strumenti di riappropriazione del vissuto urbano e di inter-azione “partecipata” ancorata alla tradizione culturale bioregionale e alla crescita di abilità in ambito cognitivo, relazionale e comportamentale nella promozione di cittadinanza attiva(Lawson Laura J., City bountifull; a century of community gardening in America, 2005, University of California press, Berkeley)..

Scandlit. Le letterature scandinave in Italia. Traduzione, editoria, ricezione
Bandi ministeriali - FIRB/FIR/SIR

CIARAVOLO Massimo

Il progetto intende indagare la produzione di letteratura scandinava in Italia e si colloca a livello tematico e metodologico tra gli studi che lavorano alla definizione di una storia letteraria europea e globale attraverso l’analisi della letteratura tradotta, della sua incidenza culturale e letteraria e della sua disseminazione.

FISR - ISMEE Impacts of anti-Covid-19 sanitation in museums and ecclesiastical environments
Bandi ministeriali - FIRB/FIR/SIR

ARICO' Fabio, BALLIANA Eleonora, ZENDRI Elisabetta

Reducing SARS-CoV-2 spread in the human body via the aerosolized delivery of cell-shielding PEGylated bicyclic peptides (RELIEVED)
Bandi ministeriali - FIRB/FIR/SIR

ANGELINI Alessandro

JPI on Cultural Heritage
Bandi ministeriali - JPI Cultural Heritage

ZENDRI Elisabetta

Progetto Smart Cities 2014 Ambito Cultural Heritage: SCN_00520 “Innovazione di prodotto e di processo per una manutenzione, conservazione e restauro sostenibile e programmato del patrimonio culturale”
Bandi ministeriali - JPI Cultural Heritage

ARICO' Fabio, QUARTARONE Giuseppe, RONCHIN Lucio, TUNDO Pietro, VAVASORI Andrea

European Waterways Heritage (Eu.Wat.Her)
Bandi ministeriali - JPI Cultural Heritage

VALLERANI Francesco, VISENTIN Francesco

European Waterways Heritage (Eu.Wat.Her)
Bandi ministeriali - JPI Cultural Heritage

VALLERANI Francesco, VISENTIN Francesco

European Waterways Heritage (Eu.Wat.Her)
Bandi ministeriali - JPI Cultural Heritage

VALLERANI Francesco, VISENTIN Francesco

Progetto di indagini archeologiche e valorizzazione del castello di Shayzar, Siria (2009)
Bandi ministeriali - MAECI - Campagne di scavo

TONGHINI Cristina

Sito web: http://www.progetto-shayzar.it

Progetto di indagini archeologiche e valorizzazione del castello di Shayzar, Siria (2010)
Bandi ministeriali - MAECI - Campagne di scavo

TONGHINI Cristina

Sito web: http://www.progetto-shayzar.it

Missione archeologica in Georgia
Bandi ministeriali - MAECI - Campagne di scavo

BERTOLDI Francesca, BOARETTO Elisabetta, ROVA Elena

Sito web: https://mizar.unive.it/erovaweb/shidakartli/ShidaKartliProject.html

Progetto di indagini archeologiche e valorizzazione del castello di Shayzar, Siria (2011)
Bandi ministeriali - MAECI - Campagne di scavo

TONGHINI Cristina

Sito web: http://www.progetto-shayzar.it

Missione Archeologica Italiana a Las Bela (Balochistan, Pakistan)
Bandi ministeriali - MAECI - Campagne di scavo

BIAGI Paolo

Sito web: http://www.harappa.com/rohri

Miniere di selce della Valle dell'Indo
Bandi ministeriali - MAECI - Campagne di scavo

BIAGI Paolo

Sito web: http://www.harappa.com/rehri, www.sindh.ws/ancient

Progetto di indagini archeologiche e valorizzazione del castello di Shayzar, Siria (2013)
Bandi ministeriali - MAECI - Campagne di scavo

TONGHINI Cristina

Scavo del relitto bizantino di Cap Stoba (Croazia)
Bandi ministeriali - MAECI - Campagne di scavo

BELTRAME Carlo, GELICHI Sauro

Progetto di indagini archeologiche e valorizzazione del castello di Shayzar, Siria (2014)
Bandi ministeriali - MAECI - Campagne di scavo

TONGHINI Cristina

Ricostruire la frontiera: la cittadella di Urfa (2014-2016)
Bandi ministeriali - MAECI - Campagne di scavo

CRISTOFORETTI Simone, FIORI Emiliano Bronislaw, TONGHINI Cristina

Progetto di indagini archeologiche Cittadella di Urfa, Turchia (2014-2016)
Bandi ministeriali - MAECI - Campagne di scavo

TONGHINI Cristina

Le Pietre del Drago armene e l'uso rituale del paesaggio nel Caucaso preistorico
Bandi ministeriali - MAECI - Campagne di scavo

GILIBERT Alessandra

Ricostruire la frontiera: la cittadella di Urfa (2015)
Bandi ministeriali - MAECI - Campagne di scavo

Prospezione archeologica e ricerche storiche nella provincia di Wasit (iraq centro-orientale)
Bandi ministeriali - MAECI - Campagne di scavo

GILIBERT Alessandra

FASTFOOTWEAR
Bandi ministeriali - MISE - INDUSTRIA 2015

BARBANTE Carlo

SLIMPORT - Sicurezza, Logistica, Intermodalità Portuale
Bandi ministeriali - MISE - INDUSTRIA 2015

MOTUS - MObility and Tourism in Urban Scenarios
Bandi ministeriali - MISE - INDUSTRIA 2015

ORLANDO Salvatore, RAFFAETA' Alessandra, SILVESTRI Claudio

Ottimizzazione economica e tecnica di un sistema di recupero energetico da rifiuti organici urbani
Bandi ministeriali - MISE - INDUSTRIA 2015

PAVAN Paolo, RAVAGNAN Giampietro

INDUSTRIA 2015 (01/07/2013 - 31/12/2016 per UNIVE): Industria 2015 - PRODUZIONE DI ENERGIA RINNOVABILE CON IL MINIMO IMPATTO DA UN MIX DI BIOMASSE E RIFIUTI SPECIALI NON PERICOLOSI ATTRAVERSO PROCESSI INNOVATIVI
Bandi ministeriali - MISE - INDUSTRIA 2015

CAVINATO Cristina, PAVAN Paolo

Client-side Security Enforcement for Mobile and Web Applications
Bandi ministeriali - MIUR - MAECI - DAAD

CALZAVARA Stefano, FOCARDI Riccardo, LUCCIO Flaminia

Progetto di ricerca in collaborazione con Saarbrücken University

Analysis on the metabolic process of urban agglomeration and the cooperative strategy of circular economy
Bandi ministeriali - MIUR-MAECI - Cooperazione allo sviluppo - track scientifico

GONELLA Francesco

Lavoro e diritti nella rivoluzione di internet: una comparazione con paesi extra-UE
Bandi ministeriali - MIUR-MAECI - Cooperazione allo sviluppo - track scientifico

FALSONE Maurizio

“TALDICE” (Talos Dome Ice core Project)
Bandi ministeriali - PNRA - RICERCA IN ANTARTIDE

STENNI Barbara

Sito web: http://www.taldice.org/

Comportamento e destino di microcomponenti nel Continente Antartico anche in relazione ai cambiamenti climatici.
Bandi ministeriali - PNRA - RICERCA IN ANTARTIDE

CAPODAGLIO Gabriele

HOLOCLIP (Holocene climate variability at high-southern latitudes: an integrated perspective) [ESF Project n. 09-PolarCLIMATE-FP-012 ]
Bandi ministeriali - PNRA - RICERCA IN ANTARTIDE

STENNI Barbara

High-latitudes are particularly interesting places to document natural climate variability since: (1) every component of the climate system interacts in these regions in a still poorly-constrained and non-linear way; (2) changes are amplified compared to low latitude environments; (3) Antarctica and its surrounding are characterized by a strong regional variability. Existing geological records, glacial records and model experiments have highlighted differences in the evolution of the climate as a function of the area. In the framework of the European Science Foundation PolarCLIMATE programme, HOLOCLIP aims to bring together the ice core, the sediment core and the modelling scientific communities to understand the processes linking different components of the climate system and linking climatic response to external forcing over the Holocene. The areas on which the European research efforts concentrated over the past decades are suited for integrating existing ice and marine records, in terms of amount and quality of collected materials. Key areas of the Antarctic Ice Sheet and their marine surroundings have been selected: Western Ross Sea, Oates-George V-Adelie Lands including Dome C ice drainage basin, Prydz Bay, Dronning Maud Land and Antarctic Peninsula-Scotia Sea.
Sito web: http://www.holoclip.org/

Comportamento e destino di microcomponenti nel Continente Antartico anche in relazione ai cambiamenti climatici
Bandi ministeriali - PNRA - RICERCA IN ANTARTIDE

GAMBARO Andrea, PIAZZA Rossano

Sito web: http://www.pnra.it/

“IPICS-2kyr-Italia” [PNRA 2009/A2.09]
Bandi ministeriali - PNRA - RICERCA IN ANTARTIDE

STENNI Barbara

The project aims at conducting a multiple firn and ice drilling, at the site of GV7 located about 200 km north of Talos Dome. The site has already been the subject of core study (150 yrs) during surveys carried out in ITASE, and it is characterised by a high snow accumulation (3 times Talos Dome, 10 times EPICA Dome C), a very good signal/noise ratio and an excellent chemical and isotopic stratigraphy. The Project proposes to undertake a series of multiple core in the same site (3 core of 70 m), to reduce the signal to noise ratio providing a resolution of climate and environmental records similar to the meteorological instrument (subannual) in the last 200 years and an intermediate drilling (400-500 m) that solves the climate signal in annual or multi-annual scale during the last 2000 yrs. The data thus collected may be compared with historical time series of meteorological data (since the early 50') and satellites (since the early 70') providing information on quatitative climate variability (precipitation, temperature, etc.) over the last 2000 yrs.

Progetto Contaminazione ambientale in Antartide: livelli ed andamenti degli inquinanti organici persistenti (POPs).
Bandi ministeriali - PNRA - RICERCA IN ANTARTIDE

PIAZZA Rossano

Sito web: http://www.pnra.it/

“Precipitation Retrieval at Concordia (PRE-REC)” [PNRA 2013/AC3.05]
Bandi ministeriali - PNRA - RICERCA IN ANTARTIDE

STENNI Barbara

Snow accumulation is the primary mass input to the Antarctic ice sheet and represents the most important link between the atmosphere and cryosphere. The geochemical (water stable isotopes) and microphysical (crystal morphology) properties of solid precipitation are correlated with both the local conditions of formation, and the thermodynamical history of the moist air path from the source area to the snowfall site. The importance of tracking the present dynamical and termodynamical conditions along the air path producing precipitation is fundamental for better understanding the climate information preserved in the ice core records. Snowfall on the Antarctic plateau is very scarce and very few direct data exist on the seasonal distribution of precipitation. This lack of information is still delaying the improvement of polar atmospheric circulation and ice-sheet models. PRE-REC will address those issues at Concordia station (75°S - 123°E) by means of the joint use of air-mass modelling (back-trajectories), isotope analysis of collected precipitation all year round, and several experimental (line-scan camera), meteorological (AWS, sounding data) and remote sensing ( LIDAR and ceilometer) techniques.

“IPICS-2kyr-Italy second phase: the climate reconstruction” [PNRA 2013/B2.11]
Bandi ministeriali - PNRA - RICERCA IN ANTARTIDE

STENNI Barbara

The Project aims at obtaining a continuous, high-resolution record of climate and environmental changes in East Antarctica over the last 2 millennia, a key time period for climate studies but poorly covered by observational and instrumental data. For this, we propose to analyse three firn/ice cores (two ca. 70 m cores and 1 core > 250m) that are already planned to be drilled during the 2013-2014 field season within an on-going PNRA project. The study site (GV7, 70°41’S, 158°52’E; elevation 1950 m, T= – 31.8°C) is characterised by a high snow accumulation (3 times Talos Dome, 10 times EPICA Dome C), a very good signal/noise ratio and an excellent chemical and isotopic stratigraphy. We will carry out measurements of concentrations in firn/ice samples of the new cores for a range of chemical species, isotopes, mineral dust and tephra. Using a multicore-approach, we will produce a stacked record of the past 200 years with a resolution similar to the meteorological measurements (subannual). For the older periods, the proxy data, once compared/calibrated with historical time series of meteorological and satellite data, will provide quantitative information on past climate variability (precipitation, temperature, etc.) over the past millennia. Our study will represent the Italian contribution to the IPICS theme “The 2k Array”.

“East Antarctic International Ice Sheet Traverse" (EAIIST) [PNRA16_00049 – B]
Bandi ministeriali - PNRA - RICERCA IN ANTARTIDE

STENNI Barbara

This project is an international collaboration between a group of Australian, French, Italian and United States scientists, in the framework of the international SCAR-ITASE (International Trans-Antarctic Scientific Expeditions) program. The Project EAIIST (East Antarctic International Ice Sheet Traverse) proposes to unite the knowledge and capability to study the interior of the Antarctic plateau between the French-Italian Concordia station (75°S, 123° E) at Dome C, and the US Amundsen-Scott Station at South Pole (90°S). The scientific objectives of EAIIST are to study the icy terrain of the Antarctic continent in its driest places. We propose an integrated, international research project to study the impacts of very low and highly variable accumulation rates on surface mass balance, mega-dune formation, and near-surface snow and boundary layer chemistry. To minimize costs and maximize flexibility while investigating a broad range of accumulation rates and environmental conditions, we will conduct this research primarily using a surface traverse along a route from Dome C to South Pole. This international consortium of scientists is built around the idea to explore and study the geophysical (snow physics, surface mass balance, density, temperature, seismicity, etc.), geochemical (impurities, aerosols, air-snow transfer, water isotopes, etc.) and meteorological dimensions (AWS, atmospheric dynamic, air mass transport, etc.) of these most inhospitable and remote place on Earth thank to a terrestrial scientific traverse. These objectives will be accomplished through a coordinated program of field observations, remote sensing, laboratory measurements, and data synthesis and integration. The bulk of the field research will be conducted on two overland traverses in East Antarctica: 1) from the Dome C to South Pole Station during 2018-2019 season; and 2) returning from South Pole to Dome C during the 2019-2020 season.

EvASIon - Mercer and Whillans lakes: Evolution of hydrologically Active Subglacial environments
Bandi ministeriali - PNRA - RICERCA IN ANTARTIDE

BATTISTEL Dario

Antarctic subglacial lakes are extreme and isolated environments. They represent an important component of the glacial hydrological system, can affect ice sheet dynamics and, potentially, oceanic productivity, geochemistry and circulation, especially in the light of future incoming climate changes. EvASIon is a 2-year project that aims to characterize the geo-biochemical parameters of the subglacial environments. The project includes an international collaboration with the US project SALSA (Subglacial Antarctic Lake Scientific Access), which foresees the sampling of the subglacial lake Mercer, currently unexplored.

Trascendentalita' e modelli della ragion pratica
Bandi ministeriali - PRIN

BRIANESE Giorgio

Per un nuovo canone delle letterature medievali
Bandi ministeriali - PRIN

INFURNA Marco

La modernizzazione del testo medievale. Problemi di ricezione e di traduzione
Bandi ministeriali - PRIN

BUZZONI Marina

Sito web: http://prin.cineca.it

Letterature medievali, moderno , postmoderno.
Bandi ministeriali - PRIN

INFURNA Marco

PRIN 2001 - Reti bayesiane e modelli grafici: sviluppi e metodologie computazionali per le applicazioni.
Bandi ministeriali - PRIN

BOZZA Silvia

Riscritture 'nel' e 'del' Medioevo germanico: modalità, strumenti e fini delle metamorfosi testuali.
Bandi ministeriali - PRIN

BUZZONI Marina, KINDL Ulrike

Sito web: http://prin.cineca.it

Temi e modelli d'Oriente nelle letterature occidentali
Bandi ministeriali - PRIN

INNOCENTI Loretta

Sito web: http://www.unive.it/nqcontent.cfm?a_id=18494

Temi e modelli d'Oriente nelle letterature occidentali
Bandi ministeriali - PRIN

INNOCENTI Loretta

Sito web: http://www.unive.it/nqcontent.cfm?a_id=18494

Letterature medievali, moderno e postmoderno, II
Bandi ministeriali - PRIN

INFURNA Marco

PRIN 2002 - « Effetti d'Oriente: strategie e funzioni dell'esotismo nelle svolte di fine secolo (1700-1900) »
Bandi ministeriali - PRIN

CAMPANINI Magda, INNOCENTI Loretta

Incontri e scontri di civiltà. Italia e Francia nella prima età moderna
Bandi ministeriali - PRIN

DALL'AGLIO Stefano

Le conseguenze della presenza di 'unforeseen contingencies' e comportamenti di reciprocita' per contratti, mercati finanziari e la stabilita' sociale.
Bandi ministeriali - PRIN

CURRARINI Sergio, GOTTARDI Piero

PRIN 2003 - Inferenza in condizioni di incertezza sul modello e specifiche applicazioni
Bandi ministeriali - PRIN

BOZZA Silvia

Il Contributo della Statistica nello Studio dei Profili di Espressione Genica
Bandi ministeriali - PRIN

MAROZZI Marco

Etica e forme della vita della postmodernità
Bandi ministeriali - PRIN

BRIANESE Giorgio

Formazione e disegno delle strutture di rete
Bandi ministeriali - PRIN

CURRARINI Sergio

Trasferimento di energia e di carica a livello molecolare
Bandi ministeriali - PRIN

BALDACCI Agostino, GIORGIANNI Santi, PIETROPOLLI CHARMET Andrea, STOPPA Paolo, VISINONI Raffaella

Sito web: http://Sito MIUR Progetti PRIN

Musisque deoque. Un archivio digitale di poesia latina, dalle origini al Rinascimento italiano.
Bandi ministeriali - PRIN

MASTANDREA Paolo

Letterature medievali: alterità, modernità, strategie di mediazione
Bandi ministeriali - PRIN

INFURNA Marco

La promozione della competenza e della metacompetenza linguistico-comunicativa in situazione d’uso veicolare di una lingua seconda/straniera
Bandi ministeriali - PRIN

COONAN Carmel Mary

Modelli innovativi nella finanza delle piccole e medie imprese
Bandi ministeriali - PRIN

PALMIERI Marco

Similarità, matching e clustering di strutture relazionali: una prospettiva unificante
Bandi ministeriali - PRIN

PELILLO Marcello

Testi antichi – Nuove edizioni: il supporto digitale come vettore di <I>mouvance</I> nelle opere del Medioevo germanico
Bandi ministeriali - PRIN

BAMPI Massimiliano, BUZZONI Marina

Sito web: http://prin.cineca.it

Il diritto internazionale privato e processuale dei contratti in transizione: dalla cooperazione interstatale al diritto comunitario
Bandi ministeriali - PRIN

MARRELLA Fabrizio

Sito web: http://cercauniversita.cineca.it/php5/prin/cerca.php?codice=2006121290

Miscele colloidali, proteine globulari e fasi di tipo cristalli liquidi per biopolimeri
Bandi ministeriali - PRIN

La promozione della competenza e della metacompetenza linguistico-comunicativa in situazione d'uso veicolare di una lingua seconda
Bandi ministeriali - PRIN

BALBONI Paolo

Rileggere Pompei (progetto Regio VI)' progetto biennale (2006-2008)
Bandi ministeriali - PRIN

COTTICA Daniela

Sito web: http://Pompei

Lavoro autonomo, parasubordinazione e dipendenza economica
Bandi ministeriali - PRIN

BRINO Vania

Il problema della gestione del debito publico: modelli di controllo stocastico
Bandi ministeriali - PRIN

FAGGIAN Silvia

Sintesi di nuovi composti organometallici di elementi dei Gruppi 3, 4 e 10 quali potenziali catalizzatori nelle polimerizzazioni e co-polimerizzazioni anche viventi di olefine polari e apolari
Bandi ministeriali - PRIN

PAOLUCCI Gino

L’espansione del francese nel Veneto medievale. Archivio digitale delle tradizioni manoscritte e ricerche testuali
Bandi ministeriali - PRIN

BURGIO Eugenio

metodologie innovative per la valutazione degli effetti di stress abiotici sui processi metabolici di organismi vegetali geneticamente modificati II
Bandi ministeriali - PRIN

CESCON Paolo

Dalla Tomba al Palazzo. Spazi comunitari e dimensione individuale nella società cretese dei primi e dei secondi palazzi
Bandi ministeriali - PRIN

CARINCI Filippo Maria

Le Porte dell’Adriatico: Comacchio e Venezia, Empori Altomedievali dell’Europa Mediterranea
Bandi ministeriali - PRIN

GELICHI Sauro

Codice austriaco del 1803 e discrezionalità del giudice
Bandi ministeriali - PRIN

POVOLO Claudio

La ricerca dell’“io autentico”: costruzione e dissoluzione del sé nelle religioni e nelle filosofie dell’Asia Orientale
Bandi ministeriali - PRIN

RAVERI Massimo

Interazioni ed energia di solvatazione per le proteine in soluzione
Bandi ministeriali - PRIN

GIACOMETTI Achille

Equità distributiva nei protocolli di scambio e condivisione
Bandi ministeriali - PRIN

LI CALZI Marco

Spazi ibridi e costruzione di nuove identità urbane
Bandi ministeriali - PRIN

Trasferimenti di energia in vibrazioni molecolari
Bandi ministeriali - PRIN

BALDACCI Agostino, GIORGIANNI Santi, PIETROPOLLI CHARMET Andrea, STOPPA Paolo, VISINONI Raffaella

Mobilità attraversamenti coloniali post coloniali
Bandi ministeriali - PRIN

DORE Giovanni

Linguaggi e concetti del tardo Illuminismo nel mondo mediterraneo
Bandi ministeriali - PRIN

COGLITORE Mario, COSTANTINI Vera, KINDL Ulrike, TOCCHINI Gerardo, TRAMPUS Antonio

Sito web: http://www.ricercaitaliana.it/prin/unita_op-2007NWTEY3_002.htm

Qualità della disclosure, previsioni degli analisti finanziari e strategie di investimento
Bandi ministeriali - PRIN

BERTINETTI Giorgio Stefano, BIFFIS Paolo, CAVEZZALI Elisa, MANTOVANI Guido Massimiliano, PROTO Antonio, RIGONI Ugo

SOFT - Security Oriented Formal Techniques
Bandi ministeriali - PRIN

CORTESI Agostino, FOCARDI Riccardo, HALDER Raju, LUCCIO Flaminia

Sviluppo di sensori chimici a trasduzione ottica basati su aggregati molecolari e polimerici di porfirine e macrocicli analoghi
Bandi ministeriali - PRIN

CANOVESE Luciano, VISENTIN Fabiano

Equità distributiva nei protocolli di scambio e condivisione
Bandi ministeriali - PRIN

FERRETTI Paola

Mecca pellegrinaggi attraversamenti
Bandi ministeriali - PRIN

DORE Giovanni

Differenze ontologiche e conflitti di verità
Bandi ministeriali - PRIN

CORTELLA Lucio, DREON Roberta, GOLDONI Daniele, MORA Francesco, PALTRINIERI Gian Luigi, PERISSINOTTO Luigi

Universalità umana e multiculturalità
Bandi ministeriali - PRIN

BRIANESE Giorgio, PAGANI Paolo, SPANIO Davide, TUROLDO Fabrizio, VIGNA Carmelo

Oltre le previsioni degli analisti. Caratteristiche dei report e potenziali reazioni del mercato
Bandi ministeriali - PRIN

RIGONI Ugo

Materiali, tecnologie e conservazione delle opere murali contemporanee
Bandi ministeriali - PRIN

ZENDRI Elisabetta

Russi in Italia nel Novecento: indagini archivistiche e bibliografiche (Venezia, Roma e Sanremo), implementazione del “Dizionario on line dell’emigrazione russa”, schedatura delle presenze russe a Venezia e dei loro rapporti con il mondo della cultura ita
Bandi ministeriali - PRIN

BURINI Silvia, NISTRATOVA Svetlana, RIZZI Daniela

Sito web: http://www.russinitalia.it

Causalità e determinismo in Aristotele
Bandi ministeriali - PRIN

NATALI Carlo

Sintesi Organica Stereocontrollata di Benzociclotrimeri per Applicazioni Supramolecolari
Bandi ministeriali - PRIN

DE LUCCHI Ottorino, FABRIS Fabrizio

Sito web: http://Dipartimento di Chimica

Disegni sperimentali evolutivi
Bandi ministeriali - PRIN

PARPINEL Francesca, PIZZI Claudio, POLI Irene, SLANZI Debora

Somministrazione, appalto e distacco fra tutele del lavoro e liberalizzazione del mercato unico
Bandi ministeriali - PRIN

BRINO Vania, PERULLI Adalberto

PRIN 2007 - Analisi della dipendenza in problemi con struttura di informazione parziale.
Bandi ministeriali - PRIN

BOZZA Silvia

STRATEGIE DI PRODOTTO E DI COMUNICAZIONE PER L'INGRESSO DELLE IMPRESE ITALIANE NEL MERCATO CINESE
Bandi ministeriali - PRIN

Per una mappa dei tratti e delle categorie grammaticali
Bandi ministeriali - PRIN

BRUGE' Laura, CINQUE Guglielmo, KRAPOVA Iliana, TURANO Giuseppina

Sito web: http://Cineca

Democrazia deliberativa, laicità e conflitto
Bandi ministeriali - PRIN

CESARALE Giorgio

Concezione dell’Individuo e formazione della Persona nelle società post-moderne del Vicino Oriente e dell’Asia meridionale: continuità, conflitti, separazioni, passaggi
Bandi ministeriali - PRIN

CAPELLI Piero

PRIN 2007: TRATTAMENTI BIOLOGICI AVANZATI PER LA RIMOZIONE DELL'AZOTO E MICROINQUINANTI DAGLI EFFLUENTI ANAEROBICI DERIVANTI DAL TRATTAMENTO DI BIOMASSE AGROINDUSTRIALI
Bandi ministeriali - PRIN

CAVINATO Cristina, PAVAN Paolo

Archivi russi in Italia (prima metà del Novecento)
Bandi ministeriali - PRIN

BERTELE' Matteo

La lingua dei segni italiana: strutture e variazione
Bandi ministeriali - PRIN

Sito web: http://w3.uniroma1.it/progettolis/

Etica e Pluralismo
Bandi ministeriali - PRIN

BETTINESCHI Paolo Guido, PAGANI Paolo, TUROLDO Fabrizio, VIGNA Carmelo

La lingua dei segni italiana: strutture e variazione
Bandi ministeriali - PRIN

BERTONE Carmela, BRANCHINI Chiara, CARDINALETTI Anna, GIUSTI Giuliana

Sito web: http://w3.uniroma1.it/progettolis/

eColingua: e-corpora negli studi linguistici e multimodali, nella traduzione, nell'apprendimento e nelle verifiche on-line delle lingue”
Bandi ministeriali - PRIN

AGORNI Mirella

Progetto di ricerca concluso, risalente agli anni 2005-7, diretto dal Prof. Christopher Taylor, nell’unità di ricerca diretta dalla Prof. Margherita Ulrych presso Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Disegno di mercati con modelli computazionali e
Bandi ministeriali - PRIN

Viaggi iniziatici nelle scrittrici del Cono Sur (XX secolo)
Bandi ministeriali - PRIN

REGAZZONI Susanna

L'alimentazione nel Vicino Oriente antico: aspetti storico-geografici, strategie economiche e riflessi sociali
Bandi ministeriali - PRIN

MILANO Lucio

l'architettura privata come elemento di modellazione degli spazi della citta' nel paesaggio urbano di hierapolis di frigia
Bandi ministeriali - PRIN

ZACCARIA Anna

I processi di miglioramento competitivo dei sistemi produttivi locali: innovazione, imitazione e internazionalizzazione.
Bandi ministeriali - PRIN

VOLPE Mario

Sviluppo di catalizzatori per polimerizzazione
Bandi ministeriali - PRIN

BORTOLUZZI Marco

Movimento delle acque sotterranee nelle pianure costiere: il caso dell'Alto Adriatico
Bandi ministeriali - PRIN

Le domande degli angeli. L’idea della morte nell’Islam, nello sciamanesimo turco-mongolo e nel Cristianesimo: una di migrazione di riti, simboli e credenze
Bandi ministeriali - PRIN

L'evoluzione del discorso scientifico divulgativo in un mondo che cambia: scelte stilistiche e lessicali/The evolution of popular scientific discourse in a changing world: lexical and stylistic choices
Bandi ministeriali - PRIN

CESIRI Daniela

Sviluppo di sensori multifunzionali elettrochimici ed ottici. Applicazioni a problemi reali ed elaborazione chemiometrica.
Bandi ministeriali - PRIN

BALDO Maria Antonietta, DANIELE Salvatore, MORETTO Ligia Maria, UGO Paolo

Mangiare divinamente: simbolismo e consumo alimentare in ambito templare e funerario nelle società del Vicino Oriente antico
Bandi ministeriali - PRIN

MILANO Lucio

Meccanismi di risposta ad arsenico e cadmio in piante modello: dal molecolare alla sperimentazione in campo
Bandi ministeriali - PRIN

ARGESE Emanuele, BETTIOL Cinzia, GOBBO Lorena

Verosimiglianze composite per modelli con struttura di dipendenza complessa
Bandi ministeriali - PRIN

GAETAN Carlo, GIUMMOLE' Federica

La crisi dell'impresa transnazionale
Bandi ministeriali - PRIN

BRINO Vania, PERULLI Adalberto

Upgrading catalitico della frazione C5 in bioraffinerie lignocellulosiche
Bandi ministeriali - PRIN

PINNA Francesco, SIGNORETTO Michela

Energia di solvatazione ed interazioni per proteine in soluzione
Bandi ministeriali - PRIN

Tradizione ed innovazione della poesia trobadorica: canzonieri (studio e tavole) ed edizioni
Bandi ministeriali - PRIN

CERLI Consolidamento ed estensione delle risorse linguistiche italiane: treebanks, lessici computazionali e ontologie
Bandi ministeriali - PRIN

DELMONTE Rodolfo

COMPORTAMENTO DI FILM PITTORICI A BASE POLIMERICA E METODI DI CONSERVAZIONE
Bandi ministeriali - PRIN

ZENDRI Elisabetta

Caratterizzazione tramite diffrazione X e microscopia elettronica dei nanosistemi catalitici per la produzione di H2 in processi di 2a generazione
Bandi ministeriali - PRIN

BENEDETTI Alvise, CANTON Patrizia, RIELLO Pietro

Categorizzazione, interazione, organizzazione
Bandi ministeriali - PRIN

WARGLIEN Massimo

Archivio multimediale degli attori veneziani e dell’area triveneta (secoli XIX-XX)
Bandi ministeriali - PRIN

ALBERTI Carmelo

Sito web: http://www.actores.it/

Risposte strategiche della filiera automobilistica italiana alla crisi internazionale
Bandi ministeriali - PRIN

STOCCHETTI Andrea, VOLPATO Giuseppe, ZIRPOLI Francesco

PRIN 2008 / Forme della pastorale. Intersezioni di generi tra panorami europei e paesaggi locali
Bandi ministeriali - PRIN

CROTTI Ilaria, RICORDA Ricciarda, VESCOVO Pier Mario

Sicurezza per Applicazioni Distribuite in Sistemi Aperti
Bandi ministeriali - PRIN

CONCERTO (CONtrol and CERTification of Resources Usage)
Bandi ministeriali - PRIN

SALIBRA Antonino

Sito web: http://www.cs.unibo.it/~martini/CONCERTO/

Metodi quantitativi per la valutazione di opzioni con caratteristiche esotiche e in ipotesi non standard
Bandi ministeriali - PRIN

BASSO Antonella, NARDON Martina, PIANCA Paolo

Progetto PRIN 2008 - Prot. 2008YP85ZH_001
Bandi ministeriali - PRIN

ORSEGA Emilio Francesco

Pastorali secc. XV-XVII: Forme della pastorale. Intersezioni di generi tra panorami europei e paesaggi locali.
Bandi ministeriali - PRIN

PEROCCO Daria

I mercati dell’informazione: incentivi ad acquisire e trasmettere informazione ed efficienza del mercato
Bandi ministeriali - PRIN

CURRARINI Sergio, GOTTARDI Piero, MOLINARI Maria Cristina

Preparazione, caratterizzazione e impiego di catalizzatori di nuova generazione a base di nanoparticelle metalliche su matrici polichetoniche
Bandi ministeriali - PRIN

STEVANATO Roberto, TONIOLO Luigi

Le categorie funzionali della frase e dei suoi sintagmi maggiori
Bandi ministeriali - PRIN

BRUGE' Laura, CINQUE Guglielmo, KRAPOVA Iliana, TURANO Giuseppina

Modelli statistici per dati con struttura di dipendenza complessa
Bandi ministeriali - PRIN

VARIN Cristiano

Passato e futuro del Medioevo. Figure dell'immaginario
Bandi ministeriali - PRIN

INFURNA Marco

Nuove metodologie robuste per l'analisi di dati complessi
Bandi ministeriali - PRIN

CROSATO Lisa

dell'Unità di Verona. Il progetto si articolerà secondo due filoni. A) Analisi robusta del mercato italiano: serie storiche dei prezzi all'ingrosso Uno degli obiettivi nell'analisi del mercato elettrico è la stima di modelli per serie storiche (modelli reg-ARFIMA-GARCH) in cui i prezzi sono spiegati variabili derivanti dagli eventi di congestione della rete e dalla tecnologia di produzione. B) Analisi robusta del mercato britannico: relazioni fra prezzi all'ingrosso e al dettaglio L'obiettivo successivo è l'identificazione del meccanismi di trasmissione dei prezzi nel mercato dell'energia elettrica nel Regno Unito. L'obiettivo finale del progetto sarà quindi quello di estendere la forward search ai modelli per dati longitudinali. Tale introduzione comporterà la valutazione dell'influenza sui parametri del modello proveniente da diverse fonti.

Equazioni alle derivate parziali stocastiche e deterministiche e loro applicazioni
Bandi ministeriali - PRIN

FAGGIAN Silvia

strategie di superamento della crisi e rilancio competitivo di imprese italiane della filiera automotive
Bandi ministeriali - PRIN

VOLPATO Giuseppe

Testi e intertesti tra Spagna e Italia
Bandi ministeriali - PRIN

OJEDA CALVO Maria Del Valle

Progetto Archivi russi in Italia
Bandi ministeriali - PRIN

NISTRATOVA Svetlana

Riconoscimento, passioni e razionalità sociale
Bandi ministeriali - PRIN

CORTELLA Lucio

Cultura religiosa e insegnamento della religione e della teologia nella scuola e nell'università contemporanea
Bandi ministeriali - PRIN

ADINOLFI Isabella, GOISIS Giuseppe

Percorsi dell'Ontologia: Linguaggio, Socialità e forme della Politica
Bandi ministeriali - PRIN

DREON Roberta, GOLDONI Daniele, MORA Francesco, PALTRINIERI Gian Luigi, PERISSINOTTO Luigi, RUGGIU Luigi, SPANIO Davide

Metodologie innovative per la valutazione degli effetti di stress abiotici sul contenuto di metaboliti secondari di organismi vegetali geneticamente modificati.
Bandi ministeriali - PRIN

CAPODAGLIO Gabriele, SCALABRIN Elisa

Il processo inquisitorio nel Regno Lombardo-Veneto (1815-1848)
Bandi ministeriali - PRIN

POVOLO Claudio

Trivium: Archivio digitale dei testi grammaticali, retorici e dialettici dei secc. XIII-XV
Bandi ministeriali - PRIN

ALESSIO Gian Carlo

I determinanti sociali: analisi dell'influenza sulla salute e sui profili di cura
Bandi ministeriali - PRIN

CAMPOSTRINI Stefano

PRIN 20079PLLN7 “Nonlinear Optimization, Variational Inequalities, and Equilibrium Problems”
Bandi ministeriali - PRIN

FASANO Giovanni

Sintesi Organica Stereocontrollata di Benzociclotrimeri per Applicazioni Supramolecolari
Bandi ministeriali - PRIN

DE LUCCHI Ottorino, FABRIS Fabrizio

Sito web: http://Dipartimento di Scienze Molecolari e Nanosistemi

Roma e la Transpadana: processi acculturativi, infrastrutture, forme di organizzazione amministrativa e territoriale
Bandi ministeriali - PRIN

CALVELLI Lorenzo, CRESCI Giovannella, LUCCHELLI Tomaso Maria, ROHR Francesca

Sito web: http://www.unive.it/nqcontent.cfm?a_id=98679

Democrazia, riconoscimento e conflitto
Bandi ministeriali - PRIN

CESARALE Giorgio

Missione archeologica in Georgia
Bandi ministeriali - PRIN

GAVAGNIN Katia, GIROTTO Elisa, ROVA Elena

Percorsi dell’ontologia: Linguaggio, socialità e forme della politica.
Bandi ministeriali - PRIN

FAVARETTI CAMPOSAMPIERO Matteo

Le dimensioni dell’imprenditorialità: variabili demografiche e sociali, competenze, orientamento imprenditoriale
Bandi ministeriali - PRIN

GERLI Fabrizio

Sintesi di bisfosfonati mediante reazioni catalitiche con complessi solubili di metalli di transizione.
Bandi ministeriali - PRIN

BIANCHINI Giulio, SCARSO Alessandro, STRUKUL Giorgio

Formazione di legami C-C via metatesi delle olefine e addizione nucleofila catalizzate da sistemi eterogenei in reattori a flusso continuo con CO2 supercritica come solvente/carrier.
Bandi ministeriali - PRIN

PEROSA Alvise, SELVA Maurizio

Cultura del restauro e restauratori: modelli di ricezione per la museologia e la storia dell'arte antica e moderna. Un archivio informatizzato
Bandi ministeriali - PRIN

PIVA Maria Chiara

L'insegnamento della teologia e della filosofia cristiana nell'Italia contemporanea
Bandi ministeriali - PRIN

ADINOLFI Isabella, GOISIS Giuseppe, VIAN Giovanni

Caratterizzazione strutturale e morfologica di celle a combustibile ad elettrolita polimerico (PEMFC)
Bandi ministeriali - PRIN

DE LORENZI Alessandra, POLIZZI Stefano

Lavoro e Legalità nella società dell'inclusione
Bandi ministeriali - PRIN

BRINO Vania

Teoria del riconoscimento e ragioni del sociale
Bandi ministeriali - PRIN

CORTELLA Lucio

Probabilità e Finanza
Bandi ministeriali - PRIN

Problemi differenziali di evoluzione: approcci deterministici e stocastici e loro interazioni
Bandi ministeriali - PRIN

FAGGIAN Silvia

Atlante della ragione europea (XV-XVIII secolo). Tra Oriente e Occidente.
Bandi ministeriali - PRIN

FAVARETTI CAMPOSAMPIERO Matteo

Progetto di Ricerca di Interesse Nazionale: Ontoped Qualità della ricerca e documentaizone scoentifica nelle scienze pedagogiche
Bandi ministeriali - PRIN

COSTA Massimiliano

PRIN 2009: Articoli musicali nei quotidiani dell'Ottocento in Italia: una Banca Dati - ARTMUS
Bandi ministeriali - PRIN

BRUNELLO Pietro, BRYANT David Douglas, GUARNIERI Adriana, PINAMONTI Paolo, SEGAFREDDO Matteo

Modelli Statistici multivariati per la valutazione dei rischi
Bandi ministeriali - PRIN

BILLIO Monica, CASARIN Roberto, LUCCHETTA Marcella, MANTOVANI Guido Massimiliano, PARPINEL Francesca, PELIZZON Loriana, PIZZI Claudio, SARTORE Domenico

Le condizioni del riconoscimento: ricongiungimento familiare, genere, diritti stratificati (Prin 2009)
Bandi ministeriali - PRIN

BASSO Pietro, PEROCCO Fabio

PRIN
Bandi ministeriali - PRIN

CAVALIERI Renzo Riccardo, LIPPIELLO Tiziana

Studi sintetici e strutturali del legame metallo-Idrogeno: verso nuovi materiali per lo stoccaggio di idrogeno e la catalisi.
Bandi ministeriali - PRIN

ALBERTIN Gabriele

PRIN 2011 Ontologie Pedagogiche e Valutazione della Ricerca Scientifica
Bandi ministeriali - PRIN

BANZATO Monica, COSTA Massimiliano, PADOAN Ivana Maria, TESSARO Fiorino

INTERNAZIONALIZZAZIONE E RUOLO DELLA DISTRIBUZIONE NELLE STRATEGIE DI MARCA: I PRODOTTI MADE IN ITALY AD ALTO VALORE SIMBOLICO IN DIVERSI CONTESTI SOCIO-CULTURALI. IL MERCATO CINESE.
Bandi ministeriali - PRIN

CHECCHINATO Francesca, HU Lala, PERRI Alessandra, PONTIGGIA Andrea, VESCOVI Tiziano

Titolo ricerca nazionale: "Il recupero della memoria: l'emigrazione russa in Italia nel Novecento (ricerche archivistiche e bibliografiche, digitalizzazione di materiali, analisi dell'eredità culturale)"
Bandi ministeriali - PRIN

NISTRATOVA Svetlana, RIZZI Daniela

Sito web: http://www.russinitalia.it

Spettroscopia infrarossa a media e ad alta risoluzione di molecole di importanza atmosferica e astrofisica
Bandi ministeriali - PRIN

BALDACCI Agostino, GIORGIANNI Santi, PIETROPOLLI CHARMET Andrea, STOPPA Paolo, TONINELLO Piero, VISINONI Raffaella

Caratterizzazione avanzata delle proprietà chimico-fisiche di interesse tossicologico e ambientale di biossido di titanio nanometrico
Bandi ministeriali - PRIN

Ricerca su credito ed istituzioni in età moderna e contemporanea-Progetto Prin
Bandi ministeriali - PRIN

LANARO Paola

Approcci integrati alla valutazione dello stato ecologico e alla gestione alieutica degli ecosistemi acquatici di transizione
Bandi ministeriali - PRIN

BRIGOLIN Daniele, FRANZOI Piero, MALAVASI Stefano, PASTRES Roberto, PRANOVI Fabio, ZUCCHETTA Matteo

Lingue e iscrizioni dell'Italia antica. Documenti ed inferenze di storia linguistica e sociale: autoidentità etnica, circolazione e coinai culturali
Bandi ministeriali - PRIN

MARINETTI Anna, SOLINAS Patrizia

Forme di statualità fra medio evo ed età moderna. La dimensione mediterranea e il dominio sulla terraferma nel “modello”
Bandi ministeriali - PRIN

ORTALLI Gherardo, POZZA Marco

La rappresentazione dell'Italia e della sua cultura nel cinema e nel teatro delle ex-colonie britanniche, le settler colonies e in opere letterarie di scrittori post-coloniali anglofoni
Bandi ministeriali - PRIN

BASSI Shaul, CIMAROSTI Roberta, FAZZINI Marco, GREGORI Flavio, NEWBOLD David John

missione di ricerca Efficacia terapeutica e magica nei PGM ( PRIN)
Bandi ministeriali - PRIN

CRIPPA Sabina

Costruzione fisica e ideologica del territorio e identità culturali fra Anatolia orientale e Transcaucasia nel IV-III millenio
Bandi ministeriali - PRIN

LIGI Gianluca, ROVA Elena

PRIN 2011 Ontologie Pedagogiche e Valutazione della Ricerca Scientifica
Bandi ministeriali - PRIN

BANZATO Monica, COSTA Massimiliano, PADOAN Ivana Maria, TESSARO Fiorino

Trasformazioni politico-sociali e proiezioni ideologiche fra Grecia occidentale e Magna Grecia in età classica ed ellenistica
Bandi ministeriali - PRIN

ANTONETTI Claudia, DE VIDO Stefania

Sito web: http://www.unive.it/nqcontent.cfm?a_id=61115

Lavoro e legalità nella società dell'inclusione
Bandi ministeriali - PRIN

BRINO Vania, PERULLI Adalberto

Partecipazione Progetto PRIN 2010-2011
Bandi ministeriali - PRIN

Security Horizons
Bandi ministeriali - PRIN

CORTESI Agostino, FOCARDI Riccardo, HALDER Raju, LUCCIO Flaminia

CINA: Composizionalità, Interazione, Negoziazione, Autonomicità per la società ICT futura
Bandi ministeriali - PRIN

BALSAMO Maria Simonetta, BUGLIESI Michele, DEI ROSSI Gian-Luca, MARIN Andrea, ROSSI Sabina

Progetto PRIN 2010 codice progetto 2010FP79LR
Bandi ministeriali - PRIN

SALIBRA Antonino

Costruire con il DNA: uno studio coordinato sperimentale, numerico e teorico (PRIN-COFIN 2010-2011)
Bandi ministeriali - PRIN

GIACOMETTI Achille

La vita delle opere: dalle fonti al digitale. Progetto pilota per la ricerca e la comunicazione nei musei della storia conservativa delle opere d'arte
Bandi ministeriali - PRIN

PIVA Maria Chiara

Modelli ed algoritmi per l'analisi non lineare delle strutture e la validazione di regole di progettazione a base prestazionale
Bandi ministeriali - PRIN

QUARTARONE Giuseppe, RONCHIN Lucio, TORTATO Claudio, VAVASORI Andrea, ZULIANI Roberto

PRIN, L'impatto economico dell'invecchiamento della popolazione in Europa
Bandi ministeriali - PRIN

BRUGIAVINI Agar, MESCHI Elena Francesca, PADULA Mario, PASINI Giacomo

Sito web: http://cercauniversita.cineca.it/php5/prin/cerca.php?codice=2010T8XAXB

Memoria poetica e poesia della memoria. Ricorrenze lessicali e tematiche nella versificazione epigrafica e nel sistema letterario.
Bandi ministeriali - PRIN

DE RUBEIS Flavia, MASTANDREA Paolo, ZANATO Tiziano

Canone letterario e lessico delle emozioni nel Medioevo europeo: un network di risorse on line (bibliografia, manoscritti, strumenti multimediali)
Bandi ministeriali - PRIN

BURGIO Eugenio

preparazione e Workshop: Efficacia magica e terapeutica tra antico e contemporaneo ( PRIN)
Bandi ministeriali - PRIN

CRIPPA Sabina

I limiti della rappresentazione: I film inventati dalla letteratura
Bandi ministeriali - PRIN

ERCOLINO Stefano

determinanti sociali di salute
Bandi ministeriali - PRIN

CAMPOSTRINI Stefano

PRIN 2010-2011: Costituzione del Corpus del teatro francese del Rinascimento
Bandi ministeriali - PRIN

CAMPANINI Magda

Sito web: http://www.cinquecentofrancese.it/default.php?idnodo=12

PRIN 2012 -
Bandi ministeriali - PRIN

PAVAN Paolo

I cambiamenti climatici nell'area del Mediterraneo: scenari evolutivi, impatti economici, politiche di mitigazione e innovazione tecnologica
Bandi ministeriali - PRIN

CARRARO Carlo, GIUPPONI Carlo

Sensori chimici e tecniche strumentali accoppiate in spettrometria di massa per il controllo della sicurezza alimentare
Bandi ministeriali - PRIN

UGO Paolo

PRIN 2012 Articoli musicali nei quotidiani italiani dell'Ottocento: una Banca Dati - ARTMUS
Bandi ministeriali - PRIN

BIGGI Maria Ida, BRYANT David Douglas, GUARNIERI Adriana, PINAMONTI Paolo

Sito web: http://www.artmus.it

ALIM (PRIN-2012)
Bandi ministeriali - PRIN

BUZZONI Marina

PRIN-WISE (18/10/2013 - 31/08/2017): Processi avanzati per la conversione di rifiuti organici in prodotti innovativi, utili e sostenibili (WISE).
Bandi ministeriali - PRIN

CAVINATO Cristina, PAVAN Paolo

preparazione e Congresso internazionale Il corpo in scena ( PRIN)
Bandi ministeriali - PRIN

CRIPPA Sabina

Atlante della ragione europea
Bandi ministeriali - PRIN

SCRIBANO Maria Emanuela

Indagine su fisica e metafisica in età moderna

Teoria, Sperimentazione, Applicazioni: le dipendenze a distanza nelle forme di diversità linguistica
Bandi ministeriali - PRIN

TURANO Giuseppina

Spettroscopia e Tecniche computazionali per la ricerca Astrofisica, atmosferica e Radioastronomica
Bandi ministeriali - PRIN

PIETROPOLLI CHARMET Andrea, STOPPA Paolo

PRIN prot.2010AXENJ8_001, area 03: "Sensori chimici e tecniche strumentali accoppiate in spettrometria di massa per il controllo e la sicurezza alimentare"
Bandi ministeriali - PRIN

BALDO Maria Antonietta

Teoria, Sperimentazione, Applicazioni: le dipendenze a distanza nelle forme di diversità linguistica
Bandi ministeriali - PRIN

BRUGE' Laura, CARDINALETTI Anna, GIUSTI Giuliana

Teoria, Sperimentazione, Applicazioni: Le dipendenze a distanza nelle forme di diversità linguistica
Bandi ministeriali - PRIN

CARDINALETTI Anna, VOLPATO Francesca

PRIN 2012. L'universalità e i suoi limiti: meccanismi di inclusione ed esclusione nella storia della filosofia e nei dibattiti filosofici contemporanei. Prin 2012
Bandi ministeriali - PRIN

BAGNATI Gaia, MASI Francesca, MASO Stefano, NATALI Carlo

L’eredità dell’Illuminismo. Diritti e costituzionalismo tra rivoluzioni e restaurazioni (1789-1848)
Bandi ministeriali - PRIN

BAMPI Massimiliano, TOCCHINI Gerardo, TRAMPUS Antonio

Il progetto si sviluppa dall’ipotesi di ricerca che le idee di fondo della politica e della cultura delle democrazie contemporanee siano largamente riconducibili alla cultura illuminista, e siano il frutto di un processo storico segnato da dibattiti e aspre lotte attorno ad alcuni concetti-chiave: eguaglianza fra gli esseri umani, diritti fondamentali, libertà, costituzione. Questa è, nelle sue linee essenziali, l’eredità politica e culturale dell’Illuminimo, quella che ha contribuito in misura decisiva alla nascita della modernità democratica. L’obiettivo del progetto consiste dunque nella ricostruzione del ruolo svolto da questa eredità nella genesi dell’Europa contemporanea, che può essere individuata nel periodo cruciale compreso tra la Rivoluzione francese e il 1848. La delimitazione cronologica della ricerca ha infatti un preciso significato storiografico. A fronte di una lettura dominante che intende la prima metà dell’Ottocento come il rovesciamento o il superamento della fase storica tardosettecentesca – il sorgere dei nazionalismi e dunque l’oblio del soggetto individuale e universalista dell’Illuminismo, la ripresa del ruolo egemonico delle Chiese, la temperie antirazionalista della Restaurazione come liquidazione del linguaggio politico dei Lumi –, il progetto intende invece verificare la presenza di continuità spesso sotterranee, di dialettiche positive che gravitano attorno a nuclei strategici quali le rivendicazioni costituzionaliste, la lotta per l’abolizione della schiavitù, l’evoluzione delle scienze dell’uomo. In questo senso il terminus a quo della ricerca non può che essere il 1789, visto non come conclusione di un secolo, bensì, al contrario, come trauma originario che influenza una lunga fase storica che si compie solo alla metà del secolo successivo. Il 1848, con il sorgere della questione operaia e la definitiva abolizione della schiavitù nelle colonie francesi, costituisce invece il naturale terminus ad quem di questa parabola. L’eredità dei Lumi, dunque, sarà analizzata attraverso una serie di case studies affidati a diversi componenti delle UR che toccano sia i processi di circolazione delle idee di libertà, di eguaglianza, di diritti inalienabili dell’uomo – divenute egemoni nel Tardo Illuminismo –, sia il consolidamento di queste in pratiche e teorie, coprendo quindi una gamma di temi che va dal ruolo dell’opinione pubblica alla traduzione dei diritti in termini politici e giuridici. La storia politica e costituzionale, lo sviluppo delle scienze dell’uomo, la rielaborazione dei diritti fondamentali nel linguaggio della cultura e delle arti costituiscono i nuclei di interesse primario della ricerca che qui si propone. I risultati attesi possono preludere a una radicale ridefinizione della storia politica dell’Europa, nonché della geografia e della cronologia della genesi del mondo contemporaneo.
Sito web: http://attiministeriali.miur.it/media/296347/allegato_3.pdf

Prin 2015: Il problema dell’indeterminatezza: significato, conoscenza, azione (coordinatore scientifico Luigi Perissinotto)
Bandi ministeriali - PRIN

DREON Roberta

Interculturalità, formazione e generi letterari: proposta di un manuale di letteratura cinese per gli studenti della scuola secondaria
Bandi ministeriali - PRIN

BACCINI Giulia, GIACHINO Monica, MAGAGNIN Paolo, PASSI Federica, PESARO Nicoletta

Sotto la spinta del crescente numero di istituti secondari che offrono un curriculum di lingua cinese e della sistematizzazione dei percorsi di abilitazione, il progetto mira alla stesura di una bozza di manuale di letteratura cinese espressamente concepito per il secondario italiano. In particolare, esso si prefigge di: 1) offrire strumenti per la critica interdisciplinare e la ricezione del testo letterario cinese; 2) elaborare metodologie didattiche fornendo nuovi strumenti per accogliere la tradizione cinese in una prospettiva di mediazione culturale; 3) formulare un supporto alla didattica in linea con le modalità pedagogiche del secondario italiano e fondato su un approccio cognitivo.

PRIN 2015: Il problema dell'indeterminatezza. Significato, conoscenza, azione
Bandi ministeriali - PRIN

ROFENA Cecilia

Deterministic and stochastic evolution equations
Bandi ministeriali - PRIN

FAGGIAN Silvia

Nuovi approcci al pensiero della prima età moderna: forme, caratteri e finalità del metodo costellatorio.
Bandi ministeriali - PRIN

FAVARETTI CAMPOSAMPIERO Matteo

Smart PORt Terminals - SPORT
Bandi ministeriali - PRIN

PESENTI Raffaele

False testimonianze
Bandi ministeriali - PRIN

Sito web: http://edf.unive.it

“English as a Lingua Franca in domain-specific contexts of intercultural communication: a Cognitive-functional Model for the analysis of ELF accommodation strategies in unequal migration contexts, digital-media virtual environments, and multicultural ELF
Bandi ministeriali - PRIN

NEWBOLD David John

The strand of the project I am investigating concerns the development of English as a Lingua Franca in educational contexts, and the feasibility of developing an ELF construct (or constructs) for assessing ELF.
Sito web: http://L'unversità del Salento; L'Università Roma 3

Nuovi approcci al pensiero della prima modernità
Bandi ministeriali - PRIN

SCRIBANO Maria Emanuela

Indagine su limiti e estensione del metodo costellatorio applicato alla storia della filosofia moderna

Translating Worlds: Towards a Global History of Italian Culture (1450-1914)
Bandi ministeriali - PRIN

PELLO' Stefano

“Percorsi di avvicinamento fra Europa Occidentale e Repubblica Popolare Cinese negli anni della Guerra Fredda: Italia e Repubblica Federale Tedesca a confronto, 1949-1972”
Bandi ministeriali - PRIN

DE GIORGI Laura, SAMARANI Guido

Una ricerca che pone a confronto l'esperienza dell'Italia e quella delle Repubblica Federale Tedesca nelle relazioni ed interazioni con la Repubblica Popolare Cinese nel periodo 1949-1972, con l'obiettivo di contribuire ad una migliore e più profonda comprensione delle relazioni tra Cina ed Europa occidentale nella prima fase della Guerra Fredda

Hi-Di NET Econometric Analysis of High Dimensional Models with Network Structures in Macroeconomics and Finance
Bandi ministeriali - PRIN

PIZZI Claudio

Il problema dell'indeterminatezza. Significato, conoscenza e azione
Bandi ministeriali - PRIN

PERISSINOTTO Luigi

The Making of the Washington Consensus: debts, assets and power, 1979-91
Bandi ministeriali - PRIN

BASOSI Duccio

Sito web: https://site.unibo.it/the-making-of-the-washington-consensus-assets-debts-power/en

Progetto PAdAI - Paesaggi Archeologici dell’Antico Iraq PRIN (2017-2019)
Bandi ministeriali - PRIN

TONGHINI Cristina

Progetto PAdAI - Paesaggi Archeologici dell’Antico Iraq, con le Università di Udine – capofila - Milano, Torino e Roma. 2017-2019

ASIT Debordering Activities and citizenship from below of Asylum seekers in Italy. Policies, practices, people
Bandi ministeriali - PRIN

BAZURLI Raffaele, CAMPOMORI Francesca

The project aims at deepening the understanding of the “battleground” frame of the asylum system in Italy; highlighting the conflict between local policies of exclusion, de-bordering initiatives by civil societies, and practices of “citizenship from below” by asylum seekers and refugees. Virtuous local experiences in which public authorities and civil society cooperate together, and asylum seekers and refugees have been able to exercise practices of active citizenship, will be identified. The proposal is inherently qualitative and comparative, based on selected case studies and in-depth interviews. Each unit (Milan, Genoa, Trento, Venice) will develop twelve case studies of local reception experiences of asylum seekers, and will collect at least forty in-depth interviews to refugees and/or asylum seekers, aimed at exploring various forms of insertion, social participation and “active citizenship” from below. The project aims also at empowering young researchers that will directly collaborate in the research process, and at contributing to the improvement of social policies by producing a “handbook of refugees’ citizenship”. A steering committee, made of international scholars and key actors of the reception system, will supervise the realization of the project.

Terre di Mosul: insediamento, paesaggi e cultura materiale dell'Iraq settentrionale nel periodo islamico (2017-2021)
Bandi ministeriali - PRIN

CRISTOFORETTI Simone, TONGHINI Cristina

Terre di Mosul: insediamento, paesaggi e cultura materiale dell'Iraq settentrionale nel periodo islamico (2017-2021)
Bandi ministeriali - PRIN

CRISTOFORETTI Simone, TONGHINI Cristina

HEterogeneous Robust Catalysts to Upgrade Low valuE biomass Streams (HERCULES)
Bandi ministeriali - PRIN

GHEDINI Elena, MENEGAZZO Federica, SIGNORETTO Michela

Aim of the present project (HERCULES) is to develop active and stable catalysts and the related processes for the valorization of waste biomass as sustainable source of H2. Unlike the current literature mainly focused on aqueous-phase reforming (APR) and photoreforming (PR) of model carbohydrates, the goal is to feed real hydrolyzed solutions obtained from lignocellulosic biomass (BH), locally available, to enhance the Italy competitiveness. The choice of the biomass is a further key aspect, nowadays not deeply investigated, due to the difficulty to hydrolyze many raw materials and the ensuing impact of specific side components on the catalysts, required to perform under demanding conditions and in presence of poisons. HERCULES schedules 3 main catalytic lines: 1) BH of waste biomass to obtain raw carbohydrate solutions; 2) APR to convert such solutions to H2 by a thermocatalytic route; 3) PR to exploit the potential of the photocatalytic production of H2 under mild conditions. Although all these catalytic processes have demonstrated their feasibility on model systems, the challenge of HERCULES project is to exploit their applicability to processes of potential industrial interest. This goal will be achieved by: i) tuning the catalysts for each possible poisoning/deactivation route; ii) optimizing the reaction conditions to limit deactivation; iii) developing reactivation strategies for each deactivation routes; iv) integrating the process with unit operations for selective removal/inertisation of deactivating agent. For the BH process, two promising materials will be studied (pine dust and waste cellulose powder from paper mill plants), optimizing the conditions to reach the desired depolymerization degree without damaging the monosaccharide components, focusing on heterogeneous catalysts due to the strong drawbacks of currently employed homogeneous catalysts. The APR process will be performed on real streams obtained in the previous BH step, searching a selective pattern to increase H2 production and catalyst stability, trying to correlate the reactivity and the resistance to poisoning. The possibility to obtain H2 together with chemicals will be also explored as a possible solution to avoid deactivation by dehydrogenated products. The PR process will be investigated, as an alternative route, for the valorization of carbohydrates to H2, exploiting solar energy and adapting this promising reaction to real hydrolyzed solutions from waste biomasses. The goal will be the determination of the activity of new catalysts developed in the frame of the project, optimizing the catalyst performance/process robustness as a function of the poisons present. A preliminary economical assessment will be also performed, to ensure a faster technology transfer to the market as final high impact result of the whole activity. 1

False testimonianze. Copie, contraffazioni, manipolazioni e abusi del documento epigrafico antico
Bandi ministeriali - PRIN

CALVELLI Lorenzo, CRESCI Giovannella, PISTELLATO Antonio

Il progetto di ricerca “False testimonianze. Copie, contraffazioni, manipolazioni e abusi del documento epigrafico antico” è stato finanziato dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) nell'ambito del programma PRIN (Progetti di ricerca di Rilevante Interesse Nazionale) 2015. Il progetto ha ricevuto uno stanziamento ministeriale di 178.000 Euro, ha durata triennale e ha preso avvio ufficialmente il 5 febbraio 2017. Il progetto si propone di elaborare i fondamenti metodologici che consentano di giungere a una definizione condivisa del concetto di falso epigrafico. Superando l'atteggiamento discriminatorio tradizionalmente assunto dalla bibliografia di settore, le falsae sono esaminate come il prodotto di culture che esprimono simultaneamente un rapporto con il mondo antico e con il mondo a esse contemporaneo. Si intende inoltre tracciare una storia della falsificazione epigrafica in Italia dal medioevo ai giorni nostri, rivolgendo attenzione all'individuazione dei diversi contesti culturali e delle varianti regionali in cui il fenomeno è attestato.
Sito web: https://virgo.unive.it/archeolab/index.php?it/367/progetti-di-ricerca-collaborazioni-nazionali-e-internazionali

Dis/Connection: Labor and Rights in the Internet Revolution: nuovi lavori, subordinazione e autonomia, esigenze di tutela
Bandi ministeriali - PRIN

FALSONE Maurizio

Impact of Climate Change on the biogeochemistry of Contaminants in the Mediterranean sea (ICCC)
Bandi ministeriali - PRIN

CAPODAGLIO Gabriele, TOSCANO Giuseppa

The project proposes an innovative and systematic analysis on the effects of climate change on: i) the Mediterranean circulation, ii) the distribution of plankton, organic matter and main components of C,N,P, Si, biogeochemical cycles, iii) the distribution and chemical speciation of Cd, Cu and Hg, which in their bioavailable forms and relatively high concentrations induce toxic effects on the ecosystem. An ensemble of numerical models will be used to simulate the evolution of hydrodynamic and biogeochemical variables up to 2100 and to investigate and quantify, supported by a wide spectrum of laboratory and in-field experiments, the effects of climate change on the chemical speciation of Cu, Cd and Hg in seawater. Results will include space distribution maps of physical, biogeochemical, and contaminant properties for several representative climatic scenarios, at basin scale and for 3 specific subareas, investigated through field experiments and higher resolution numerical models. The integration of lab and field observations with deterministic and stochastic models coupled to oceanographic models will provide an innovative approach to capture and investigate the biogeochemistry and bioavailability of priority chemical species and assess cumulative impact of climate and pollution
Sito web: http://Mediterranean Sea

MeC - Meanings of Care: An interdisciplinary socio-historical investigation into narratives and representations of eldercare in Italy since the early 20th Century
Bandi ministeriali - PRIN

BARBIERI Giuseppe, BURINI Silvia, DA ROIT Barbara, DALLA GASSA Marco

Il progetto propone un approccio storico-sociale interdisciplinare allo studio dei significati della cupa a partire dalla fine del 1800/inizio 1900 in Italia, da una prospettiva europea comparata. Le società europee stanno cercando un equilibrio tra responsabilità pubblica e private nella cura delle persone anziane. Il progetto interroga gli assunti sottostanti il dibatto politiche e scientifico secondo i quali la cura sarebbe un insieme dato di responsabilità e compiti e la cura familiare e di comunità rappresenterebbe il passato comune delle società Europee messo in pericolo dal welfare state e dalle trasformazioni socio-demografiche. Accanto allo studio della struttura del campo della cura in Italia da fine 800, MeC si sviluppa attraverso l’analisi di diari, lettere, storie, familiari, delle arti figurative e di materiali audio-visivi per contribuire ad una nuova comprensione dei differenti t mutevoli significati della cura in relazione alle trasformazioni demografiche, familiari, produttive, tecnologiche e delle politiche sociali.

MeC - Meanings of Care: An interdisciplinary socio-historical investigation into narratives and representations of eldercare in Italy since the early 20th Century
Bandi ministeriali - PRIN

BARBIERI Giuseppe, BURINI Silvia, DA ROIT Barbara, DALLA GASSA Marco

Il progetto propone un approccio storico-sociale interdisciplinare allo studio dei significati della cupa a partire dalla fine del 1800/inizio 1900 in Italia, da una prospettiva europea comparata. Le società europee stanno cercando un equilibrio tra responsabilità pubblica e private nella cura delle persone anziane. Il progetto interroga gli assunti sottostanti il dibatto politiche e scientifico secondo i quali la cura sarebbe un insieme dato di responsabilità e compiti e la cura familiare e di comunità rappresenterebbe il passato comune delle società Europee messo in pericolo dal welfare state e dalle trasformazioni socio-demografiche. Accanto allo studio della struttura del campo della cura in Italia da fine 800, MeC si sviluppa attraverso l’analisi di diari, lettere, storie, familiari, delle arti figurative e di materiali audio-visivi per contribuire ad una nuova comprensione dei differenti t mutevoli significati della cura in relazione alle trasformazioni demografiche, familiari, produttive, tecnologiche e delle politiche sociali.

REXlearn: Reliable and Explainable Adversarial Machine Learning
Bandi ministeriali - PRIN

PELILLO Marcello

Machine-learning technologies have become pervasive, and even able to outperform humans on specific tasks. However, it has been shown that they suffer from hallucinations known as adversarial examples, i.e., imperceptible, adversarial perturbations to images, text and audio that fool these systems into perceiving things that are not there. This has severely questioned their suitability for mission-critical applications, including self-driving cars and autonomous vehicles. The defense strategies proposed to overcome this issue have been shown to be ineffective against more sophisticated attacks carefully crafted to bypass them, highlighting the challenging nature of this problem. In this project, we formulate three main challenges that demand for novel learning paradigms, able to take reliable and explainable decisions, to assess and mitigate the security risks associated to such potential misuses of machine learning. This project will pave the way towards the design of reliable and explainable machines that are also useful beyond adversarial settings. We will indeed develop tools and prototypes that can face the challenges posed not only by cybersecurity applications with a clear adversarial nature, but also by recent computer-vision and deep-learning technologies.

SELECT - Unfolding the SEcrets of LongEvity
Bandi ministeriali - PRIN

CAMPOSTRINI Stefano, PASTORE Andrea, TONELLATO Stefano Federico, ZANOTTO Lucia, ZANTOMIO Francesca

Sito web: https://selectprin.github.io/index.html

Gli archivi segreti del nunzio: diplomazia papale e società multiconfessionale europea prima della Guerra dei Trent’anni” (2017JMPYTA)
Bandi ministeriali - PRIN

RAINES Dorit

Nella seconda metà del '500 la conoscenza della situazione nell'Europa centro-orientale (Sacro Romano Impero e granducato di Polonia-Lituania) con proiezioni verso la Russia e l'Impero ottomano, passa attraverso la mediazione di un esiguo numero di uomini, figure preminenti della diplomazia papale. Costoro sono gli occhi di Roma prima ancora di esserne il braccio. La politica papale si costruisce sulla loro percezione di quel mondo «altro», dove cattolici ed eretici si dividevano il medesimo spazio pubblico, e la coesistenza tra fedi diverse era regolata da «paci di religione». Questa fase cruciale della diplomazia pontificia è stata mal compresa dalla storiografia che ha proiettato su di essa il paradigma missionario-conversionistico della ricattolicizzazione, prevalso solo dopo la fondazione di Propaganda Fide, la congregazione cardinalizia cui il papa nel 1622 affidò, centralizzandolo, il governo delle aree abitate da eretici, infedeli e scismatici. Il risultato è stato quello di interpretare le prime fasi dei rapporti tra Roma e le aree dell'«eresia» europea in un'ottica romanocentrica, ipotizzando un'azione coerente e unidirezionale di controllo e disciplinamento attuata principalmente attraverso gli ordini regolari. Lo studio delle carte private dei rappresentanti papali nelle aree multiconfessionali del secondo '500 ci restituisce però una realtà molto diversa, che tende a scardinare questa lettura storiografica. Tale documentazione finora inesplorata che va ben oltre i dispacci ufficiali ma è comunque riconducibile a nunzi e legati pontifici, fa emergere situazioni e contesti non ancora sottoposti a un controllo uniforme e pervasivo di Roma entro i quali alcuni rappresentanti papali, pur restando nel solco dell'ortodossia, beneficiarono di un’ampia libertà d’intervento, sviluppando un'irripetibile autonomia di giudizio verso il problema della diversità religiosa nella società. Tra questi materiali spiccano gli archivi politici appartenuti a due grandi diplomatici: il cardinale veneziano Giovanni Francesco Commendone (1524-1584), più volte nunzio e poi cardinal legato nell'Impero e in Polonia, considerato in curia l'esperto delle «cose di Germania», e il suo segretario Antonio Maria Graziani (1537-1611), nunzio in Polonia e a Venezia, a sua volta punto di riferimento di un gruppo di diplomatici pontifici cresciuti al servizio di Commendone e legati alla sua eredità intellettuale e politica. Si tratta, nell’insieme, di uno straordinario complesso documentario, fatto di lettere, memoriali, avvisi, relazioni, diari di viaggio, orazioni, «istruzioni e «ragionamenti», oggi materialmente diviso tra l'archivio della famiglia Graziani di Vada (Livorno) e, per una quota minore, la sezione manoscritti della Kenneth Spencer Research Library della University of Kansas (Lawrence, Kansas). Le ingenti dimensioni di tale fondo (tra cui si trovano oltre 6000 lettere) ne ha sinora scoraggiato un'inventariazione sistematica, ostacolandone l'utilizzazione da parte degli studiosi. Eppure, queste carte preziose spalancano una finestra su un universo ricco di relazioni e scambi al di qua e al di là delle Alpi, dal quale emerge la funzione di intelligence svolta sul territorio da un gruppo coeso di rappresentanti papali. Esplorandolo, sarà finalmente possibile apprezzare l'esistenza di livelli e circuiti differenziati della comunicazione politica; la straordinaria ricchezza degli scambi culturali di raggio europeo e la collaborazione intensa con i gesuiti, nonché i condizionamenti della cultura classico-umanistica sulla formazione delle categorie intellettuali di questi mediatori. Il progetto si propone di: a) valorizzare questo eccezionale e stratificato archivio politico per mezzo della creazione di un portale di ricerca online, open access, dotato di banche dati interattive e costantemente aggiornabili che permetterano agli studiosi di interrogare la documentazione seguendo 5 percorsi specifici di ricerca (Regesto, Network, Mappe interattive, Biblioteca, Bibliografia e saggi), saldando tra l’altro virtualmente i due tronconi in cui ora è diviso il materiale, tra Italia e Stati Uniti. b) affiancare gli strumenti delle Digital Humanities a metodologie di ricerca tradizionali per fornire un contributo innovativo sulle prime fasi della diplomazia pontificia all'indomani della legalizzazione del pluralismo confessionale avviato dalla pace di Augusta (1555). Ciò consentirà di portare alla luce una ricca e inedita gamma di percezioni, conoscenze e orientamenti messi in gioco dai mediatori romani di fronte all'Europa multiconfessionale. Per fare tutto questo, il progetto riunisce studiosi altamente motivati con competenze specifiche e complementari tra loro, che spaziano dalla storia politico-religiosa e intellettuale della prima età moderna alle Digital Humanities e archivistica, dalla storia dei gesuiti a quella della Riforma protestante.

PRIN 2019-22 Libri in movimento. Circolazione e costruzione di saperi tra Italia e Europa in età moderna (P.I.Giorgio Caravale)
Bandi ministeriali - PRIN

MALENA Adelisa

Lingue e culture dell'Italia antica: linguistica storica e modelli digitali.
Bandi ministeriali - PRIN

MARINETTI Anna, SOLINAS Patrizia

Il progetto indagherà le culture dell’Italia antica a partire dalla loro documentazione linguistica, anche mediante strumenti tecnologici elaborati a tal fine. Si integrerà il metodo della linguistica storica e i suoi prodotti (studio, edizione e commento linguistico e storico-culturale dei testi) con l’allestimento di tecnologie digitali. La sinergia tra linguistica storica e computazionale, filologia, epigrafia tradizionale e digitale consentirà un significativo progresso nell’analisi, interpretazione, valorizzazione e diffusione dei risultati. Data la natura epigrafica della documentazione delle lingue indagate, un trattamento computazionale dei testi ne consentirà una fruizione interdisciplinare. La ricerca ha come finalità edizione e commento di testi e la creazione di strumenti digitali per la condivisione e l’integrazione di dati e risultati: un corpus dei testi gestito in un archivio digitale che contenga le relative informazioni e un thesaurus elettronico, strumenti mai usati su Restsprachen. Si sperimenterà l’uso di CRMinf e CRMtex per la rappresentazione in formato semantico dei testi e delle interpretazioni. Thesaurus e testi digitali saranno resi disponibili tramite le RI europee CLARIN e DARIAH per la condivisione dei risultati e la valorizzazione del patrimonio.

Languages and Cultures of Ancient Italy. Historical Linguistics and Digital Models/Lingue e culture dell'Italia antica: linguistica storica e modelli digitali.
Bandi ministeriali - PRIN

MARINETTI Anna, RIGOBIANCO Luca, SOLINAS Patrizia

Testo inglese The project will investigate the cultures of ancient Italy on the basis of their linguistic documentation (7th -1st c. B.C.), including making use of technological tools specially developed for this purpose. It is planned to combine the traditional method proper to historical linguistics and its products (study, edition and the linguistic, historical and cultural commentary on the texts) with the setting up of digital technologies. This synergy between historical and digital linguistics, philology, and traditional and digital epigraphy will allow significant progress in analysis, interpretation, valorisation and diffusion of the results. The languages of ancient Italy are documented almost exclusively in epigraphic texts; consequently, on the one hand, their linguistic framework is that of fragmentarily attested languages and, on the other hand, a specific method is required to analyse and edit these texts. In this very particular situation, renewed processing of the texts using computational models and tools would make it possible to make available the data both within and beyond the limits of the specific relative discipline so that they could be exploited in an interdisciplinary perspective in the fields of history, archaeology, institutional history etc. Thus the purpose of this research will be the edition and commentary of the texts considered to be significant and the creation of digital tools in order to share and integrate the data and the results. More specifically, this will involve making a digital edition of the texts under investigation, managed and exploited via a digital philological platform connected to a digital archive that will employ standardised metadata and coding models both for the bibliographical information (e.g., FRBR) and also for the texts (e.g., EpiDoc, which has so far been used only for languages with extensive corpora). To code the textual data it is planned to test the CRMtex extension of CIDOC CRM, the de facto ontology for Digital Humanities (DH) in the European Community. By way of experiment, use will also be made of the extension CRMinf to code scientific interpretations in semantic format. Finally, an electronic lexicon or thesaurus will be set up, drawing inspiration from both existing lexicon models and recent standards for diachronic digital lexicographical representation, which has never been applied to Restsprachen. By coding the hermeneutical positions of the individual editors using CRMinf, it will be possible to investigate in greater detail the thesaurus configured in this way. The thesaurus and the digital texts will be made available via the CLARIN and DARIAH European research infrastructures for e-Humanities and Cultural Heritage, in order to share the results and valorise this heritage. This choice is made because these resources are potentially of major interest for scholars who are also active beyond their respective national limits and their sharing and visibility on the European scale could also have considerable spin-offs for historical linguistic research and also for the diffusion of Italian culture. In view of the experimental nature of the project, we propose during its initial stage to restrict the documentation to be digitised to a limited number of epigraphic corpora chosen for their specific characteristics judged also to be representative of various linguistic groups: the Oscan, Venetic and Celtic inscriptions of Italy and the neo-Faliscan inscriptions. Subsequently, this digital processing can also be extended to the other languages of ancient Italy. The objectives of this project are situated organically within to the research guidelines suggested by the European Community, in particular for HORIZON2020. Testo italiano Il progetto si propone di indagare le culture dell’Italia antica a partire dalla loro documentazione linguistica (VII-I sec. a.C.), anche mediante il supporto di una serie di prodotti tecnologici specificamente elaborati a tal fine. Si intende pertanto integrare il tradizionale metodo di studio proprio della linguistica storica e i suoi prodotti (studio, edizione e commento linguistico e storico-culturale delle iscrizioni dell’Italia antica) con l’allestimento di strumenti digitali. Tale sinergia tra linguistica storica e linguistica computazionale, filologia testuale, epigrafia tradizionale e digitale consentirà un significativo progresso nell’analisi, interpretazione, valorizzazione e diffusione dei risultati. La documentazione delle lingue dell’Italia antica è affidata quasi esclusivamente a testi epigrafici; in conseguenza, da una parte il quadro linguistico che ne consegue è quello di lingue di frammentaria attestazione, dall’altra si richiede una specifica metodologia per l’analisi dei testi e la loro edizione. In tale situazione, del tutto peculiare, un rinnovato trattamento dei testi mediante l’adozione di modelli e strumenti computazionali consentirà di rendere disponibili i dati anche oltre i confini dell’ambito disciplinare proprio, garantendone una fruizione in prospettiva interdisciplinare nell’ambito della storia, dell’archeologia, della storia delle istituzioni, etc. La ricerca prevede quindi come finalità l’edizione e il commento di testi epigrafici ritenuti significativi e la creazione di strumenti digitali per la condivisione e l’integrazione dei dati e dei risultati. Nello specifico si creerà un’edizione digitale dei testi indagati gestita e fruita attraverso una piattaforma filologico-digitale e collegata ad un archivio digitale che utilizzerà modelli di metadati e codifica standardizzati sia per le informazioni bibliografiche (es. FRBR) sia per i testi (es. EpiDoc, usato finora solo su lingue a ampio corpus). Per la codifica dei dati testuali verrà sperimentata l’estensione CRMtex di CIDOC CRM, ontologia de facto delle Digital Humanities (DH) nella Comunità Europea. In via sperimentale si userà anche l’estensione CRMinf per la codifica delle interpretazioni scientifiche in formato semantico. Verrà infine allestito un thesaurus-lessico elettronico, ispirato a modelli di lessici esistenti e ai recenti standard per la rappresentazione lessicografica digitale diacronica, esercizio mai attuato su Restsprachen. La codifica tramite CRMinf delle posizioni ermeneutiche dei singoli editori permetterà di indagare più approfonditamente il thesaurus così configurato. Thesaurus e testi digitali saranno resi disponibili tramite le infrastrutture di ricerca europee per e-Humanities e Cultural Heritage CLARIN e DARIAH, per la condivisione dei risultati e la valorizzazione del patrimonio. Queste risorse infatti sono potenzialmente di grande interesse per studiosi attivi anche oltre i confini nazionali e la loro condivisione e visibilità europea può avere ricadute importanti sia per la ricerca linguistica storica, sia per la diffusione della cultura italiana. Dato il carattere sperimentale del progetto, si propone nella sua fase iniziale di circoscrivere la documentazione da informatizzare ad alcuni corpora epigrafici, selezionati in ragione delle loro caratteristiche,
Sito web: https://www.prin-italia-antica.unifi.it/

The acquisition of Chinese resultative verbal complexes by L1 Italian learners: Combining learner corpusand experimental data
Bandi ministeriali - PRIN

ARCODIA Giorgio Francesco, BASCIANO Bianca, IURATO Alessia, MORBIATO Anna

This project aims at investigating the acquisition of Chinese resultative verb complexes (RVCs, i.e.resultative compounds, phase resultative compounds and directional complex verbs) by L1 Italian learners. RVCs pose a challenge for L1 Italian learners of Chinese due to their complexity (both from the morpho-syntactic and from the semantic point of view) and to the typological distance between Italian and Chinese inexpressing this kind of events. For Italian learners of L2/FL Chinese, acquiring structures which are eitherabsent or very distant from those in their L1, as Chinese RVCs, is especially challenging. The present project aims at answering the following research questions: 1. What are the characteristics of lexical development of RVCs by L1 Italian learners of Chinese? 2. What are the main sources of difficulty in their acquisition? 3. What are the stages of acquisition of RVCs? 4. What differences may be observed in the acquisition of different RVCs? 5. What is the role of typological distance and what kind of L1 transfer can be observed in the acquisition ofRVCs? 6. Is there a correlation between proficiency level and mastery of different RVCs? We will adopt a mixed-method, triangulated approach, consisting in the combination and analysis of bothcorpus data (to analyze learner performance) and experimental data (to investigate learner competence), inorder to provide different insights into the phenomenon under study and to obtain data as authentic aspossible, thus strengthening the validity of the results and the conclusions drawn from research findings. After a thorough review of the literature on the topic and a preliminary analysis of the treatment of RVCs inteaching materials, we will collect data of L1 Italian learners of Chinese, divided by proficiency levels, at bothinstitutions involved in the project. In addition, we will also collect data from L1 Chinese speakers, acting ascontrol group, for comparative purposes. One of the main results of the project will be the compilation of alearner corpus collecting both written and oral data of L1 Italian learners of Chinese, which will be freelyaccessible online and will prove to be a valuable resource for anyone who needs a sample of data toinvestigate the acquisition of Chinese by L1 Italian speakers, which is still an understudied field. After thecompilation of the corpus, both corpus and experimental data will be analyzed and interpreted: we willidentify the acquisitional path of different RVCs followed by L1 Italian learners of Chinese and formulategeneralizations, both at the descriptive and at the theoretical level. The study has significant pedagogicalimplications, as it lays the basis for the development of pedagogical tools and methods that more accuratelytarget the needs of Italian learners of Chinese.

DIETALY Destination Italy in Engiish Translation over the Years
Bandi ministeriali - PRIN

AGORNI Mirella, CAMATTI Nicola, CESIRI Daniela, FINA Maria Elisa, ROSSATO Linda

Il progetto intende mappare la comunicazione turistica sulla destinazione Italia in lingua inglese prodotta istituzionalmente nell'arco temporale di un secolo
Sito web: http://non disponibile

VIS - Venetian Integrated Studies. Philology, Textuality, Lexicography (XIVth-XVIIIth centuries)
Bandi ministeriali - PRIN

LORENZI Cristiano

Il progetto VIS mira alla valorizzazione del patrimonio linguistico-culturale del veneziano mediante la bonifica filologica, lo studio lessicale e il trattamento informatico di un numero significativo di testi dei secc. XIV-XVIII appartenenti ad àmbiti o generi a tutt’oggi non sufficientemente studiati. Il progetto intende: a) allargare e consolidare la conoscenza della storia linguistica e culturale del volgare (e quindi del dialetto) veneziano; b) rafforzare la produzione e la circolazione di edizioni critiche native digitali ad accesso aperto, creando strumenti per l’archiviazione e lo studio dei testi via via presentati in una veste filologicamente accertata; c) rendere disponibili nuovi materiali di qualità per il corpus assunto a base del VEV-Vocabolario storico-etimologico del veneziano, avviato nel settembre 2020 (diretto da L. Tomasin e L. D’Onghia).

Myths of Legitimation and Government of Difference in the European Imperial Regimes during the Modern and Contemporary Age
Bandi ministeriali - PRIN

COSTANTINI Vera, PETRUNGARO Stefano, ROSSETTO Luca

Il progetto intende contribuire in modo originale al rinnovamento concettuale, tematico e metodologico dello studio degli imperi in svolgimento da due o tre decenni nella storiografia italiana e internazionale. Le esperienze storiche imperiali, intatti, continuano per lo più a essere trattate dalla storiografia come realtà predestinate a soccombere davanti all’incedere del paradigma egemonico dello stato nazionale. L’odierno risveglio d’interesse per il passato imperiale ha tratto invece ispirazione dalla percezione, diffusasi dopo il 1989-91, di una rinnovata attualità etico-politica degli imperi, ritenuti in grado di fornire un precedente per la soluzione di problemi attuali quali la rifondazione dell’ordine internazionale, la governance globale, la convivenza multinazionale e multiculturale. Nel solco della «New Imperial History» che ne è scaturita, il progetto intende pertanto studiare la resilienza e la durevolezza della forma-impero, le sue risposte ai bisogni suscitati dalla modernizzazione e dalla globalizzazione, la sua adattabilità al mutare delle circostanze, così da indagare aspetti ancora troppo sottovalutati della storia europea contemporanea.

Bandi ministeriali - PRIN

La ricezione della materia carolingia nella Scandinavia medievale
Bandi ministeriali - Programma Rita Levi Montalcini

BAMPI Massimiliano

Studio preliminare per un dizionario etimologico della lingua cimbra [DECI]
Bandi ministeriali - Programma Rita Levi Montalcini

BUZZONI Marina

La via cattolica all'antisemitismo: produzione, trasformazione e influenza di tradizioni religiose antiebraiche come fonte di legittimazione politica in Italia e Francia (XIX-XX secolo)
Bandi ministeriali - Programma Rita Levi Montalcini

LEVIS SULLAM Simon

Tra cultura e politica: l'idea di Europa nella letteratura tedesca del Novecento
Bandi ministeriali - Programma Rita Levi Montalcini

FOSSALUZZA Cristina

I dialetti greci e Alessandria
Bandi ministeriali - Programma Rita Levi Montalcini

TRIBULATO Olga

Canone, poetica e pittura: l'Aretino nella poesia spagnola dei secoli XVI e XVII
Bandi ministeriali - Programma Rita Levi Montalcini

SÁEZ GARCÍA Adrián J.

Questo progetto cerca di studiare l’influenza de l’Aretino nella poesia spagnola dei secoli XVI y XVII, volendo di mostrare tanto il vero raggiungimento del suo contrassegno come di superare i topici conosciuti. Specificamente, l’idea principale comprende quattro aspetti: la ricerca sistematica delle trace poetiche dell’Aretino in Spagna come inizio, il esame della sua strategia di self-fashioning in un momento di conformazione di una nuova forma di subiettività, la vigenza di certi schemi e immagine dell’Aretino e, specialmente, la sua decisiva contribuzione a la modalità di poemi sopra l’arte tra Italia e Spagna. Insieme a una perspettiva panoramica, il progetto presta attenzione a un significativo caso concreto (Quevedo). Ugualmente, combina un’orientazione comparatista e sinergica con nuove utensili di studi (come l’edizione digitale).

Logic in the Time of Peter Abelard. Neglected Evidence from Manuscripts Preserved on the Italian Peninsula, and an Analysis of the Links between Scholars in Northern France and Italy, c. 1090-1160
Bandi ministeriali - Programma Rita Levi Montalcini

SGARBI Marco

Planetary Genealogies: Historicizing the Anthropocene
Bandi ministeriali - Programma Rita Levi Montalcini

RISPOLI Giulia

Sito web: http://under construction

Cooperazione Ca' Foscari - Soedertoerns hoegskola in ambito dottorale
Bandi ministeriali - Cooperlink

PETRI Rolf

Copperlink
Bandi ministeriali - Cooperlink

TREVISAN Emanuela

Cooperlink 2011
Bandi ministeriali - Cooperlink

BISUTTI Francesca

Cooperlink 2011: Dottorato congiunto fra Università Ca’ Foscari e la University of Sydney: integrazione fra esperimento e teoria per sintesi green di materiali auto assemblanti e nell'impiego di risorse rinnovabili
Bandi ministeriali - Cooperlink

GIACOMETTI Achille, PEROSA Alvise

Dottorato congiunto fra Università Ca’ Foscari e la University of Sydney: integrazione fra esperimento e teoria per sintesi green di materiali auto assemblanti e nell'impiego di risorse rinnovabili
Bandi ministeriali - Cooperlink

Collaborazione e scambio di studenti di dottorato
Bandi ministeriali - Cooperlink

GIACOMETTI Achille

SFP: Strengthening Family Program (2007/2009) - Evaluetion models
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

Finanziamento per borse di dorrorato
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

FINANZIAMENTO PER BORSE DI DOTTORATO - Studio ed implementazione di modelli formali per l'analisi di reti ad-hoc e reti di sensori
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

ROSSI Sabina

Indagine sulle professioni sociali
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

CAMPOSTRINI Stefano

Upgrading catalitico della frazione C5in bioraffinerie ligno cellulosiche
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

SIGNORETTO Michela

Strategie per la valorizzazione commerciale del pesce azzurro dell'Adriatico: le esigenze del consumatore
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

MAURACHER Christine, TREVISAN Giovanna

Oracolo 2 - VER “Verifica della qualità e dell’efficacia dell’orientamento”
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

MAROZZI Marco

Metodi robusti per l'analisi statistica di dati con strutture complesse
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

CROSATO Lisa

I ricercatori in molti campi hanno dovuto fare fronte ad una proliferazione rapida di dati, negli ultimi 10 anni, che non mostra alcun segno di diminuzione. I metodi classici di analisi statistica hanno fatto fronte all’aumento in dimensione e in complessità dei dataset, conducendo alla generazione di tecniche di “data mining”, concepite per analizzare grosse moli di dati. Sebbene alcune di queste nuove tecniche abbiano fornito conoscenze di notevole valore, è necessario introdurre tecniche robuste di classificazione, capace di far fronte al problema multivariato dell’individuazione di “outliers”, ossia di osservazioni atipiche nei dati. Questo può essere ulteriormente complicato dal fatto che i dati possono avere struttura non lineare. Senza l'impiego di metodi robusti, è molto difficile ottenere risultati attendibili. Inoltre, gli outliers contengono informazioni di valore, e dunque esiste il concreto bisogno di identificarli correttamente. Nuove tecniche robuste di analisi statistiche sono quindi necessarie per fare fronte alla presenza di outliers, come pure degli strumenti diagnostici volti ad identificarli. Il progetto si sviluppa intorno alle seguenti tematiche: 1. Studio delle proprietà matematiche delle tecniche proposte. Miriamo ad evitare metodi “black box” ed assicurare che proprietà fondamentali e condizioni di applicabilità di ogni metodo siano note. 2. Realizzazione di software adeguato, che sarà liberamente disponibile. Questo richiederà lo sviluppo di algoritmi efficienti in grado di far fronte alle dimensioni campionarie sempre crescenti. 3. Applicazione delle tecniche proposte a diversi settori applicativi (chimica, signal processing, econometria e genetica) per evidenziare l'utilità dei metodi proposti.

Caratterizzare la Qualità degli ambienti Lagunari del Vietnam Centrale
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

CAPODAGLIO Gabriele, PIAZZA Rossano

Sito web: http://Vietnam

Advanced Seminar in the Humanities: Literature and culture in the ancient Mediterranean: Greece, Rome & the Near East
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

CINGANO Ettore, MILANO Lucio

Seminario di ricerca e didattica avanzata a cadenza annuale (anno di inizio: 2004). Partecipazione di 12 docenti stranieri e 25 studenti PhD e postdoc reclutati attraverso bando di concorso. Finanziamento del MIUR Risultato: pubblicazione dei papers sotto forma di monografie o di sezioni di riviste

Aumento dell'efficienza delle celle solari al silicio mediante modifica dello spettro solare
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

BENEDETTI Alvise, BORTOLUZZI Marco, CANTON Patrizia, CATTARUZZA Elti, PAOLUCCI Gino, POLIZZI Stefano, RIELLO Pietro

Datazioni Radiometriche
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

BIAGI Paolo

L’Italia e i Vicini orientali dell’Unione Europea
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

FERRARI Aldo

Sito web: http://www.ispionline.it/it/documents/ISPISTUDIESViciniOrientali.html

Materiali innovativi per l'edilizia ed il restauro architettonico
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

QUARTARONE Giuseppe, RONCHIN Lucio, TORTATO Claudio, VAVASORI Andrea, ZULIANI Roberto

Politics and Society in a changing Russia
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

FERRARI Aldo

Sito web: http://www.ispionline.it/it/pubblicazione/society-and-culture-putins-russia-9811

China in Central Asia
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

FERRARI Aldo

Modelli e metodi di ottimizzazione per il routing di veicoli marini, in condizioni meteo-marine note.
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

CORAZZA Marco, FASANO Giovanni, PESENTI Raffaele

Sito web: http://www.mit.gov.it/mit/site.php?o=vh&id_cat=172

Unità Operativa SP1.WP1.A3.UO2 all'interno del progetto nazionale bandiera RITMARE
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

CORAZZA Marco, FASANO Giovanni, GIOVE Silvio, PESENTI Raffaele

Sito web: http://www.ritmare.it/

Ecce Sub-jectum: Aesthetic, Narratology and Ethics after Nietzsche.
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

ZITTEL Claus Kurt

Ecce Sub-jectum: Aesthetic, Narratology and Ethics after Nietzsche. Hochschuldia-log mit Südeuropa. Series of conferences / FU Berlin - Università di Pisa

Interventi per studenti sordi e con DSA all'Università: valutazione delle competenze linguistiche in italiano e inglese
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

CARDINALETTI Anna, GIUSTI Giuliana, LUDBROOK Geraldine, NEWBOLD David John, VOLPATO Francesca

Qualitative Research Methods for the Social Sciences
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

COLOMBINO Annalisa

Progetto didattico con l’obiettivo di offrire a studenti di scienze sociali (per esempio di geografia, economia, scienze politiche, di scienze della comunicazione, urbanistica, ecc.) all’ultimo anno del corso di laurea specialistica o a ciclo unico, ma anche triennale, una solida conoscenza teorica e pratica dei principali metodi di ricerca qualitativi usati oggi nelle scienze sociali internazionali. Il progetto offre una preparazione teorica e pratica, utile per impostare la loro Tesi di Laurea e potenziali futuri progetti. È un progetto che può definirsi ‘innovativo’ considerata la scarsità di corsi di metodi di ricerca qualitativi offerti negli atenei italiani. Il progetto ha consentito di finanziare tre studentesse meritevoli che hanno potuto trascorrere un semestre all'università di Graz, Austria. Implementato presso Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, Napoli.
Sito web: https://www.unisob.na.it/universita/stagestudenti/a005_b.htm?vr=1&id=11664

Place marketing: impacts and strategies
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

COLOMBINO Annalisa

Al cuore del progetto vi è un corso di marketing del territorio (utilità, impatti e strategie), tematica rilevante per le caratteristiche territoriali delle Regioni Convergenza (Campania, Calabria, Sicilia e Puglia) in quanto interessate da rilevanti flussi turistici che s’intendono incrementare soprattutto in un’ottica di internazionalizzazione e di destagionalizzazione degli stessi . Il corso è adatto, per esempio, a studenti di geografia, economia, marketing, architettura, pianificazione, scienze politiche, scienze della comunicazione. Il progetto ha incluso tre borse di studio per altrettanti studenti con il fine di trascorrere un semestre in Austria. Il progetto è stato associato all'università della Calabria. Project ID: 224

Progetto “Analisi dell’impatto antropico e dei rischi naturali in ambienti di transizione e costieri” Commessa PB.PP02.001 Progetto Bandiera Ritmare - Prog Teredini, coord. CNR-ISMAR partecipante in qualità di Associato CNR
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

VOLPI GHIRARDINI Annamaria

Society and Culture in Putin's Russia
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

FERRARI Aldo

Sito web: http://www.ispionline.it/it/pubblicazione/society-and-culture-putins-russia-9811

The heritage and future of humanism
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

ZITTEL Claus Kurt

Starting grant

ADAPT: Accessible Data for Accessible Proto-Types in Social Sector.
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

Scandlit. Le letterature scandinave in Italia. Traduzione, editoria, ricezione
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

CULEDDU Sara

Il progetto intende indagare la produzione di letteratura scandinava in Italia e si colloca a livello tematico e metodologico tra gli studi che lavorano alla definizione di una storia letteraria europea e globale attraverso l’analisi della letteratura tradotta, della sua incidenza culturale e letteraria e della sua disseminazione.
Sito web: https://www.studigermanici.it/images/ricerca/PROGETTO%20PREMIALE%20SCANDLIT.pdf

Forme e modi dell'autorialità nella cultura europea dalla prima età moderna alla contemporaneità
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

CULEDDU Sara

Il gruppo di ricerca intende indagare i concetti di Autore, autorialità e autorità all’interno di diverse realtà geografiche e culturali europee –britannica, irlandese, portoghese, scandinava, spagnola e tedesca– lungo un arco temporale che va dalla prima età moderna alla contemporaneità. In particolare, l’attenzione sarà focalizzata sul problema dell’autorialità multipla; saranno esplorate forme di produzione collaborativa, composita, congiunta, di testi letterari e culturali che convenzionalmente sono attribuiti a un solo autore. Saranno investigate le relazioni complesse tra l’autore nominale e altre figure –per esempio, scrittori, copisti curatori, compilatori, trascrittori, traduttori, agenti, editori, stampatori, censori- che, con i loro interventi, contribuiscono, e talvolta determinano, la creazione del testo. In questa prospettiva, sarà indagato il fenomeno dell’intertestualità che, evidenziando come ogni testo esista in relazione ad altri testi, mette in crisi l’idea della singolarità, del potere di controllo della coscienza autoriale e con essa il concetto di ‘originalità’, ‘creatività’ ed ‘espressività’.

Evoluzione temporale dei fondali in ambienti molto dinamici del nord Adriatico.
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

FOGARIN Stefano, MOLINAROLI Emanuela

Adorno: edizione critica dei dattiloscritti di un capitolo della Ästhetische Theorie
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

ZITTEL Claus Kurt

La Teoria estetica di Adorno è senza dubbio uno degli scritti più influenti sull'estetica filosofica del XX secolo. Tuttavia, quasi nessuno che lavora con esso è consapevole che la base testuale è molto incerta, poiché Gretel Adorno e Rolf Tiedemann hanno composto postumo un testo di lettura sulla base di circa 2900 dattiloscritti che è altamente astratto dal materiale sopravvissuto. Una selezione di questi dattiloscritti sarà resa accessibile per la prima volta nell'ambito di CRETA e modificata in modo appropriato alla materia. Inoltre, saranno dimostrate le conseguenze interpretative della revisione del testo da intraprendere. L'edizione testuale-critica mira non solo a presentare le fonti selezionate secondo gli standard delle recenti edizioni d'archivio, ma anche a permettere la loro realizzazione informatico-filologica. L'orientamento verso la materialità delle fonti è il principio guida. Finora non c'è stato un modello convincente per una tale edizione digitale che renda visivamente visibili i diversi stadi di revisione della trascrizione, ricercabile come copia digitale e analizzabile dal punto di vista informatico-linguistico. Per rendere questo possibile, le trascrizioni diplomatiche dei documenti superstiti di Adorno sono create con l'aiuto di Adobe InDesign. A differenza dei comuni programmi di edizione, che sono stati sviluppati sulla base di modelli di edizione tradizionali orientati al testo di lettura e non alla materialità, lavorare con InDesign garantisce un livello di precisione che corrisponde alla materialità dei documenti sopravvissuti. Ciò è assicurato dalla creazione di formati di caratteri e paragrafi, attraverso i quali si identificano le proprietà materiali dei supporti del manoscritto, in particolare i rispettivi strumenti di scrittura e le mani degli scrivani. Tuttavia, InDesign non solo garantisce la precisione archivistica a cui aspiriamo, ma ci permette anche di registrare i dati creati in questo modo con l'aiuto del linguaggio di mark-up che è stato stabilito dalla Text Encoding Initiative come formato di lavoro e archiviazione per le edizioni digitali: il linguaggio di mark-up XML (eXtensible Markup Language). Questo è caratterizzato in particolare dal fatto che i record di dati scritti in esso possono essere facilmente trasformati in altri formati. I tag degli elementi che abbiamo sviluppato sono direttamente collegati ai formati dei caratteri e dei paragrafi e quindi costituiscono anche la base per varie analisi linguistiche al computer del materiale preparato in questo modo.
Sito web: https://www.creta.uni-stuttgart.de/forschungsschwerpunkte/#Fachgruppe_%C2%BBAesthetische_Theorie%C2%AB

Archivio Giuliano Baioni
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

LAVAGETTO Andreina

Fra il 1960 e il 2000 la germanistica italiana ha avuto uno dei suoi principali esponente in Giuliano Baioni, professore nelle università di Palermo, Trieste, Padova, Bologna e, infine, Venezia, autore di fondamentali studi – fra gli altri – su Goethe, Kafka, Rilke, Fontane, Nietzsche e Benn, e caso forse unico di Germanista capace di coniugare una profonda conoscenza dei testi letterari a una vastità di interessi capace di farne il primo vero “scienziato della cultura” italiano. Il progetto, a cura della prof. Andreina Lavagetto in collaborazione col dr. Massimiliano De Villa, si propone la raccolta delle lezioni e delle lettere di Giuliano Baioni, a cominciare dal fondamentale, ultimo corso di lezioni del 1998 sulle Wahlverwandtschaften di Goethe, e si orienta a porre le basi per la creazione presso l’Istituto Italiano di Studi Germanici di un archivio dedicato al suo lavoro e alle vicende del suo confronto culturale e scientifico con i più importanti esponenti del mondo intellettuale italiano e tedesco nella seconda metà del Novecento. Si tratta quindi in una prima fase di ricostruire, sbobinare, trascrivere gli appunti delle lezioni del 1998. A questo primo “recupero” seguiranno le trascrizioni dei corsi più significativi che sarà possibile individuare e recuperare. Si inizierà inoltre a raccogliere le lettere di interesse culturale, inviare a germanisti e studiosi italiani e stranieri. Parte integrante della ricerca è l’elaborazione di apparati critici che accompagnano la pubblicazione degli atti La ricerca, che si vale del supporto offerto dagli eredi di Giuliano Baioni, si completerà con la pubblicazione dei testi delle lezioni reperiti e con la catalogazione delle lettere acquisite dall’archivio. La ricerca, nella sua prima fase, si può avvalere del supporto tecnico dell’Università di Trento.
Sito web: http://www.studigermanici.it/images/ricerca/progetto%2038.pdf

Articolo 9 decreto FFO 2017 - FFABR “Fondo per il finanziamento delle attività base di ricerca” di cui al comma 295 della Legge di Bilancio 2017 (Legge 232/2016)
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

CIARAVOLO Massimo

Articolo 9 decreto FFO 2017 - FFABR “Fondo per il finanziamento delle attività base di ricerca” di cui al comma 295 della Legge di Bilancio 2017 (Legge 232/2016)
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

PIETROPOLLI CHARMET Andrea

FFABR Fondo per il finanziamento delle attività base di ricerca Dicembre 2017
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

ROHR Francesca

ARCGER - Archivi, ideologie e canone della germanistica in Italia (1930-1955) - Wp2: Germanisti italiani e leggi razziali: fra subalternità e resistenza
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

LAVAGETTO Andreina

La prospettiva di questa ricerca è quella di un ribaltamento significativo dei criteri che hanno guidato la ricezione della letteratura tedesca e lo sviluppo della germanistica nel corso del Novecento in Italia: si intende infatti dimostrare che gli orientamenti degli addetti ai lavori, soprattutto nella seconda metà del secolo, sono influenzati da strategie di natura politico-ideologica trascurate a causa dell’abitudine a considerare lo sviluppo di questo genere di processi culturali in termini essenzialmente quantitativi (diffusione, fortuna delle case editrici, traduzioni, ecc.). Oggetto è quindi lo studio di tre nodi storici e tematici, collegati in modo stringente dal punto di vista concettuale e problematico – e direttamente consequenziali sotto il profilo cronologico – essenziali per la costituzione del canone della letteratura e della cultura tedesca del Novecento in Italia che sono sfuggiti alle ricostruzioni accademiche e alle analisi descrittive della produzione e della diffusione della letteratura tedesca in Italia e che invece rimandano in modo significativo all’interazione, meno evidente e ancora da ricostruire, con condizionamenti spesso lontani dall’ambito disciplinare e con tra propensioni culturali e condizionamenti politici. Questi elementi sono nello specifico: l’attività dell’IISG e dei germanisti che vi hanno svolto un’azione orientativa e decisionale; le posizioni assunte alla promulgazione delle leggi razziali dai principali germanisti italiani nei confronti degli autori ebrei e della loro produzione letteraria; le azioni dei servizi di sicurezza nazionali e internazionali nei confronti degli intellettuali tedeschi durante il regime nazionalsocialista (sia coloro che preferirono l’esilio che quelli che invece rimasero in patria) e le loro ricadute sull’attività di associazioni e istituzioni culturali di diversa natura e tendenza politica in Italia. Centrale in questo progetto sarà la ricerca archivistica che si orienterà su fonti documentarie e su fondi conservati sia in Italia che all’estero. Molte di queste fonti sono inedite o poco indagate finora perché originale e innovativo è l’approccio che caratterizza il presente progetto. Per questo motivo, il versante archivistico costituisce un aspetto non secondario, o meramente strumentale, del progetto proposto. I documenti recuperati saranno sottoposti a un rigoroso e complesso lavoro di descrizione, condotto con strumenti adeguati (creazione di un portale per la diffusione dei materiali d’archivio schedati e presentati secondo stringhe tematiche tali da facilitarne la fruizione), e saranno messe a disposizione della comunità scientifica innestando un virtuoso processo di valorizzazione che coinvolge anche i fondi e gli archivi conservati presso l’Istituto. Di particolare importanza risulteranno le fonti italiane, tedesche e statunitensi: in primo luogo i fondi e gli archivi posseduti dall’IISG e di cui è stata avviata la catalogazione e la valorizzazione. Si tratta di fondi che riguardano soprattutto la germanistica gli anni Trenta; vi sono poi gli archivio di Lavinia Mazzucchetti e di Ervino Pocar, conservati presso la Fondazione Mondadori, mentre, in generale, per il periodo fascista bisognerà ricercare tra i fondi della Segreteria particolare del Duce e del Ministero della cultura popolare che, attraverso la censura, i permessi e i finanziamenti, esercitava un profondo controllo sulle attività culturali. Per quanto invece riguarda i documenti prodotti dalle autorità di sicurezza federali, si analizzeranno i documenti del Federal Bureau of Investigation (FBI) e del Central Intelligence Agency (CIA). Per questi documenti, sia inediti sia parzialmente conosciuti, si procederà a una schedatura che, oltre ad attenersi ai criteri descrittivi propri della disciplina archivistica e definiti da standard internazionali (in particolare gli standard: International Standard Archival Description-ISAD; International Standard Archival Authority Records-ISAAR; International Standard for Describing Institutions with Archival Holdings-ISDIAH; International Standard for Describing Functions-ISDF), svilupperà una precisa griglia di parole chiave, definita in accordo con gli studiosi partecipanti al progetto, per permettere un accesso più circoscritto ai contenuti dei documenti. L’uso di un linguaggio descrittivo users oriented e la creazione di numerosi indici permetterà di incontrare le esigenze euristiche dei ricercatori attuali e futuri. Le fonti straniere andranno a supplire, inoltre, il mancato accesso agli archivi dei servizi di sicurezza italiani. Infatti, nonostante l’attenzione riservata agli archivi e la definizione di nuove procedure di conservazione previste con la legge n. 124 del 2007 (Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica e nuova disciplina del segreto), di fatto nulla è mutato per quanto riguarda la possibilità di consultare i documenti dei servizi italiani. Nel suo complesso, la ricerca dovrà, comunque, indagare anche i fondi archivistici conservati presso l’Archivio centrale dello Stato, in particolare: la Presidenza del Consiglio dei ministri; il Ministero dell’interno, Direzione generale della pubblica sicurezza (dove è presente la documentazione prodotta dagli organismi preposti alla sorveglianza di persone italiane e straniere, In funzione degli obiettivi da raggiungere il lavoro sarà articolato secondo tre linee di ricerca strettamente interconnesse sotto il profilo problematico e concettuale e legate sul piano storico da una consequenzialità non soltanto cronologica che costituiscono modelli di indubbia rilevanza: 1. Il “progetto Koch”: germanistica, ideologia e politica culturale in Italia negli anni Trenta; 2. Germanisti italiani e leggi razziali: fra subalternità e resistenza; 3. Servizi di sicurezza americani e orientamento della germanistica italiana 1938-1955. Andreina Lavagetto coordina il gruppo 2, formato da: Anna Antonello, Natascia Barrale, Bruno Berni, Cecilia Castellani, Elisa D'Annibale, Massimiliano de Villa, Fabio Ferrarini, Elisabetta Gabetti, Renate Lunzer.
Sito web: http://www.studigermanici.it/images/ricerca/arcger.pdf

EDF - Epigraphic Database Falsae
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

CALVELLI Lorenzo

EDF - Epigraphic Database Falsae è una risorsa digitale open-access, che offre un censimento sistematico e senza precedenti dei falsi epigrafici prodotti in Italia dal medioevo a oggi. Comprende dati provenienti da più fonti e riguarda tutti i tipi di falsi epigrafici (falsae), inclusi contraffazioni intenzionali, copie di monumenti iscritti antichi, nonché iscrizioni medievali e moderne imitanti modelli classici. Abbiamo volutamente deciso di indicare tale materiale come falsae, mantenendo la stessa vasta e inclusiva definizione che compare nel CIL (Corpus inscriptionum Latinarum). EDF è permanentemente ospitato su un server fornito dall'Università Ca ' Foscari Venezia ed è anche raggiungibile attraverso il portale condiviso EAGLE Europeana. Garantisce inoltre l'interoperabilità con le principali risorse online esistenti per le iscrizioni genuine, in particolare EDR (Epigraphic Database Roma), EDB (Epigraphic Database Bari), ed EDCS(Epigraphische Datenbank Clauss Slaby).
Sito web: http://edf.unive.it/

FISH-MeeTing: sustainable recovery and valorisation of fish wastes processing
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

BENEDETTI Alvise, FIORANI Giulia, PEROSA Alvise, SELVA Maurizio

FISH-MeeTing (FMT) aims at establishing a cross-border network for “brain circulation” amongst researchers of the Italian-Montenegrin academies (Ca’ Foscari University of Venice; Venice, Italy and University of Donja Gorica, Podgorica, Montenegro) in the field of sustainable recovery and valorization of fish processing waste. As a further target, FMT is finalized at creating the premises for an involvement of local small-medium enterprise (SME) including fish-processing/aquaculture factories, as well as waste management companies operating in coastal areas of the Adriatic-Ionian basin. Each academic partner of FISH-MeeTing possesses a consolidated expertise in the two main research areas of the project. The Venice research unit has an established expertise in the field of extraction from renewable-based matrices (e.g. oils and active components extraction from agro-food chain residues) either by conventional and supercritical technologies, while the Montenegro research unit is specialized in the field of fish processing technology, aquaculture systems and quality and safety parameters of fishery products. In addition, one of the future focuses of the Faculty of Food Technology, Food Safety and Ecology (FFTFSE) aims towards estimation and analysis of the food processing waste, mainly in meat and fish processing sectors. After an initial qualitative and quantitative assessment of the fish waste valorization strategies already in place, FISH-MeeTing will propose sustainable, integrated innovative marine growth strategies by promoting sustainable treatments and valorization of fish processing residues, following a circular model of modern biorefinery units (BUs).

Venice Centre for Digital and Public Humanities, Progetto di Eccelenza
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

FISCHER Franz

The Venice Centre for Digital and Public Humanities (VeDPH) is part of the Department of Humanities and funded by the Italian Ministry of Education, Universities and Research (MIUR) through the Department of Excellence Project. The VeDPH supports the development, accessibility and dissemination of research and teaching in the Digital and Public Humanities.
Sito web: https://www.unive.it/pag/39287

MAC2MIC (Con CNR-ISC) Macro to Micro: uncovering the hidden mechanisms driving network dynamics
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

CALDARELLI Guido

The recent years have seen spectacular advances in our understanding of complex systems, providing detailed maps of social and biological networks. The ultimate goal of these efforts is to translate the topological findings into dynamical predictions on the system's observable behavior. For instance, to use our understanding of the structure of social networks to predict and prevent the spread of disease or to take advantage of the current interaction maps of genes, proteins and metabolites to gain a grip on life processes, identify novel drug targets and unveil disease mechanisms. Our progress in this direction, however, is hindered by a crucial lacuna: the absence of microscopic models that describe the dynamics of many social and biological systems. Indeed, these systems often behave as a black box - we can observe their macroscopic behavior, but have no direct access to the microscopic exchanges taking place between the nodes. Here, we propose to provide the missing link between macro-observations and the unknown micromechanisms by developing a two-step approach: (i) deriving analytical tools to translate data into microscopic models of interaction dynamics; (ii) applying state-of-the-art identification and optimization techniques to fine-tune the obtained models, thus arriving at the system’s precise equation of motion. This two-step approach will allow us to retrieve the inner mechanisms of biological/social systems, even in the absence of a priori information, providing the first of its kind model-blind reconstruction of complex system dynamics. Our ability to achieve this challenging goal is rooted in our recent identification of Observables, empirical functions directly accessible from data, that can be linked to the system’s microscopic dynamics. Extracting these Observables from the available data will provide the crucially needed insight into the internal mechanisms that drive the system’s interactions, providing us with the desired mechanistic model, which can then be refined through identification and optimization methods (step ii). The outcome will be a systematic and universal methodology that takes empirical data on the global, observable behavior of the system as input and retrieves its hidden, internal dynamics as output. Such model-blind reconstruction of complex system dynamics poses a great theoretical challenge, since the relevant systems can follow diverse forms of dynamic behaviors, possibly lacking the fundamental physical laws that govern classic statistical physics systems. Yet, the potential reward is of broad and significant impact. It will provide us with a systematic methodology to construct microscopic models from empirical observations, unveiling the systems’ internal interaction processes, and as a result enabling us to predict their anticipated behavior. Indeed, with the proper model at hand, we can reliably predict a cell’s response to a genetic or a metabolic perturbation, or foresee the consequences of a local disease outbreak. In a broader perspective, our approach exposes the relevant Observables associated with the system’s microscopic dynamics, providing both experimentalists and data scientists with a formal methodology for extracting meaningful insights from high-throughput data.

Building resilience of society to natural disasters: improved methodologies and solutions for Italy and USA
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

CRITTO Andrea

FAMI IMPACT VENETO
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

SBARRA Stefania

Oggetto del progetto è la promozione del dialogo interculturale e dell'inclusione degli studenti con background migratorio. L’Università Ca’ Foscari Venezia, nell’ambito del progetto FAMI IMPACT Veneto e nel corso degli anni scolastici 2019-2020 e 2020-2021, ha proposto una serie di attività finalizzate alla promozione del dialogo interculturale e all’inclusione degli studenti con background migratorio nel contesto scolastico della Regione del Veneto. Grazie a una proroga onerosa il progetto si protrae anche per l'A.A. 2021/2022.
Sito web: https://www.unive.it/pag/41025

EDF - Epigraphic Database Falsae
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

EDF - Epigraphic Database Falsae è una risorsa digitale open-access, che offre un censimento sistematico e senza precedenti dei falsi epigrafici prodotti in Italia dal medioevo a oggi. Comprende dati provenienti da più fonti e riguarda tutti i tipi di falsi epigrafici (falsae), inclusi contraffazioni intenzionali, copie di monumenti iscritti antichi, nonché iscrizioni medievali e moderne imitanti modelli classici. Abbiamo volutamente deciso di indicare tale materiale come falsae, mantenendo la stessa vasta e inclusiva definizione che compare nel CIL (Corpus inscriptionum Latinarum). EDF è permanentemente ospitato su un server fornito dall'Università Ca ' Foscari Venezia ed è anche raggiungibile attraverso il portale condiviso EAGLE Europeana. Garantisce inoltre l'interoperabilità con le principali risorse online esistenti per le iscrizioni genuine, in particolare EDR (Epigraphic Database Roma), EDB (Epigraphic Database Bari), ed EDCS(Epigraphische Datenbank Clauss Slaby).
Sito web: http://edf.unive.it/

Venice Squeeze Project, seconda fase.
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

ANTONETTI Claudia, PAGANONI Eloisa

Sviluppo del Venice Squeeze Project: creazione di un'applicazione online open access per la schedatura dei metadati e delle foto digitali dei calchi epigrafici; disseminazione del progetto; worshop tematici.
Sito web: https://mizar.unive.it/venicesqueeze/public/frontend

Air Pollution in the Arctic Winter (A-PAW)
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

GAMBARO Andrea

The PACES (Air Pollution in the Arctic: Climate, Environment and Societies) programme has organized a field study in Fairbanks (Alaska), named ALPACA and scheduled for Jan-Feb 2021. ALPACA will be the first field experiment targeting particulate matter pollution in an Arctic urban environment. As an Italian contribution to ALPACA, we will characterize aerosol transport and composition in the lower boundary layer, and assess toxicological proxies and toxic compounds in the aerosol and depositions

Emerging contaminants in the Ross Sea: occurrence, sources and ecotoxicological risks - MATISSE
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

GAMBARO Andrea

The study of the so-called “emerging contaminants” in polar areas has been only recently considered; at present, only few data are available regarding Antarctica, especially in the Terra Nova Bay area. This project proposal focuses on the identification of these “new” contaminants (pharmaceuticals, personal care products, endocrine disrupting compounds, flame retardants etc.) and their metabolites in the Terra Nova Bay coastal area, where two stations are located: Italian Mario Zucchelli scientific Station (MZS) and, more recently, Korean Jang Bogo Station. The goal is to provide a picture of the present level of “emerging pollution” in the Terra Nova Bay, trying to identify contamination sources and assessing the possible environmental risk. The study will be performed taking into account the main marine matrices: seawater, pack-ice, sediments, organisms and suspended solid matter. The latter will be studied mainly to identify and characterize the fine plastic debris, the so-called “microplastics”, taking into account their potential role of pre-concentrators and source of micropollutants. The analytical determination of the considered contaminants will be mainly performed by mass spectrometry; in particular, the use of high resolution mass spectrometry will also enable a qualitative screening (untargeted analysis) of a wide range of other emerging contaminants (and/or metabolites) not expected in the instrumental measurement plan. The innovative approach of water passive sampling will also be employed, enabling the detection of contaminants at the ultra-trace level, due to unique capability to perform sampling, purification and in-situ preconcentration at the same time. Regarding ecotoxicological evaluation, tests with different cell lines will be performed on the passive samplers eluates. The project includes the activities of the Antarctic Environmental Specimen Bank, which will provide specimen collected in previous campaigns to make retrospective studies

Emerging contaminants in the Ross Sea: occurrence, sources and ecotoxicological risks - MATISSE
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

GAMBARO Andrea

The study of the so-called “emerging contaminants” in polar areas has been only recently considered; at present, only few data are available regarding Antarctica, especially in the Terra Nova Bay area. This project proposal focuses on the identification of these “new” contaminants (pharmaceuticals, personal care products, endocrine disrupting compounds, flame retardants etc.) and their metabolites in the Terra Nova Bay coastal area, where two stations are located: Italian Mario Zucchelli scientific Station (MZS) and, more recently, Korean Jang Bogo Station. The goal is to provide a picture of the present level of “emerging pollution” in the Terra Nova Bay, trying to identify contamination sources and assessing the possible environmental risk. The study will be performed taking into account the main marine matrices: seawater, pack-ice, sediments, organisms and suspended solid matter. The latter will be studied mainly to identify and characterize the fine plastic debris, the so-called “microplastics”, taking into account their potential role of pre-concentrators and source of micropollutants. The analytical determination of the considered contaminants will be mainly performed by mass spectrometry; in particular, the use of high resolution mass spectrometry will also enable a qualitative screening (untargeted analysis) of a wide range of other emerging contaminants (and/or metabolites) not expected in the instrumental measurement plan. The innovative approach of water passive sampling will also be employed, enabling the detection of contaminants at the ultra-trace level, due to unique capability to perform sampling, purification and in-situ preconcentration at the same time. Regarding ecotoxicological evaluation, tests with different cell lines will be performed on the passive samplers eluates. The project includes the activities of the Antarctic Environmental Specimen Bank, which will provide specimen collected in previous campaigns to make retrospective studies.

DigiLand. The Stones of Venice: A Digital Landscape
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

CALVELLI Lorenzo, DELPOZZO Eleonora, PILUTTI NAMER Myriam, SPERTI Luigi

For the first time ever, this project intends to carry out accurate measurements of Greek and Roman artefacts, which feature as architectural elements in Venice and are difficult or impossible to access. Using last generation laser distance measuring equipments and their P2P (Point to Point) technology, we aim to get precise digital representations of ancient columns, capitals or inscriptions, which are reused in the facades of palaces on the Grand Canal, as well as inside and outside Venetian churches and bell-towers. The scientific potential of this project may lead to significant developments in the study of reused sculptures (spolia). Indeed, such technology could be used to carry out even faster and larger scale measurements, paving the road for new powerful and groundbreaking ways of studying and teaching Classical Archeology and Epigraphy.

EpiSearch. Codici epigrafici e Digital Humanities
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

BOSCHETTI Federico, CALVELLI Lorenzo, FISCHER Franz, FUSI Daniele, SOMMERSCHIELD Thea

EpiSearch. Digitally coalescing ancient inscriptions and epigraphic manuscripts

Iscrizioni sacre delle Venetie
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

il rpogetto coordinato dal prof. Lorenzo Calvelii è ricerca inedita su documentazione epigrafica rituale/sacra nello specifico rapporto o incontro tra tradizioni religiose italiche edelle Venezie e presenza della religione romana.

HEIRS High-frequency Economic Indicators and Resilience of Society
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

CASARIN Roberto

This project will demonstrate how high-frequency (daily) electricity consumption data can be used to estimate the causal, short-run impact of exogenous shocks, such as COVID-19 on the economy. In the current uncertain economic conditions, timeliness is essential for effective policy making. Unlike official statistics, our approach can monitor virtually in real-time the level of economic activities, the impact of the containment policies and the extent of the recession. We will also be able to measure whether the monetary and fiscal stimuli introduced are effective in addressing the crisis. The COVID-19 pandemic has caused more than 8 million confirmed cases and 500,000 death to date. Since vaccines for the virus are currently nonexistent, many countries have tried to curb the spread of the infection by introduced a series of social-distancing measures including lockdowns and businesses’ temporary shutdowns. Therefore, the pandemic has been generating unprecedent disruption on every aspect of the economy and the society. The overarching goal of this interdisciplinary research project is providing novel methodologies and tools based on high-frequency, big-data information for supporting informed policy making and improving socio-economic resilience in the face of the COVID-19 pandemic. This project capitalizes upon recent works by the team members and by the interdisciplinary research of VERA on: Estimating the impact of the COVID-19 pandemic on economic activities using high-frequency electricity market data; Developing innovative methodologies for the study of economic contagion effects, high-frequency interactions and structural breaks.

Biowaste as a raw material for the synthesis of biofilms with advanced properties
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

SELVA Maurizio

Il progetto mira allo sviluppo di un modello di bioraffinazione che integrerà know-how, protocolli originali di estrazione e trattamento degli scarti ittici interamente progettate dai proponenti, con le competenze imprenditoriali dell'azienda coinvolta (B4D) nel canalizzare il potenziale dei risultati della ricerca verso il trasferimento tecnologico ed il mercato. Le attività sperimentali includeranno: i) approvvigionamento e selezione del biowaste con il coinvolgimento del gruppo Veritas SpA gestore dei servizi ambientali integrati del comune di Venezia, ii) Estrazioni in CO2 supercritica (scCO2) per separare la frazione oleosa da una frazione organica proteica/peptidica ricca in azoto (FON); iii) Fabbricazione di carbon-dots (CDs). Il secco FON sarà trattato con una nuova procedura idrotermale/dialitica per ottenere nanoparticelle di carbonio (CDs) fluorescenti con proprietà ottiche potenziate; iv) Preparazione di films fluorescenti di collagene.

‘Tecnologie abilitanti’ per la decarbonizzazione dell’economia attraverso la riduzione, riuso, riciclo e rimozione della CO2
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

GHEDINI Elena, SIGNORETTO Michela

La produzione di bulk chemicals nell’industria chimica moderna è quasi interamente basata su materie prime idrocarburiche di origine fossile. Ciò si traduce nel forte footprint dei bulk chemicals e di conseguenza di tutti gli intermedi e prodotti finali che da essi derivano. Ad esempio, il metanolo è una sostanza chimica di base preparata dal gas di sintesi ed è onnipresente nell'industria chimica come solvente, intermedio e additivo per carburanti. Il suo forte impatto ambientale deriva sia dalla sua produzione (gassificazione del carbone e reforming a vapore) pari a 100 milioni di tonnellate all'anno sia dalla sua ossidazione alla fine del ciclo di vita. Pertanto, la decarbonizzazione del processo di produzione di prodotti chimici di base è una sfida chiave affinché l'industria contribuisca concretamente e fattivamente al raggiungimento degli obiettivi dell'accordo di Parigi e alla transizione energetica green. Esistono attualmente, strade alternative per la preparazione del metanolo basate sull’impiego di fonti rinnovabili, ma non sono ancora competitive dal punto di vista economico e in termini di maturità della tecnologia. Per promuovere uno sviluppo sostenibile dell'industria chimica e favorire l’impiego efficace di materie prime rinnovabili è necessario colmare il divario economico esistente rispetto ai percorsi basati sui fossili, per rendere la transizione veramente sostenibile a 360 °. Tali sfide richiedono approcci innovativi che coinvolgono lo sviluppo di catalizzatori e di processi e tecnologie sostenibili, attraverso una stretta collaborazione e condivisione di skills tra istituti di ricerca ed industria. Il progetto risponde a queste esigenze e sarà focalizzato sullo sviluppo di catalizzatori innovativi e di un processo green per la produzione di chemicals con particolare attenzione al metanolo. Lo scopo è quello di ottenere un catalizzatore di sintesi del metanolo che funzioni a basse temperature, 150 °C, impiegando come gas di sintesi solo CO2 e H2. Per raggiungere questo obiettivo verranno seguiti due diversi approcci: il primo basato sulla catalisi eterogenea tradizionale e il secondo indagando un nuovo approccio basato sul concetto di biomimetica, che è la pratica di guardare alla natura mimandola per risolvere i problemi di progettazione in modo rigenerativo. Il raggiungimento degli obiettivi della ricerca è assolutamente in linea con la strategia PNR attraverso lo sviluppo di strategie verdi, innovative ed efficaci per la produzione di una delle più importanti sostanze chimiche di base. La ricerca è inoltre coerente con il Programma del Ministero dello Sviluppo Economico che ha recentemente finanziato un progetto SFERO (Sistemi Flessibili per l’Energia attraverso il Riuso del carbonio), che propone un approccio sistemico al problema delle emissioni della CO2 e un nuovo paradigma incentrato sull’utilizzo di una generazione di tecnologie CCS (Carbon Capture and Storage) particolarmente avanzate. Rispetto alle metodologie tradizionali il progetto propone una via alternativa nata dalla fusione delle tecnologie CCS (Carbon Capture and Storage) e CCU (Carbon Capture Use). Si tratta di ‘tecnologie abilitanti’ per la decarbonizzazione dell’economia attraverso la riduzione, riuso, riciclo e rimozione della CO2 che vanno dalla produzione di combustibili e chemicals rinnovabili allo stoccaggio della CO2 in aggregati sintetici. La ricerca proposta va proprio in questa direzione contribuendo concretamente alla transizione verso un’economia carbon negative trasformando la CO2 da rifiuto a risorsa. Allo stesso tempo si pone come modello per promuovere la cooperazione territoriale a livello locale e internazionale senza sovrapporre competenze ma massimizzando il risultato attraverso il miglioramento delle peculiarità e skills individuali. Il progetto si basa, infatti, su un approccio multidisciplinare mediante lo sfruttamento di competenze biologiche, chimiche e ingegneristiche con l'obiettivo di massimizzare il risultato finale mediante la valorizzazione delle singole competenze senza alcuna sovrapposizione come favorita dalla strategia SNSI. La diffusione di tecnologie competitive per la produzione sostenibile di sostanze chimiche utilizzando risorse rinnovabili disponibili localmente ha numerosi ritorni positivi anche a livello sociale. Nuovi posti di lavoro altamente qualificati vengono creati a causa della ridotta dipendenza dalle importazioni di materie prime ed energia. Gli impianti sono progettati per essere ottimizzati rispetto ad una serie estesa di indicatori di performance economici ma anche ambientali tra cui il costo di produzione dei prodotti chimici e gli effluenti vegetali, che riflettono direttamente sulle emissioni di gas serra, sull'impatto sull'ecosistema circostante e sulla conservazione della sua biodiversità. Questi obiettivi di sostenibilità sono i KPI (Key Performance Indexes) che misurano la transizione di una Società/Azienda/Ateneo verso un mondo più sostenibile e che rappresentano i drivers della presente proposta progettuale e che dovranno guidare tutta l’attività del ricercatore destinatario dell’intervento.

Progetto di ricerca, catalogazione, produzione di materiale utile all'approfondimento della Storia Veneta dei primid ecenni del '900
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - LR 1/2008 - Patrimonio storico artistico veneto nel Mediterraneo

INFELISE Mario

Progetto Costanziaco, scavi a S Ariano Laguna Nord di Venezia Campagne 2009
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - LR 1/2008 - Patrimonio storico artistico veneto nel Mediterraneo

COTTICA Daniela

Sito web: http://Laguna Nord di Venezia

Studio e pubblicazione cannoni veneziani
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - LR 1/2008 - Patrimonio storico artistico veneto nel Mediterraneo

BELTRAME Carlo

Sito web: http://lettere2.unive.it/beltrame/index.html

Studio e pubblicazione relitto dell'XVI secolo di Mljet
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - LR 1/2008 - Patrimonio storico artistico veneto nel Mediterraneo

BELTRAME Carlo, FERRI Margherita, GELICHI Sauro

Regione veneto ( Sostenere Venezia sostenersi a Venezia , un percorso tra i mestieri sostenibili) 2015-2017
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - LR 1/2008 - Patrimonio storico artistico veneto nel Mediterraneo

PADOAN Ivana Maria

Digital Valley - 2007
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - LR 3/2003 - Identità Veneta

CORTESI Agostino

Mobilità, correnti di traffico e vie di comunicazione con riferimento alla realtà storica del Veneto
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - LR 49/1978 - Costumi e personalità storiche venete

ORTALLI Gherardo

ARCHIVI FOTOGRAFICI
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - LR 50/1984 - Restauro del patrimonio artistico veneto

AGAZZI Michela

Aggiornamento della Guida agli archivi fotografici del Veneto e implementazione SIAR. Corso di formazione per operatori e laureati sugli ARCHIVI FOTOGRAFICI (conservazione, catalogazione e inventariazione archivistica).

INNOVAREA Il modello di sviluppo imprenditoriale Veneto Venti Venti
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - LR 9/2007 - MainReim

BAGNOLI Carlo, RICCIONI Stefano

Accordo preliminare L.R. n. 9 del 2007
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - LR 9/2007 - MainReim

BARBANTE Carlo

Venice Strategic Innovation Center
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2007-2013)

BAGNOLI Carlo

Sintesi e applicazioni di formulati innovativi a bassa tossicità per collanti impiegati nel settore calzaturiero
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2007-2013)

Sintesi e applicazioni di formulati innovativi a bassa tossicità per collanti impiegati nel settore calzaturiero.
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2007-2013)

ARICO' Fabio, PAGANELLI Stefano, RONCHIN Lucio, TUNDO Pietro, VAVASORI Andrea

TETRis – Servizi innovativi Open Source su TETRA - PROGETTO PON01_00451
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2007-2013)

ORLANDO Salvatore, RAFFAETA' Alessandra, SILVESTRI Claudio

Sito web: http://www.ponrec.it/open-data/progetti/scheda-progetto?ProgettoID=5013

Progetto CASOL Regione Veneto – POR CRO 2007/2013, parte FESR, azione 1.1.2, 2012
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2007-2013)

ARICO' Fabio, TUNDO Pietro

Scenari competitivi e soluzioni organizzative per l'indotto automotive della Regione Veneto
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2007-2013)

ZIRPOLI Francesco

Treviso cultural digital diving
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2014-2020)

"Treviso.Cultural digital diving", assegno di ricerca finanziato nell’ambito del "POR FSE 2014-2020, obbiettivo “Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione

Treviso. Cultural digital diving.
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2014-2020)

RAPETTI Anna Maria

Sistema domotico IoT integrato ad elevata sicurezza informatica per smart building
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2014-2020)

CORTESI Agostino, FOCARDI Riccardo, LUCCIO Flaminia, MARIN Andrea, PALMARINI Francesco

Il progetto è finalizzato a dare impulso all’integrazione nei prodotti destinati al mondo smart building – in particolare illuminazione e sistemi di controllo degli accessi – delle tecnologie domotiche e Internet of Things (IoT). Il progetto coinvolge: – 14 aziende aderenti alla Rete Innovativa Regionale Venetian Smart Lighting; Coem Srl; Elesi Luce Srl; Engi Srl; Flovex Snc; IDL Export Srl; Lam Srl; Lamp Snc; Living Light Srl; Metal Lux Snc; Multiforme Sas; Nectogroup Srl; Siru Srl; Stylnove Ceramiche Srl e Vetrart Snc – 7 aziende aderenti alla Rete Innovativa Regionale ICT for Sustainable Living; 3D Everywhere Srl; BFT Spa; Consorzio In Concerto; Consorzio L’Incontro; Edalab Srl; Forma Srl e Orion Srl – 3 Organismi di Ricerca: Università degli Studi di Padova, Human Inspired Technologies (HIT); l‘Università degli studi di Venezia, Dipartimento Scienze ambientali, informatica e statistica (DAIS) e l‘Università degli Studi di Verona, Dipartimento di Informatica (DI). Il progetto ha una durata di 36 mesi con un contributo pari a 2.359.413,83 € a fronte di un budget complessivo di 4.451.854,60 €.

ADditive Manifacturing and INdustry 4.0 as innovation Driver (ADMIN4D)
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2014-2020)

CORTESI Agostino, FOCARDI Riccardo, LUCCIO Flaminia

SATIS - Sostenibilità delle Aziende Turistiche attraverso il governo Innovativo della Stagionalità
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2014-2020)

DA ROIT Barbara

Il progetto SATIS studia come l'introduzione di misure di welfare aziendale possa contribuire al raggiungimento di obiettivi socialmente ed economicamente rilevanti. Per fare ciò studia il caso della stagionalità turistica e le forme di governo attraverso politiche di welfare aziendale nella Regione Veneto.

Miglioramento dell’efficienza della produzione di canapa come opportunità di innovazione e sviluppo dei territori marginali collinari
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2014-2020)

BUFFA Gabriella, CAPODAGLIO Gabriele, GANZERLA Renzo, MANENTE Sabrina

La presente proposta progettuale ha quindi lo scopo di testare la coltivazione della canapa nell’ambito collinare regionale e di fornire indicazione atte a creare un'offerta più concentrata e di miglior qualità. In accordo con le linee della Smart Specialisation Strategy, in particolare nel settore dell’Agrifood (nutrizione, sicurezza alimentare e agroalimentare sostenibile), il progetto si propone di migliorare l’efficacia delle pratiche agricole e la qualità della produzione agricola in aree considerate marginali, di acquisire nuove conoscenze scientifiche su composti ad alto valore aggiunto immediatamente applicabili nel campo della nutraceutica, di consolidare e ampliare con metodo scientifico l’utilizzo di criteri e pratiche rispettose dell’ambiente e del benessere abitativo

Sviluppo di un innovativo sistema per la Sanforizzazione in continuo di tessuti, senza consumo di acqua
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2014-2020)

BEGHETTO Valentina

sviluppo di un innovativo progetto avente lo scopo di eliminare il consumo di acqua in uno dei processi impiegati per il finissaggio tessile. Alla luce infatti della sempre maggiore scarsità di risorse idriche a livello globale, nonché dell’inquinamento delle falde acquifere causato dall’industria tessile, la nuova tecnologia si colloca come una potenziale soluzione sul mercato. Il Bando prevedeva la formazione di un’aggregazione di imprese. Il coinvolgimento di diverse entità ha portato un valore aggiunto al progetto. Infatti, l’attiva condivisione di esperienze e know how differenti ha consentito di rafforzare la sinergia tra le imprese, ottimizzare l’integrazione delle competenze e soprattutto sviluppare soluzioni innovative attingendo dai più svariati campi di applicazione di ciascuna delle realtà coinvolte. Il prototipo, realizzato nella seconda fase del progetto, ha consentito l’esecuzione di test preliminari per valutare le prestazioni con diversi tipi di tessuto: poiché una delle discriminanti è determinata dall’usura dei componenti installati nella macchina, i test proseguiranno anche nei mesi avvenire per monitorare in toto la qualità del processo e la sua affidabilità nel tempo.
Sito web: http://www.laferspa.com/por

DESIGN OF A DATA-DRIVEN VULNERABILITY ANALYSER FOR ANDROID AUTO INFOTAINMENT APPS
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2014-2020)

CORTESI Agostino

Sensori elettrochimici e kit biomolecolari per l'analisi di contaminanti emergenti in prodotti agroalimentari
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2014-2020)

RIZZOLIO Flavio

Cibo intelligente per un futuro sostenibile
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2014-2020)

RIZZOLIO Flavio

TEMART - Tecnologie e materiali per la manifattura artistica, i Beni Culturali, l’arredo, il decoro architettonico e urbano e il design del futuro
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2014-2020)

CATTARUZZA Elti, RIELLO Pietro, TRAVE Enrico

Progetti collettivi a carattere ambientale funzionali alle priorità dello sviluppo rurale. Fase 1 - Animazioni e Studio
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2014-2020)

VALLERANI Francesco

Conferenza regionale dell'agricoltura e dello sviluppo rurale
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2014-2020)

GIUPPONI Carlo

Attività da realizzarsi nell’ambito della Misura 20 “Assistenza Tecnica” del PSR Veneto 2014-2020, per la realizzazione della “Conferenza regionale dell’agricoltura e dello sviluppo rurale”, per definire e condividere le priorità strategiche in grado di orientare e prefigurare le dinamiche di sviluppo del sistema agricolo e rurale veneto nel medio periodo, nel contesto delle prospettive delineate a livello comunitario e nazionale per la Politica Agricola Comune (PAC) post 2020 nonché in riferimento al programma di governo della Regione.

Sistemi Avanzati per il Recupero di Rifiuti (SARR)
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2014-2020)

PAVAN Paolo, VALENTINO Francesco

Development of DSSC photovoltaic cells for energy production through the recovery of by-products deriving from wine processing activities
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2014-2020)

MORETTI Elisa

TEMART tecnologie e materiali per la manifattura artistica i Beni Culturali l’arredo il decoro architettonico e urbano e il design del futuro
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2014-2020)

BALLIANA Eleonora, CIMINO Dafne, ZENDRI Elisabetta

PREDIzione Tumori Tiroidei
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2014-2020)

RIZZOLIO Flavio

I tumori tiroidei sono tra le neoplasie endocrine più diffuse, con un’incidenza in Italia di circa 12/100.000 casi/anno (Dal Maso et al., Ann Oncol 2011). Oggigiorno, per stabilire l’approccio terapeutico più idoneo (diverso se si parla di un tumore benigno o maligno e, in quest’ultimo caso, in base alle caratteristiche di aggressività tumorale), la metodologia pre-operatoria utilizzata di routine è la biopsia con ago sottile (Fine Needle Aspiration Biopsy – FNAB). Questa, tuttavia, non permette sempre di definire l’aggressività della neoplasia e, anche quando affiancata dalla ricerca di marcatori molecolari noti, non ha valore predittivo sulla risposta al trattamento con chemioterapici o farmaci biologici (Hsiao and Nikiforov, Endocr Rel Cancer 2014). Scopo del presente progetto è quello di elaborare un approccio metodologico molto innovativo da utilizzare per migliorare la gestione/trattamento dei pazienti con tumori tiroidei. Il suddetto approccio verrà sviluppato nel presente progetto in due fasi: 1. In fase pre-operatoria, utilizzando il materiale ottenuto tramite FNAB, si prevede sia la valutazione di marcatori già proposti in quest’ambito sia la ricerca di nuovi marcatori molecolari grazie all’ausilio di tecnologie all’avanguardia quali Methylated RNA Immunoprecipitation (me-RIP) e Next Generation Sequencing (NGS). La tecnologia me-RIP permette di valutare i livelli di metilazione dell’RNA (Lee et al., Cell 2014) in modo da delineare un profilo caratteristico per ciascun tumore, approccio utilizzato per la prima volta nel campo delle neoplasie. Queste informazioni aiuteranno a decidere, sulla base delle caratteristiche di aggressività, se effettuare o no l’intervento chirurgico e, inoltre, il tipo d’intervento. 2. In fase post-operatoria, attraverso l’utilizzo di materiale biologico ottenuto durante l’intervento chirurgico e con tecniche innovative di colture cellulari tridimensionali (organoidi) (Meijer et al., Future Sci 2017) derivanti dal singolo tumore, si valuterà la risposta al trattamento con radioiodio e/o con farmaci antineoplastici. Complessivamente questo approccio integrato potrà fornire marcatori predittivi estremamente utili per un trattamento personalizzato di pazienti con neoplasie tiroidee e, quindi, costituirà la base per l’approntamento di un migliore servizio da offrire alle aziende sanitarie. Si potranno, infatti, evitare interventi chirurgici non necessari come la tiroidectomia totale, superflua nelle neoplasie poco aggressive e che comporta un peggioramento della qualità di vita dei pazienti, soggetti a trattamenti e monitoraggio continuativi per tutta la vita, oltre ad un aumento dei costi di gestione. Dalla messa a punto di questa metodica assolutamente innovativa potrà inoltre derivare la produzione di brevetti.

Valorisation of the terpene fraction of agro-food waste: green extractions with supercritical carbon dioxide for the formulation of nutraceutical and cosmetic products with antioxidant and anti-inflammatory activity
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2014-2020)

SELVA Maurizio

Il progetto trova collocazione nel contesto Smart Agrifood intersecando la macrotraiettoria"Gestione Intelligente delle Risorse"con la traiettoria di sviluppo e tecnologico sul "Recupero dei sottoprodotti derivanti dalle attività di produzione e trasformazione delle filiere agroalimentari". La ricerca si inquadra nella tipologia interateneo/monotematica e si caratterizza per il contributo allo sviluppo sostenibile dell'Agenda 2030 principalmente nel goal 12 "consumo e produzione responsabili" più specificamente declinato negli obiettivi 12.4 e 12.5 per la minimizzazione dell'impatto dei rifiuti ed il loro riutilizzo, e 12.6 per incoraggiare le imprese ad integrare la sostenibilità nei loro modelli di sviluppo. Sebbene in misura minore, anche il goal 15, obiettivo 15.4, su conservazione e recupero degli ecosistemi montani è coinvolto.

Smart Cities: il contributo della Data Science per la qualità e la sostenibilità delle esperienze di visita
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2014-2020)

TAMMA Michele

Sviluppo di procedure standardizzate per la valutazione di microplastiche in prodotti agroalimentari
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2014-2020)

RIZZOLIO Flavio

Eco-design e riciclo di DPI in una filiera industriale circolare (EcoDPI)
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2014-2020)

PAVAN Paolo, VALENTINO Francesco

Progetto FSE Le Nuove Tecnologie a sostegno della didattica – Provincia di Trento
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

BANZATO Monica

Sito web: http://www.didapat.it/edulife/

Catalogazione dei manoscritti dell biblioteche del Veneto
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

ELEUTERI Paolo

Sito web: http://www.nuovabibliotecamanoscritta.it

La ricerca dell'Eccellenza per lo sviluppo del Capitale Umano come risposta alla sfida della globalizzazione - 2009
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

CORTESI Agostino

La moda africana in Veneto. Studio di interventi a favore dell’imprenditoria dei migranti nel settore dell’abbigliamento e prospettive di nuovi sbocchi produttivi per le aziende del Veneto
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

SANGA Glauco

Nuove figure professionali per lo sviluppo di strategie improntate alla sostenibilità come fonte di vantaggio competitivo di imprese e sistemi di imprese nel Veneto Orientale
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

BAGNOLI Carlo, PACCAGNAN Elisa, STOCCHETTI Andrea

Metodologie informatiche per la valutazione e gestione del rischio
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

BILLIO Monica

Esperto in antropologia culturale e geografia: Cultura, ambiente, territorio (CAT)
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

SANGA Glauco

Validazione e riconoscimento delle competenze universitarie SUV
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

COSTA Massimiliano

Sito web: http://www.univirtual.it/suv/

ecotossicità carbonati alchilici
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

TUNDO Pietro

Sintesi di esteri elchilici ecocompatibili
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

TUNDO Pietro

sintesi di carbonati alchilici ecocompatibili
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

TUNDO Pietro

Analisi e Reingegnerizzazione di Software Legacy
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

Officina finanziaria.
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

CORAZZA Marco

Metodologie informatiche ed algoritmi bio-ispirati per l'ottimizzazione e la gestione in azienda.
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

CORAZZA Marco

riordinamento dell'Archivio della Scuola-Arciconfraternita dei Carmini
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

Navi e portualità a Venezia tra crisi e innovazione (1797-2009)
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

TRAMPUS Antonio

Cattedra di Dialettologia
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

Certificazione delle Competenze per i Corsi di Laurea Triennali - 2010
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

CORTESI Agostino

I cavatori di pietra della Lessinia. Le conoscenze naturalistiche locali e le tecniche di lavoro tradizionali nella prospettiva della valorizzazione e della razionalizzazione del settore
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

SANGA Glauco

Applicazione tecnologica di ferro zerovalente nanoscopico per il risanamento di siti contaminati della Regione Veneto
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

ARGESE Emanuele, BETTIOL Cinzia

Nuove figure professionali per lo sviluppo competitivo sostenibile del Distretto dell’Occhial
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

STOCCHETTI Andrea

Sperimentazione e pianificazione di strategie di fitorisanamento per la bonifica di siti contaminati da arsenico - Progetto Phy.Si.Co.
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

ARGESE Emanuele, BETTIOL Cinzia, GOBBO Lorena

Sistema universitario veneto per la mobilità professionale e formativa
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

COSTA Massimiliano

Sito web: http://www.univirtual.it/suv/

NUOVE FIGURE PROFESSIONALI PER LO SVILUPPO COMPETITIVO SOSTENIBILE DEL DISTRETTO DELL’OCCHIALE - Cod. Intervento 3 Edizione 101 / 5 / 2215 Titolo dell’intervento: Esperto di innovazione strategica per Medio Grandi Imprese
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

FINOTTO Vladi, STOCCHETTI Andrea

Progetto Formare X Includere
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

Sito web: http://www.formarexincludere.eu/j/index.php

Rendere l’etica calcolabile: problematiche di misurazione, standardizzazione e verifica della Corporate Social Responsibility
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

PANOZZO Fabrizio

3 Assegni di ricerca FSE, Regione Veneto “Ecotossicità carbonati alchilici; sintesi di esteri elchilici ecocompatibili; sintesi di carbonati alchilici ecocompatibili”
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

ARICO' Fabio, TUNDO Pietro

Sviluppo di sistemi multimediali interattivi e dei relativi contenuti informativi per sperimentare nuovi sistemi per la fruizione delle opere d'arte nel territorio veneto
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

BARBIERI Giuseppe, CELENTANO Augusto

Towards a Mapping of Postmodern Fiction
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

ERCOLINO Stefano

Mobilità sostenibile come fonte di vantaggio competitivo
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

STOCCHETTI Andrea

borsa FSE
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

GANZERLA Renzo

Elaborazione di nuovi strumenti testistici per la valutazione delle disabilità linguistiche in Veneto
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

CARDINALETTI Anna

Sviluppo della tecnologia informatica per applicazioni editoriali multimediali
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

NOVIELLI Maria, ORSINI Renzo

Sviluppo di un prototipo di interfaccia gestuale
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

PITTARELLO Fabio

Gestione automatizzata di più basi informative per l’advisoring
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

Strumenti informatici per il supporto alla valutazione del merito creditizio in caso di più fonti informative.
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

CORAZZA Marco, PELIZZON Loriana

Business Intelligence e strumenti informatici per il management di fonti informative complesse nelle PMI venete.
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

CORAZZA Marco, DE NADAI Giuseppe

Turismo ex centrum: itinerari culturali tailor-made per la promozione e valorizzazione dei centri minori del territorio veneto
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

CELENTANO Augusto, VAN DER BORG Jan

Agenti di sviluppo per il distretto culturale evoluto. L’adattamento strategico dell’economia delle produzioni culturali
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

CALCAGNO Monica, LUSIANI Maria, PANOZZO Fabrizio

Il tema attorno a cui è costruita questa proposta di ricerca è la produzione di valore e l’innovazione attraverso la cultura. Come viene declinata l’ innovazione nell’ambito delle produzioni culturali? Esiste una riflessione sul tema del valore e delle modalità con cui tale valore è generato, prodotto, proposto agli utilizzatori finali? Esiste spazio per una modalità “open” nell’ambito della produzione culturale? La riflessione che si vuole aprire riguarda il concetto di valore nelle produzioni culturali e in particolare il concetto di valore sostenibile. Perché parlare di valore sostenibile? Sostenibile rispetto a chi e a cosa? Il tema della sostenibilità nelle produzioni culturali può avere tre principali declinazioni. In primo luogo la sostenibilità è una sostenibilità economica. Il mondo delle produzioni culturali si confronta da anni con il problema della riduzione costante di fondi pubblici e dell’assenza di sponsorship private adeguate a finanziare i progetti artistici e culturali. Questo rende particolarmente stringente il tema di una gestione efficiente dei processi creativi combinata con la capacità di supportare adeguatamente le proposte più innovative che, invece, in una logica puramente di mercato, potrebbero venire sacrificate per lasciare spazio a produzioni caratterizzate da un più sicuro consenso di mercato ma forse meno innovative. Un secondo livello di sostenibilità riguarda il contesto territoriale in cui le produzioni culturali si inseriscono. Da più parti si dice con sempre maggiore forza che la logica dell’evento fine a se stesso va sostituita con la logica di una produzione capace di attivare nel profondo i processi creativi di un territorio e le economie che su questi si fondano. Tali meccanismi non funzionano, o non soltanto, grazie al fatto che le produzioni culturali creano un volano di investimenti e ricchezza mediante il fenomeno del turismo culturale. La questione della creatività di un territorio è più profonda e risiede nella capacità di esprimere idee, contributi creativi e iniziative imprenditoriali. Tali attività si realizzano in un territorio anche grazie al “consumo di cultura” che caratterizza lo stesso territorio e che alimenta la mente di creativi e imprenditori, ispirandone le iniziative e innescandone i processi innovativi. Le produzioni culturali diventano quindi sostenibili quando la loro presenza in un luogo sostiene e alimenta i processi creativi e innovativi che caratterizzano le attività che in quel luogo si svolgono. Come? Ad esempio supportando la creatività delle persone che vengono coinvolte attivamente nella fruizione dei prodotti culturali, coinvolgendo i fruitori in processi aperti di co-produzione di significato grazie a forme nuove di allestimento, rappresentazione, creazione. Infine, la sostenibilità di una produzione artistica e culturale è legata alla qualità del processo creativo e realizzativo. Quando un processo si può dire di qualità? Il successo di un processo di creazione e realizzazione è legato alla sua capacità di realizzare rapidamente e fedelmente l’idea del creatore ed è quindi collegato alla soddisfazione di chi ha concepito l’idea (singolo o gruppo) che vede nella sua realizzazione la propria soddisfazione personale di artista o di curatore. C’è poi la soddisfazione fruitore. Il successo di un processo di creazione-produzione di prodotti culturali significa più prodotti realizzati, maggiore varietà, più nicchie di mercato soddisfatte, maggiore possibilità di realizzare il proprio desiderio di consumo culturale. Il tentativo che qui si vuole fare è quindi di analizzare, studiare e valutare le produzioni culturali utilizzando i tre diversi livelli di sostenibilità per valutare la capacità di successo delle iniziative studiate. I percorsi di ricerca proposti per un’analisi del valore sostenibile delle produzioni culturali sono fra loro diversi per settore di appartenenza ma hanno una matrice comune: lavorano seguendo un approccio “aperto”, un approccio ispirato alla collaborazione, alla co-produzione di prodotti, alla co-creazione di significati costituendo forme di innovazione di quella che è la relazione tra chi produce e chi “consuma” cultura con una reale contaminazione di ruoli.
Sito web: http://Regione Veneto

Pietro Bertoja
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

Pietro Bertoja
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

BIGGI Maria Ida

Gestione integrata della mobilità pubblica (Integrated public management, IP mobMan)
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

RAFFAETA' Alessandra

Cod. progetto 2120/1/3/1739/2011 - Titolo Imprint: metodologie per l'accompagnamento dell'imprenditorialità veneta nella crescita e nel passaggio generazionale
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

FINOTTO Vladi

Bio-Montello. Prospettive per la valorizzazione di aziende agrituristiche e affini e lo sviluppo del biologico nel comparto agroalimentare nella provincia di Treviso attraverso una prassi agricola e gestionale sostenibile
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

SANGA Glauco

Promuovere il consumo dei prodotti sostenibili: Analisi dei presupposti comportamentali e cognitivi per la valorizzazione dei caratteri di sostenibilità dei prodotti locali presso i consumatori
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

GIACHETTI Claudio

Sicurezza, affidabilita' e protezione della privacy nelle piattaforme mobili
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

BUGLIESI Michele

nuovi modelli e prodotti editoriali per la divulgazione Scientifica nel web 2.0
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

COLAPINTO Cinzia, ROCCO Elena

Nuove Sintesi Chimiche a Ridotto Impatto Ambientale per la Preparazione di Monomeri per Materiali Polimerici
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

PEROSA Alvise, SELVA Maurizio

A Geographical and Evolutionary Investitation of the Novel-Essay
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

ERCOLINO Stefano

Opzionalità e pragmatica in sintassi: l'ordine misto delle frasi secondarie del mocheno come laboratorio per una teoria unitaria della variazione sintattica nelle fasi antiche delle lingue germaniche
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

COGNOLA Federica

La certificazione nell'ambito dei rapporti di lavoro: uno strumento di consulenza, deflazione del contenzioso e validazione dei modelli di organizzazione di lavoro
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

BRINO Vania

formazione/ sviluppo di specifiche professionalità
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

SIGNORETTO Michela

Algoritmi per il Trading Automatico nel mercato FOREX dei cross valuta.
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

CORAZZA Marco

L'editoria dei beni culturali e dell'arte. Storia e prospettive.Il caso Marsilio
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

RICCIONI Stefano

Un nuovo modo di produrre, personalizzare, assistere ed integrare il software gestionale - 2013
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

CORTESI Agostino

Didattica Comparativa del Latino per l’integrazione dei Soggetti con DSA.
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

CARDINALETTI Anna, GIUSTI Giuliana, IOVINO Rossella

Sintesi chimiche ambientalmente ecocompatibili di monomeri fluorurati per materiali avanzati
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

SELVA Maurizio

borsa FSE
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

GANZERLA Renzo

Artimprendo. L'arte contemporanea entra in azienda. E viceversa
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

PANOZZO Fabrizio

Sito web: https://artimprendo.wordpress.com

Strumenti linguistici di supporto all’internazionalizzazione delle aziende Venete: terminologia settoriale delle aziende dei settori tessile, conciario, chimico-ambientale, mobiliare e arredamento (Project Leader, Fondo Sociale Europeo)
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

MARIOTTI Marcella Maria

2. Manifattura italiana e innovazione sostenibile. Rifunzionalizzare il patrimonio culturale attraverso la costruzione degli archivi aziendali
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

CALCAGNO Monica, CAVRIANI Erika

Sintesi di Nuovi Concianti
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

BEGHETTO Valentina

Dall'inventario manoscritto alla scheda digitale
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

CRESCI Giovannella

Assegno di ricerca FSE 2014, “Prodotti E Solventi Green Per L’industria del Cuoio” Regione Veneto 2013
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

TUNDO Pietro

Tarvisium GIS.Sistemi Informativi Territoriali a supporto dell’industria culturale e creativa di Treviso
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

RAPETTI Anna Maria

Uno stile di vita veneziano: pratiche di consumo e identità culturali nella città del turismo.
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

FAVERO Giovanni, RE Valeria Emilia

Osservatorio spesa sanitaria e supporto al piano sanitario regionale
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

BERTIN Giovanni, CAMPOSTRINI Stefano, PASTORE Andrea, TONELLATO Stefano Federico

Chimica verde per la sintesi di intermedi per ricoprimenti protettivi ad alto valore aggiunto nello sviluppo di materiali avanzati
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

SELVA Maurizio

Valorizzazione di molecole di origine rinnovabile dalla biomassa, quali il glicerolo e i suoi derivati, attraverso la chimica verde
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

PEROSA Alvise

borsa FSE
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

GANZERLA Renzo

Assegno di Ricerca Sviluppo di materiali e tecnologie per un' edilizia sostenibile in Veneto
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

SIGNORETTO Michela

Industria Cultura Creativa e Sviluppo - Progetto ICCS
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

CALCAGNO Monica, LUSIANI Maria, PANOZZO Fabrizio, TAMMA Michele

Sogni nei cassetti: connettere generazioni di makers in Italy
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

PANOZZO Fabrizio

Sito web: http://www.sognineicassetti.it

Modelli e strumenti competency-based a supporto dello sviluppo e dell'innovazione di prodotto
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

BONESSO Sara, GERLI Fabrizio

Soft skills imprenditoriali per l’innovazione e rete sociale dell’imprenditore
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

BONESSO Sara, GERLI Fabrizio

Progettazione e sviluppo di una guida-luce per display di grandi dimensioni con sistema illuminante laterale
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

CATTARUZZA Elti

"Materiali e Tecnologie Sostenibili ed Innovative per la bioedilizia in Veneto" cod. 2120-10-2121-2015
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

SIGNORETTO Michela

Sito web: http://DSMN-Laboratorio di Catalisi Eterogenea (CATMAT)

Destinazione Puglia” – POR Puglia 2000-2006 Ob. 1 – FESR Misura 4.15 - Macroazione 4 “Turismo Halal – Puglia Muslim Friendly” in sinergia tra la Sezione Turismo della Regione Puglia e il Teatro Pubblico Pugliese – Consorzio Regionale Arti e Cultura
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

FRONZONI Vasco

Consulente incoming turistico Halal - Muslim friendly

Torno Parlo Contatto Vado - Recupero dell'italiano e contatto con le aziende venete per discendenti di emigranti nella nostra regione
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

BALBONI Paolo

Optimization of HVAC (Heating, Ventilation, Air Conditioning) systems for energy saving
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

SLANZI Debora

Protocollo di stimolazione cognitivo-comunicativa utilizzando la lingua dei segni italiana con persone anziane con decadimento cognitivo e demenza
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

BENCINI Giulia, CARDINALETTI Anna

Intelligent integration of Small and Big Data statistical techniques for research and innovation
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

SLANZI Debora

Nuove tecniche per la purificazione di principi attivi di origine naturale.
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

PEROSA Alvise, SELVA Maurizio

Le attività del progetto sono focalizzate all'ottenimento selettivo ed efficiente per produzioni su scala commerciale di alcuni specifici cannabiniodi presenti nella canapa, per applicazioni in ambito alimentare, nutraceutico e farmaceutico.

Rigenerazione urbana e competitività del territorio tramite l’innovazione sociale, le industrie creative e l’imprenditorialità culturale - Industrie creative: sostenibilità, innovazione e valorizzazione competitiva dei saperi tradizionali.
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

TAMMA Michele

Gestire il design in contesti di innovazione: pratiche e processi di apprendimento
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

CALCAGNO Monica

ELPIS, Enhancement of Lignocellulose Processing for Innovation and Sustainability. CUP: H72F16001130005
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

SIGNORETTO Michela

Lo sviluppo di un processo affidabile di valorizzazione delle biomasse di rifiuti attraverso la produzione di biodiesel da transesterificazione di oli richiede un approccio multidisciplinare per progettare una tecnologia altamente sostenibile. Infatti, il processo studiato serve a trasformare la biomassa (proveniente da rifiuti) in biodiesel, aumentando la sostenibilità delle industrie già esistenti, ma anche fornendo combustibili la cui combustione è meno dannosa per qualità dell'aria rispetto ai tradizionali carburanti. Per questo motivo il progetto sarà suddiviso in tre parti diverse che saranno eseguite dai tre diversi partner coinvolti, secondo i loro specifici e specifici campi di competenza. La prima parte (tre mesi) del lavoro sarà dedicata alla sintesi e alle caratterizzazioni (il campo di competenza del Ca 'Foscari University Research Group - CATMAT) di catalizzatori attivi, efficienti e resistenti per reazioni di transesterificazione. Dopo un attento studio delle proprietà fisico-chimiche, i materiali saranno preparati tenendo conto di diversi approcci sintetici. Sarà inoltre eseguita una caratterizzazione approfondita per acquisire informazioni sulle proprietà fisico-chimiche dei materiali e, infine, capire la loro influenza sulle prestazioni catalitiche. La seconda parte (dai tre ai sei mesi) del lavoro vedrà svolta presso l'Università Åbo Akademi in Finlandia. Dopo aver stabilito le condizioni di reazione, i materiali che preparati a Ca 'Foscari verranno testati per verificare sperimentalmente quali di essi forniscono le più grandi potenzialità per un'ampia applicazione.Attenzione particolare sarà data alla stabilità dei materiali e alla loro resistenza. Inoltre, in test di laboratorio verrà utilizzata una diversa biomassa grezzo per capire quale substrato è più adatto alle finalità. Questo sarà un aspetto cruciale da tenere in conto per avere un trasferimento tecnologico realizzabile nel sistema economico del Veneto. Infine, i bio-dieseli sintetizzati verranno consegnati all'impresa locale, Texa s.p.a., dove l’assegnista spenderà 100 giorni per analizzarli nei motori a combustione di riferimento e controllare la loro sostenibilità ambientale. Verranno verificati emissioni di diversi prodotti inquinanti, come gli idrocarburi non combustibili, i monossidi di carbonio, gli ossidi di azoto, gli ossidi di zolfo per ottenere un confronto con i carburanti tradizionali e stimare la qualità del biodiesel prodotta e la sua sostenibilità ambientale.
Sito web: http://Venezia- CATMAT Lab. DSMN- Ca'Foscari, Åbo Akademi University in Finland, Texa s.p.a

e-Commerce in the Cloud: Studio giuridico di una relazione funzionale
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

CAMARDI Carmela

Internet delle cose, soluzioni mobile, cloud computing ed e-Commerce: Profili giuridici comuni (2017)
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

MARTINA Giuliana

Sostenibilità Integrata e innovazione sociale (SI2)
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

PRANOVI Fabio

La Direttiva pone l'accento su un tema estremamente attuale - va dato atto alla Regione di avere avuto la lungimiranza di proporre tale argomento - la cui urgenza è confermata dai dati regionali relativi agli indici di povertà e di disuguaglianza sociale. Ma la Direttiva va oltre, evidenziando la necessità di operare quel diffuso cambio di paradigma necessario a costruire una società ed un'economia sostenibili ed inclusive. Illuminante a questo proposito l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, che esprime un chiaro giudizio sull’insostenibilità dell’attuale modello di sviluppo, non solo sul piano ambientale, ma anche economico e sociale. In questo modo viene definitivamente superata l’idea che la sostenibilità sia unicamente una questione ambientale, e si afferma una visione integrata delle diverse dimensioni dello sviluppo. Ciò cambia sostanzialmente la prospettiva e ci costringe a porre al centro elementi come diversità, inclusione e nuove valorialità. Ne discende la necessità di abbracciare l'esperienza dell'economia solidale come modello innovativo per lo sviluppo di nuove modalità di fare impresa e di creazione di occupazione, puntando sugli aspetti relazionali e dell'inclusione. In ambito economico, infatti, esiste il cosiddetto 'paradosso della felicità', che si riferisce alla teoria posizionale: un individuo è felice in relazione a quanto può permettersi di consumare, ma anche a quanto consuma chi gli sta attorno (il gruppo di riferimento). In un tale contesto, è facile immaginare la forte insoddisfazione personale da un lato, l'enorme spinta alla competizione dall'altro. Esiste un'alternativa a tutto ciò? Un’economia che non considera i bisogni delle fasce più deboli, e non si muove di conseguenza, comporta infatti un peggioramento della condizione dei cittadini, che si traducono in aggravamento delle condizioni di povertà e carenza di fattori come la buona salute, l’approvvigionamento d’acqua e di alimenti, l’istruzione, la stabilità lavorativa, ma anche la qualità ambientali. in tale contesto, l'Università Cà Foscari, l'ISRE e la CISL, attraverso la Fondazione Corazzin, condividendo l'urgenza, la rilevanza dal punto di vista valoriale e la congruenza del tema alle mission di ciascuno, hanno deciso di avviare un percorso di co-progettazione, basato sull'analisi dei fabbisogni evidenziati in tali osservatori privilegiati. È stata scelta la Linea 2 "Economia collaborativa" perché essa consente di: - analizzare, attraverso attività di ricerca, il ruolo dei beni relazionali nella salvaguardia e gestione dei beni comuni; - definire modelli innovativi di sviluppo dell'economia collaborativa all'interno di imprese profit e no-profit, che consentano di andare oltre l'attuale paradigma; - tradurre i risultati in azioni concrete per generare nuovi posti di lavoro, migliorando le condizioni generali ed aumentando il senso di realizzazione personale; - divulgare i paradigmi dell'economia collaborativa, al fine di informare e sensibilizzare.

Estrazioni "green" di prodotti naturali da matrici arboree e di scarto agricolo e loro valorizzazione in prodotti per la cosmesi
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

PEROSA Alvise, RIELLO Pietro, SELVA Maurizio

Robotica e intelligenza artificiale per l'innovazione nei processi: una sperimentazione nell'ambito dei business dell'ospitalità
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

TAMMA Michele

VeNice: formulati Naturali ed Innovativi per una Cosmesi Efficace in Veneto. CUP: H72F16001090005
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

SIGNORETTO Michela, TANDUO Enrica

ADMIN4D: ADditive Manifacturing and INdustry 4.0 as innovation Driver
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

CORTESI Agostino, SILVESTRI Claudio

Il progetto ADMIN 4D (ADditive Manufacturing & INdustry 4.0 as innovation Driver) coinvolge diverse tecnologie abilitanti nell’ambito della specializzazione intelligente “Smart Manufacturing”; si sviluppa attraverso una collaborazione inedita tra esponenti di rilievo nell’ambito della ricerca e dell’implementazione industriale delle diverse tecnologie interessate: tecnologia additiva, nota come stampa 3D, ingegneria dei materiali, sensoristica in ambiente Internet of Things e meccanica/meccatronica. L’obiettivo di progetto è lo sviluppo di un sistema innovativo che consenta la raccolta e l’elaborazione, mediante algoritmi sviluppati ad hoc, di informazioni tecnico – chimiche provenienti dai nuovi materiali e leganti usati nei prodotti e dalle strumentazioni di produzione (stampa 3D) brevettati dai partner di progetto e tutt’oggi oggetto di attività di R&D orientate al loro perfezionamento e diffusione sul territorio. Esplicitando il riferimento all’S3 il progetto abbraccia 2 traiettorie di sviluppo, con profili di ricerca inerenti la traiettoria “Creatives industries”, essendo tecnologie pensate per togliere ogni limite alla creatività dei professionisti in differenti settori. Più nello specifico si trattano le tecnologie abilitanti e le traiettorie di sviluppo relative ai “Materiali innovativi e biomateriali” – trattandosi di un’indagine che ricerca soluzioni innovative nello sviluppo, nell'utilizzo e nel ri-utilizzo di materiali sempre più performanti nell’ambito della fabbricazione additiva (i materiali utilizzati in questo progetto sono materiali naturali, biocompatibili, nanomateriali, multi-composti, materiali ad alta performance, materiali da riciclo, di scarto e a basso costo), integrandoli nel prodotto finito con sensori che ne possano rilevare i parametri di utilizzo ottimale e le performances. L’ulteriore traiettoria di sviluppo in cui il progetto investe riguarda “la progettazione e le tecnologie avanzate di produzione”, inserendosi nell’ambito di specializzazione intelligente “Smart manufacturing”. Il nucleo centrale in cui si sviluppa il progetto è l’implementazione di un sistema di industria 4.0, che permette la realizzazione di macchinari di produzione integrata, innovativa e multi-scala. Consente in particolare una progettazione e realizzazione di prodotti – processi produttivi più precisa ed empiricamente validata, grazie alla realizzazione di una sinergia tra la strumentazione fisica, il prodotto finale e la rappresentazione software di entrambi (funzionamento produttivo nel primo caso e funzionalità in ambienti reali nel secondo). Un approccio multidisciplinare consente infine di sfruttare il progetto sviluppato in un altro ambito di primario interesse scientifico e di sviluppo dell’innovazione legata alla sostenibilità ambientale, grazie allo studio della fluidodinamica nell’interazione ambiente/prodotto in situazioni speciali (come quello marino). La tecnologia additiva apre difatti importanti scenari sulla possibilità di realizzare elementi tridimensionali destinati ad essere calati negli ambienti marini e a svolgere svariate funzioni, dal contrasto all’erosione delle coste alla lotta all’estinzione del corallo, per la protezione e la salvaguardia degli ecosistemi marini.

Progetto SARR: Sistemi Avanzati per il Recupero dei Rifiuti
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

BEGHETTO Valentina, GATTO VANESSA

Il progetto è promosso da Veneto Green Cluster, la piattaforma tecnologica che intende aggregare le migliori eccellenze nell’ambito della valorizzazione dei rifiuti, coinvolgendo settori industriali orientati alla fornitura di beni e servizi ambientali (green business) e imprese impegnate a ridurre l’impatto ambientale dei propri processi produttivi e dei propri prodotti (green production). Questo secondo aspetto è associabile ad una transizione verde (greening) del sistema economico nel suo complesso. L’approccio sistemico caratterizzante il presente progetto, mira a porre le fondamenta di un sistema virtuoso supportata da piattaforma IT condivisa, di riferimento almeno a scala regionale, capace di gestire e patrimonializzare tutte le varie fasi di ricerca e sperimentazione finalizzate al recupero del rifiuto, strutturabile secondo il seguente macro-flusso: • Caratterizzazione del rifiuto (analisi chimico-fisica-merceologica) • Analisi dei mercati di sbocco • Studio del processo per convertire il rifiuto in risorsa (trasformazione) • Analisi tecnico-economica (LCA, LCC, piano di industrializzazione) • Regolamentazione economica dello scambio • Trasferimento tecnologico Contestualmente sono avviati una serie di progetti di R&S, multisettoriali, con lo scopo di: 1) dare evidenza delle potenzialità di finalizzazione della ricerca e degli impatti concreti nei settori economici/produttivi di riferimento; 2) validare il sistema IT con le prime sperimentazioni concrete. Veneto Green Cluster sta sperimentando in vari campi la possibilità di recuperare risorse dai rifiuti: lo sta facendo in modo sistematico, metodico ed organizzato, grazie ad un sistema informativo che gestisce tutte le fasi di ricerca e sperimentazione. I principali temi di ricerca sperimentale sono i seguenti: impiego di scarti di acciaierie in edilizia [Download] [Cronoprogramma] recupero del FORSU in impianto integrato biogas-alghe [Download] [Cronoprogramma] recupero delle plastiche eterogenee per la produzione di asfalti modificati [Download] [Cronoprogramma] recupero e riciclo del cartongesso in edilizia [Download] [Cronoprogramma] recupero di molecole bioattive da scarti di frutta [Download] [Cronoprogramma]
Sito web: https://www.venetogreencluster.it/progetti.html

3S_4H CIBO INTELLIGENTE PER UN FUTURO SOSTENIBILE
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

BEGHETTO Valentina, GATTO VANESSA

Il progetto 3S_4H si colloca nell’ambito della specializzazione intelligente Smart Agrifood, in riferimento al controllo della materia prima e alla successiva fase della trasformazione dei prodotti dei settori a cui le aziende della partnership fanno riferimento. Le attività in corso di realizzazione sono principalmente: valorizzare l’innovazione delle aziende coinvolte; mettere a punto azioni di ricerca specifica, beni e servizi per la sicurezza e tracciabilità alimentare (WP1); identificare nuovi componenti e metodologie “Smart Food” (WP2) applicabili ai prodotti alimentari; utilizzare i risultati della ricerca per implementare le capacità competitive delle imprese e valorizzare la bioeconomia già presente e/o potenziale (WP3). Il progetto punta inoltre a sviluppare partnership attive e continuative con i Soggetti della Conoscenza; utilizzare la rete RIBES-Nest come “radar delle tecnologie emergenti” e “catalizzatore dello sviluppo” per un vantaggio competitivo del gruppo o della singola azienda che identifichi nell’Alimentazione Smart uno degli strumenti di attenzione all’Ecosistema Salute (WP4). PAROLE CHIAVE SAFE FOOD SMART FOOD SUSTAINABLE FOOD HEALTH
Sito web: https://ribesnest.it/progetti/

Metamorfosi sociale: dalla deindustrializzazione a nuovi sentieri occupazionali. Porto Marghera dagli anni ’70 al tempo presente
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

Il valore della formazione per il lavoro che cambia. Alla ricerca di indicatori di performance multidimensionali
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

MANCIN Moreno, PANOZZO Fabrizio

Il progetto di ricerca nasce dal presupposto che le tradizionali metriche di misurazione della performance di un’impresa di tipo economico-finanziario non sono sempre in grado di rilevare – soprattutto nel breve periodo – gli effetti positivi derivanti dall’investimento in formazione e nello sviluppo del capitale umano. I dati di bilancio, infatti, riescono a misurare i riflessi dell’investimento in conoscenza in grado di generare nel breve periodo ritorni positivi in termini di efficienza o produttività. Partendo da tali premesse e in considerazione del fatto che i benefici in esame sono più facilmente misurabili all’interno di imprese industriali/manifatturiere, il progetto si propone di analizzare un campione di imprese del territorio che abbiano adottato negli ultimi anni progetti di formazione del personale o di sviluppo del capitale umano al fine di verificare quale tipologia di ritorni/incrementi di performance sono riscontrabili nei numeri di bilancio delle rispettive imprese in aggiunta a quelli tradizionalmente attesi in termini di produttività.

Domotica e automazione per il miglioramento della qualità della vita. Il ruolo del diritto nell'innovazione tecnologica
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

CAMARDI Carmela

Valorizzazione di scarti del comparto confetturiero: estrazioni ecocompatibili con anidride carbonica supercritica per la formulazione di nuovi prodotti nutraceutici e cosmetici
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

CAMPALANI Carlotta, PEROSA Alvise, SELVA Maurizio

Il progetto è finalizzata allo sviluppo di "prototipi" di formulati cosmetici-nutraceutici (non a uso medicale/sanitario) di origine rinnovabile a partire da scarti dell’industria alimentare, in particolare del comparto confetturiero. La ricerca da condurre - trasversale a due settori regionali strategici quali l’agroalimentare ed il cosmetico/nutraceutico – si pone il molteplice obiettivo di implementare tecnologie estrattive a basso impatto ambientale, principalmente mediante l’uso di CO2 supercritica, per il trattamento degli scarti, e di estrarne molecole o famiglie di composti ad alto valore aggiunto che permettano di valutare concretamente investimenti in nuovi processi produttivi per la commercializzazione di formulazioni cosmetiche e/o integratori alimentari, con ricadute occupazionali e di formazione professionale qualificata nel settore.

PReST - Processi, Relazioni, Spazio e Tempo: valorizzare il lavoro umano nella transizione all’industria 4.0
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

DA ROIT Barbara

PReST poggia su due presupposti: (1) la centralità delle persone nei processi di automazione; (2) la necessità di contestualizzare la rivoluzione digitale per comprenderne governarne i processi. (1) La letteratura internazionale sull’industria 4.0 mette l’accento sulla sostituibilità della forza lavoro da parte dei robot, vista come opportunità o come forza dirompente. Meno sviluppato è il dibattito sulle caratteristiche del lavoro umano (flessibilità, adattabilità, creatività, tacit skill) che lo rendono di difficile sostituzione (Pfeiffer 2016) e, anzi, ne fanno un ingrediente indispensabile per l’automazione. L’ipotesi di lavoro di PReST è che il riconoscimento, la valorizzazione e gestione di questi elementi intrinseci del lavoro umano siano cruciali per la qualità dei processi produttivi e del lavoro. Essi rendono possibile l’automazione e danno senso e valore al lavoro nella vita quotidiana. (2) Sorto in ambito economico e tecnologico (Kagermann et al. 2011; World Economic Forum 2016), il dibattito sull’industria 4.0 tende ad assumere un modello unico di sviluppo, prendendo a riferimento il contesto tedesco. Questo approccio sottovaluta la diversità dei contesti socio-economici e la loro rilevanza per i processi di automazione e relativi risultati. Gli studi passati sulle “Tre Italie” (Bagnasco 1977) hanno evidenziato le peculiarità istituzionali, sociali e produttive che distinguono la “Terza Italia”, cui il Veneto è riconducibile, dai modelli sociali ed economici fordisti. In linea con il nascente dibattito italiano (Beltrametti et al 2017), PReST si fonda sulla necessità di considerare queste specificità per comprendere e governare la transizione all’industria 4.0 in Veneto. PReST analizza il lavoro e la sua organizzazione attraverso studi di caso di medie imprese manifatturiere in via di automazione con particilare attenzione a quattro dimensioni: a) il grado e le modalità di controllo del processo produttivo da parte del lavoratore, con particolare attenzione al ruolo di esperienza, creatività, flessibilità e ai tacit skill. b) le relazioni con altri lavoratori, il management, le macchine e il contesto sociale, per evidenziare le interdipendenze che la rete organizzativa (virtuale) struttura (cooperazione, co-decisione, definizione e soluzione di problemi). c) la gestione dello spazio di lavoro, con attenzione a come le nuove competenze lavorative trasformino gli spazi lavorativi e come tali spazi si estendano eventualmente al lavoro fuori dallo stabilimento (co-working, lavoro in mobilità). d) la gestione del tempo di lavoro, con particolare riguardo a come le nuove competenze lavorative incidano sull’organizzazione dei tempi di lavoro e si combinino con altre dimensioni della vita quotidiana (famiglia, socialità, tempo libero). Il progetto è coordinato da Ca' Foscari, in partnership con IUAV e Università di Trento, aziende e stakeholders.

Processi editoriali e innovazione 4.0: recuperare valore attraverso la sinergia fra analogico e digitale
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

CALCAGNO Monica, CAVARA Rachele

Smart Cities: il contributo del Data Science per la qualità e la sostenibilità delle esperienze di visita
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

PESENTI Raffaele

Destino: Mobilità integrata predittiva in contesto urbano
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

LUCCHESE Claudio

Le crescenti necessità di sostenibilità ambientale e vivibilità dei centri cittadini non sempre hanno trovato bilanciati effetti nelle politiche di chiusura o decentramento degli stessi e delle relative attività. Tra i molteplici fattori che possono concorrere a drammatiche desertificazioni economiche ed abitative dei centri storici, le variabili di traffico, parcheggio e accessibilità, risultano essere quelle più comuni. Il progetto nasce con lo scopo di ottimizzazione multifattoriale del traffico urbano secondo le traiettorie di: 1. Sostenibilità. 2. Economia e fruibilità dei centri commerciali naturali (centri storici, n.d.r.), degli enti (sedi municipali, biblioteche, musei,...) e degli stakeholders (banche, istituti di previdenza,...). 3. Suggestion model per l’efficientamento e massimizzazione in termini di domanda del trasporto urbano esistente ed integrato (e.g. bike sharing).

SIMIIAA - Soluzioni Intelligenti per il Monitoraggio degli Inquinanti e degli Impatti ambientali nelle Acque di dilavamento Autostradali
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

BERTUZZO Enrico

Il progetto circolare del vetro artistico di Murano: come gli scarti divengono risorse per l'industria artigiana 4.0
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

CATTARUZZA Elti, CENTENARO Stefano

Hair ed AgriFood, Innovare Riciclando
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

GHEDINI Elena, LONGO Lilia, SIGNORETTO Michela

Il progetto ha come obiettivo la valorizzazione di scarti e sottoprodotti del settore agroalimentare per la fomulazione di cosmetici Hi-Tech a base naturale. La biomassa (scarti di frutta e verdura) verrà reperita in ambito locale (a Km 0) e sarà fornita da mercati ortofrutticoli, rivenditori e supermercati del territorio per i quali lo smaltimento della stessa è oneroso. La biomassa sarà selezionata in funzione della disponibilità (abbondanza) e della sua composizione (ingredienti attivi in essa contenuti) in vista della sua potenziale applicazione in ambito cosmetico (ingredienti attivi). I sottoprodotti verranno sottoposti ad un processo di estrazione finalizzato all'ottenimento degli attivi e delle materie prime che successivamente verranno impiegate per la formulazione dei cosmetici. Il processo di estrazione sarà ottimizzato in collaborazione con il gruppo di ricerca del Prof. Giancarlo Cravotto dell'Università di Torino esperto in processi di lavorazione di biomassa green ed innovativi. Gli estratti saranno impiegati per la preparazione di cosmetici naturali ad elevato contenuto tecnologici con particolare riferimento all'hair care. Il partner aziendale di progetto, Trilab srl, leader del Hair Care professionale in Veneto, sarà parte attiva sia nella fase di ottimizzazione del formulato che in quella successiva di testing.

Ricerche archeologiche a Tell Beydar
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

MILANO Lucio, ROVA Elena

Sito web: http://www.beydar.com/

Missione Archeologica al Gebel Barkal (Sudan)
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

CIAMPINI Emanuele Marcello

Venezia occhio del mondo: per una banca-dati sperimentale (Progetto d'Ateneo)
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

ORTALLI Gherardo

«Carlo Gozzi e l’Europa: per un’edizione critica delle opere gozziane»
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

RICORDA Ricciarda

Progetto "Archivi digitali di Ebla"
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

MILANO Lucio

Missione archeologica in Georgia
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

BERTOLDI Francesca, BOARETTO Elisabetta, GAVAGNIN Katia, GIROTTO Elisa, ROVA Elena

Progetto di Ateneo
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

SCRIBANO Maria Emanuela

Progetto di Ateneo. Il prospettivismo di Leibniz
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

SCRIBANO Maria Emanuela

Il kanun di Perasto. Una comunità montenegrina tra consuetudini locali e relazioni politiche con Venezia nei secoli XVII-XIX
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

POVOLO Claudio

Matrone in politica e politica delle matrone. Spazi e modalità dell'azione femminile nella tarda repubblica romana.
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

ROHR Francesca, SPERTI Luigi

Sito web: http://www.unive.it/nqcontent.cfm?a_id=148275

Aquileia porto romano sponda orientale 2012
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

COTTICA Daniela

Pari opportunità per l'accesso allo studio universitario: language testing per gli studenti disabili
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

CARDINALETTI Anna, VOLPATO Francesca

Lo sfruttamento delle risorse del mare in area vesuviana 2013
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

COTTICA Daniela

Sito web: http://Pompei

DATA BASE ONLINE E MUSEO VIRTUALE DELL'ARTE RUSSA IN ITALIA (OPERE DEL XX SECOLO)
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

RIZZI Daniela

Torcello scavata
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

ZENDRI Elisabetta

Lo sfruttamento delle risorse del mare in area vesuviana 2014
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

COTTICA Daniela

Sito web: http://Pompei

Conversione Energetica attraverso nuovi derivati di lantanidi e metalli di transizione
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

ALBERTIN Gabriele, ANTONIUTTI Stefano, BORTOLUZZI Marco, SCRIVANTI Alberto

AXON, An Italian Selection of Greek Historical Inscriptions
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

Pubblicazione scavi Tell Beydar
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

GAVAGNIN Katia, GIROTTO Elisa, ROVA Elena

IRIDE - Metodi per l'elaborazione distribuita di dati spazio-temporali
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

SILVESTRI Claudio

Lo sfruttamento delle risorse del mare in area vesuviana 2015-2016
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

COTTICA Daniela

Interazione in sistemi economici complessi: Innovazione, contagio e crisi
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

CAVEZZALI Elisa, COLAPINTO Cinzia, ELLERO Andrea, GEROTTO Luca, LI CALZI Marco, PELLIZZARI Paolo, TOLOTTI Marco

Sito web: http://www.unive.it/pag/12221/

Groundtruthing VEiL
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

TORSELLO Andrea, TRAVIGLIA Arianna

The proposed project aims to expand and enhance the ground-truthing activities related to the VEiL project (Visualising Engineered Landscapes: an archaeological approach to unlock environmental resilience and sustainability in antiquity, PIs Torsello - Traviglia), a H2020 mission (funded under the Marie Curie funding scheme and based at Ca' Foscari) that integrates archaeological, historical and geospatial information to investigate the forms, impact and endurance of complex landscape engineering in the countryside surrounding Aquileia (Udine, Italy), a major city of the Roman Empire. Imprinted with the 'spatial signature' of the Roman Centuriation (Fig.1), the systems of land subdivision into plots assigned to settlers, the Aquileian countryside provides an unparalleled opportunity to expand our current understanding and perception of the origins and advances of ancient landscape management and engineering. Using Computer Vision techniques and advanced processing of aerial and satellite imagery, Using the desktop based outcomes of the VEiL project extended by new UAV generated imagery, Ground-truthing VEiL (GTV) will extensively test, on the ground, the reliability and integrity of the proposed centuriation model through rigorous field mapping and ground verification activities undertaken via state-of-the-art data recording technologies.

Capo Granitola Roman Shipwreck (marble routes)
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

BELTRAME Carlo

Groundtruthing VEiL II
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

TRAVIGLIA Arianna

The proposed project aims to expand and enhance the ground-truthing activities related to the VEiL project (Visualising Engineered Landscapes: an archaeological approach to unlock environmental resilience and sustainability in antiquity, PIs Torsello - Traviglia), a H2020 mission (funded under the Marie Curie funding scheme and based at Ca' Foscari) that integrates archaeological, historical and geospatial information to investigate the forms, impact and endurance of complex landscape engineering in the countryside surrounding Aquileia (Udine, Italy), a major city of the Roman Empire. Imprinted with the 'spatial signature' of the Roman Centuriation (Fig.1), the systems of land subdivision into plots assigned to settlers, the Aquileian countryside provides an unparalleled opportunity to expand our current understanding and perception of the origins and advances of ancient landscape management and engineering. Using Computer Vision techniques and advanced processing of aerial and satellite imagery, Using the desktop based outcomes of the VEiL project extended by new UAV generated imagery, Ground-truthing VEiL (GTV) will extensively test, on the ground, the reliability and integrity of the proposed centuriation model through rigorous field mapping and ground verification activities undertaken via state-of-the-art data recording technologies.

Aquileia porto romano sponda orientale 2017
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

COTTICA Daniela

Punta del Francese Roman shipwreck (marble routes)
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

BELTRAME Carlo

Indagine relitto Porto Cervo
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

BELTRAME Carlo

“Venezia e la tradizione 'bizantina' del mosaico parietale (IX-XIX secolo)”
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

PIAZZA Simone

Il presente progetto intende portare l’attenzione su una delle espressioni più significative della produzione artistica veneziana di ascendenza bizantina, quella dei mosaici parietali a fondo oro, rappresentata dai celebri esempi di San Marco, di Torcello e del duomo di Murano, cui va aggiunto il rivestimento absidale di un altro edificio muranese, la perduta chiesa di San Cipriano, nell’800 trasferito a Postdam, e numerosi altri casi assai poco noti, oggi scomparsi ma segnalati in diverse chiese della Laguna da fonti rinascimentali, mediante l’espressione testudo o cuba aurea (“volta, cupola d’oro”). Il fenomeno dell’arte musiva veneziana acquista ulteriore importanza se si tiene conto del raggio d’azione dei suoi cantieri, operanti fra XI e XIV secolo oltre i confini della Laguna, in altri luoghi dell’Alto Adriatico (San San Giusto a Trieste, Cattedrale di Ravenna), della penisola (Sant’Ambrogio a Milano, San Paolo fuori le mura a Roma, Duomo di Pisa, Battistero di Firenze) e addirittura nel cuore dell’Europa centrale (cattedrale di Praga), come pure del prosieguo di quest’attività nel corso dei secoli dell’età moderna e contemporanea, nella stessa Venezia, soprattutto all’interno della basilica di San Marco (interventi di Andrea del Castagno, Tintoretto ecc.), e nel mondo intero (Cappella Palatina di Aquisgrana, monumento dello zar Alessandro II al Cremlino di Mosca; Sala del Trono nel Palazzo Reale del Cairo, Santa Sofia a Istanbul, ecc.). Di qui la necessità di un’indagine che miri a un’adeguata conoscenza dell’eccellenza dei cantieri musivi veneziani in senso cronologico e geografico.

Aquileia porto romano sponda orientale 2019
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

CIPOLATO Andrea, COTTICA Daniela

Un progetto di ricerca interdisciplinare fra archeologia, geoarcheologia, e studi paleoambientali per uno studio integrato della sponda orientale del porto fluviale di Aquileia, sito dell’UNESCO.,Un progetto in concessione ministeriale ed in sinergia fra l’Università Ca’ Foscari Venezia, Fondazione Aquileia e le università partner di Aix-Marseille, Pisa, Bologna ed il Centro Agricoltura e Ambiente G. Nicoli (CAA) .
Sito web: https://it-it.facebook.com/aquileiaportoromano/

La portualità di Altino
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

BELTRAME Carlo

Aquileia porto romano sponda orientale 2020
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

CIPOLATO Andrea, COTTICA Daniela

Un progetto di ricerca interdisciplinare fra archeologia, geoarcheologia, e studi paleoambientali per uno studio integrato della sponda orientale del porto fluviale di Aquileia, sito dell’UNESCO.,Un progetto in concessione ministeriale ed in sinergia fra l’Università Ca’ Foscari Venezia, Fondazione Aquileia e le università partner di Aix-Marseille, Pisa, Bologna ed il Centro Agricoltura e Ambiente G. Nicoli (CAA) .
Sito web: https://it-it.facebook.com/aquileiaportoromano/

Tophet of Bithia Archaeological Project
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

GILIBERT Alessandra

Another Way of Digging - Lo scavo in laboratorio di tombe preromane conservate in cassoni di legno dalla necropoli preromana di Via Tiepolo, via San Massimo a Padova
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

BORTOLAMI Fiorenza, GAMBACURTA Giovanna

Il progetto si propone di sviluppare metodologie puntuali ed innovative per lo scavo di contesti funerari conservati nel loro complesso in laboratorio al fine di trarre il maggior numero di informazioni da uno scavo microstratigrafico. L'interazione continua tra metodologie stratigrafiche e microstratigrafiche, interventi di restauro conservativo, analisi paleobotaniche, paleoantropologiche e paleozoologiche, oltre che l'applicazione di metodologie radiografiche e TAC, hanno come obiettivo l'approfondimento delle conoscenze sull'archeologia della morte e sulle sue ricadute nella ricostruzione socio-culturale delle società antiche.

Vivere d'acqua: Archeologie fra Lio Piccolo e Altino (2021)
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

BERGAMO Martina, CALAON Diego, CIPOLATO Andrea, COTTICA Daniela

Un progetto di ricerca interdisciplinare fra archeologia, geoarcheologia, e studi paleoambientali per consentire la scoperta del passato di Lio Piccolo, il borgo immerso nella laguna di Venezia, patrimonio dell’UNESCO, per restituire al presente i reperti e le strutture pertinenti la villa romana del borgo. Un progetto che mette in sinergia il Comune di Cavallino-Treporti e l’Università Ca’ Foscari Venezia, a cui si affiancano le università partner di Aix-Marseille, Pisa, Bologna ed il Centro Agricoltura e Ambiente G. Nicoli (CAA) . Il progetto è finalizzato alla ricostruzione archeologica e paleoambientale del sito dell'cd "villa romana" di Lio Piccolo e del suo conteso socio-economico.
Sito web: https://www.unive.it/pag/37652

Aquileia porto romano sponda orientale 2021
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

BERGAMO Martina, CIPOLATO Andrea, COTTICA Daniela, GARAVELLO Silvia

Un progetto di ricerca interdisciplinare fra archeologia, geoarcheologia, e studi paleoambientali per uno studio integrato della sponda orientale del porto fluviale di Aquileia, sito dell’UNESCO.,Un progetto in concessione ministeriale ed in sinergia fra l’Università Ca’ Foscari Venezia, Fondazione Aquileia e le università partner di Aix-Marseille, Pisa, Bologna ed il Centro Agricoltura e Ambiente G. Nicoli (CAA) .
Sito web: https://it-it.facebook.com/aquileiaportoromano/

organizzazione tavola rotonda per convegno MUltima Cross Cultural texts( Incentivo per Ricerca Int. per ERC)
Fondi di Ateneo - Premi alla Ricerca

CRIPPA Sabina

organizzazione Convegno Multima Cross- Cultural texts ( Incentivo per ricerca ERC)
Fondi di Ateneo - Premi alla Ricerca

CIAMPINI Emanuele Marcello, CRIPPA Sabina

Critical Occidentalism Studies (CRITOC)
Fondi di Ateneo - Premi alla Ricerca

MIYAKE Toshio

Ca' Foscari Best Young Researcher Award Grant 2013

The Novel-Essay: The Late 20th Century and Beyond
Fondi di Ateneo - Premi alla Ricerca

ERCOLINO Stefano

Premio per la Ricerca Avanzata prof. Adriano Sfriso. Finananziato da Ca' Foscari con 15.000 euro (2016-18).
Fondi di Ateneo - Premi alla Ricerca

SFRISO Adriano

Le collaborazioni internazionali nelle attività di innovazione
Fondi di Ateneo - Premi alla Ricerca

PERRI Alessandra

Il progetto di ricerca ha ad oggetto le collaborazioni internazionali nelle attività di innovazione, con un focus sul settore farmaceutico. Come molti altri settori caratterizzati da un’elevata intensità di innovazione tecnologica, il settore farmaceutico ha progressivamente evidenziato una significativa frammentazione geografica della catena del valore, conivolgendo regioni del mondo tradizionalmente considerate “periferiche” rispetto alle più importanti attività di generazione del valore dell’industria. Questo fenomeno è rilevante per i processi di catch-up tecnologico dei paesi emergenti, e più in generale segnala un nuovo modo di gestire risorse di natura intangibile che nel passato erano considerate difficili da coordinare a distanza. Le attività del progetto di ricerca comprendono: (1) la review della letteratura sulle collaborazioni nelle attività innovative, con particolare riferimento alle tre letterature complementari di International Business, Innovation Studies e Economic Geography; (2) la costruzione del dataset per l’analisi empirica del fenomeno; (3) l’analisi delle caratteristiche delle collaborazioni internazionali nelle attività innovative, in relazione al profilo delle organizzazioni che le coordinano (con particolare enfasi sul ruolo delle imprese multinazionali e degli enti di ricerca localizzati nei paesi emergenti), alla loro “ampiezza” geografica e tecnologica, al coinvolgimento di specifiche configurazioni territoriali, quali i cluster e le città globali, ai modelli di governance su cui si basano, e al ruolo delle dinamiche di “brain circulation”; (4) l’analisi degli output delle collaborazioni internazionali nelle attività innovative, in termini di impatto sull’evoluzione tecnologica del settore e dei paesi coinvolti; (5) la divulgazione dei risultati della ricerca nell’ambito delle principali conferenze internazionali sul tema.

Negative Empathy
Fondi di Ateneo - Premi alla Ricerca

ERCOLINO Stefano

Corpi e saperi.
Fondi di Ateneo - Premi alla Ricerca

CRIPPA Sabina

Il progetto costituisce una ricerca inedita e interdisciplinare sulla trasmissione dei saperi. Si articola in diverse aree geografiche e storiche con particolare attenzione alle civiltà antiche e dell'estremo Oriente e all'ambito specifico della relazione medicina , terapia, magia, alchimia. il progetto si è avvalso anche di momenti di confronto attraverso il ciclo di conferenze POIKiILIA annuali e ha dato luogo ad una pubblicazione di una volume collettivo Corpi e trasmissione dei saperi Pendraqgon 2019
Sito web: http://sito poikilia

Media and Politics in a changing world
Fondi di Ateneo - Premi alla Ricerca

MICHELUCCI Fabio

Estensione della Soluzione Ordinaria di Permutazione al Controllo dell’Ipotesi di Uguaglianza Distributiva tra Popolazioni
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

MAROZZI Marco

Estensione del Test Bi-Aspetto di Marozzi
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

MAROZZI Marco

Modification of the Cucconi Test for the Location-Scale Problem
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

MAROZZI Marco

La Venetia romana nel rapporto tra Laguna e montagna
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

CALVELLI Lorenzo, CRESCI Giovannella, LUCCHELLI Tomaso Maria, ROHR Francesca

Progetto «Incentivi alla ricerca di Ateneo 2010»

Research Project
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

Convegno Artificial Economics 2010
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

Italia, Europa, Cina. Relazioni economiche, politiche e culturali durante la Guerra Fredda (1954-71)
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

DE GIORGI Laura, SAMARANI Guido

Venezia occhio del mondo: per una banca-dati sperimentale
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

ORTALLI Gherardo

I linguaggi dell'Assoluto
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

CRIPPA Sabina, PELLO' Stefano, RAVERI Massimo, TARCA Luigi, ZILIO GRANDI Ida

Ricerca diretta dal Prof. Raveri articolato in giornate di studio e convegno conclusivo ottobre 2016.

Trascrizione e informatizzazione di documentazione del fondo Mediceo del Principato del sec. XVI
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

DALL'AGLIO Stefano

New Methods for Simplyfing Ranking Combinations
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

MAROZZI Marco

Forme di identità etnica e rapporti interculturali nel Veneto antico
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

MARINETTI Anna

La ricerca si pone come obiettivo di individuare, sulla base dei dati forniti dalla documentazione (dati di lingua, scritture, testualità), le forme attraverso le quali le culture dell’area considerata manifestano i caratteri delle loro identità linguistiche, culturali, sociali, storiche; i caratteri identitari cui si fa riferimento sono infatti lo sfondo su cui nel corso della storia sono stati costruiti quei vincoli (talvolta eccessivamente ideologizzati) radicati ancora nelle comunità odierne. L’area che si prende in considerazione è l’Italia settentrionale, e principalmente l’area veneta, in età antica. Nella fase precedente alla romanizzazione, in un arco cronologico che va dal VII al I secolo a.Cr., nell’Italia settentrionale le lingue documentate sono il cosiddetto celtico d'Italia (leponzio e 'gallico') nell’area occidentale, il venetico nell’area orientale, il retico e il camuno nell’area prealpina e alpina centro-orientale.

La romanizzazione della Venetia. Un nuovo approccio scientifico ad un antico processo di trasformazione territoriale
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

CALVELLI Lorenzo, CRESCI Giovannella

Sito web: http://In preparazione

Leganti e complessi per una chimica ecosostenibile
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

AMADIO Emanuele, SCRIVANTI Alberto

Marco Polo Elettronico
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

BURGIO Eugenio, BUZZONI Marina, GHERSETTI Antonella

Regesto completo delle fonti in lingua araba sul capodanno iranico (Nawrūz) in età abbaside (750-1258). A complete index of Abbasid literary sources in Arabic language regarding the Iranian New-year festival of Nawrūz.
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

CRISTOFORETTI Simone

Sito web: http://Dipartimento di Studi sull'Asia e sull'Africa Mediterranea

A non Lepage Type Test for the Multisample Location-Scale Problem
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

MAROZZI Marco

Verso un museo e una biblioteca virtuali della Russia italiana
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

BERTELE' Matteo, BURINI Silvia, RIZZI Daniela

Comparing Inter-Industry Financial Ratios
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

MAROZZI Marco

Venezia '900: gli artisti di Ca' Pesaro dal 1908 al 1925
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

PORTINARI Stefania

Determinanti ed evoluzione della formazione di cluster in aree periferiche: Il ruolo delle imprese multinazionali
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

MAGGIONI Daniela

Strategie alternative di etichettatura ecologica per il consumo sostenibile di prodotti agroalimentari
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

MAURACHER Christine

Accessibility of services for households: a statistical assessment
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

MAROZZI Marco

AXON. Iscrizioni storiche greche
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

ANTONETTI Claudia, DE VIDO Stefania, TRIBULATO Olga

Sito web: https://mizar.unive.it/axon/public/index/index

Sistema per il trasporto di farmaci basato su nanoparticelle di carbonio luminescenti (CNP)
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

BENEDETTI Alvise, CANTON Patrizia, PEROSA Alvise, RIELLO Pietro, SELVA Maurizio

The main goal of this project is to develop a novel highly biocompatible and fluorescent DDSs based on CNPs and their utilization for site-specific carriers of various therapeutic molecules with and as imaging agents. The materials selected in this study have been discussed and approved by the director of Clinical and Experimental Pharmacology unit, prof. Giuseppe Toffoli of CRO Aviano, which is directly involved in this project. Prof. Toffoli and Dr. Flavio Rizzolio are going to study these class of materials and this collaboration allows an acceleration of the research project with an optimization of the synthesis and biological test steps carried out respectively in Ca' Foscari and CRO laboratories. (Brief curriculum vitae, a list of their recently funded research projects and a letter of Prof. Toffoli which confirm his participation to the project will be attached as files.) The specific aims of this proposal are: (1) The synthesis and optimization of CNPs functionalized with monoclonal antibodies and small molecules able to target some specific receptor. As proof of concept we will start with the Epidermal Growth Factor Receptor (EGFR) that is a tyrosine kinase receptor that stimulates cell proliferation and survival and becomes deregulated in a wide range of solid tumors including colon and lung. Therapeutic antibody against EGFR (Cetuximab) are already approved in the treatment of metastatic colorectal cancer, metastatic non-small cell lung cancer and head and neck cancer. The CNPs will be functionalized and linked to more than one chemotherapeutic drug and further specific chemicals. (2) The synthesis and optimization of Mesoporous Silica Nanoparticles (MSN) loaded with CNPs to obtain luminescent drug delivering systems functionalized with stealth coating and antibodies able to target some specific receptor as in (1) and loaded to more than one chemotherapeutic drug and further specific chemicals . (3) The analysis of the cytotoxic effects of these novel DDSs using in vitro and in vivo experimental models for the purpose of generating novel in vivo therapeutic models for the development of next-generation personalized therapy. These biological tests will be carried out at CRO (Aviano) laboratories. The long-term goal of the project is the development of NPs for future phase 0/I studies in cancer patients.

Forme e modi dell'autorialità nella cultura europea dalla prima età moderna alla contemporaneità
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

CIARAVOLO Massimo

Il progetto strategico di ricerca, finanziato dall'Università degli Studi di Firenze, diretto e coordinato dalla prof.ssa Donatella Pallotti, ha avuto luogo tra gli anni 2015 e 2018, dunque a cavallo del mio servizio svolto all'Università degli Studi di Firenze e all'Università Ca' Foscari di Venezia (presa di servizio a Venezia: maggio 2017). Il gruppo di ricerca ha indagato i concetti di autore, autorialità e autorità all’interno di diverse realtà geografiche e culturali europee –britannica, irlandese, portoghese, scandinava, spagnola e tedesca – lungo un arco temporale che va dalla prima età moderna alla contemporaneità. In particolare, la mia attenzione si è focalizzata su due questioni, corrispondenti a due relazioni a convegni e a due articoli (il secondo in corso di pubblicazione): 1. la costruzione del soggetto autobiografico nei romanzi degli anni Trenta degli autori autodidatti e di origine proletaria svedesi Harry Martinson ed Eyvind Johnson; 2. l'autorialità multipla come centrale elemento metaromanzesco nell'autofiction Montecore (2006) di Jonas Hassen Khemiri, scrittore contemporaneo svedese della postmigrazione.

The last tree standing: Did humans deforest Easter Island?
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

BARBANTE Carlo, BATTISTEL Dario

L’obiettivo principale di questo progetto è quello di valutare l’impatto antropico sulle condizioni ambientali dell’isola di Pasqua negli ultimi 2000 anni, alla luce delle contrastanti ricostruzioni archeologiche che sono state fornite dagli esperti in questo campo. Il progetto ha focalizzato l’attenzione sul ruolo degli incendi come strumento antropico per modificare la composizione e la distribuzione della vegetazione nell’isola, con particolare attenzione ai periodi chiave che hanno caratterizzato lo sviluppo ed il collasso del popolo Rapa Nui, esplorando la possibilità di mettere in relazione le attività antropiche in un contesto di possibile variabilità climatica. Infine, essendo l’isola di Pasqua un luogo remoto, un ulteriore aspetto di indagine ha riguardato la possibilità di calibrare diversi marcatori di incendi quali charcoal, levoglucosano e idrocarburi policiclici aromatici in un contesto caratterizzato da un limitato, se non nullo, contributo dovuto al trasporto da parte di sorgenti a lungo raggio.

„Literarische und philosophische Texttheorie und Ästhetik: interdisziplinäre Methoden, Interpretations- und Editions-Konzepte in Philosophie und Literaturwissenschaft“:
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

ZITTEL Claus Kurt

La filosofia e gli studi letterari si occupano entrambi principalmente di testi, ma le due discipline hanno visioni molto diverse su cosa sia un testo e di conseguenza su come debba essere interpretato o modificato. In filosofia, c'è una tendenza verso una comprensione più idealista del testo, poiché si pensa che il significato di un testo possa essere colto in gran parte indipendentemente dalla sua forma materiale, mentre i rappresentanti degli studi letterari insistono spesso sul fatto che la forma particolare del testo così come la sua genesi sono costitutivi per l'interpretazione; ci sono quindi grandi contrasti riguardo all'ontologia del testo, all'estetica del testo e all'analisi funzionale. Infine, ma non meno importante, queste differenze si manifestano in vistose differenze tra i concetti di edizione dei due soggetti e, in relazione a questo, in diversi metodi di trattare le fonti, dato che le considerazioni teoriche sull'intertestualità nel campo della filosofia si traducono piuttosto raramente in conseguenze interpretative e pratiche di edizione. In filosofia, se si vuole catturare lo "spirito" del testo cercando edizioni "ideali" "come l'autore avrebbe voluto" (Dilthey, Krings), le edizioni negli studi letterari vogliono riprodurre il più fedelmente possibile, per esempio, la prima stampa e la tradizione manoscritta o tipografica con tutte le sue peculiarità. È evidente che anche qui entrano in gioco presupposti teorici esagerati, a volte entra un nuovo positivismo con l'ideale della materialità, oppure - se si privilegia il "sapere in bozza" - regnano ideali di filosofia originaria non riconosciuti. Le recenti edizioni di opere, specialmente di filosofi con un'affinità per gli studi letterari come Nietzsche, Kierkegaard e Hölderlin, non sono contro-esempi, perché la loro posizione speciale rende ancora più evidenti le differenze altrimenti esistenti tra la comprensione dei testi da parte degli studi filosofici e letterari. Le tensioni sono state recentemente esacerbate dagli sviluppi nel campo delle scienze umane digitali, poiché sempre più testi sono disponibili nella loro forma originale stampata (con tipografia originale, illustrazioni, ecc.), ma anche manoscritti e dattiloscritti, sebbene in forma immateriale, il che solleva nuove domande sull'ontologia testuale sottostante, sulla comprensione del concetto di materialità e sulle possibili analisi funzionali. Ci sembra quindi urgente sviluppare metodi e concetti interdisciplinari in filosofia e studi letterari per rispondere a queste domande, affinare l'arsenale metodologico e sensibilizzare il personale docente ai diversi concetti di testo e materialità in circolazione in entrambe le materie. Inoltre, con il chiarimento delle diverse concezioni teorico-testuali ed estetiche delle due discipline, sembra essere stato identificato un ostacolo alla comunicazione tra i due soggetti, che ora può essere superato. Soprattutto per quanto riguarda la popolare combinazione di materie "letteratura tedesca/filosofia" nei programmi di formazione degli insegnanti, a causa della loro vicinanza in termini di contenuto, tali differenze tra le culture delle materie devono essere sollevate per evitare di far cadere gli studenti in una confusione inutile.
Sito web: https://www.srcts.uni-stuttgart.de/forschung/lehrprojekt-texttheorie-und-aesthetik/

Il suono dell’eterno. Una piattaforma digitale per i libri corali di musica polifonica della Cappella Ducale di San Marco, Venezia
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

BRYANT David Douglas

I libri corali di musica polifonica della Cappella Ducale di San Marco (14 volumi 'in folio grande' e alcuni frammenti), dichiarati "patrimonio UNESCO" nell'ottobre 2014, rappresentano il nucleo più consistente del fondo musicale antico della cappella marciana. Il progetto intende realizzare la prima edizione critica open access di questo importante fondo musicale, che contiene diversi unica mai pubblicati in epoca moderna, mettendola a disposizione in un portale digitale multimediale che ospiterà anche la riproduzione digitale dell'intero fondo, completa di metadatazione storica e bibliografica. Successivamente il portale potrà essere implementato con contenuti audio/video digitali.

Tutto il tempo in un cortile. La corte della Niobe, Sacrario dei caduti cafoscarini.
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

BISUTTI Francesca, MOLTENI Elisabetta, ZENDRI Elisabetta

Il progetto si inserisce nell’ambito delle celebrazioni per il centocinquantenario della fondazione di Ca’ Foscari, con l’intento di offrire un contributo alla valorizzazione della storia del nostro Ateneo e del suo patrimonio istituzionale e culturale – un’eredità stratificata, persistente e condivisa –&#